User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    11 Jan 2011
    Località
    PADOVA
    Messaggi
    238
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Sicilia, indipendenza, energia.

    La Sicilia vuole andarsene dall’Italia, minacciando la secessione perfino con più forza di quanto non faceva Umberto Bossi per la sua Padania. «La Trinacria se ne va, ed è prontissima ad arrangiarsi da sola», ha tuonato ieri il governatore Raffaele Lombardo. Siccome laggiù, pur storcendo il naso, lui governa insieme al Pd di Anna Finocchiaro e al Fli di Fabio Granata, la guasconata di Lombardo è stata accompagnata da rumoroso silenzio. Nessuno ha strepitato e ha gridato all’attentato alla Costituzione e alla integrità nazionale, come capita quando alla Lega Nord sfugge qualche parola di troppo. Sopra il Rubicone magari qualcuno ha pure sorriso e si è sfregato le mani: “Lombardo vuole andarsene? Evviva”. Eppure non c’è molto da esultare. Perché se qualche altra regione del Sud volesse togliere il disturbo, è probabile che asciugatesi le lacrime con i fazzoletti di rito il resto degli italiani starebbe meglio. Dalla secessione quasi tutte le Regioni del Sud avrebbero da perdere, e il resto d’Italia si troverebbe più ricco.

    L'ECCEZIONE
    Con l’addio della Sicilia sarebbe invece ben altra musica. Perché Lombardo l’avrà anche sparata, ma i suoi calcoli se li deve essere fatti per bene. Pochi lo sanno, ma la Sicilia ha in mano le chiavi dell’auto italiana. Lì si raffina il 40 per cento della benzina e del gasolio utilizzati nel continente. Non solo: Lombardo è in grado di spegnere luce gas e riscaldamento in buona parte di Italia. Un po’ perché lui produce energia in sovrabbondanza e il 12% lo gira alle altre Regioni. Ma soprattutto perché in Sicilia transitano il più grande metanodotto marino italiano che trasporta 25 miliardi di metri cubi di gas e passa di lì pure il gasdotto libico che attualmente è chiuso per guerra. Se uscendo dalle pastoie legali e burocratiche che finora li hanno fermati, venissero realizzati i due rigassificatori previsti a Porto Empedocle e a Priolo, quasi la metà del metano consumato in Italia verrebbe dalla Sicilia. Insomma, prima di chiudere i ponti con una Regione così, l’Italia dovrebbe pensarci su due volte. Lombardo ieri ha spiegato che se facesse la secessione, riscuoterebbe lui in loco quelle accise sui prodotti energetici che attualmente finoscono nelle casse del Tesoro italiano. È vero. E si tratta di 10 miliardi di euro all’anno. Una somma che compenserebbe ampiamente quel che la Sicilia verrebbe a perdere staccandosi dal resto di Italia.

    La Regione già gode di autonomia allargata e riconosciuta da numerose sentenze della Corte Costituzionale. E la esercita sia sul piano della spesa (con risorse proprie) che su quello dell’entrata. Nel bilancio provvisorio per il 2011 approvato in attesa della legge finanziaria sono previsti trasferimenti da parte dello Stato centrale per meno di 3 miliardi di euro, in gran parte legati alla spesa sanitaria. In quella somma non sono considerati però altri costi del governo centrale, che paga con fondi suoi buona parte del sistema di istruzione siciliano, così come l’ordine pubblico e la giustizia. Secondo uno studio (contestato dai siciliani) della Cgia di Mestre che ha diviso per abitante la spesa pubblica regionalizzata censita dalla Ragioneria generale dello Stato, ogni siciliano costa al resto di Italia 550 euro per la sanità, 681 euro per l’Istruzione e 130 euro per ordine pubblico e giustizia. Ma anche mettendo insieme tutte queste voci, la bilancia penderebbe dalla parte dell’isola: 10 miliardi di euro di accise in entrata e 6 miliardi di euro di trasferimenti statali per sanità, istruzione e ordine pubblico a cui rinunciare. Ne avanzerebbero quattro, e sono ragione più che valida per non prendere sottogamba le parole di Lombardo.

    IL NODO ACCISE
    C’è spazio perfino per discutere se le accise che insistono sulle produzioni essenzialmente dell’Eni di Paolo Scaroni a Priolo, Gela, Porto Empedocle, Milazzo, Augusta, Melilli e Ragusa, debbano essere incassate tutte dalla Sicilia o parzialmente divise con il governo centrale che quegli impianti ha agevolato e in parte finanziato di tasca sua. Ma il contenzioso non sarebbe di facile soluzione: da anni è in corso già un braccio di ferro fra Sicilia e Tesoro italiano per una divisione più equa di quella torta. Perché se i finanziamenti li ha fatti lo Stato, i danni ambientali li ha sopportati la Regione. Finora a compensazione sono arrivati a Palermo e dintorni qualche centinaio di milioni all’anno. Con una rottura l’Italia avrebbe solo da perdere.

    di Franco Bechis


    La Sicilia secessionista vuole l'indipendenza e pure il petrolio - Raffaele Lombardo, Governatore, Regione Sicilia, Gasdotto, Petrolio, Libia, Secessione, Indipendenza - Libero-News.it

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sicilia, indipendenza, energia.

