User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    187
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito ratzinger sull'"unita' della nazione"

    TELEVIDEO RAI

    Papa: unità non contrasta con pluralità
    "La molteplicità dei soggetti,delle si-
    tuazioni,non è in contraddizione con l'
    unità della Nazione,che è richiamata
    dal 150/o anniversario che si sta cele-
    brando".Lo ha affermato Benedetto XVI
    in udienza con l'Associazione Nazionale
    Comuni Italiani (Anci).

    "Unità e pluralità- ha aggiunto- sono,
    a diversi livelli due valori che si ar-
    ricchiscono mutuamente
    , se vengono tenu-
    ti nel giusto e reciproco equilibrio".
    Il Papa ha poi invitato le istituzioni
    a finaziare le realtà ecclesiali del
    territorio
    ed ha parlato di immigrati.


    ----------------
    Ma perche' si continua ad accettare come normale che il capo di una religione presunta "universale" nonche' capo di uno stato straniero debba sempre interferire nell'assetto politico di uno stato che rappresenta un zillionesimo di zillionesimo dell'universo? Non dovrebbe tale religione universale dedicare la stessa attenzione a ciascuna nazione al mondo, anzi a ciascun pianeta dell'universo? Invece no, il dio di ratzinger e' sempre li' che si preoccupa della politica itagliana...una volta passava il tempo a manovrare il "suo" popolo ebraico (quando hanno voluto secedere dagli egiziani li ha appoggiati anche militarmente!), adesso pare si diverta di piu' con gli itagliani.

    Ah, ecco il vero motivo per cui ratzinger si interessa tanto...
    INVITATO LE ISTITUZIONI A FINANZIARE LE REALTA' ECCLESIALI DEL TERRITORIO = "lo stato deve dare piu' soldi alla chiesa".

    In un paese normale, un'affermazione del genere scatenerebbe almeno un dibattito, uno scatto di orgoglio...invece no, i padani sono colonie di roma politica e colonie del vaticano...pagano, si inginocchiano, e si sentono ancora dire che questo li arricchisce mutuamente. Ma vaff... ratzinger!

    iango:

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    k21
    k21 è offline
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    10 Jan 2010
    Messaggi
    9,884
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    10

    Predefinito Rif: ratzinger sull'"unita' della nazione"

    Una volta i preti erano più intelligenti: una volta capivano che, se si vuole pretendere qualcosa dalla gente, bisogna anche dare.
    Così predicavano concetti morali alti, ma poi stavano dalla parte dei fedeli, c'era il "noi" e c'era "gli altri".

    L'assurdità del clero europeo attuale è che continua a pretendere che la gente segua la morale cattolica (giustamente), però poi non dà più i "benefit": così i vescovi (pochissimi esclusi, per esempio Maggiolini che è morto 3 anni fa) continuano a sostenere l'immigrazione di non cattolici, difendono il diritto dei non cattolici a professare pubblicamente la loro religione, esaltano gli ebrei e la cultura ebraica ad ogni occasione, insegnano che bisogna comportarsi da bravi cittadini rispettosi delle istituzioni, ecc...
    E allora una persona "fragile" si può fare venire il seguente dubbio: scusate, ma se essere musulmani, sikh o cattolici è la stessa cosa, se i progressisti in fondo sono delle brave persone, se lo stato ha il diritto di mettere tutte le tasse che vuole ed evadere è un furto, ma allora cosa serve che io vada in chiesa ? cosa serve che io preghi ? cosa serve che io mi comporti secondo giustizia ?
    e infatti le persone che vanno in chiesa sono sempre meno e le persone che si comportano in maniera egoista e edonista sempre di più.
    Ultima modifica di k21; 12-03-11 alle 14:05

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: ratzinger sull'"unita' della nazione"

    Citazione Originariamente Scritto da k21 Visualizza Messaggio
    Una volta i preti erano più intelligenti: una volta capivano che, se si vuole pretendere qualcosa dalla gente, bisogna anche dare.
    Così predicavano concetti morali alti, ma poi stavano dalla parte dei fedeli, c'era il "noi" e c'era "gli altri".

    L'assurdità del clero europeo attuale è che continua a pretendere che la gente segua la morale cattolica (giustamente), però poi non dà più i "benefit": così i vescovi (pochissimi esclusi, per esempio Maggiolini che è morto 3 anni fa) continuano a sostenere l'immigrazione di non cattolici, difendono il diritto dei non cattolici a professare pubblicamente la loro religione, esaltano gli ebrei e la cultura ebraica ad ogni occasione, insegnano che bisogna comportarsi da bravi cittadini rispettosi delle istituzioni, ecc...
    E allora una persona "fragile" si può fare venire il seguente dubbio: scusate, ma se essere musulmani, sikh o cattolici è la stessa cosa, se i progressisti in fondo sono delle brave persone, se lo stato ha il diritto di mettere tutte le tasse che vuole ed evadere è un furto, ma allora cosa serve che io vada in chiesa ? cosa serve che io preghi ? cosa serve che io mi comporti secondo giustizia ?
    e infatti le persone che vanno in chiesa sono sempre meno e le persone che si comportano in maniera egoista e edonista sempre di più.
    Dopo i papi medicei esplose la considerazione che la Chiesa fosse solamente per mangiare.

    Un pò come oggi è considerata la lega.

    La Chiesa da quel periodo mediceo abbandonò il concetto per cui Costantino aveva proposto il Cristianesimo come mezzo di potere sostitutivo alle legioni.

    La Chiesa dal 15° secolo per combattere la nomea di razziatrice, dovette amplificare una sua prospettiva. L'avvento della bontà come unico mezzo qualificante.

    Solo attraverso questo nuovo look poteva allargarsi ed inglobare i popoli o parte di essi sotto il suo manto.

    La bontà copriva la sete del potere padre dell'accumulo economico.

    Purtroppo questa bontà uccide il concetto di difesa che invece è insito nel dna dei popoli.

    E così si va a rotoli.
    Il cittadino deve vivere facendo riferimento solamente della dignità religiosa, e non fare più riferimento alla dignità che forma la struttura dei popoli a cui si appartiene.
    Allora mancando questo punto di riferimento della cultura popolare il tutto va a farsi benedire.

    Senza cultura popolare il sistema crolla.
    La religione da sola non può far progredire l'esistenza dell'uomo.

    La religione è strumento di potere e non può essere totalizzante.
    L'estremizzazione porta al conflitto.
    O si taglia o il caos

 

 

Discussioni Simili

  1. "L'Unità" difende il Pontefice sull'educazione sessuale
    Di Cuordy nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 20-01-11, 08:49
  2. Comunità della nazione e non semplice "unità d'Italia"
    Di Ottobre Nero nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-11-10, 19:02
  3. Napolitano: "Aspetto risposte sull'Unità d'Italia dal governo"
    Di E.Z.L.N. nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 19-08-09, 13:36
  4. Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 10-04-08, 09:26
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-10-06, 14:34

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226