User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    187
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Endlosung der Terronfrage

    Per una volta berlusconi dice una cosa molto giusta...


    Rifiuti, da lunedì i militari a Napoli- LASTAMPA.it

    Rifiuti, da lunedì i militari a Napoli

    Immondizia nel quartiere Pozzuoli di Napoli

    Napoli e i rifiuti, l'ira della gente: "Qui è uno schifo"


    Berlusconi: metteremo in campo 170 uomini per ripulire la città


    Da lunedì i miliari torneranno a Napoli. «Abbiamo chiesto ancora una volta l’intervento dei nostri militari» per rimuovere i rifiuti a Napoli. Lo ha detto Silvio Berlusconi aprendo la conferenza stampa a palazzo Chigi dopo il Cdm. «Da lunedì metteremo in campo 170 uomini per far ritornare Napoli ad essere una città civile», afferma il Capo del governo. «Spero che sia l’ultima volta, con l’elezioni ci sarà una nuova amministrazione», dice ancora il premier. «Non è stata fatta neanche la gara d’appalto per i due termovalorizzatori, non si può addebitare alcuna distrazione al governo, vi ricordo gli striscioni con ’Silvio santo subito'», ricorda il presidente del Consiglio.

    «Siamo daccapo, il governo interviene ancora una volta. Dovremo minacciare che questa sia l’ultima volta», conclude Berlusconi, «serve la soluzione finale del problema. Ringrazio i militari che tutte le volte ci tolgono dai guai...». «Il miracolo fu fatto per sconfiggere l’emergenza rifiuti a Napoli. Ma ora siamo daccapo», perchè «non è stato fatto quando abbiamo chiesto. Non sono state fatte le gare di appalto per i due termovalorizzatori». Di certo, al governo non si può attribuire «nessuna distrazione, abbiamo lavorato», ha detto Berlusconi.

    L'opposizione è sul piede di guerra. «Per Berlusconi la colpa è sempre degli altri, è una costante di sempre. La realtà è che lui è un venditore di fumo e il fumo non è la risoluzione dei problemi», ha commentato il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini. Anche l'Idv all'attacco. «Dove saranno messi i rifiuti napoletani? A cosa serve l’esercito, a sedare i moti di piazza oppure a costringere i napoletani a tenere la monnezza a casa propria?», ha detto il capogruppo dell’Italia dei Valori in commissione Ambiente al Senato, Nello Di Nardo. «Sono tre anni, campagna elettorale per le politiche compresa, che Berlusconi continua a promettere la soluzione del problema dei rifiuti. Ogni tanto, soprattutto se c’è qualche tornata elettorale alle porte, fa finta di risolvere tutto con la bacchetta magica e dopo qualche settimana, a elezioni concluse, tutto torna come prima. Il governo - conclude il senatore campano - se ne è capace, deve mettere a punto un piano serio di smaltimento, non riaprire qualche discarica per pochi giorni».

    Intanto la mancata raccolta dei rifiuti a Napoli genera continue proteste e roghi dolosi di cumuli di sacchetti. Polizia e vigili del fuoco fino a tarda notte sono stati impegnati in particolare in via Marina, dove nei pressi di un edificio dell’ateneo «Federico II» è stato dato alle fiamme un accumulo di immondizia; in via Duomo, per un episodio analogo; in via don Bosco, dove la spazzatura è stata sparsa sulla carreggiata stradale da ignoti; in via Nicola Nicolini, dove sacchetti sono stati trascinati sulla carreggiata e dati alle fiamme; in calata Capodichino, dove la strada è stata cosparsa di rifiuti.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,703
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Endlosung der Terronfrage

    Soluzione finale = deportazione.
    Dei rifiuti o dei napoletani? O di entrambi?

    Certamente non in Padania.
    Ultima modifica di Eridano; 06-05-11 alle 09:05
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  3. #3
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,712
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Endlosung der Terronfrage

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano Visualizza Messaggio
    Soluzione finale = deportazione.
    Dei rifiuti o dei napoletani? O di entrambi?

