User Tag List

Pagina 1 di 14 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 132
Like Tree17Likes

Discussione: la crisi parte da lontano, non solo un fattore economico..

  1. #1
    Forumista storico
    Data Registrazione
    23 Jan 2011
    Messaggi
    36,086
    Mentioned
    56 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito la crisi parte da lontano, non solo un fattore economico..

    Buongiorno, sicuro che con la mia entrata non lo sarà.

    Tutti voi conoscerete Attila..oh!figuriamoci..GARANTITO!!
    fosse solo per il percorso scolastico da un po' obbligatorio:
    (nelle mie varie reincarnazioni cercai in tutti i modi di far fuori
    lo stesso Carlo Magno, ma purtroppo non ci riuscii...Attila, IO,
    da buon ruspante asserivo e asserisco che la cultura una lama
    a doppio taglio...ed infatti oggi tutti "acculturati" ma sostanzialmente
    "rincoglioniti", incapaci anche alla più semplice lettura del quotidiano
    vivere..."sono arrivato per darvi una scossa"(e qui i commenti si sprecheranno facili come siete ad irritarvi quando toccati sul vivo...)

    (Una massa inerte di permalosi ad esaltare ERMETISMO per pochi
    senza mai dire niente, una massa di quaraqquaquà al mi e ti e toni..
    convinti come siete e pieni di voi stessi che quanto vedete vi appartenga
    una massa di illusi condotti, che guardano sovente alla propria aia,
    senza rendersi conto di appartenere ad un' immenso gregge di
    pecore pseudoacculturate, di galline, di vacche e conigli e
    quant' altro condotti da abilissimi potentati agli ovili, alle stalle,
    lasciati a ruspare nell' immensa aiai che è il mondo, sino al giorno
    inaspettato del macello...ed ora da buon presuntuoso quale ATTILA è
    una semplice parola ad irritarvi tutti...SVEGLIATEVI "signori e signore"
    riuscite a dormire sempre, adirittura con gli occhi aperti...)

    azzzzzzzzzzzzzzzzzzzz...................
    che notevole aperta e chiusa parentesi; ora solo l' inizio della reale
    conoscenza dell'"infame" Attila...nel proseguo della mia cavalcata,
    avrete modo di maledire l'erroneamente definito "flagello di DIO"
    e qui mi permettouna precisazione, il primo errore,
    orrore storico nella vostra tanto decantata cultura...IO..ATTILA,
    ero chiamato "IL FLAGELLO DEGLI DEI" la sostanza cambia cari
    acculturati ciechi del "menga" plurale, IO ATTILA ero e sono il
    flagello di molti, figuratevi se rinuncio a tanto agognato come voi
    dite pluralismo, il vostro del menga...il MIO lavato con il sangue,
    tuffandomi in moltitudini di cadaveri putridi...noi, IO, a i miei tempi,
    le genti avevano le PALLE...non come Voi tutti che oggi avete solo
    coglioni...
    Ora il mio cavallo stanco, vorrei proseguire ma non posso;
    il mio cavallo merita molto più rispetto di molta gente d' oggi,
    esso ha cavalcato con il suo padrone passando di era in era,
    quando qui giungemmo restammo allibiti, ma non per tecnica
    tecnologia o scienza, ma per la massa di inconcludenti, lavativi
    e approfittatori di cui il mondo prolifera, cose che in altri tempi
    sarebbero state impossibili per alcun uomo, fosse solo per
    l' esempio MIO o dei miei precursori Spartani...per concludere
    altra irritazione per Voi tutti...VERGOGNATEVI, avete ridotto
    il mondo in una latrina...ma ciò che più mi fa incazzare è che
    non riuscite nemmeno a vergognarvi...perchè in voi la
    VERGOGNA SCOMPARSA..........
    Benvenuti nel mio mondo.......avrete il mio Nobile e non di cortesia
    saluto....quando lo meriterete, al prossimo incrocio anzi rotatoria
    bravi come siete diventati a girare intorno..

    P.s. per la moderazione...nel corso delle ere sono evoluto, sono
    sempre riuscito a passare indenne nei vare buchi neri, da poco
    mi trovo in codesto spaziotemporale, ne ho gia ragione, di co' tanta
    pochezza ma se nel caso le palle dovessero sfuggire, mi presto al
    dovuto richiamo...sicuro di essere esaustivo ed molto educato....
    come vostra assimilata consuetudine...

    ...distinti omaggi..IO..ATTILA..flagello degli dei....ho scoperto che
    oggi voi tutti siete pieni di divinità, direi quasi voi stessi per presunzione
    a sfiorare il Divino...dimenticavo di dirvi, fosse solo per togliervi
    d' impaccio...EGLI, IL DIVINO ESISTE, ed essendomi IO molto
    avvicinato a LUI nel corso delle molteplici peripezie spaziotemporali,
    vi posso garantire che di voi tutti NE HA LE PALLE PIENE...
    Ada De Santis likes this.
    " l' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."
    Dostoevskij.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista storico
    Data Registrazione
    23 Jan 2011
    Messaggi
    36,086
    Mentioned
    56 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: la crisi parte da lontano, non solo un fattore economico..

