User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    11 Jan 2011
    Località
    PADOVA
    Messaggi
    238
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking L'ineguagliabile coraggio della Lega

    di Leonardo Facco

    Per certi versi, mi fa anche piacere sapere che il capogruppo alla Camera della Lega Nord non voglia confrontarsi pubblicamente col sottoscritto. Per altri, la vicenda che vi sto per raccontare dà la cifra di quale è il livello della censura nelle televisioni italiane.

    Partiamo da lontano. Nell’agosto dell’anno scorso, una giornalista de “la7” mi contatta per intervistarmi, dato che aveva saputo che stavo scrivendo un libro su Bossi. Ci incontriamo e mi intervista per un paio d’ore. Motivo? Nella nuova edizione di Exit una puntata sarà dedicata alla Lega. Gennaio 2011. La stessa giornalista (persona capace e perbene) mi ricontatta – aveva letto il mio libro – e mi re intervista (altre due ore). Motivo? Lo stesso: Exit inizia a Marzo e una puntata sarà dedicata alla questione Lega.

    Sabato 5 marzo. Mi telefona la redazione di Exit che mi vorrebbe in redazione, dato che han visto le mie interviste e han notato che so parecchie cose sui lumbard. Mi chiedono la disponibilità di andare a Roma in studio per la diretta. Do il mio assenso. Prima di chiudere la telefonata, la giornalista (un’altra) mi dà appuntamento al lunedì successivo per la questione volo ed hotel.

    Lunedì 7 marzo. Da Exit non mi arriva alcuna telefonata. Eppure, vengo a sapere di una certa fibrillazione sulla puntata relativa al partito di Bossi. La segreteria di Reguzzoni telefona a spron battuto per ricordare che “o in studio c’è chi è gradito a loro o salta la presenza del genero di Speroni e il collegamento con la sede di Laveno Mombello, dove una schiera di prolet son pronti a dimostrare che la Lega è bella, brava, democratica e pensa al bene del popolo.

    Martedì 8 marzo. La giornalista della redazione di Exit mi telefona verso le otto di sera: “Sa, ci sono problemi, c’è qualche pressione sulla trasmissione, bisogna cercare di fare una trasmissione equilibrata…”. La interrompo con una risata e le dico: “Guardi che conosco come funziona l’informazione in questo paese e noto che anche voi siete sensibili alle pressioni che vengono fatte dal regime leghista”. La mia interlocutrice cerca di minimizzare e cerca di confortarmi: “No, ma guardi che comunque andranno in onda dei servizi che sono forti e poi anche la sua intervista. Comunque, le lascio il mio cellulare e se durante la trasmissione volesse intervenire mi chiami”.

    Mercoledì 9 marzo. Di primo pomeriggio, comincio ad avere comunicazioni che parte della mia intervista è sottoposta a tagli mirati. A ridosso della diretta, il colpo ferale: la mia intervista esce anche dalla scaletta del programma.

    Alle 21, mi metto davanti al pc per seguire Exit. Nel parterre sono seduti: Marco Reguzzoni (signorsì per eccellenza e molto vicino alla moglie di Bossi, nella foto); Gad Lerner; Flavio Zanonato (già sindaco di Padova dei Ds); Alessandro Sallusti (direttore della Gazzetta di Arcore); Paolo Flores d’Arcais (giacobino in stato permanente). Alla conduzione Ilaria D’Amico (no comment).

    Per quasi due ore si lascia dire a Reguzzoni più o meno quello che vuole. Fatto salvo un servizio su Renzo Bossi (ben fatto) e un “il federalismo municipale è ridicolo” di Zanonato, il resto è camomilla.

    Alle 22.50 alzo il telefono e chiamo la redazione, dove mi risponde la persona che mi aveva contattato. Le dico: “Scusi, ma Reguzzoni ha licenza di dire le cazzate che vuole? Sinceramente siamo al ridicolo…”. Mi interrompe: “Ma no, ora andrà anche la sua intervista, la vedo qui ancora in scaletta, a me non risulta che verrà tagliata, aspetti e vedrà”!

