User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 11
  1. #1
    M rste bergamsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Cartelli Brghem - Per la serie chi si fa male con le proprie mani

    L'appello - Un cittadino, sostenitore di Roberto Bruni, scrive al neo sindaco Tentorio (al quale fa i complimenti) per chiedergli di non ripristinare i cartelli stradali in dialetto.

    "Non rimetta i cartelli Berghem"



    Bergamo News | il quotidiano online della provincia di Bergamo | Lettere al direttore | "Non rimetta i cartelli Berghem"

    Sono un elettore di Roberto Bruni ma faccio i complimenti e un "in bocca al lupo" al neoeletto sindaco Tentorio: e sar il nostro sindaco per 5 anni e gli auguro ogni bene. Allo stesso tempo mi auspico che consideri e valuti con pari dignit e attenzione le proposte e richieste che gli verranno dai cittadini (e dai consiglieri) bergamaschi di entrambi gli schieramenti. A questo proposito comincio io, ne ho una piccola piccola pronta per lui: Sindaco Tentorio, la imploro, ci risparmi la ricomparsa dei ridicoli, provinciali, squalificanti e insulsi cartelli "berghem"!

    Non ce n' bisogno, non se ne sente la mancanza, non significano nulla.

    Grazie!

    Leonardo Cerri
    Dato che questa una Magnum 44, cio la pistola pi precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se il caso. D, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    M rste bergamsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Cartelli Brghem - Per la serie chi si fa male con le proprie mani

    Questa fu la lettera aperta pubblicata sul Giornale di Bergamo nel luglio 2004 un mese prima che il neoeletto sindaco Bruni (da questo luned per non pi sindaco perch trombato alle recenti comunali bergamasche) nella notte di ferragosto, a citt deserta e di nascosto, fece sparire i cartelli bilingue Bergamo - Brghem per rimpiazzarli con altri insulsi e anonimi cartelli all'ingresso della citt con un "citt dei mille" ben in vista.


    Stimt Aoct Bruni,

    nter a m'ghe scriv per cnt de tcc chi sitad de Brghem, ch'i ghe l b (ndr al bergamsch) e i vl mia che l'omologassi, che la f tt ingul, la sfghe la nsta cltra, ol nst patrimne de intelignsa e siilt, e dt de chl ol valr fondamentl de la lngua lcl.

    A m'ghe scriv cme megn e dne de la quase Associassi - desligada di partcc - Lengustega Padansa, e cme megn e dne ach de la sinistra. La nsta quase associassi la gh' mia, e mai la gh'avr, ligm coi partcc poltegh; la ciapa 'l nm de la parla catada f del istdis astrali, professr Geoffrey S. Hull in del 1982 - cio tace agn prima de la egnida a la d del "padanismo leghista"-, per bates la sitassi lengustega istro-vneta-galitlega; i persune ch'i dr a tir 'nsma l'associassi i gh' ogn la s opini poltega, difernta na de l'tra, ma i gh' tcc n interss frt per la conservassi, 'l so slargt a tcc del patrimne lengustegh galitlegh, vneto, e istri.

    gne lngua la prta 'n dte parle e mcc de d ch'i rapresnta grand valr cltrl per tcc, del momnt che tte chle persune, ch'i gh' ia e 'l piassr de dovrla, i pl fl am; ma quando chsta la fss dmentegada de la zt, la denta ergt de "scnd in fnd al casst", snsa pi valr cltrl-socil per la cmnit.

    Sigrza l' mia ass cartl stradl in lngua lcl per salv na lngua 'n percol, ma l'pl smper vss passet incc, che l'gh' mia de ss considert manifestassi de folclr o de spartissi tra rasse. Dca cartl in bergamsch l'gh' mia de signific che i bergamsch i "ber alles", ma, al contrare, l'gh' de ss ol prim pass in vrs la difsa ata de la lngua de c, iss cme l' scd in tace pas d'rpa, inde gh' la cossinsa del valr morl de chsto patrimne cltrl, tat pressis compgn de chl de gne lngua e cltra ch'i gh' al mnd.

    A m'pnsa che 'l incntro con d'na lngua e na cltra difernte de chla che la "comanda" (i ses chle lci opr i lngue e cltre de la zt riada ch per sirc mnd pi ser e na ta mno grama) l'pl dma f pi rca gne persuna, che iss la pl crss e descovr nivrsi de pensr e parle, pi 'n largh de chl de tcc i d.

