User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    STATI UNITI D'EUROPA!
    Data Registrazione
    02 Feb 2011
    Località
    Stati Uniti d'Europa
    Messaggi
    21,396
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Question secondo voi quali sono le leggi più gravi?

    ci sono alcuni temi che in particolare scaldano il dibattito in Occidente: aborto, omosessualità, eutanasia, legalizzazione cannabis, privilegi fiscali alla Chiesa.
    come distinguete la gravità di leggi che riguardano queste cose? se volete potete inserirne anche altre.

    1) Primo posto: secondo me la legge più grave che si possa applicare è la legge che consente l'aborto.

    2) subito dopo per gravità considero leggi che legalizzano il consumo di droghe, cannabis o altre.

    3) al terzo posto vedo leggi che consentono matrimoni omosessuali

    4) al quarto posto leggi che consentono l'eutanasia

    5) al quinto posto leggi che tolgono tutti i privilegi fiscali alla Chiesa.

    e voi?
    PROPOSTE POLITICHE
    ► STATI UNITI D'EUROPA, SUBITO! Tutti gli Stati a Ovest della Russia!
    ♫ Top 25 Vocal Trance Spring 2015 l Amazing Vocal Trance Mix ♫

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    2,701
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: secondo voi quali sono le leggi più gravi?

    ero sicuro che avresti messo eutanasia al secondo posto e invece la rifili al quarto

  3. #3
    STATI UNITI D'EUROPA!
    Data Registrazione
    02 Feb 2011
    Località
    Stati Uniti d'Europa
    Messaggi
    21,396
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Rif: secondo voi quali sono le leggi più gravi?

    Citazione Originariamente Scritto da Antropofagus Visualizza Messaggio
    ero sicuro che avresti messo eutanasia al secondo posto e invece la rifili al quarto
    a dire il vero sono combattuto nel capire se è più grave/dannosa una legge che toglie i privilegi fiscali alla Chiesa, rispetto ad una legge che consente l'eutanasia...
    Ultima modifica di TEBELARUS; 13-05-11 alle 16:51
    PROPOSTE POLITICHE
    ► STATI UNITI D'EUROPA, SUBITO! Tutti gli Stati a Ovest della Russia!
    ♫ Top 25 Vocal Trance Spring 2015 l Amazing Vocal Trance Mix ♫

  4. #4
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,953
    Mentioned
    118 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Rif: secondo voi quali sono le leggi più gravi?

    Citazione Originariamente Scritto da AURELIO AUGUSTO Visualizza Messaggio
    ci sono alcuni temi che in particolare scaldano il dibattito in Occidente: aborto, omosessualità, eutanasia, legalizzazione cannabis, privilegi fiscali alla Chiesa.
    come distinguete la gravità di leggi che riguardano queste cose? se volete potete inserirne anche altre.

    1) Primo posto: secondo me la legge più grave che si possa applicare è la legge che consente l'aborto.

    2) subito dopo per gravità considero leggi che legalizzano il consumo di droghe, cannabis o altre.

    3) al terzo posto vedo leggi che consentono matrimoni omosessuali

    4) al quarto posto leggi che consentono l'eutanasia

    5) al quinto posto leggi che tolgono tutti i privilegi fiscali alla Chiesa.

    e voi?
    per quanto riguarda le leggi che consentono i matrimoni gay, non la vedo una cosa negativa, nè una minaccia per il cattolicesimo, sinceramente mi preoccupano di più il becero relativismo e l'ateismo militante alla Dawkins

    togliere i privilegi alla Chiesa può essere un dro colpo all'economia della Chiesa stessa, sono sicuro che non lederà la religione cattolica, ma bisogna vedere il contesto, se si eliminano i privilegi per motivi di crisi, mi può pure stare bene, però uno Stato se è laico, dovrebbe distribuire i suoi fondi se vuole a tutti i culti

    l'eutanasia e l'aborto sono temi molto delicati, personalmente è difficile abolirli o combatterli, bisogna però fare una campagna in modo tale che la gente tenda a non abortire e non appoggiare l'eutanasia

    la cannabis può avere un aiuto medico, ma tale deve rimanere, per il resto la droga, così come la prostituzione va combattuta
    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    2,701
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: secondo voi quali sono le leggi più gravi?

    Citazione Originariamente Scritto da AURELIO AUGUSTO Visualizza Messaggio
    a dire il vero sono combattuto nel capire se è più grave/dannosa una legge che toglie i privilegi fiscali alla Chiesa, rispetto ad una legge che consente l'eutanasia...
    mi sembra abbastanza chiaro.:sofico:

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    06 Aug 2010
    Messaggi
    16,915
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: secondo voi quali sono le leggi più gravi?