    ..signori, oggi tutti signori, ai miei tempi pochi signori e moltissima plebe..

    ..dimenticavo di dirvi che, l' Highlander Attila quest' anno festeggia il suo,
    mio 1605quesimo anno d' età, quindi vi pregherei di evitarmi baggianate
    o fregnacce come usate dire oggi; poi siete liberissimi di non credere a
    quanto vi dico, ma da quel po' che frequento la vostra era, rimango basito
    ed insieme a me il mio fedele Destriero per quanto d' assurdo credete..
    e discutete...discutete se così si puo dire....

    Voi oggi parlate parlate parlate, anzi scrivete scrivete scrivete senza
    neppure sapere a chi e senza mai arrivare ad una sensata definizione...
    Avete sicuramente fatto passi da Polifemo in quanto a tecnica e tecnologia
    del c...o e siete convinti di possederla ma poi in realtà ne siete succubi...
    Siete particolarmente strani e posseduti da paure che ancora non capisco,
    nessuno di voi usa il proprio nome, vi nascondete dietro a ciò che chiamate
    Avatar, delegate sensazioni ed emozioni a stupide faccine che ritenete
    più espressive di voi, siete veramente strani, direi artefatti per niente;
    sembra che in voi sia sparita la necessità del contatto fisico, la giusta
    mimica corporale, mi date l' impressione di tante marionette
    che noi usavamo per divertire i nostri figli al villaggio...
    sono, siamo sconcertati
    IO e il mio Destriero...dovrò sicuramente abituarmi a tanta parvenza, a
    co' tanta apparenza.........azzzz...mi ricordate tanti fantasmi.............

    Francamentericordando un nobile popolo, i Franchi, i Germanici che
    cercai inutilmente di debellare dalla faccia della terra nell' anno 452, e
    lo feci allora per voi, nella speranza di non far nascere appunto l' odiato
    CARLO MAGNO, e per uno scopo ancor più sottile, ma pur sempre per voi..
    Vi dice qualcosa la stirpe dei MEROVINGI..credo che pochi s' illuminino
    a questo nome riferito al NWO...anzi, ritengo che i pochi ad illuminarsi
    altri non siano appunto che gli ILLUMINATI che voi tutti governano....)

    Francamente dicevo, attorno a Voi tutto evolve, mentra voi umani
    involvete, state perdendo coscienza senza neppure rendervene
    conto tanto siete incanalati al nulla..che sempre più vi appartiene...
    alla faccia della presentazione..Attila il suo arco e il nobile Destriero..

    http://www.youtube.com/watch?v=0whDn_KKdrs
    Ada De Santis likes this.
    " l' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."
    Dostoevskij.

  3. #3
    Forumista storico
    Data Registrazione
    23 Jan 2011
    Messaggi
    36,086
    Mentioned
    56 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: la crisi parte da lontano, non solo un fattore economico..

    rispostina...l' uomo per capire abbisogna di tempo, di spiegazioni
    e articolazioni fare gli ermetici per apparire dotti non conviene,
    infatti nella lettura dei moltissimi argomenti aperti in questo luogo
    spesso per niente, nulla si capisce di ciò che fingete di dirvi e inoltre
    nulla mai arriva a conclusione...ne rimane solo l' abbandono...
    il dimenticatoio etereomediatico del nulla..sino a riesumazione...
    vi esorto allo scrivere, al parlare, al vedere, al toccare con mano
    oggi correte troppo per niente, vi perdete tutto il circostante,
    è come viaggiaste con i finestrini inesistenti, oscurati al vedere
    "arrivate", ma vi perdete il meglio...e assaporate il nulla...
    dovete reimparare a metabolizzare con calma...
    solo il primo passo per riguadagnarvi...

    Mio padre che non conobbi causa sua morte in mia tenera(ma tenace)età,
    mi raccontava una delle mie molteplici madri; diceva di Attila:
    "Quel fanciullo impara in fretta.." ed è ancora una mia costante,
    il solo passaggio indenne nei secoli ne è una dimostrazione...

    Si figuri, anzi mi rivolgo a voi tutti smidollati di cò' tanta era di parvenza;
    Attila imparò a cavalcare ancor prima di camminare, a sole 4 lune
    corrispondenti a 48 mesi sinodici, circa 3 anni e 10 mesi di questo vostro
    scandire il tempo del c...o..
    In così tenera età ero gia in grado di colpire un cervo
    cavalcando il mio nobile Destriero con il mio inseparabile Arco...
    azzzzz....non bruscolini o ci ci co co gne gne...Reflex...plebe..signori..

    ATTILA aveva una missione da compiere, era il prefissato dagli Dei
    del tempo per annientare una stirpe a venire che ancor oggi si protrae,
    i MEROVINGI...gli attuali cospiratori invisibili che manovrano tutto e tutti
    al N.W.O....mascherati da profeti, inducono ad altri ciò che loro mai
    faranno, farebbero facessero o facci....RIRIREFLEX...

    Oggi voi tutti popolo di involtini, dopo due giorni, anzi probabilmente dopo
    solo una notte "se non siete fortunati" passata in foresta sareste
    cibo per Lupi Orsi o Puma di Montagna...
    Tanto siete sprovveduti e creduloni...ad Attila potete non credere...
    ma vi garantisco che verrà un giorno in cui a breve vi pentirete di
    non avermi letto o creduto...