    Per chsto, co la speransa de f crss e mia cal 'l so de la nsta lngua de c (mia apna 'n di carti) a m'ghe domanda de port mia vi i zam pch carti trstegh-stradi 'n bergamsch.

    Co l'ocasi m'ghe f tace agri per ol s impgn a la guida de la sit de Brghem, e m'la salda con rispt,

    Davide Sivero, nasst a Zena, comnista
    Gioancarlo Giass, nasst a Brghem
    Alberto Lusiani, nasst a Pdoa
    Angelo Veronesi, nasst a Sarn
    David Cockersell, nasst a Brentwood (UK)
    Tamara Laio Bravo, nassida a Quevedo (Ecuador)
    Gianmaria Brignoli, nasst a Paladina (Brghem)
    Fabio Ghezzi, nasst a Monscia
    Francesco Rossi, nasst a Bournemouth (UK)
    Manuela Pavanello, nassida a Mil
    Giuseppe Sanero, nasst a Carmagnla (Tr)
    Gino Pugliese, nasst a Mdna, originare de la Calbria , anrchegh e per i D Sicilie.



    TRADUZIONE IN LINGUA FRANCA

    Egregio Dottor Bruni,

    le scriviamo a nome di tutti quei cittadini che amano e non vogliono vedere sparire nell'abisso dell'omologazione massificante la nostra cultura, il nostro patrimonio intellettuale, di cui la nostra lingua un aspetto estremamente significativo.

    Le scriviamo come uomini e donne della costituenda apolitica Associassi Lengustega Padansa, e come uomini e donne anche di sinistra. La nostra costituenda associazione, che nessun legame ha n avr con alcun partito politico, prende il nome dal termine coniato dal glottologo australiano Prof. Geoffrey S. Hull nel 1982 - ben prima della nascita del "padanismo" leghista - per designare la realt linguistica istro-veneta-gallitalica, ed ha aderenti di ogni idea politica accomunati dall'interesse per la conservazione e la promozione del patrimonio linguistico gallitalico, veneto e istrioto.

    Ogni idioma portatore di significati e modalit espressive che rappresentano una ricchezza intellettuale importante per tutti in quanto fruibile da tutti coloro che si intendono avvicinare all'idioma, ma, una volta perso, questo patrimonio diventa molto pi difficilmente fruibile e non pi "produttivo".

    Certo non sufficiente un cartello segnaletico in lingua locale a salvare una lingua in pericolo, ma pu essere sempre un piccolo passo, che non deve essere ridotto a fenomeno di folklorismo o di esclusivismo etnico. Un cartello in bergamasco, ovviamente, non deve significare che i Bergamaschi siano "ber alles", ma deve costituire il primo passo verso una tutela della lingua, come accade in tanti paesi d'Europa, laddove c' la coscienza dell'importanza di questo patrimonio intellettuale, importante tanto quanto ogni altra lingua e ogni altra cultura sono importanti. Infatti ci pare evidente che l'incontro con una lingua e una cultura differenti da quella
    dominante, siano esse quelle locali o culture e lingue di altrove giunte qui con persone in cerca di un futuro migliore, non pu che arricchire intellettualmente ogni essere umano, nella scoperta di universi concettuali ed espressivi diversi da quelli cui si abituati.

    Per questo, auspicando che la promozione del patrimonio intellettuale rappresentato dalla nostra lingua non si limiti solo a quelli, le chiediamo che almeno non sia rimossa la gi scarsa segnaletica stradale in bergamasco.
    Facendole i nostri migliori auguri per la sua amministrazione, le porgiamo distinti saluti,

    Davide Sivero
    Giancarlo Giavazzi
    Alberto Lusiani
    Angelo Veronesi
    David Cockersell
    Tamara Laio Bravo
    Gianmaria Brignoli
    Fabio Ghezzi
    Francesco Rossi
    Manuela Pavanello
    Giuseppe Sanero
    Gino Pugliese
    Dato che questa una Magnum 44, cio la pistola pi precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se il caso. D, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  3. #3
    M rste bergamsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Cartelli Brghem - Per la serie chi si fa male con le proprie mani

    Fa il paio questo minus habens con quelli che andavano a dizione perch si vergognavano dellaccento orobico (succedeva a Brescia e Bergamo, ne avevamo postato la scansione di un articolo sulla vecchia POL).