    Certamente non in Padania.


    NO, la soluzione finale è quello di lasciare lì tutto, al loro destino ... niente aiuti, nemmeno soldi, basta, cazzo, hanno rotto i c.... che s'arrangino: è 150 che MANTENIAMO queste sanguisughe del menga

  4. #4
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Endlosung der Terronfrage

    Bisogna lasciarli cuocere nel loro brodo, tagliare ogni finanziamento e impedire che portino il loro sistema di vita nelle amministrazioni delle altre regioni, oltre che nel governo centrale fin che questo continuerà ad esistere.

    Ma speriamo che l'esplosione dell'espressione geografica arrivi presto.



  5. #5
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,703
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Endlosung der Terronfrage

    Avete ragione entrambi, ma per fare questo occorre che non arrivi più un solo centesimo nelle loro lorde tasche e che le loro sudice estremità inferiori calpestino più il suolo padano.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Endlosung der Terronfrage

    Sfida al governo centrale ed ai centri palliadani. .

    La soluzione è il riconoscimento che il territorio della penisola italica sotto il 42° parallelo è zona disastrata con la possibilità di creare focolai di malattie infettive.
    Pertanto deve godere del protettorato di stato in condizioni pericolose.

    Le forze armate in missione di pace, sotto la forma di caschi blu, vigilano sul territorio assumendosi la responsabilità dell'ordine civile.

    Tutto questo fino alla sicurezza che la popolazione abbia assunto la capacità di comportamento civile e non pericoloso per la sanità continentale.
    Si deve abbandonare la presunzione che il meridione italiano è un paese europeo e occorre ricostruire le basi del comportamento civile

    Appena dopo pochissimi decenni si verifichi che il territorio può gestirsi da solo, diminuendo anche la delinquenza dilagante indisturbata grazie alla classe politica, si deve formare uno stato che deve avere i medesimi diritti di considerazione come hanno gli stati magrebini.

    Stati magrebini che pare abbiano l'intenzione di diventare democratici.
    Non è giustificabile che mentre gli stati del Nordafrica seguano questo processo di civiltà. Non lo può intraprendere il meridione italiano.

    Non si vede come uno stato europeo come l'italia attuale debba considerare il suo esercito come composto da normali spazzini con l'unica differenza dagli attuali di essere armati.

    Ossia che la spazzatura diventi argomento, non di operazione municipale ma di una operazione da Ministro della Difesa.

    .
    Ultima modifica di jotsecondo; 06-05-11 alle 16:42
    O si taglia o il caos

  7. #7
    Morte al pensiero servile
    Data Registrazione
    23 Mar 2011
    Località
    Calabria subalpina
    Messaggi
    649
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Endlosung der Terronfrage

    Il meridione d'italia presenta un problema gravissimo, quello dell'endogamia, cioè dell'incrocio insistito tra consanguinei, che porta ad una mentalità isolata dal mondo e totalmente autoreferenziale. Circondato per tre lati dal mare, il meridione d'italia ha costruito un modo di essere suo peculiare, totalmente inaccettabile, inguardabile, indecoroso, e una serie infinita di costrutti ideologici atti a giustificarlo e a reclamare incondizionata indulgenza. Gli effetti culturali dell'endogamia sono più gravi di quelli genetici, che pure portano a irsutismo, prognatismo e femori corti.

    Come TUTTI dicasi TUTTI i sistemi basati sullo strapotere di pochi arroganti criminali e su un esercito di yes-men (chi dice no viene ucciso o emarginato o costretto a emigrare), la società meridionale è al collasso da 150 anni almeno.

    Grazie all'idiozia folgorante dei padani, e alla natura furfantesca delle classi dirigenti del nord, una in particolare, il sud continua imperterrito a fallire facendo respirare a noi i suoi miasmi, facendo pagare a noi le sue bollette.

    Un cocktail che neanche alla happy hour da Radetzky in Largo la Foppa...


    Ultima modifica di Elazar; 06-05-11 alle 17:52
    L'occasione fa l'uomo italiano.

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226