User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Democrazia dimezzata

  1. #1
    In hoc papero vinces
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    62,052
     Likes dati
    7,266
     Like avuti
    20,233
    Mentioned
    690 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    9

    Predefinito Democrazia dimezzata

    Democrazia dimezzata | Le Scienze
    La notte scorsa, intorno alle 4.15, si registrava il minimo della domanda elettrica italiana nella giornata del 19 maggio: circa 27.000 megawatt. È dunque, questa, la base della domanda elettrica italiana, quella che dobbiamo essere in condizioni di garantire a ogni ora del giorno, in qualsiasi condizione meteo. Di notte, senza sole e con l’intermittenza della fonte eolica, la potenza idroelettrica installata (meno di 18.000 megawatt) non basterebbe a soddisfare la domanda nemmeno funzionando a pieno regime.
    L’impossibilità di rispondere alla domanda è, al momento, uno dei limiti principali delle rinnovabili come eolico e fotovoltaico, dovuta principalmente all’intermittenza della fonte. Per questo per ogni chilowatt di potenza installata ne occorre uno in fonti tradizionali, siano idroelettrico, nucleare o combustibili fossili.
    È anche a partire da questi dati che dovremmo riflettere quando saremo chiamati a decidere il futuro energetico italiano. E la scelta, badate, non sarà tra nucleare e rinnovabili, ma tra nucleare e combustibili fossili.
    Dei secondi, sappiamo che sono i principali responsabili dell’aumento di gas serra in atmosfera e i più che probabili colpevoli del riscaldamento globale in atto. Sappiamo che si trovano principalmente in paesi politicamente instabili e che la fluttuazione del loro prezzo porta a incrementi vertiginosi del prezzo dell’energia. Sappiamo anche che provocano un inquinamento ambientale insostenibile e che reclamano un crescente pedaggio in termini di salute. E infine sospettiamo che presto (il petrolio) o tardi (gas e carbone) cominceranno a scarseggiare.
    Anche del nucleare abbiamo sentito parlare molto, in questi mesi, a seguito del grave incidente accaduto a quattro reattori della centrale di Fukushima Daiichi dopo lo tsunami che ha colpito il Giappone. Ma mentre in Europa e negli Stati Uniti si è preso a riflettere su come migliorare la sicurezza delle centrali, in Italia il dibattito si è subito incancrenito su posizioni ideologiche da derby calcistico degne di miglior causa. E spesso ci è toccato ingoiare dalla stampa nazionale ammirevoli perle di disinformazione, sia sulle conseguenze dell’incidente (che allo stato delle cose potranno essere realmente valutate nell’arco di mesi o anni) sia a proposito delle scelte energetiche che ci prepariamo a fare.
    In questo numero trovate due articoli: uno sull’incidente di Fukushima, l’altro sulle centrali nucleari di generazione 3+, in costruzione oggi in diversi paesi. Non pretendono di rispondere a tutti gli interrogativi sull’opportunità di ricavare elettricità dalla fissione atomica, ma rientrano in quella riflessione sulla base di costi, rischi e benefici su diversi fronti – tecnologico, economico, ambientale, sociale – che si sta svolgendo in molte parti del mondo.
    Il referendum sul nucleare che si svolgerà (salvo cambiamenti dell’ultima ora) il 12 e il 13 giugno ci chiama a decidere il futuro del paese, ma probabilmente molti di noi si presenteranno all’appuntamento senza avere un’idea chiara dei pro e dei contro. Senza aver avuto accesso a un’informazione scevra da pregiudizi e fondata su fatti condivisi. E una democrazia priva di un sistema dell’informazione affidabile e credibile è una democrazia dimezzata.
    Far ragionare un idiota non è impossibile, è inutile

  2. #2
    In hoc papero vinces
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    62,052
     Likes dati
    7,266
     Like avuti
    20,233
    Mentioned
    690 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    9

    Predefinito Rif: Democrazia dimezzata

    Due affermazioni trovo importanti in questo articolo:
    1 La scelta non è tra nucleare e fonti rinnovabili ma tra nucleare e combustibili fossili
    2 I combustibili fossili sono il maggior responsabile dell'effetto serra e sono fonti in esaurimento i cui prezzi sono in continua ascesa.

    Anche un'altra cosa che non c'è scritta: i residui dei combustibili fossili sono dannosi alla salute, generano malattie polmonari, portano metalli pesanti nel nostro sangue e malattie tra cui il cancro
    Ultima modifica di Marximiliano; 07-06-11 alle 16:59
    Far ragionare un idiota non è impossibile, è inutile

  3. #3
    Gianicolo, 1849
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    43,712
     Likes dati
    10,446
     Like avuti
    27,143
    Mentioned
    867 Post(s)
    Tagged
    11 Thread(s)

    Predefinito Rif: Democrazia dimezzata

    Citazione Originariamente Scritto da Marximiliano Visualizza Messaggio
    Due affermazioni trovo importanti in questo articolo:
    1 La scelta non è tra nucleare e fonti rinnovabili ma tra nucleare e combustibili fossili
    2 I combustibili fossili sono il maggior responsabile dell'effetto serra e sono fonti in esaurimento i cui prezzi sono in continua ascesa.

    Anche un'altra cosa che non c'è scritta: i residui dei combustibili fossili sono dannosi alla salute, generano malattie polmonari, portano metalli pesanti nel nostro sangue e malattie tra cui il cancro
    Ma mentre in Europa e negli Stati Uniti si è preso a riflettere su come migliorare la sicurezza delle centrali, in Italia il dibattito si è subito incancrenito su posizioni ideologiche da derby calcistico degne di miglior causa.
    Mentre l'esercito Ottomano si preparava a espugnare la città a Costantinopoli si svolgevano feroci risse nello stadio dove si facevano le corse dei cavalli, con morti e feriti fra i membri delle opposte fazioni.

    Appena insediato il nuovo capo della città si fece consegnare il figlio del governatore e lo sodomizzò seduta stante, davanti a tutta la corte.
    Invece il capo dei difensori rifiutò di consegnare i due figli, e pretese che li decapitassero davanti a lui prima di subire la stessa sorte.
    Io sono al bando da circoli, logge e sagrestie.
    Ma col mio carattere e i miei gusti me ne consolo facilmente.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    21 Mar 2015
    Messaggi
    2
     Likes dati
    0
     Like avuti
    2
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Democrazia dimezzata

    Anche un'altra cosa che non c'è scritta: i residui dei combustibili fossili sono dannosi alla salute, generano malattie polmonari, portano metalli pesanti nel nostro sangue e malattie tra cui il cancro





 

 

Discussioni Simili

  1. Dimezzata la corsa alle pensioni.
    Di Dav. c. G. nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 09-09-08, 20:11
  2. Per le rendite la no-tax area e' dimezzata
    Di Gioa nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 19-05-08, 13:23
  3. Fiducia dimezzata per Prodi: crollo al 26%. E il Pd scende
    Di Dottor Zoidberg nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 03-07-07, 03:28
  4. Fiducia Dimezzata Per Prodi: Crollo Al 26%
    Di Biuly nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 02-07-07, 17:08
  5. Sinistra, tutti i maldipancia per la «vittoria dimezzata»
    Di cato censor nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 14-04-06, 14:00

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •