User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Jan 2011
    Messaggi
    629
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Accordo tra Pdl e Lega su economia e Libia:

    ...una pace per ripartire!

    di A. Sallusti dalla prima pg. di ilgiornale.it 01 05 2011

    Gheddafi minaccia l’Italia: porteremo la guerra da voi, ha detto ieri.
    In questa fra*se c’è tutto il paradosso della questione libi*ca.
    Se c’è infatti un Paese che ha tenuto a freno francesi, americani e inglesi smanio*si di arrivare trionfanti a Tripoli, questo è proprio il nostro.
    E se c’è un leader europeo che ha sofferto perso*nalmente per il destino del leader li*bico e che ancora oggi lavora per una soluzione politica del conflitto, questo è Silvio Berlusconi.
    Cose che Umberto Bossi dovrebbe ben sape*re, visto lo stretto rapporto che ha con il premier.

    Ma sotto elezioni ognuno gioca per sé, e la Lega ha im*boccato una sua strada. Opposta dal punto di vista mediatico, non così lontana come può apparire da quel*lo sostanziale.
    Le condizioni che il Carroccio ha posto per rimanere nel governo, di fatto non sono inaccetta*bili dal Pdl.
    Anzi, in fondo coincido*no: si tratta di limitare l’impiego mili*tare al minimo indispensabile, op*porsi all’escalation del conflitto (no a invasioni via terra), prendere tem*po per convincere gli alleati a uscire quanto prima da questo pantano, che, è bene ricordarlo, non è una guerra tra un dittatore e il suo popo*lo inerme, ma tra un dittatore e un suo spietato e sanguinario ex mini*stro che si è messo a capo di un paio di tribù per prendere il potere.
    Per questo immagino che un ac*cordo (tempi e modi del disimpe*gno) tra Berlusconi e Bossi sia cosa già fatta.

    Con buona pace di Napoli*tano che, secondo paradosso, se ne sta silente sul Colle ma in realtà è il vero artefice di questo pasticcio.
    Su di lui infatti, capo supremo delle For*ze armate, hanno fatto sponda con successo americani e francesi per ot*tenere quelle concessioni (l’impie*g*o diretto dei caccia italiani nei bom*bardamenti) che il nostro governo era restio a varare.
    Ma si sa, anche l’inquilino del Quirinale ormai è una pedina usata dai professionisti dell’antiberlusconismo: sacro e indi*scuti*bile quando i suoi moniti difen*dono i giudici o bloccano le leggi, un signor nessuno da ignorare e addirit*tura calpestare se fa comodo per mettere in difficoltà il governo, co*me nel caso in questione.
    Il quale governo, comunque, ha la pelle più dura di quel che si crede.

    E questa settimana rilancerà anche sul fronte dell’economia, alla faccia di chi lo definisce agonizzante.
    Do*po le tensioni dei giorni scorsi, Berlu*sconi e Tremonti si sono chiariti, sia sul fronte politico sia su quello tecni*co.
    Il risultato è che nei prossimi gior*ni il Consiglio dei ministri varerà il decreto per lo sviluppo, una serie di norme (molte delle quali già annun*ciate nei mesi scorsi) per ridare fiato alle nostre imprese.
    Il clima di violenza che si respira in queste ore nel Paese contro i candi*dati del centrodestra alle imminenti elezioni (aggressioni e bombe carta a Napoli, intimidazioni a Milano), spiega meglio di tante parole lo stato in cui invece si trova l’opposizione.

    Bersani, invece che fare lo spiritoso sul dramma libico, dovrebbe guar*dare in casa sua.

    Veltroni ne ha chie*sto ufficialmente la testa, le votazio*ni sulla legge del testamento biologi*co manderanno in frantumi il suo partito, la sinistra tutta e pure il Ter*zo polo (Fini e Casini la pensano al*l’opposto).
    Per salvarsi, tifano Bossi e sono costretti ad allearsi pure a Gheddafi, sperando che metta in pratica le sue bellicose minacce con*tro l’Italia e poter dire: tutta colpa di Berlusconi.
    Fortuna che non ne az*zeccano mai una.

    saluti

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    23 Sep 2009
    Messaggi
    6,415
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Accordo tra Pdl e Lega su economia e Libia:

    Citazione Originariamente Scritto da mustang2 Visualizza Messaggio
    ...una pace per ripartire!

    di A. Sallusti dalla prima pg. di ilgiornale.it 01 05 2011

    Gheddafi minaccia l’Italia: porteremo la guerra da voi, ha detto ieri.
    In questa fra*se c’è tutto il paradosso della questione libi*ca.
    Se c’è infatti un Paese che ha tenuto a freno francesi, americani e inglesi smanio*si di arrivare trionfanti a Tripoli, questo è proprio il nostro.
    E se c’è un leader europeo che ha sofferto perso*nalmente per il destino del leader li*bico e che ancora oggi lavora per una soluzione politica del conflitto, questo è Silvio Berlusconi.
    Cose che Umberto Bossi dovrebbe ben sape*re, visto lo stretto rapporto che ha con il premier.