    Auguri e buon viaggio.

    Speriamo che sia vero.



  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2011
    Messaggi
    1,456
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sicilia, indipendenza, energia.

    Attenzione a nominare il petrolio che è come toccare il fuoco, le vicende di Iraq e Libia dovrebbero
    aver insegnato qualcosa. :mmm:
    State certi che da Roma chiedono subito i bombardamenti umanitari della Nato sulla Sicilia.

  4. #4
    Estinto
    Data Registrazione
    28 Mar 2010
    Località
    Eurasia
    Messaggi
    9,390
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sicilia, indipendenza, energia.

    La Sicilia non e' l'unica regione che guadagnerebbe molto dall'indipendenza: la piccola Basilicata fornisce all'Italia milioni di barili di petrolio all'anno, pari al 7% del fabbisogno nazionale ma l'ENI paga le royaltes sull'oro nero a Roma che elargisce solo le briciole a Potenza.

    La Basilicata indipendente sarebbe una piccola Norvegia grazie all'estrazione di petrolio (quasi tutto destinato all'esportazione, avendo pochi abitanti e industrie).

    Le regioni incapaci di autosostenersi come stati indipendenti sono Campania, Calabria, Abruzzo e Sardegna (sulla Puglia sono indeciso).
    Ultima modifica di Italiano; 29-04-11 alle 01:05
    Bisogna adattarsi al presente, anche se ci pare meglio il passato.

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Sicilia, indipendenza, energia.

    Citazione Originariamente Scritto da Italiano Visualizza Messaggio
    La Sicilia non e' l'unica regione che guadagnerebbe molto dall'indipendenza: la piccola Basilicata fornisce all'Italia milioni di barili di petrolio all'anno, pari al 7% del fabbisogno nazionale ma l'ENI paga le royaltes sull'oro nero a Roma che elargisce solo le briciole a Potenza.

    La Basilicata indipendente sarebbe una piccola Norvegia grazie all'estrazione di petrolio (quasi tutto destinato all'esportazione, avendo pochi abitanti e industrie).

    Le regioni incapaci di autosostenersi come stati indipendenti sono Campania, Calabria, Abruzzo e Sardegna (sulla Puglia sono indeciso).
    La Basilicata indipendente potrebbe diventare come un emirato arabo.
    La cultura che vi alberga è molto affine a quella araba , ed il cerchio si chiude.

    La Padania è come un grande pozzo di petrolio per il Sud.

    Ecco perchè il meridione non vuole staccarsi.
    O si taglia o il caos

  6. #6
    k21
    k21 è offline
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    10 Jan 2010
    Messaggi
    9,884
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    10

    Predefinito Rif: Sicilia, indipendenza, energia.

    Citazione Originariamente Scritto da Quayag Visualizza Messaggio
    Speriamo che sia vero.
    mi fa ridere la Sicilia che minaccia la secessione; è come Tyson che minaccia qualcuno di NON pestarlo a sangue

    Anche a me piacerebbe che fosse vero, ma la vedo dura...
    Ultima modifica di k21; 29-04-11 alle 15:09

  7. #7
    k21
    k21 è offline
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    10 Jan 2010
    Messaggi
    9,884
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    10

    Predefinito Rif: Sicilia, indipendenza, energia.

    Citazione Originariamente Scritto da Italiano Visualizza Messaggio
    La Sicilia non e' l'unica regione che guadagnerebbe molto dall'indipendenza
    non penso proprio: per guadagnarci dall'indipendenza, sotto il suolo siciliano dovrebbe esserci petrolio almeno quanto in Iraq; vogliono far credere che la Sicilia sia in credito, ma se fosse così avrebbero già fatto saltare in aria gli Uffizi

    Citazione Originariamente Scritto da Italiano Visualizza Messaggio
    la piccola Basilicata fornisce all'Italia milioni di barili di petrolio all'anno, pari al 7% del fabbisogno nazionale ma l'ENI paga le royaltes sull'oro nero a Roma che elargisce solo le briciole a Potenza.
    la Basilicata è probabilmente l'unica regione meridionale che con l'indipendenza ci potrebbe guadagnare
    Ultima modifica di k21; 29-04-11 alle 15:19

 

 

Discussioni Simili

  1. In Sicilia maxi-impianto giapponese per produrre energia solare
    Di Auriga nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28-11-08, 12:15
  2. Pres.Lombardo e L'energia in Sicilia.
    Di Gioa nel forum Sicilia
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 14-08-08, 19:10
  3. Chi Ispirò Il Movimento Per L'indipendenza Della Sicilia?
    Di Nicheja nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-03-07, 15:15

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226