    Non dovremmo parlare alle coscienze?..........lasciamo "il libero stato in libera chiesa" o se vi piace di più "Diamo a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio"

  7. #7
    STATI UNITI D'EUROPA!
    Data Registrazione
    02 Feb 2011
    Località
    Stati Uniti d'Europa
    Messaggi
    21,396
    Mentioned
    14 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Rif: secondo voi quali sono le leggi più gravi?

    Citazione Originariamente Scritto da largodipalazzo Visualizza Messaggio
    Non dovremmo parlare alle coscienze?..........lasciamo "il libero stato in libera chiesa" o se vi piace di più "Diamo a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio"
    Certo bisogna parlare alle coscienze. I cattolici non vogliono la teocrazia; per i cattolici la Chiesa è una cosa e lo Stato un'altra cosa, proprio come si distingue nel detto «Rendete dunque a Cesare ciò che è di Cesare e a Dio ciò che è di Dio» (Luca 20, 20-26). I cattolici non credono solo a questo ma inoltre lasciano che lo Stato garantisca ampi margini di libertà e sia espressione della volontà popolare. Questi principi non sono solo miei pensieri personali ma sono sanciti ad esempio nel Catechismo della Chiesa Cattolica:
    - art. n.1897-1917, Catechismo della Chiesa Cattolica - La partecipazione alla vita sociale
    - art. n.2104-2109, Catechismo della Chiesa Cattolica - Il primo comandamento
    - art. n.2284-2287, Catechismo della Chiesa Cattolica - Il quinto comandamento

    I cattolici si impegnano a sensibilizzare le coscienze per fare in modo che si comprenda la verità di tutti valori cattolici. In alcuni argomenti tale sensibilizzazione è volta al proibire legalmente alcuni crimini: questo è il caso, ad esempio, di aborto, eutanasia, droga, matrimoni omosessuali.
    Ecco alcuni documenti della Chiesa Cattolica in cui si parla della necessità di proibire per legge aborto, eutanasia, traffico di droghe e matrimoni omosessuali:

    catechismo, art.2272 La cooperazione formale a un aborto costituisce una colpa grave. La Chiesa sanziona con una pena canonica di scomunica questo delitto contro la vita umana. « Chi procura l'aborto, se ne consegue l'effetto, incorre nella scomunica latae sententiae », « per il fatto stesso d'aver commesso il delitto » e alle condizioni previste dal diritto. La Chiesa non intende in tal modo restringere il campo della misericordia. Essa mette in evidenza la gravità del crimine commesso, il danno irreparabile causato all'innocente ucciso, ai suoi genitori e a tutta la società.
    art.2273 Il diritto inalienabile alla vita di ogni individuo umano innocente rappresenta un elemento costitutivo della società civile e della sua legislazione:
    « I diritti inalienabili della persona dovranno essere riconosciuti e rispettati da parte della società civile e dell'autorità politica; tali diritti dell'uomo non dipendono né dai singoli individui, né dai genitori e neppure rappresentano una concessione della società e dello Stato: appartengono alla natura umana e sono inerenti alla persona in forza dell'atto creativo da cui ha preso origine. Tra questi diritti fondamentali bisogna, a questo proposito, ricordare: il diritto alla vita e all'integrità fisica di ogni essere umano dal concepimento alla morte ».
    « Nel momento in cui una legge positiva priva una categoria di esseri umani della protezione che la legislazione civile deve loro accordare, lo Stato viene a negare l'uguaglianza di tutti davanti alla legge. Quando lo Stato non pone la sua forza al servizio dei diritti di ciascun cittadino, e in particolare di chi è più debole, vengono minati i fondamenti stessi di uno Stato di diritto. [...] Come conseguenza del rispetto e della protezione che vanno accordati al nascituro, a partire dal momento del suo concepimento, la legge dovrà prevedere appropriate sanzioni penali per ogni deliberata violazione dei suoi diritti ».

