Riusciva a 'ipnotizzare' i malcapitati che si rendevano conto dell'accaduto solo dopo un paio d'ore

Torino, legge la mano e deruba vittime che poi non ricordano nulla: arrestata

Torino, 10 giu. - (Adnkronos) - I Carabinieri hanno fermato una nomade di origine serba di 23 anni, già fermata in passato, almeno una ventina di volte, accusata di almeno un furto riuscito e di un'altro tentato e sventato


Torino, 10 giu. - (Adnkronos) - Con la scusa di leggere la mano e di togliere il malocchio metteva a segno dei furti riuscendo in qualche modo a 'ipnotizzare' le sue vittime che non ricordavano l'accaduto e solo dopo un paio d'ore si rendevano conto di essere state derubate. E' quanto accaduto, ad esempio, a un'operaia di 40 anni di Carignano (Torino) dove i carabinieri sono riusciti a individuare e arrestare, con l'accusa di furto con destrezza, l'abile ladra, una giovane nomade di origine serba di 23 anni, gia' fermata in passato almeno una ventina di volte, accusata di almeno un furto riuscito e di un'altro tentato e sventato.




Il primo episodio, quello di Carignano, risale al 5 giugno quando la ragazza ha avvicinato una donna che stava entrando in casa e l'ha fermata chiedendole se aveva dei vestiti da bambino da regalarle. Alla risposta negativa della vittima, la giovane nomade ha iniziato a leggerle la mano impedendole di entrare in casa. Un colloquio durato una decina di minuti dopo i quali la vittima, secondo quanto riferito ai carabinieri, non ricorda piu' nulla. Soltanto due ore dopo si e' come 'risvegliata' accorgendosi che dalla mano le erano stati portati via tre anelli e un bracciale e che le mancava anche il portafogli con dentro 600 euro.

Una scena analoga e' accaduta ieri a Moncalieri dove la nomade ha tentato di fare un colpo simile venendo pero' bloccata dai vigili urbani che hanno subito contattato i carabinieri di Carignano per verificare l'indirizzo fornito dalla ladra come suo domicilio. L'analogia fra i due episodi ha insospettito i militari che hanno quindi convocato la prima vittima che ha riconosciuto la ragazza che ha poi ammesso restituendo il bottino. Sono ora in corso ulteriori indagini per capire se la nomade abbia messo a segno altri colpi.
Torino, legge la mano e deruba vittime che poi non ricordano nulla: arrestata - Adnkronos Piemonte