    Ma sotto elezioni ognuno gioca per sé, e la Lega ha im*boccato una sua strada. Opposta dal punto di vista mediatico, non così lontana come può apparire da quel*lo sostanziale.
    Le condizioni che il Carroccio ha posto per rimanere nel governo, di fatto non sono inaccetta*bili dal Pdl.
    Anzi, in fondo coincido*no: si tratta di limitare l’impiego mili*tare al minimo indispensabile, op*porsi all’escalation del conflitto (no a invasioni via terra), prendere tem*po per convincere gli alleati a uscire quanto prima da questo pantano, che, è bene ricordarlo, non è una guerra tra un dittatore e il suo popo*lo inerme, ma tra un dittatore e un suo spietato e sanguinario ex mini*stro che si è messo a capo di un paio di tribù per prendere il potere.
    Per questo immagino che un ac*cordo (tempi e modi del disimpe*gno) tra Berlusconi e Bossi sia cosa già fatta.

    Con buona pace di Napoli*tano che, secondo paradosso, se ne sta silente sul Colle ma in realtà è il vero artefice di questo pasticcio.
    Su di lui infatti, capo supremo delle For*ze armate, hanno fatto sponda con successo americani e francesi per ot*tenere quelle concessioni (l’impie*g*o diretto dei caccia italiani nei bom*bardamenti) che il nostro governo era restio a varare.
    Ma si sa, anche l’inquilino del Quirinale ormai è una pedina usata dai professionisti dell’antiberlusconismo: sacro e indi*scuti*bile quando i suoi moniti difen*dono i giudici o bloccano le leggi, un signor nessuno da ignorare e addirit*tura calpestare se fa comodo per mettere in difficoltà il governo, co*me nel caso in questione.
    Il quale governo, comunque, ha la pelle più dura di quel che si crede.

    E questa settimana rilancerà anche sul fronte dell’economia, alla faccia di chi lo definisce agonizzante.
    Do*po le tensioni dei giorni scorsi, Berlu*sconi e Tremonti si sono chiariti, sia sul fronte politico sia su quello tecni*co.
    Il risultato è che nei prossimi gior*ni il Consiglio dei ministri varerà il decreto per lo sviluppo, una serie di norme (molte delle quali già annun*ciate nei mesi scorsi) per ridare fiato alle nostre imprese.
    Il clima di violenza che si respira in queste ore nel Paese contro i candi*dati del centrodestra alle imminenti elezioni (aggressioni e bombe carta a Napoli, intimidazioni a Milano), spiega meglio di tante parole lo stato in cui invece si trova l’opposizione.

    Bersani, invece che fare lo spiritoso sul dramma libico, dovrebbe guar*dare in casa sua.

    Veltroni ne ha chie*sto ufficialmente la testa, le votazio*ni sulla legge del testamento biologi*co manderanno in frantumi il suo partito, la sinistra tutta e pure il Ter*zo polo (Fini e Casini la pensano al*l’opposto).
    Per salvarsi, tifano Bossi e sono costretti ad allearsi pure a Gheddafi, sperando che metta in pratica le sue bellicose minacce con*tro l’Italia e poter dire: tutta colpa di Berlusconi.
    Fortuna che non ne az*zeccano mai una.

    saluti
    speriamo che l'ottimismo di Sallusti sia ben riposto... personalmente non sono così ottimista... la lega ha molte ragioni per non volere i referendum e, come tutti sappiamo bene, i referendum si possono rinviare di un anno solo se vengono sciolte le camere... il referendum dell'acqua (che a molti di noi importa poco) importa invece molto alla lega o meglio a qualche leghista che guarda a fonti pubbliche come a sorgenti da privatizzare e imbottigliare a proprio vantaggio... e forse a quelle stesse sorgenti pensano anche i capi delle coop rosse che spediscono la littizetto, ( che cosa non si fa per un pugno di soldi) a camminare nel fango per dimostrare agli imbecilli spettatori televisivi che l'acqua nelle bottiglie fa tanta, troppa strada...

  3. #3
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    23 Sep 2009
    Messaggi
    6,415
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Accordo tra Pdl e Lega su economia e Libia:

    Due parole sul rapporto veltroni bersani...

    il vostro Daniel immagina che veltroni legga Repubblica... e quindi abbia letto la recensione di Repubblica al libro di bersani testè uscito ... o forse in uscita...

    Insomma chi è bersani ?

    Bersani è un chierichetto che non rinnega l'aver servito messa con devozione ed amore, anche se contestò la divisione delle mance che erano destinate ai chierichetti...

    Bersani è un filosofo che si è laureato con una tesi su di un grande papa del primo millennio : Gregorio Magno....

    Bersani considera Benedetto XVI un papa moderno (?). Scrive infatti il bersani :
    "Ratzinger ha validi strumenti per mettersi in contatto con la modernità in un modo amichevole e al tempo stesso sfidante. Invoca una ragione che non si autoriduca a ciò che è sperimentabile e un diritto naturale che non accetti il perimetro definita da scienziati e biologi"
    Con questa impostazione, afferma Bersani non si fatica a interloquire.

    E' chiaro che dopo aver lette queste frasi scritte su Repubblica di qualche giorno fa Veltroni si sia impennato : lui, figlio di illustre famiglia di sinistra, nomenclaturista ante litteram, lui che condivideva con D'Alema questa peculiarità di essere praticamente nato in Montecitorio, scoprire che Bersani è solo un chierichetto non pentito... è piuttosto grave, non trovate ?

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 21-12-13, 15:18
  2. Risposte: 54
    Ultimo Messaggio: 08-01-13, 13:01
  3. Libia, l'Eni firma un accordo con i ribelli
    Di famedoro nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-08-11, 09:30
  4. Economia e Libia, trovata la quadra!
    Di mustang2 nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-05-11, 09:39
  5. Con la Libia accordo da 5 mld di dollari
    Di libpensatore nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 138
    Ultimo Messaggio: 05-09-08, 12:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226