    FONTE: Catechismo della Chiesa Cattolica - Il quinto comandamento
    ---
    Dall'Enciclica Evangelium Vitae:
    [...]73. L'aborto e l'eutanasia sono dunque crimini che nessuna legge umana può pretendere di legittimare. Leggi di questo tipo non solo non creano nessun obbligo per la coscienza, ma sollevano piuttosto un grave e preciso obbligo di opporsi ad esse mediante obiezione di coscienza. Fin dalle origini della Chiesa, la predicazione apostolica ha inculcato ai cristiani il dovere di obbedire alle autorità pubbliche legittimamente costituite (cf. Rm 13, 1-7; 1 Pt 2, 13-14), ma nello stesso tempo ha ammonito fermamente che «bisogna obbedire a Dio piuttosto che agli uomini» (At 5, 29). Già nell'Antico Testamento, proprio in riferimento alle minacce contro la vita, troviamo un esempio significativo di resistenza al comando ingiusto dell'autorità. Al faraone, che aveva ordinato di far morire ogni neonato maschio, le levatrici degli Ebrei si opposero. Esse «non fecero come aveva loro ordinato il re di Egitto e lasciarono vivere i bambini» (Es 1, 17). Ma occorre notare il motivo profondo di questo loro comportamento: «Le levatrici temettero Dio» (ivi). È proprio dall'obbedienza a Dio — al quale solo si deve quel timore che è riconoscimento della sua assoluta sovranità — che nascono la forza e il coraggio di resistere alle leggi ingiuste degli uomini. È la forza e il coraggio di chi è disposto anche ad andare in prigione o ad essere ucciso di spada, nella certezza che «in questo sta la costanza e la fede dei santi» (Ap 13, 10).
    Nel caso quindi di una legge intrinsecamente ingiusta, come è quella che ammette l'aborto o l'eutanasia, non è mai lecito conformarsi ad essa, «né partecipare ad una campagna di opinione in favore di una legge siffatta, né dare ad essa il suffragio del proprio voto».
    Un particolare problema di coscienza potrebbe porsi in quei casi in cui un voto parlamentare risultasse determinante per favorire una legge più restrittiva, volta cioè a restringere il numero degli aborti autorizzati, in alternativa ad una legge più permissiva già in vigore o messa al voto. Simili casi non sono rari. Si registra infatti il dato che mentre in alcune parti del mondo continuano le campagne per l'introduzione di leggi a favore dell'aborto, sostenute non poche volte da potenti organismi internazionali, in altre Nazioni invece — in particolare in quelle che hanno già fatto l'amara esperienza di simili legislazioni permissive — si vanno manifestando segni di ripensamento. Nel caso ipotizzato, quando non fosse possibile scongiurare o abrogare completamente una legge abortista, un parlamentare, la cui personale assoluta opposizione all'aborto fosse chiara e a tutti nota, potrebbe lecitamente offrire il proprio sostegno a proposte mirate a limitare i danni di una tale legge e a diminuirne gli effetti negativi sul piano della cultura e della moralità pubblica. Così facendo, infatti, non si attua una collaborazione illecita a una legge ingiusta; piuttosto si compie un legittimo e doveroso tentativo di limitarne gli aspetti iniqui.[...]
    FONTE: Evangelium vitae - Ioannes Paulus PP. II - Lettera Enciclica (1995.03.25)
    ---
    catechismo, art.2291 L'uso della droga causa gravissimi danni alla salute e alla vita umana. Esclusi i casi di prescrizioni strettamente terapeutiche, costituisce una colpa grave. La produzione clandestina di droghe e il loro traffico sono pratiche scandalose; costituiscono una cooperazione diretta, poiché spingono a pratiche gravemente contrarie alla legge morale.
    FONTE: Catechismo della Chiesa Cattolica - Il quinto comandamento

    Dal Pontificio Consiglio per la Pastorale della Salute, XV congresso internazionale organizzato dal pontificio consiglio per la pastorale della salute su “sanità e società”, anno 2000:
    [...]
    Gli effetti di questa legalizzazione sarebbero una maggiore criminalità, incidenti maggiori sulle strade, perdita di posti di lavoro, incremento del problema sanitario, uno Stato che abdica al Bene Comune poiché si aprirebbe alla distruzione del giovane, alla violazione del principio di equità e di sussidiarietà, e si trascurerebbero infine i più poveri.
    [...]
    si devono promuovere legislazioni che cerchino di delineare piani completi, con l'obiettivo di bandire il traffico dei narcotici." Chiede che si formi così un fronte compatto sempre più impegnato non solo nella prevenzione e nel recupero dei tossicodipendenti ma anche nel denunciare e perseguire legalmente i trafficanti di morte e nell'abbattere le reti della disgregazione morale e sociale..."
    [...]