    Questi idioti patentati, che provano schifo a dirsi bergamaschi ma che si guardano bene dal levare le tende per andarsene altrove, sempre pronti a battersi per lanimale tal dei tali in via destinzione e per la tradizione tal altra degli zul e per le istruzioni scritte in arabo o in albanese perch poverini di su e poverini di gi, ma sempre ultimi a difendere e soprattutto portare avanti le nostre tradizioni e i nostri idiomi. Quelli che si vergognano a parlare bergamasco o del nostro accento, ma sempre pronti a giustificare gli accenti che si sentono al di l dello sportello della posta o dellinps o nei call center; quelli che per puro masochismo vogliono autoestinguersi e con loro eliminare le caratteristiche delle nostre genti e in questo caso particolare le peculiarit (belle o brutte chissenefrega, ma comunque nostre) di questa terra bellissima quale quella di Bergamo che non merita simili meschini individui.

    Poveracci, per fortuna che, citt a parte, in provincia i cartelli con i nomi dei paesi e delle frazioni in bergamasco continuano ad aumentare. Ed una delle cose pi belle da leggere quando si entra in paesi di province e regioni limitrofe (anche se ne vedo meno rispetto a qui). Immagino per la disperazione dei cervellini limitati come quello dell'individuo qui sopra...

    Carater d la rassa bergamasca: fiama de rar, sota la snder brasca. Brghem ber alles!

    Dato che questa una Magnum 44, cio la pistola pi precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se il caso. D, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  4. #4
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Localit
    Lothlorien
    Messaggi
    50,957
    Mentioned
    48 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Cartelli Brghem - Per la serie chi si fa male con le proprie mani

    Berg Heim.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  5. #5
    Lombard [--+--] Mod
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Localit
    Soul Padania
    Messaggi
    1,402
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Cartelli Brghem - Per la serie chi si fa male con le proprie mani

    Berg Heil / Heil Berg !

    Una volta per tutte; giusto ed emotivamente gratificante nonch stimolante dal punto di vista grafico l'indicazione alternativa alla lingua franca per, se i risultati della politica attenta alle istanze autonomiste si dovessero risolvere solo in questo stiamo freschi, a ci si aggiunga che partiti che nulla hanno a che fare con l'indipendentismo ed il rispetto sostanziale per le tradizioni locali (uno a caso Lega ex Nord ex Padania) magari pensano di aver assolto egregiamente il proprio ruolo con l'apposizione di tale dicitura (stendiamo invece un velo pietoso sulle imbrattature - da loro definite "ciulade", un nome un programma consacrato all'onanismo politico pi sfrenato - dei giovani caimani gioppini di Grimoldi).

    In tutta la Cornovaglia (Nazione Celtica con profonda e radicata tradizione autonomista) non esiste un solo cartello in 'cornish' eppure ...
    STOP IMMIGRATION - START REPATRIATION
    - Standing Up For Great Lombardy -

  6. #6
    teo
    teo  offline
    Forumista
    Data Registrazione
    10 Mar 2002
    Messaggi
    506
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Cartelli Brghem - Per la serie chi si fa male con le proprie mani

    Citazione Originariamente Scritto da Jack's Return Home Visualizza Messaggio
    In tutta la Cornovaglia (Nazione Celtica con profonda e radicata tradizione autonomista) non esiste un solo cartello in 'cornish' eppure ...
    Per, se non sbaglio, la storia del cornico diversa da quella del galloitalico e del veneto: il primo era la lingua morta da due secoli di una contea anglicizzata quando ne iniziato il recupero, i secondi erano rispondenti ai gusti e agli scopi degli abitanti delle regioni settentrionali prima che le scuole e le televisioni di stato iniziassero a demolirli per i motivi che tutti ben conosciamo.. Ecco perch forse non si sente il bisogno di una doppia toponomastica dalle parti di Truro.
    .
    Qui vige l'uguaglianza: non conta un cazzo nessuno.