    Ora una "breve" prefazione
    dell' intervento di Highlander Attila, del motivo,
    per cui calpesto tale era e da questo luogo; chissà perchè, ma mi
    interessa vostro futuro vivere, anzi, quello dei vostri figli, la cosa
    può sembrare strana dopo co' tanta presentazione, e pure ad Attila
    sembra strana, mai nel corso dei secoli mi interessai del dissoluto,
    ma oggi in questa era di riavvolgimento a voi tutti sfugge l' arcano,
    vi vengono nascosti progetti assoluti, nel vostro sapere molti nomi
    NON appaiono, o VENGONO RAPPRESENTATI come stolti a farneticare..
    Spesso venite usati come cavie da laboratorio ove il mondo stesso
    un' immenso laboratorio ove mascherare occulto e occultismo..RIREFLEX..

    Concludo questo mio "umile" intervento con una frase a voi sconosciuta,
    che mi disse un' amico al quanto strano all' inizio del secolo scorso, in
    piena rivoluzione industriale, uno dei diseredati a cui sopra mi riferivo,
    uno dei tanti "stolti a farneticare", pensate, che per lui, un certo Edison
    pur di sconfessarlo fece fondere un' elefante vivo nella Fifit Avenue di
    New York City per confermare la sua tesi sulla corrente continua più
    efficace dell' alternata di NICOLAI TESLA...si dovette ricredere, e come
    spesso in questi casi, cercò in tutti i modi di accaparrarsi brevetto, e,
    naturalmente ci riuscì in un modo o in un altro...diciamo in breve, che
    tale Edison erroneamente inventò strumento utilissimo per noi tutti..
    la Sedia elettrica ove al solito tutti noi dopo una giornata di lavoro
    non vediamo l' ora di poggiare il culo...e diventò famosissimo e ricchissimo;
    mentre il SIGNOR TESLA a cui noi tutti dobbiamo qualche cosa, morì
    poverissimo si dice a causa di un complotto credo in un albergo fra il
    5 e l' 8 gennaio del 1943...i primi ad entrare in quella umilissima stanza
    furono gli agenti dell' FBI che segretarono tutto, altro
    aneddoto estremamente particolare che lo riguardò,
    fu che alcuni suoi studi molto avanzati, restarono segretamente
    custoditi sino al 1987 quando furono
    ritrovati per "caso" da alcuni ricercatori, ma utilizzati e amplificati da certe
    agenzie governative per scopi ancor oggi tutti da verificare.......
    La sua frase che allora mi riferì fece scaturire brivido perfino al ferrato ATTILA E DICEVA:
    " Ciò che ieri semplice teoria...oggi massificabile per lugubri scopi grazie alle nuove tecnologie..."
    RIRIRIRIREFLEX....

    P.s. tali tematiche sono talmente gigantesche da non poter escludere nulla,
    tutto estremamente concatenato, nulla mai esula da altro; percorrerò
    strade indietro nel tempo, avanzerò nel futuro e circostanzierò presente
    cercando di non tralasciare nulla, andrò ad indagare sull' artefatta attuale
    crisi economica vi dimostrerò come da tempo tutto pianificato in riunioni
    occulte ed occultate dove spesso gli esecutori di tali manovre mascherano
    i veri mandanti e gli scopi stessi..vi darò modo almeno di giungere preparati
    a quello che potrà divenire fra non molto il vostro mondo,
    quello dei vostri figli, e vi esorto a prendere coscienza, fatelo per loro
    non lasciatevi rubare il loro futuro, leggete, guardate con nuovi occhi
    prima di giudicarmi, vi esorto di smettere nell' involuzione per riprendere
    il giusto cammino verso l' evoluzione...loro non si fermeranno mai, e la loro
    potenza è direttamente proporzionale alla nostra reale consapevolezza,
    vi posso garantire, parola dell' Highlander Attila..ciò di cui verrete a conoscenza
    potrà sconvolgere l' aia di casa vostra, ma è importante
    prima di ritrovarvi in un deserto senza un barlume di riferimento...
    la cosa è molto più avanti di quanto pensate, guardatevi attentamente attorno,
    molto di quanto sta accadendo a ritmo sempre più frenetico
    ed inspiegabile solo la punta dell' iceberg...chiedetevi a chi giova tutto ciò,
    tutto sembra casuale ma non lo è, IO stesso, Attila posso sembrare casuale,
    ma Attila ufficialmente morto............incontrollabile....
    Mi chiedo, posso continuare tale mia presentazione in codesto virtuale
    anfratto.?...Non saprei dove collocarmi essendo un' entità viaggiante
    in universi paralleli...è possibile sviluppare tali macroscopici argomenti
    in questo mio antrio...posso eventualmente essere illuminato per il
    mio e spero vostro esaltante proseguo.??!!!!!

    http://www.youtube.com/watch?v=K_ekOxiBNgA

    http://www.youtube.com/watch?v=llE6QTN40VY
    Ada De Santis likes this.
    " l' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."
    Dostoevskij.

  4. #4
    Forumista storico
    Data Registrazione
    23 Jan 2011
    Messaggi
    36,086
    Mentioned
    56 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: la crisi parte da lontano, non solo un fattore economico..

    ven mag 29, 2009 5:02 pm

    Chi sono: mi chiamo Attila ho 52anni,felicemente sposato,padre di tre figli rispettivamente di 29\18\9anni,da 25anni sono imprenditore di me stesso nel settore metalmeccanico,vivo a Vicenza, ridente, ma neanche troppo cittadina del fu mitico nord\est. Ricordo con piacere il periodo in cui avevamo delegazioni di tutto il mondo che venivano a farci visita per capire come funzionava il nostro modello economico produttivo locomotiva trainante di questo nostro paese.Ricordo una mia frase ricorrente in quel magico periodo di così tanta fierezza,a dimostrazione di abbondante capacità e inventiva:"tu a Vicenza puoi chiedere qualsiasi cosa anche la più improbabile e sicuramente a breve l'avresti trovata e... se non ci fosse stata sicuramente troveresti qualcuno disposto a fartela"..
    Passammo da una civiltà rurale e contadina a uno dei poli tecnologici e produttivi più avanzati al mondo con micro attività quale la mia gestite in modo a dir poco caparbio,probabilmente il tutto era nel nostro DNA ma vi garantisco che il periodo avendolo vissuto in prima persona è stato a dir poco magico...anche se con il senno del poi qualche devastazione a livello territoriale per una cattiva gestione e ingordigia di alcuni oggi è sotto gli occhi di tutti...
    Oggi stiamo vivendo una crisi colossale che a memoria d'uomo nessuno ha mai visto e tantomeno vissuto,non ci si può nascondere dietro un dito e fare finta di niente,qualcosa di simile ci fu nel secolo scorso nel 1928 ma a confronto fu una passeggiata, il sistema era completamente diverso,l'assetto politico e geografico molto più frammentato ma il tutto scaturì nella seconda guerra mondiale, di cui un po tutti chi più chi meno sono a conoscienza...In quei tempi le masse erano masse.. oggi noi siamo chiamati cittadini termine che ritengo improprio e vessatorio per come viene usato dalla nostra classe dirigente sia essa di destra di centro che di sinistra;
    mi sento per così dire preso per i fondelli,io cittadino di cosa, di chì.Il nostro è,si dice un paese democratico e libero
    temini che ritengo usati sempre in maniera impropria da persone che non conoscono l'etimologia delle parole che usano per manovrarci e farci pagare tutto e anche di più.
    Noi viviamo anzi crediamo di vivere in un paese libero...Ma libero di fare cosa!!? Oggi il tanto amato e decantato cittadino,si trova prevaricato da procedure modulistica e una miriade di enti preposti a complicargli la vita, ciò che ieri era facile oggi è a dir poco complicato...loro sono convinti di avere la panacea di risolverci i problemi ,avendo loro già risolto i propri vita natural durante,ci scaricano addosso una miriade di incombenze che non ci spetterebbero ma come dico io intanto mi fai scrivere abusando del mio tempo e se sbaglio sei pronto ad ammendarmi...oggi abbiamo i semafori intelligenti ma l'umanità probabilmente stupida,abbiamo il terrorismo stradale, abbiamo le patenti a punti,i vigili forsennati nella ricerca delle risorse per i comuni,i politici che ci raccontano un sacco di balle,le nostre case sono piene di superfluo in favore di un'economia delle multi nazionali, aiutiamo la fiat e alitalia,dobbiamo preservare i posti di lavoro, ma come dico ioo tu noi possiamo costruire la cosa più utile e bella del mondo,la mettiamo in bella vista in tutte le vetrine,tutti sono d'accordo nelle sue caratteristiche,è la più bella e utile del mondo ma purtroppo il cittadino, il popolo non ha più il danaro per accuistarla,...ecco il fallimento del sistema...dobbiamo prendere atto che anche la nostra decantata fantasia imprendtoriale che ci permetteva grandissime performance è ormai ridotta a lumicino,i nostri sani principi,il buon senso comune,il libero arbitrio, la stretta di mano,il guardarci negli occhi,oggi non esistono più,uccisi da una serie di regole e leggi che in teoria avrebbero dovuto regolare il quieto vivere ma che paradossalmente ci stanno sempre più preciudicando la vita...loro hanno il bisogno di controllare tutto.
    Ora vi faccio una serie di semplici domande che dovrebbero farvi meditare a che punto siamo arrivatihiedetevi, oggi in una fase di macroscopica crisi mondiale cosa possiamo fare senza estrarre il portafoglio? Pensateci 1minuto,
    1ora,1giorno,immancabilmente arriverete ad un'unica conclusione..NIENTE..Possiamo tornare indietro,che non significa regedire?NO! Chiedetevi...posso tenere le galline?NO!..Posso tenere il maiale?NO!..Posso andare a funghi a
    radici a bruscandoli?NO!..Posso raccogliere dei sassi sul greto di un fiume?NO!..I nostri figli possono fare l'esperienza della vita?NO!..E potrei continuare all'infinito ma per tutto sicuramente ci vuole un permesso... Ricordate RE MIDA;egli morì di fame bensì carico d'oro,fece la scelta sbagliata,tutto ciò che toccava si tramutava in oro,bene effimero ma che purtroppo non poteva sfamarlo...I nostri governanti tramutano tutto in ammende e permessi , senza considerare che i loro decantati e amati cittadini sono comunque persone e in quanto tali hanno esigenze primarie quali respirare,mangiare,bere,scaricare...RICORDO...gli anni 60\70\80 del secolo scorso in cui esistevano principi comuni in cui credere e portare avanti esisteva la coesione sociale esistevano contrapposizioni reali,si contestava,dovevamo rincorrere l'utopia occidentale della libertà, oggi inconsapevolmente l'abbiamo superata senza nemmeno assaporarla,viviamo nella falsa chimera di essere liberi,ma così poi non è,oggi tutto ha un prezzo.Mi fermo un'attimo...ma questa classe politica che oggi ci sovrasta ha rinnegato se stessa gli anni di cui sopra erano propri i loro,erano loro i leader di tali movimenti..non so non capisco...divento improvvisamente triste
    al pensiero di ciò che trasferiamo e lasceremo ai nostri figli alle prossime generazioni;oggi vivo nella speranza che tale processo sia reversibile voglio ancora contare nell'uomo,nella donna, nella nostra capacità di rimetterci in gioco e creare un mondo più a misura dell'umanità...per oggi mi fermo...ho ancora molto...siamo all'inizio di un viaggio che se seguierete vi stupirà, ma non per gli effetti speciali ma bensì perchè parla di noi e del nostro vissuto, ciò che ho scoperto in conseguenza di questa crisi e che mi stà in parte gratificando è il fatto di avere più tempo per guardarmi indietro e rivedere ciò che mi aspetta più avanti...auguri vivissimi a tutti buoni cattivi belli e brutti.
    alla prossima puntata....
    Ada De Santis and vanni fucci like this.
    " l' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."
    Dostoevskij.

