User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Gheddafi, un mito!

  1. #1
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Gheddafi, un mito!

    Sul petto di Gheddafi l'eroe anti-italiano

    La foto del resistente in catene. "Per noi è come una croce"
    GUIDO RUOTOLO
    ROMA
    La foto è appuntata sul bavero della giacca della sua uniforme piena di decorazioni. Scende dalla scaletta dell’aereo il leader Muhammar Gheddafi. La zoomata dei fotografi e dei teleoperatori fissa quell’immagine d’epoca. Si vede un anziano con la barba bianca avvolto in un baracano bianco. E’ incatenato e circondato da soldati italiani. E’ Omar al Mukhtar, il «leone del deserto», l’eroe della resistenza libica contro il colonialismo italiano, il capo-zavia senussita giustiziato nel campo di concentramento di Soluch, il 16 settembre del 1931, dalle truppe d’occupazione guidate dal generale Graziani.

    Subito dopo Gheddafi, scende dall’aereo presidenziale un anziano: ha difficoltà a camminare, viene adagiato su una sedia a rotelle. E’ il figlio del leggendario capo della resistenza libica, è Mohammad al Mukhtar, il «notaio» - era presente anche lui - del Trattato di amicizia e di cooperazione tra Libia e Italia, siglato a Bengasi il 30 agosto del 2008 dal leader Gheddafi e dal presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.

    Ha un bel dire Giulio Andreotti che il passato è passato e che bisogna guardare all’avvenire. Per Gheddafi quel passato ha pesato come un macigno sui rapporti tra Tripoli e Roma. Tant’è che nel suo primo intervento appena atterrato a Roma, il Leader libico ha voluto rimarcare: «Sono qui perché l’Italia ha chiesto scusa». E nella conferenza stampa serale a Villa Madama, Gheddafi ha spiegato: «Quella foto per noi è come per i cristiani il portare la croce, il voler ricordare al mondo la sorte di Cristo. Si vede l’eroe della resistenza al colonialismo italiano poco prima dell’impiccagione, attorniato da ufficiali e soldati fascisti che lo deridono. Omar al Mukhtar doveva essere fucilato come un combattente, e invece è stato impiccato come un ribelle».

    E’ durissimo, Gheddafi, nella condanna al fascismo e al colonialismo italiano. E nello stesso tempo attento a sottolineare con forza che il suo «amico» Silvio Berlusconi ha avuto coraggio, ha chiesto scusa al popolo libico per il passato coloniale. Ha condannato senza tentennamenti i crimini del fascismo (ricordando che il popolo italiano ha fatto giustizia anche per conto del popolo libico: «Mussolini è stato impiccato a testa in giù»), ribadendo così che il passato non tornerà mai più.

    Il 7 ottobre scorso, a Tripoli, il Leader libico ha ricevuto nella sua tenda gli italiani ai quali erano state concesse importanti onorificenze. Tra loro, Giulio Andreotti, Giuseppe Pisanu, Vittorio Sgarbi, Lamberto Dini, Valentino Parlato. Nel gruppo degli italiani amici della Libia, c’erano anche gli eredi del capitano Roberto Lontano, il difensore d’ufficio dell’imputato Omar al Mukhtar. Lontano fu addirittura punito con dieci giorni di rigore per la sua difesa dell’imputato. Agli atti di quel processo-farsa, l’interrogatorio di Al Mukhtar. Il presidente del Tribunale speciale di Bengasi, colonnello Marinoni, chiede all’imputato: «Tu hai combattuto e contro di chi?». Risponde Al Mukhtar: «Ho combattuto contro il governo italiano. Ho dato l’ordine di uccidere? Sì, la guerra è guerra». Requisitoria del pm: «Chiedo che il Tribunale voglia condannarlo per il reato più grave: quello cioè di aver prese le armi per staccare questa colonia dalla madre patria». L’eroe della resistenza libica fu impiccato nel campo di concentramento di Moluch, davanti a ventimila deportati libici.