  7. #7
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Localit
    Lach Magir
    Messaggi
    11,717
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Cartelli Brghem - Per la serie chi si fa male con le proprie mani

    Citazione Originariamente Scritto da teo Visualizza Messaggio
    Per, se non sbaglio, la storia del cornico diversa da quella del galloitalico e del veneto: il primo era la lingua morta da due secoli di una contea anglicizzata quando ne iniziato il recupero, i secondi erano rispondenti ai gusti e agli scopi degli abitanti delle regioni settentrionali prima che le scuole e le televisioni di stato iniziassero a demolirli per i motivi che tutti ben conosciamo.. Ecco perch forse non si sente il bisogno di una doppia toponomastica dalle parti di Truro.
    straquoto

    le lingue galloromanze (o galloitaliche) erano parlate, vive e vegete sicuramente fino agli anni '60 nelle grandi citt e fino agli anni '80/90 nelle provincie
    il Veneto addirittura era stato utilizzato anche nei documenti ufficiali della Serenissima .... e comunque fino all'itaglianizzazione forzata, in tutte le regioni PadanoAlpine la lingua di Dante non mai stata effettivamente parlata/conosciuta ne dal popolo ne dall'aristocrazia (che preferiva le parlate Franco-Provenzali)

    l'Inglese invece una lingua vera parlata dal popolo (quasi nella forma attuale lasciando perdere le varianti coloniali) da oltre 300-400 anni

  8. #8
    Lombard [--+--] Mod
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Localit
    Soul Padania
    Messaggi
    1,402
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Cartelli Brghem - Per la serie chi si fa male con le proprie mani

    Scusate, se vogliamo parlare di Kernow modestamente vista la mia frequentazione ultraventannale di quelle magnifiche terre (una sorta di bella copia della Bretagna - altro caso di bilinguismo toponomastico da analizzare, se volete) non credo di dovermi misurare con nessuno, il punto per un'altro e cio se la toponomastica assolva anche in qualche modo i doveri che incombono su di una sana politica autonomista oppure si tratta di aspetto marginale di carattere pi che altro formale (es.: chissenefrega di vedere scritto Brghem, Milan o Vars se poi dietro a questa cartellonistica c' il vuoto autonomista totale, mi sono spiegato?)

    Viceversa se la toponomastica stradale il massimo a cui possiamo aspirare, ci mancherebbe, ben venga almeno quello.
    STOP IMMIGRATION - START REPATRIATION
    - Standing Up For Great Lombardy -

  9. #9
    sbre spi? No, Zlf.
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Localit
    Canton Basgovia, Bagossonia Prealpina
    Messaggi
    1,082
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Cartelli Brghem - Per la serie chi si fa male con le proprie mani

    Citazione Originariamente Scritto da Jack's Return Home Visualizza Messaggio
    Scusate, se vogliamo parlare di Kernow modestamente vista la mia frequentazione ultraventannale di quelle magnifiche terre...
    Vai a TREBrghem o a TREMilan?...

  10. #10
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Localit
    Lach Magir
    Messaggi
    11,717
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Cartelli Brghem - Per la serie chi si fa male con le proprie mani

    Citazione Originariamente Scritto da Jack's Return Home Visualizza Messaggio
    Scusate, se vogliamo parlare di Kernow modestamente vista la mia frequentazione ultraventannale di quelle magnifiche terre (una sorta di bella copia della Bretagna - altro caso di bilinguismo toponomastico da analizzare, se volete) non credo di dovermi misurare con nessuno, il punto per un'altro e cio se la toponomastica assolva anche in qualche modo i doveri che incombono su di una sana politica autonomista oppure si tratta di aspetto marginale di carattere pi che altro formale (es.: chissenefrega di vedere scritto Brghem, Milan o Vars se poi dietro a questa cartellonistica c' il vuoto autonomista totale, mi sono spiegato?)

    Viceversa se la toponomastica stradale il massimo a cui possiamo aspirare, ci mancherebbe, ben venga almeno quello.
    vero ... nel secondo governo berluska (2001-2006) i risultati della lega si sono concretizzati solo in una legge che consente l'inserimento di cartelli turistici con la toponomastica locale (che non vuol dire certo il bilinguismo) e poi il nulla

    ... per se si pensa ai disastri del primo anno del governo attuale ...

    ma d'altronde solo i ciula credono che la LN sia un partito autonomista

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226