Ravenna - Stupro nella notte in via Ravegnana


L'episodio risale alla notte tra sabato e domenica, quando secondo il racconto della donna, sarebbe stata violentata da uno straniero. Medici e inquirenti ritengono attendibile la sua versione


RAVENNA - Si è presentata in stato di shock all'ospedale "Santa Maria delle Croci", raccontando di essere stata stuprata, e anche la visita ginecologica le ha dato ragione. L'episodio - come riporta il Corriere di Romagna - è accaduto nella notte tra sabato e domenica, quando una giovane di 30 anni ha subìto l'aggressione poche minuti dopo la mezzanotte in via Ravegnana, all'altezza di vicolo portonaccio nel Borgo San Rocco.

Pochi gli elementi in mano agli inquirenti per rintracciare l'aggressore. La 30enne infatti lo ha descritto come un coetaneo con la pelle olivastra, di sicuro straniero, ma potrebbe essere sudamericano o magrebino, ma nessuna informazione più dettagliata. Secondo quanto raccontato dalla donna agli inquirenti, lo straniero l'avrebbe aggredita alle spalle all'improvviso ed avrebbe abusato di lei nonostante le grida d'aiuto lanciate dalla donna.

Il racconto della 30enne trova riscontro nell'esame ginecologico, che ha infatti confermato la violenza. E anche gli agenti che l'hanno interrogata hanno definito la sua versione estremamente attendibile. Le indagini sono condotte da carabinieri e polizia, allertati dal personale medico non appena la 30enne si è presentata in ospedale.





RomagnaNOI - News - Ravenna - Stupro nella notte in via Ravegnana