    FONTE: XV Congresso Internazionale su Sanità e Società
    ---
    Da "Considerazioni circa i progetti di riconoscimento legale delle unioni tra persone omosessuali", testo redatto dalla Congregazione per la dottrina della fede (approvato dal Pontefice Giovanni Paolo II):
    [...]
    In presenza del riconoscimento legale delle unioni omosessuali, oppure dell'equiparazione legale delle medesime al matrimonio con accesso ai diritti che sono propri di quest'ultimo, è doveroso opporsi in forma chiara e incisiva. Ci si deve astenere da qualsiasi tipo di cooperazione formale alla promulgazione o all'applicazione di leggi così gravemente ingiuste nonché, per quanto è possibile, dalla cooperazione materiale sul piano applicativo. In questa materia ognuno può rivendicare il diritto all'obiezione di coscienza.
    [...]
    Se tutti i fedeli sono tenuti ad opporsi al riconoscimento legale delle unioni omosessuali, i politici cattolici lo sono in particolare, nella linea della responsabilità che è loro propria. In presenza di progetti di legge favorevoli alle unioni omosessuali, sono da tener presenti le seguenti indicazioni etiche.

    FONTE: Considerazioni circa i progetti di riconoscimento legale delle unioni tra persone omosessuali
    ---
    Ovviamente non dimentichiamo quanto ricordatoci dal nostro Papa Benedetto XVI di recente, sul fatto che le scelte politiche siano coerenti con i valori cattolici:
    FONTE: PAPA: SCELTE POLITICHE SIANO COERENTI CON I VALORI ETICI | News | La Repubblica.it
    ---
    Questo è inconfutabilmente quanto sostenuto dalla dottrina cattolica. I documenti parlano chiarissimo e come sappiamo non si è cattolici se non ci si riconosce in quanto afferma la Chiesa Cattolica.
    E' giusto che riguardo alcuni temi la sensibilizzazione sia volta anche alla proibizione per legge, perché alcuni temi come aborto, eutanasia, droga e matrimoni omosessuali hanno rilevanti effetti sociali, in particolare l'aborto che consiste nell'uccidere una persona innocente. Infatti secondo il cattolicesimo, come abbiamo letto, c'è la scomunica automatica per coloro che sostengono una legge pro-aborto.
    Ultima modifica di TEBELARUS; 14-05-11 alle 09:59
    PROPOSTE POLITICHE
    ► STATI UNITI D'EUROPA, SUBITO! Tutti gli Stati a Ovest della Russia!
    ♫ Top 25 Vocal Trance Spring 2015 l Amazing Vocal Trance Mix ♫

  8. #8
    Enemy skill
    Data Registrazione
    13 Apr 2011
    Messaggi
    293
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: secondo voi quali sono le leggi più gravi?

    1) lavoro
    2) famiglia
    3) ambiente
    4) diritti
    5) cultura

  9. #9
    You had me at hello
    Data Registrazione
    11 Nov 2010
    Località
    Da hielt ich sie, die stille bleiche Liebe
    Messaggi
    407
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: secondo voi quali sono le leggi più gravi?

    Citazione Originariamente Scritto da AURELIO AUGUSTO Visualizza Messaggio
    ci sono alcuni temi che in particolare scaldano il dibattito in Occidente: aborto, omosessualità, eutanasia, legalizzazione cannabis, privilegi fiscali alla Chiesa.
    come distinguete la gravità di leggi che riguardano queste cose? se volete potete inserirne anche altre.

    1) Primo posto: secondo me la legge più grave che si possa applicare è la legge che consente l'aborto.

    2) subito dopo per gravità considero leggi che legalizzano il consumo di droghe, cannabis o altre.

    3) al terzo posto vedo leggi che consentono matrimoni omosessuali

    4) al quarto posto leggi che consentono l'eutanasia

    5) al quinto posto leggi che tolgono tutti i privilegi fiscali alla Chiesa.

    e voi?
    in primis direi la c.d. "laicità dello Stato", sancita nella costituzione (ivi compreso il concetto di "sovranità popolare"), da cui derivano tutte le brutture da te dette... alle quali aggiungerei senz'altro il matrimonio civile, la possibilità di divorziare, la soppressione del reato di adulterio, etc... non vedo poi così grave il discorso delle droghe (anche se chiaramente sono contrario...)

 

 

Discussioni Simili

  1. secondo voi quali sono le energie alternative?
    Di albertsturm nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 03-10-07, 23:40
  2. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 09-06-07, 21:25
  3. Le Leggi dei 100 Giorni (Quali secondo Voi?)
    Di Danny nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 57
    Ultimo Messaggio: 04-06-07, 18:27
  4. caro fassino e quali sono le leggi sbagliate
    Di myisbetter nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 28-03-06, 14:48
  5. Secondo voi...quali sono le cause del incidente avvenuto oggi?
    Di sergioflot nel forum Aviazione Civile
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 06-08-05, 21:58

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226