    «Il generale Rodolfo Graziani - scriveva lo storico Angelo Del Boca in un articolo pubblicato sulla rivista Nigrizia nel 1998 - così lo descrive: “Di statura media, piuttosto tarchiato, con capelli, barba e baffi bianchi, Omar al Mukhtar era dotato di intelligenza pronta e vivace; era colto in materia religiosa, palesava carattere energico ed irruente, disinteressato ed intransigente; infine, era rimasto molto religioso e povero, sebbene fosse stato uno dei personaggi più rilevanti della Senussia”. Omar al Mukhtar, infatti, non è soltanto uno splendido esempio di fede religiosa, di vita semplice ed integerrima. È anche il costruttore di quella perfetta organizzazione politico-militare che gli italiani riusciranno a frantumare soltanto alla fine di un decennio di lotte e utilizzando mezzi assolutamente straordinari».

    Sul petto di Gheddafi l'eroe anti-italiano - LASTAMPA.it

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mitteleuropea di Trieste
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Free Territory of Trieste
    Messaggi
    1,955
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Gheddafi, un mito!

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio
    Silvio Berlusconi ha avuto coraggio, ha chiesto scusa per il passato coloniale.
    Ma per il presente coloniale? Niente scuse?

  3. #3
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Gheddafi, un mito!

    Infatti adesso siamo noi la colonia della Libia

  4. #4
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,810
    Mentioned
    47 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Gheddafi, un mito!



    Terroni e arabi.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  5. #5
    Forumista
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    187
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Gheddafi, un mito!

    Citazione Originariamente Scritto da Eridano Visualizza Messaggio
    Terroni e arabi.
    Si ma gli arabi combattevano per la propria terra, i terroni erano andati come al solito a colonizzare quella degli altri. Mi e' piaciuto il gesto di Gheddafi di andare a roma con la foto ricordo e gli eredi dell'eroe nazionale. E inoltre ha ottenuto piu' soldi e concessioni lui da berlusconi per la sua patria, che bossi in 10 anni di cene ad arcore

    Piuttosto, quello che non capisco e' cosa ci fa Calderoli in quella foto, fra i colonizzatori itagliani. Forse e' per questo che i libici ancora oggi non lo vedono di buon occhio, se lo ricordano ancora

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Gheddafi, un mito!

    Citazione Originariamente Scritto da aussiebloke Visualizza Messaggio
    Si ma gli arabi combattevano per la propria terra, i terroni erano andati come al solito a colonizzare quella degli altri. Mi e' piaciuto il gesto di Gheddafi di andare a roma con la foto ricordo e gli eredi dell'eroe nazionale. E inoltre ha ottenuto piu' soldi e concessioni lui da berlusconi per la sua patria, che bossi in 10 anni di cene ad arcore :
    Non si può sottovalutare quello che Bossi ha ottenuto da Belusconi nelle cene.

    Solamente che Gheddafi spiattella tutto sotto i riflettori perché, bene o male, parla a nome di un popolo o di uno stato, mentre il varesino di roma parla a nome di una setta.

    Forse la setta ha ottenuto di più.
    Si intende ognuno proporzionato alle sue capacità politiche.

    Non si può paragonare chi combatte, anche in modo spericolato, facendo l’interesse del proprio stato, con chi non riesce a superare il limite della cupola settaria.

    I due sono nell’aspetto similari.
    Però il libico ha una forza determinativa che gli deriva dal sangue del popolo da cui discende.

 

 

Discussioni Simili

  1. " Noi abbiamo creato il nostro mito. Il nostro mito e' la Nazione "
    Di Gaius Iulius Caesar nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 14-02-14, 00:09
  2. Gheddafi
    Di Stobla87 nel forum Padania!
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 04-11-11, 15:35
  3. Gheddafi, the day after
    Di Uncino nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 114
    Ultimo Messaggio: 19-06-09, 00:26
  4. Gheddafi
    Di MEROVINGIO nel forum Politica Estera
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 23-04-06, 23:27
  5. Gheddafi
    Di dies irae (POL) nel forum Politica Estera
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 25-05-05, 03:04

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226