  5. #5
    Forumista storico
    Data Registrazione
    23 Jan 2011
    Messaggi
    36,086
    Mentioned
    56 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: la crisi parte da lontano, non solo un fattore economico..

    lun giu 01, 2009 3:20 pm

    Rieccomi ,non mi sono dileguato come qualcuno,un non ben definito cavaliere aveva supposto:voglio ringraziarvi per i vostri ossequi di benvenuto anche se a volte incomprensibili e forse fuori luogo,c'è chi mi scrive di voli interspaziali e metafisici,chi ha bisogno di fermarsi per riprendersi,mettendo in evidenza solo la parte negativa e oppressiva ,c'è chi mi paragona a Tino Scotti,macchietta degli anni 1935 e se non ricordo male testimone pubblicitario di un famoso lassativo,e forse,parafrasando tale pubblicità riferirsi a ciò che ho scritto,c'è chi mi fa faccine,che il più delle volte non esprimono le vere emozioni,semplici paliativi al non scrivere,al non manifestarsi in prima persona...e anche questo potrebbe essere ulteriore motivo di discussione per questo forum,c'è chi mi parla di epiche battaglie generali e poeti della guerra di secessione,c'è chi menziona di cavalieri templari papi e re risalenti al medio evo,non che cavalieri pronti a sguainare le loro spade per difendere non si sa bene che o cosa,il tutto non mi sorprende affatto anzi mi da nuovo vigore per prendere ulteriori spunti. Ciò che ci sta accadendo oggi,è solo all'inizio,vorrei sbagliarmi,ma la mia arroganza non me lo permette,remore della teoria che nulla si crea e nulla si distrugge. Oggi vorrei parlare appunto di un periodo molto epico ma al contempo molto buio,il medio evo,ricordate: intorno all'anno 1000 esistevano i feudi,piccoli stati a volte,molto spesso governati da veri e propri despoti che decidevano su tutto e tutti il più delle volte senza mezzi termini...oggi le nostre casse sono quasi vuote,mormora il feudatario,uno squillo di trombe e i vassalli a precipitarsi a palazzo non c'era da scherzare a quei tempi quando il capo chiamava,l'ordine arrivò perentorio e indiscutibile,le casse sono ormai vuote,i prodi vassalli bardati di tutto punto salivano nei loro scintillanti cavalli e abbassato il ponte levatoio di gran carica a riscuotere tasse e vettovaglie,incuranti del fatto che la plebe fosse alla fame,non c'era supplica capace di fermare co tanta ingordigia, a volte la plebe si dava alla macchia per sottrarsi a tante angherie............................
    Oggi non ci spostiamo a cavallo, non ci sono le foreste di allora,non possiamo nemmeno nasconderci,viviamo in case più belle,le bollette ci arrivano per posta,le multe sono le più diversificate,le tasse per via telematica,abbiamo la legge sulla privacy che per quanto mi riguarda ironicamente parlando mi ha sconvolto la vita logicamente in meglio,abbiamo gli studi di settore a cui fare riferimento,abbiamo l'anticipo delle tasse e di molto altro,abbiamo tecnologie che ci permettono di rompere le palle a chiunque e in qualsiasi momento molto spesso per ragioni poco importanti,abbiamo difficoltà a capire giusto o sbagliato travisati da una giustizia spesso inconcludente e forviante che si arrotola su se stessa. Oggi io potrei essere trovato all'interno di una stanza piena di sangue con in mano un coltello,a me di fronte un cadavere accoltellato ripetutamente,paradossalmente confesso anche,ma forse non sarei accusato di niente,bisogna indagare,circostanziare tutto e tutti,guardare nelle pieghe raccogliere ogni piccolo dettaglio,e se poi la verità è negli occhi di tutti allora spostiamo l'indagine in qualcosa di più etereo,il vissuto,la psiche,sfiorando il Divino,forse siamo un tantino presuntuosi, mai un dubbio ci assale....
    Qui mi fermo quasi esausto,saluto voi tutti calorosamente rimandandovi alla prossima, e vi voglio lasciare con una mia frase ricorrente,che,è un ottimo consiglio per chi mi legge..
    non mordere la carta....è più dentro il sapore....Atila Destriero e Arco..
    Ada De Santis likes this.
    " l' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."
    Dostoevskij.

