E’ un’eccellenza per l’innovazione

Alla Spes di Fabriano il premio Coopnet 2.0


Fabriano Un’eccellenza nazionale nell’innovazione e nel trasferimento tecnologico. Con questa motivazione, la cooperativa Spes di Fabriano, si è aggiudicata il premio Coopnet 2.0, promosso da Legacoop, in collaborazione con Telecom Italia, all’interno del progetto Coopernova, dedicato all’innovazione nel movimento cooperativo. Un’iniziativa che ha l’obiettivo di individuare e premiare sia l’innovazione già realizzata che quella ancora da realizzare. Il riconoscimento è stato consegnato a Bologna dal presidente di Legacoop, Giuliano Poletti.

Insieme alla Spes, hanno ottenuto il premio la Coopservice di Reggio Emilia, vero e proprio colosso del settore vigilanza privata, con 14 mila addetti e 10 centrali operative in tutta Italia, e la Escoop di Mola di Bari (Ba), giudicata tra le migliori esperienze italiane in un campo che, dai semplici ausili tecnici per persone con problemi di movimento, di vista, di udito, si sta trasformando in una branca della più vasta scienza della domotica. In comune fra queste tre cooperative, c’è l’aver saputo trasformare idee innovative in prodotti e servizi ad alto contenuto di tecnologia, ponendosi come pionieri di quel mondo cooperativo che trova nell’innovazione una chiave per incrementare la propria competitività, indirizzandola allo stesso tempo a fini di utilità sociale. Il premio è stato attribuito alla Spes, una fucina di cervelli, che occupa oltre 100 ingegneri, di cui 68 soci, e 12 milioni di fatturato, per la sua capacità di fare business e innovazione contemporaneamente. “L’aspetto che è stato più apprezzato – spiegano il presidente di Spes, Franco Boldreghini, e il direttore commerciale, Mauro Angelini – è quello legato al nostro progetto per lo sviluppo della domotica”.
Il Corriere Adriatico - Home Page