User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Messaggi
    12,179
    Mentioned
    213 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Italia e Spagna faccia a faccia sul tema del fallimento del multiculturalismo

    L’Italia, la Spagna e la crisi del multiculturalismo. Un tema che, sulla scia della recente “arab spring”, riecheggia in maniera più forte nelle orecchie dei due Paesi più vicini al Nordafrica, e quindi più esposti ai consistenti flussi migratori che provengono e presumibilmente continueranno a provenire dalla sponda africana del Mediterraneo.

    Questa riflessione è stata l’anima del convegno “Italia-Spagna: il fallimento del multiculturalismo e le nuove politiche per l’immigrazione” che ieri ha visto confrontarsi i due think tank espressione del pensiero liberale, la Fondazione Magna Carta e FAES (Fundaciòn para el anàlisis y los estudios ) – rispettivamente ospitante italiano e ospitato spagnolo – sulle questioni dell’integrazione, della conservazione della cultura nazionale e della presa di coscienza da parte dei leader europei (vedi David Cameron e Angela Merkel) del fallimento del modello “multikulti” che ha avuto come unica conseguenza la creazione di veri e propri “ghetti” nelle grandi metropoli occidentali.

    Ad aprire il dibattito è stato Gaetano Quagliariello, Vicepresidente Vicario del gruppo Pdl al Senato che, partendo dalla suggestione del discorso del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, sul tema dell’immigrazione ha auspicato l’attuazione di soluzioni comuni che travalichino i confini dello stato nazionale. Facendo un excursus storico sulle scelte di politica estera italiana, in particolare sul neoatlantismo matteiano della seconda metà del secolo scorso, fallito poi per l’ascesa della Francia in quell’area, Quagliariello ha sottolineato come il governo Berlusconi abbia ripreso le suggestioni di quel periodo (vedi la partnership con l’Africa del Nord per il settore energetico), apportando un contributo originale nel momento in cui è crollato l’asse franco-tedesco. Per il senatore del Pdl, le rivolte arabe, che si ricollegano con un filo rosso alle vicende degli ultimi anni a partire dall’11 Settembre, nell’ultima fase hanno destabilizzato la politica italiana per fatti concreti (la geografia, l’economia) e il nostro Paese ha ragione a chiedere solidarietà europea in fatto di immigrazione perché non è in grado di sostenerla da un punto di vista umanitario, della sicurezza ed economico, soprattutto adesso che ci troviamo in un momento storico di emergenza economica. Se l’Italia non dovesse ottenere questa solidarietà si creerebbe, per Quagliariello, “un precedente storico molto forte”.

    Dal contesto estero a quello interno al nostro Paese. Sul tema di integrazione e cittadinanza la palla è passata a Maurizio Gasparri, Presidente del gruppo Pdl al Senato della Repubblica che, rifacendosi alle prese di posizione di Cameron e della Merkel sul “multikulti”, ha affermato che “se la società multietnica è ormai un dato di fatto, quella multiculturale crea dei problemi”. Per Gasparri la democrazia non può essere limitata solo agli aspetti giuridici, la condivisione deve basarsi anche sui valori etici, perciò la cittadinanza deve maturare sulla base di valori condivisi senza i quali non ci può essere reale integrazione. Lo sforzo che il nostro Paese deve fare è quello di difendere le proprie condizioni. Quindi ‘no’ ad una apertura demagogica, ‘sì’ al richiamo alla consapevolezza della nostra storia.

    Dopo la voce italiana il tavolo organizzato da fMC ha ceduto il microfono a quella spagnola. Dà addosso a Luis Zapatero Andrés Ollero, Docente di Filosofia del Diritto presso l’Universitá Rey Juan Carlos di Madrid e membro della Real Academia de Ciencias Morales y Políticas, trattando lo spinoso argomento del dialogo interreligioso, e in particolare del rapporto tra cristiani e musulmani. Per Ollero la politica del Presidente del gobierno spagnolo, tutta incentrata a neutralizzare l’egemonia cattolica, non ha fatto altro che accendere la scintilla e provocare lo scoppio dello scontro tra religioni che prima, invece, riuscivano a convivere civilmente.

    José María López Bueno, Presidente della Societá Pubblica per la Promozione Economica di Melilla, dal canto suo, ha portato l'esempio di 'corretta integrazione' delle due città autonome spagnole di Ceuta e Melilla, a dimostrazione che la convivenza si realizza solo laddove l’identità nazionale è forte e quindi non c’è scontro religioso con i musulmani. E' solo così, come nel caso di questi due paesi, che si può realizzare, ad esempio, l'emblematico inserimento delle festività musulmane nel quadro legale spagnolo.

    Discorso più ampio e complesso quello di Javier Zarzalejos, Direttore dell’Area di Costituzione e Istituzioni della Fondazione FAES che ha affrontato la tematica della sinistra spagnola e l’uso politico del multiculturalismo. Per Zarzalejos, in una fase post-ideologica, il socialismo è morto, ed è stato soppiantato dal multiculturalismo e dal relativismo. Al grido di “tutti siamo ugualmente differenti” quelli che si professavano socialisti ora difendono un’identità culturale al posto di un’ideologia, cosa che ha prodotto la frammentazione sociale. ZP e i suoi 'seguaci' si dicono buonisti, progressisti, professano il laicismo – più vicino alla religione islamica che a quella cristiana, vedi la cena di Zapatero con Erdogan e il rifiuto da parte del premier spagnolo di accogliere il papa in visita a Madrid lo scorso novembre – e promuovono nuovi diritti, non naturali ma sociali. In ultima analisi, secondo Zarzalejos il multiculturalismo ha fallito perché nessun sistema democratico e liberale può funzionare veramente se vengono svuotati di valore i princìpi su cui si basa la società stessa.

    La linea comune emersa tra i relatori che hanno animato la tavola rotonda italo-spagnola di ieri è la necessità che due Paesi, accomunati da simili vicissitudini geopolitiche possano trovare un paradigma politico comune sul tema. E la speranza è proprio questa: che dalla collaborazione tra fMC – che da sempre attenta a queste problematiche ha di recente aperto le sue porte al leader politico olandese Geert Wilders in occasione della sua tradizionale Lettura Annuale – e FAES possa sorgere una visione dell'uomo sottratta alle astrattezze universalistiche dell'illuminismo e più vicina alla tradizione liberale, europea, occidentale, giudaico-cristiana.

    Italia e Spagna faccia a faccia sul tema del fallimento del multiculturalismo | l'Occidentale

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    patriota progressista
    Data Registrazione
    24 Sep 2010
    Località
    Appennino Ligure
    Messaggi
    14,672
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Italia e Spagna faccia a faccia sul tema del fallimento del multiculturalismo

    Prendetevi un po' di camomilla e rilassatevi repapelle:
    IL BACICCIA E' BULICCIO

    Bossi, un disastro, una mente contorta e dissociata, un incidente della democrazia italiana, uno sfasciacarrozze con il quale non mi siederò mai più allo stesso tavolo.

    (Silvio Berlusconi, 1994)

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    Portovenere e La Spezia
    Messaggi
    44,354
    Mentioned
    46 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Rif: Italia e Spagna faccia a faccia sul tema del fallimento del multiculturalismo

    Solite coglionate.

    Non è l'Europa che si islamizza o africanizza, ma il mondo che si europeizza.

    Gli immigranti che nel giro di una generazione sono europei al 100% cosa significa ?

    Che l'"occidentia" ingloba tutto e una parte consistente dell'occidentia ingloba ancora di più il mondo : l'"Anglia".

    Poi l'articolo fa due esempi, l'Italia e la Spagna le nazioni europee che hanno latinizzato il mondo, hanno standardizzato lingua, gli usi e i costumi, prima l'Italia con l'espansione romana e la latinizzazione e cristianizzazione dell'Europa, poi la Spagna (e il Portogallo) fuori dei confini europei.

    Ma allora siamo noi ad aver imposto l'assimilazione culturale o gli altri a noi europei ?

    I paesi europei non sono multicultuirali sono assimilatori.

    In Italia l'albanese, il romeno, il marocchino, il latino americano vengono e si italianizzano nel giro di una generazione.


    ........ se non bestemmio oggi .......


  4. #4
    radicalsocialismo.it
    Data Registrazione
    30 Nov 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    8,550
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    10

    Predefinito Rif: Italia e Spagna faccia a faccia sul tema del fallimento del multiculturalismo

    Analisi rancorosa.

    E' il pensiero liberale ad essere in crisi.

    Dopo la vittoria sul Comunismo il Liberismo ha impoverito le classi medie e creato un'oligarchia di capitalisti super ricchi che si comprano tutto: media, politica, uomini.

    I risultati sono sotto gli occhi di tutti:

    crisi economiche frequenti,
    impoverimento del ceto medio
    fallimento di tutte le politiche produttive
    speculzioni in finanza.

    Mentre il pensiero Socialista si riorganizza
    il Liberismo si barrica dentro ghetti vetero fascisti
    turbo capitalisti

    e nella demenziale xenofobia, la paura dell'altro, del diverso.

    Segno di immaturità e di declino intellettuale
    di involuzione e di morta del Liberalismo, che è altra cosa.

    La Destra è sempre più dozzinale, banale, rancorosa e stizzita.

    Cioè è una cazzata.

    m
    "GUARIREMO ANCHE IL CANCRO!" (Silvio Berlusconi - 20 marzo 2010 Piazza del Popolo, Roma) repapelle:

  5. #5
    Forumista storico
    Data Registrazione
    09 Feb 2005
    Messaggi
    35,528
    Mentioned
    18 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Rif: Italia e Spagna faccia a faccia sul tema del fallimento del multiculturalismo

    lunica argomentazione venduta nel treman show italico

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-12-12, 20:31
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19-04-11, 09:51
  3. Eurabia - La vera faccia del multiculturalismo.
    Di Valerio2 nel forum Politica Estera
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 25-12-07, 15:03
  4. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 31-03-06, 23:38
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-01-04, 01:12

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226