  6. #6
    Forumista storico
    Data Registrazione
    23 Jan 2011
    Messaggi
    36,086
    Mentioned
    56 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: la crisi parte da lontano, non solo un fattore economico..

    ...tutto sbagliato, o quasi. Per i voli interspaziali, passi, ma la metafisica non c'entra. Chi si ferma a ripreder fiato, ne ha ben donde, causa il bombardamento lessicale. Riguardo Tino Scotti, le notizie apprese su internet, sono sì, talvolta preziose, ma suscettibili di incompletezza, come nella maggiorparte dei casi. Tino Scotti era ben altro che una macchietta. Attore brillante e versatile, alla fine della sua carriera, utilizzato per "quel " lassativo, che peraltro non rientra subliminalmente nella mia esposizione caratteriale del "personaggio" Attila. Se avessi introdurre uno "squarcio" dissenterico, sarei stato molto più diretto. Il riferimento a Scotti è molto più intimo e "calligrafico".
    Il "nocciolo" del riferimento ai Templari ed alla politica che perseguivano è talmente evidente, che non avvertirlo, o fingere di farlo, denota un chiaro e materiale antiberlusconismo...Tomorrow
    Ada De Santis likes this.
    " l' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."
    Dostoevskij.

  7. #7
    Forumista storico
    Data Registrazione
    23 Jan 2011
    Messaggi
    36,086
    Mentioned
    56 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: la crisi parte da lontano, non solo un fattore economico..

    ...potrei iniziare..si,proprio così."..tutto sbagliato, o quasi..".potrei ma non lo faccio, ci porterebbe al nulla...ti\la vorrei ringraziare per ciò che ho trovato fra le righe...ma c'è una cosa che non capisco e che mi sorprenderebbe se detta da lei\tu per tanto sapere...il "nocciolo"ti rispondi da solo,quando dici.."o fingere di farlo,"...se io fingo,significa che sono cosciente di ciò che faccio e che non faccio..,quindi la tua frase sucessiva non ha ragione d'essere... "denota un chiaro e materiale antiberlusconismo." ritengo tu sia stato troppo affrettato...conosco i templari e le loro gesta in funzione a cosa, ma vuoi per essere breve,ma vuoi per un po di malizia nell'esporre, il non detto stimola comunque l'interlocutore accorto e a conoscienza portandolo così !....tu\lei...mi capisce...è vero per Scotti ne avevo un ricordo vago , macchietta era il termine usato in quegl' anni, ma ciò nulla toglie al personaggio e a quanto da lui fatto,il discorso fatto da me per quanto riguarda il lassativo...ulterriore provocazione a far uscire allo scoperto l'interlocutore,cosa che tutto sommato con piacere ho ottenuto,ringrazio ulteriormente per il paragone calligrafico e aggiungo umanistico,ne sono onorato tanto più se detto da lei\tu.Poi se noti io uso spesso il termine forse prima di entrare nell'interpretazione,ma non solo per una forma di intrinseca insicurezza ma anche per dar modo a chi mi legge di esporre la propria senza alcun che....per quanto riguarda il termine metafisica potrei anche sbagliarmi ma ricordavo di avere letto nel forum qualcosa relativo a viaggi interspazziali all'interno della testa o del corpo in una visione metafisica della cosa ,ma ripeto potrei sbagliarmi...e per questo chiedo umilmente venia....eeeee..il sig.BERLUSCONI,persona da me stimata gia in tempi non sospetti,e che ora ancora stimo,persona fuori dagli schemi della politica classica con grandi capacità in funzione ai mezzi...ma ne parlano gia abbastanza gli altri ,lui da parte sua sa ben difendersi....con questo la\ti saluto, è stato un vero e sentito piacere conoscerla spero a presto in fede io\diego...p.s.a me piace ascoltare.....
    l' interlocutore..:gratgrat:iaociao:
    " l' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."
    Dostoevskij.