    Alle 24 il circo chiude. Saluti, grazie a tutti e alla prossima puntata. Della mia intervista nemmeno l’ombra. Oltre alla censura vera e propria, ciò che dà fastidio è anche il comportamento iporcrita della mia interlocutrice in redazione, la quale sicuramente avrà obbedite alle direttive della D’Amico. Mi chiamano, mi intervistano per due volte e io do loro disponibilità. Mi invitano in trasmissione, poi si rimangiano l’invito. Mi dicono che comunque il mio intervento sarà trasmesso e non è stato trasmesso. Mi propongono di intervenire in diretta, ma quando chiamo evitano che io lo faccia dicendo che a minuti sarebbe andata la mia intervista. E come per il sottoscritto, la stessa sorte è toccata a molti altri che si son resi disponibili ad essere intervistati dalla inviata di Exit.


    DA:
    Movimento Libertario

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    11 Jan 2011
    Località
    PADOVA
    Messaggi
    238
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L'ineguagliabile coraggio della Lega

    BERGAMO -

    "Quando un'idea è nel cuore del popolo non c'è niente e nessuno che può fermarla. Non c'è magistrato che può fermarla". Lo ha detto il leader della Lega Umberto Bossi parlando a Bergamo alla festa per i 25 anni di
    presenza politica del Carroccio. "La Lega è una forza politica del Nord - ha aggiunto - ed è in grado di sconfiggere chi si mette per traverso".
    "Quelli degli altri partiti vanno a fare la politica come carriera e sono sempre uno contro l'altro", ha proseguito. "Noi siamo amici, per questo siamo andati avanti".
    "La Lega non tradisce nessuno, se ci fosse stato qualcun altro al posto mio forse". Così Umberto Bossi durante la cena di gala. Il leader leghista ha elogiato Roberto Maroni e Roberto Calderoli, definendo quest'ultimo "molto bravo", "uno che mantiene la parola". Calderoli - ha ricordato Bossi - "ha trattato come doveva trattare". "A volte - ha ammesso, facendo riferimento alla trattativa sul federalismo municipale - uno come me è meglio che stia da parte perché politicamente ingombrante".
    "La saggezza dice che è meglio trovare l'accordo, trovarlo democraticamente: magari impiegheremo un po' di più ma è importante per tutti che il risultato arrivi democraticamente". Così Bossi, che ha riferito di aver spiegato l'approccio al federalismo anche "ad un illustre personaggio del Pd, che a un funerale a Roma gli facevo una proposta sul federalismo: dovete avere paura, gli ho detto, che non passi in modo democratico", la strada che invece il leader leghista continua a ribadire di preferire.
    Per Bossi "non bisogna bombardare" la Libia. Il Senatur ha fatto i complimenti a Roberto Maroni, un "bravo fiul, un bravo ragazzo" per come sta gestendo la situazione di emergenza creata dalle rivolte nel nord Africa. Secondo il leader leghista un intervento militare in Libia sarebbe dannoso perché la popolazione locale "scapperebbe e verrebbe" in Italia. A suo giudizio, occorre invece "aiutarli a casa loro: questa è la scelta che dobbiamo fare".
    Il Senatur ha ricordato i primi passi della Lega Nord e le persone che lo hanno accompagnato in questo percorso e gli "hanno riempito la vita con il loro coraggio". "Abbiamo tirato fuori la forza dell'identità e della fratellanza, noi abbiamo qualcosa che gli altri non hanno", ha sostenuto dopo aver pronunciato il grido di 'Berghem libera'.
    repapelle:repapelle:repapelle:repapelle:repapelle:

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,255
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: L'ineguagliabile coraggio della Lega

    fortuna per lui che c'era quel rincoglionito di flores d'arcais che copriva le cazzate che stava dicendo il famoso leghista nelle grazie del cerchio magico.
    non credo che d'arcais abbia coscientemente coperto le parole di reguzzoni per non far capire al pubblico l'inutilità del federaglismo in salsa abbozziana.
    la domanda che mi pongo è quanti politici sanno del gioco dell'allega ?
    d'arcais, poveretto, sicuramente no.
    fini e bocchino lo sanno perfettamente perchè glielo ha detto berlusconi qualche anno fa.
    tanti che non ne hanno la certezza tuttavia lo sanno o almeno lo hanno intuito.
    a leggere i giornali chiunque capirebbe che l'allega d'abbozzi è protetta.

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226