  8. #8
    Forumista storico
    Data Registrazione
    23 Jan 2011
    Messaggi
    36,086
    Mentioned
    56 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: la crisi parte da lontano, non solo un fattore economico..

    dom giu 07, 2009 4:46 pm

    ...premessa,ogni riferimento a circostanze realmente accadute a persone ,è puramente casuale,ciò che scrivo è solo frutto della mia fantasia....allacciate le cinture e tenetevi forte...ricominciamo a viaggiare nel tempo......
    ...era il 1999,potrei dire il secolo scorso,spostando così per chi mi legge la fase temporale in tempi più remoti,
    parliamo comunque di 10anni fa,tempi non sospetti,le torri gemelle erano ancora al loro posto,la parola crisi,era
    riferita alla solita politica credo dell'alternanza che come molti avranno capito, non significa cambiamento ma bensì alternanza,oggi io ,domani forse tu ma non per essere costruttivi ma per mantenerci i privilegi........................
    (se chiamata politica dell'altalena sarebbe stata più corretta;l'altalena, vista dal fianco ,nel suo andare rappresenta benissimo la nostra politica,destra sinistra,su e giù passando sempre per il centro,con varie rappresentanze più o meno a destra e sinistrarobabilmente tale appellativo sarebbe stato troppo banale...)
    ...in tempi non certo così sospetti, sentivo puzza e ribadivo ai miei dipendenti e collaboratori :ho come l'impressione che faremo la fine dell'argentina remore delle pentole battute da tale popolo nella loro capitale,remore dei famosi e ormai prescritti bond argentini che molti ricorderanno anche perchè propinati dalle banche come ottimo investimento remunerativo ....io racconto e metto in risalto analogie di fatti....
    oggi c'è molta analogia di fatti supportata anche dalle circostanze sbaglio...guarda un po',oggi nel mercato italiano vengono riproposti dei bond per aiutare le piccole e medie imprese...sai che sforzo..(qui le ire di molti)..lo stato non tira fuori niente, garantisce gli interessi su pezzi di carta stampati in tipografia e che noi cittadini in pratica dovremmo comprare,quindi alla fine del giro siamo sempre noi a finanziare i presunti aiuti,e loro i nostri politici si prendono i plausi per l'ottimo operato...se non ricordo male...nel frattempo c'erano già stati i bond cirio e parmalat,
    anche questi con un esito molto gratificante per gli investitori ricordate...e pure questi proposti dalle banche che sono garanti nel vendere m...a ma si defilano nel controllare i bilanci aziendali,chiamasi ingegneria finanziaria preposta a fregare i risparmiatori che si ritrovano con un pugno di mosche in mano...analogia di fatti... se non ricordo male... nel frattempo,<governo prodi> il nostro paese democratico e libero,liberamente imposto ci ha consentito di mettere mano all'ultima credo cosa tangibile che ci restava, il t f r trattamento fine rapporto,una valanga di soldi passata nelle mani di banche e assicurazioni che sono dei responsabili garanti a trasformare beni tangibili in m...a... non se ne sa più niente auguri...analogia di fatti...se non ricordo male nel frattempo se sgarravamo di un 0.1 0.2 0.3 0.4 del pil prodotto interno lordo venivamo richiamati dalla banca d'italia e come se non bastasse dalla banca centrale europea, ricordo ancora le tiratine d'orecchio dal mondo intero,il nostro presidente della repubblica democratica e libera quale siamo diceva...dobbiamo sputare lacrime e sangue, purtroppo il nostro debito pubblico è un fardello devastante,noi da bravi soldatini testa bassa e..sputavamo..oggi..se non ricordo male, i numeri propinati non sono proprio decimali ma bensì interi,oggi si parla di un 4.5 del pil...permettetemi di fare l'oracolo per l'ennesima volta dicendovi che per me l'ordine esatto sarà 8\10 e forse più del pil...oggi nella crisi ci sono soldi per tutti, va bene così fidiamoci....oggi se non ricordo male tutti i nostri sforzi sono stati vanificati in un battito di ciglia a new york,ma secondo alcuni non ci dobbiamo preoccupare, il nostro debito pubblico è schizzato al 120 e più %....ma lungi da noi preoccuparci, abbiamo validi manager, ci penseranno loro...abbiamo una stato che se fosse alla stregua di aziende serie sarebbe già fallito visto che il suo sostentamento è dato ancora una volta da noi che malgrado tutto dimostriamo ancora di crederci comprando bot e cct e bond vari che per quanto mi riguarda non so nemmeno se ci sarà copertura....vedi argentina....la mia vuole essere una provocazione maliziosa ma neanche troppo...continuazione di quel mio viaggio a ritroso titolato
    "la crisi parte da lontano...non è solo un fattore economico"
    ..il prossimo viaggio sarà:"l'educazione persa....aggravante della crisi"
    saluto tutti buoni cattivi belli e brutti eee che la vita vi sorrida...calorosamente Attila Destriero e Arco....iaociao:
    Ada De Santis likes this.
    " l' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."
    Dostoevskij.

  9. #9
    Forumista storico
    Data Registrazione
    23 Jan 2011
    Messaggi
    36,086
    Mentioned
    56 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: la crisi parte da lontano, non solo un fattore economico..

    lun giu 08, 2009 85 pm

    ...rispondo a me stesso.....sono un'arrogante...volevo fare una precisazione....di una mia sensazione recepita appena entrato in questo forum con il mio argomento "l' attuale crisi"...percepivo nelle risposte una certa sfiducia
    nei miei confronti dovuta al fatto dell'argomento da me proposto...subito non capivo,dopo un po',tutto mi è stato chiaro,la diffidenza era dovuta al fatto che tale argomento era una bandiera del pd,sventolata per una eventuale crisi di governo da fra\nceschini e compagni di merende,...gran parte di voi sminuiva il problema,l'argomento era un tabù...la mia precisazione sta nel fatto che a mio parere non esistono problemi di destra sinista o centro, esiste la gente,e il loro rapporto con i problemi,esiste la vita vissuta giorno per giorno con le sue difficoltà,con le sue gioie, tutto questo al di sopra delle ideologie,forse era solo una mia sensazione,spero di non essere frainteso,io non sventolo bandiere, cerco di portare in rilevanza i problemi,il vissuto,le difficoltà,e penso che per migliorare noi stessi dobbiamo svincolarci da eventuali bandiere sventolate per fini che nulla hanno a che fare con la gente........
    vergogna ,vergogna,non c'è viltà peggiore che strumentalizzare la vita..................................
    ora saluto tutti,buoni cattivi belli e brutti,e scusate se vi sono sembrato troppo bruttale. Attila Destriero e Arco....:gratgrat:iaociao:
    Ada De Santis likes this.
    " l' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."
    Dostoevskij.

  10. #10
    Forumista storico
    Data Registrazione
    23 Jan 2011
    Messaggi
    36,086
    Mentioned
    56 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: la crisi parte da lontano, non solo un fattore economico..

    mer giu 24, 2009 93 am

    ho lasciato scorrere un po' di tempo,
    il tempo risponde sempre sia in un caso che nell'altro,
    se non c'è senzazzionalismo o gosip tutto si ferma,
    bravissmi come siamo a parlare di altri, a non esporci personalmente..
    la mia ricerca è fuori luogo, fuori dal tempo, io tendo ad esaltare morale e moralità.
    ma oggi, la tristezza prevale in me, non è un fastidio,
    la scarsa consapevolezza, l'incomprensione, l' irrilevanza, l' incapacità diffusa,
    questo m' infastidisce, tutti nel proprio piccolo mondo apparentemente inviolati e felici...
    spesso guardo ai miei figli, sembrano felici, ma forse non lo sono affatto,
    troppe cose gli mancano, troppe regole, tarpano le loro ali, vorrebbero volare,
    aprirsi alla vita, fare esperienza, ma in che modo, attorno solo paura,
    falsi concetti e preconcetti atti a falsare le loro giovani menti,
    sento spesso dire che i giovani d'oggi sono più svegli, più evoluti,
    più colti, rido, ma penso che così non sia, tutto uniformato,
    l' esasperazione dei media ad apparire, apparire e non essere...
    signori, ecco la crisi, la vera crisi stà in ciò che noi riusciamo a trasferire ai nostri figli,
    stiamo creando burattini senza anima, inconsapevoli di tutto, facili prede di mostri tentacolari.
    loro sono il nostro il loro futuro, cosa dovremo aspettarci, la scuola oggi inconcludente come la giustizia,
    trasmettiamo loro falsità e continiui dubbi, nel quale le giovani menti si dibattono senza riferimenti,
    combattono il nulla, cercano riscontri, nell'assoluto bisogno umano di rapportarsi in maniera tangibile,
    scindere bene da male, anche questo gli è impossibile, travisati dal nostro vivere,
    dalle nostre non risposte, poveri loro e ancor più poveri noi, oggi noi giudichiamo i nostri figli,
    giudichiamo cosa fanno o non fanno, critichiamo le loro gesta in gruppo, tanto sono i figli degli altri,
    non ci sono figli di altri, sono i nostri figli che giudichiamo,
    stiamo giudicando noi stessi senza esserne coscenti,
    l' oblio dell' intelletto, ecco la vera crisi.
    noi non la vediamo, tanto siamo presi dal denaro, vediamo l' economia fermarsi, i soldi scarseggiano,
    prendiamo atto della difficoltà del vivere quotidiano, ecco allora la nostra vera crisi,
    non siamo in grado di rispondere economicamente ai nostri figli,
    ma siamo sicuri che questo loro ci chiedano?
    ma fermiamoci, riflettiamo, l' economia , dopo l' umanità.
    mi fermo, o bisogno di riflettere, spero farete altrettanto,
    il riflettere, la vera essenza dell' uomo,
    oggi facciamo senza riflettere, ecco la vera crisi....Attila Destriero e Arco.
    " l' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."
    Dostoevskij.

 

 
Pagina 1 di 14 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Il vizietto del caimano parte da molto lontano
    Di Aurelianus nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 06-02-11, 14:03
  2. Ma qui si discute solo del fattore C!
    Di mustang nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-11-10, 22:26
  3. Sfida che parte da lontano
    Di Alessandro nel forum Fondoscala
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-07-10, 11:54
  4. L'Irlanda del boom economico è un lontano ricordo
    Di Wallace81 nel forum Politica Estera
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 08-01-09, 16:17
  5. La poligamia fattore di crisi nelle banlieue?
    Di Minou nel forum Politica Estera
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 18-11-05, 19:20

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226