User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 30
Like Tree1Likes

Discussione: Amina la blogger lesbica misteriosamente scomparsa forse non esiste

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Apr 2009
    Località
    commemoratemi sto carso
    Messaggi
    17,891
    Mentioned
    1187 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Amina la blogger lesbica misteriosamente scomparsa forse non esiste

    da qualche giorno i media di regime occidentali parlano di Amina Abdallah Arraf, una sedicente lesbica di padre siriano e madre americana, che qualche mese fa si era trasferita dagli usa alla Siria, dove aveva aperto un blog dal quale difendeva i diritti dei gay in Siria ed accusava il governo siriano di essere una sanguinaria ed immonda dittatura che calpestava i diritti umani, naturalmente questa paladina della libertà una volta incominciato il tentativo di colpo di stato pilotato dagli usa, da isramerda e dai loro alleati, si è subito schierata dalla parte dei terroristi, accusando Assad ed il suo "regime" di ogni crimine e nefandezza nei confronti dei civili.
    Recentemente si è posto un problema, una donna inglese ha scoperto che le foto che sul blog venivano spacciate per qulle di Amina, in realtà erano le sue, ed allo stato attuale nessuno conosce il vero volto della blogger, a questo punto i giornalisti hanno tentato di rintracciare amici, parenti di amina o persone che l'hanno intervistata o almeno vista in faccia, fino ad ora l'unica persona che ha avuto contatti con la sedicente blogger, che sono riusciti a rintracciare, è la giornalista che ha fatto conoscere al mondo intero il suo caso, e che per sua stessa ammissione ha comunicato con amina solo tramite la chat di skipe e l'E-mail senza mai vederla in faccia

    interessante articolo tratto dal mattino di Napoli del 9 giugno 2011 a pag. 13
    ----------------------------------------------------------------------------------------------
    http://sfoglia.ilmattino.it/mattino/...&type=STANDARD

    09/06/2011

    Siria: giallo sul caso di Amina, la blogger rapita


    I dubbi
    Il New York Times: nessuno l'ha mai vista di persona
    Una donna inglese: le foto sono le mie



    09/06/2011
    Chiudi





    New York Due tra i più prestigiosi media americani, il New York Times e la radio pubblica Npr, esprimono seri dubbi sull’esistenza di Amina Abdallah Arraf, la blogger lesbica siro-americana autrice del blog ”A Gay Girl in Damascus“, data per scomparsa a Damasco e che sarebbe stata recentemente incarcerata con una mobilitazuione sul web da tutrto il mondo perché sia liberata. Come si legge su uno dei blog del New York Times, un giornalista della Npr, Andy Carvin, segnala che nessuna delle notizie sull’arresto di Amina è stata scritta da persone che l’hanno incontrata in passato, o che l’hanno intervistata. Altro fatto strano (o che almeno suscita una serie di interrogativi), una donna che si era definita «sua amica personale», Sandra Bagaria, ha indicato al Nyt, alla Bbc e ad Al Jazeera, non solo di non averla mai incontrata, ma di non avere neppure mai comunicato con lei attraverso Skype. I ripetuti contatti tra le due sono avvenuti soltanto scambiando circa 500 email da gennaio, senza ovviamente mai vedere il suo viso. Ad infittire il mistero ci sono poi le fotografie di Amina pubblicate da tutti i media del mondo con la notizia della scomparsa della giovane donna, che avrebbe 36 anni: una donna che vive a Londra e che risponde al nome di Jelena Lecic ha identificato le immagini come sue dopo averle viste sul quotidiano britannico Guardian e lo ha comunicato con una nota a più organi di stampa, riferisce il blog del Wall Street Journal. «Prego che Amina torni sana e salva dalla sua famiglia, voglio tuttavia chiarire che non sono io nonostante le mie foto siano state associate a questa storia». © RIPRODUZIONE RISERVATA
    O dio po con le piene e le alluvioni, fai morire i polentoni
    o dio polesine con i tuoi affluenti belli, fai morire solo quelli
    o dio bacchiglione dalle acque blu, fa che dopo le alluvioni non ne nascano più
    Grazie maresciallo Tito

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Apr 2009
    Località
    commemoratemi sto carso
    Messaggi
    17,891
    Mentioned
    1187 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Rif: Amina la blogger lesbica misteriosamente scomparsa forse non esiste

    aqualora questo caso dovesse rivelarsi l'ennesima bufala dei media di regime, questo non sarebbe il primo caso di persona inesistente, vittima di altrettanto inesistenti violenze e soprusi, utilizzata come martire e simbolo della violenza e della barbarie dei nemici dell'occidente, tra i vari precendenti ricordo quando negli anni novanta, un prete croato fascistoide con simpatie nei confronti di stepinach, ante pavelic e del suo erede franjo tujman a quell'epoca primo ministro croato, scrisse un romanzo che aveva come protagonista una suora che rimasta gravida in seguito ad uno stupro di gruppo da parte di alcuni soldati serbi cattivi, comunisti e senza dio, per rimanere fedele ad i suoi principi,aveva preferito non abortire ed era stata costretta a partorie e crescere il frutto di quella violenza, in quel periodo qualche nazionalista croato prese spunto da questa storia, per mandare alle agenzie giornalistiche occidentali, la notiza che una suora croata era stata violentata dai serbi, e pur di non assassinare il frutto inocente di quella violenza aveva partorito ed era costretta a crescere il frutto della violenza, naturalmente i media occidentali si guardarono bene dal porsi domande sulla veridicità della notizia, e siccome a quei tempi la guerra del regime croato contro il popolo serbo era presentato como lo scontro dei popoli liberi contro l'ultimo regime comunista europeo, la povera suorina indifesa, fu presentata come simbolo della barbarie comunista, e del nazionalismo serbo, naturalmente a guerra finita, i giornalisti che si recarono in croazia per intervistare la povera suora, scoprirono la sua inesistenza, così come i loro colleghi anni prima, poterono constatare l'inesistenza dei morti durante il fantomatico massacro di Timisuara.
    La cosa che fa rabbia, e che dopo decenni di menzogne, ogni quavolta che l'occidente fa propaganda di guerra, per giustificare l'invasione di paesi stranieri, la gente continua a credere fideisticamente a qualunque cosa gli raccontino i media
    O dio po con le piene e le alluvioni, fai morire i polentoni
    o dio polesine con i tuoi affluenti belli, fai morire solo quelli
    o dio bacchiglione dalle acque blu, fa che dopo le alluvioni non ne nascano più
    Grazie maresciallo Tito

  3. #3
    voglio pocket money
    Data Registrazione
    21 Jan 2011
    Messaggi
    719
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Amina la blogger lesbica misteriosamente scomparsa forse non esiste

    Citazione Originariamente Scritto da don Peppe Visualizza Messaggio
    ...una donna che si era definita «sua amica personale», Sandra Bagaria, ha indicato al Nyt, alla Bbc e ad Al Jazeera, non solo di non averla mai incontrata, ma di non avere neppure mai comunicato con lei attraverso Skype. I ripetuti contatti tra le due sono avvenuti soltanto scambiando circa 500 email da gennaio, senza ovviamente mai vedere il suo viso.
    ... che AMICIZIA ...
    "pecoroni !"

  4. #4
    voglio pocket money
    Data Registrazione
    21 Jan 2011
    Messaggi
    719
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Amina la blogger lesbica misteriosamente scomparsa forse non esiste

    ... comunque almeno Sandra Bagaria,
    se è questa Sandra Bagaria - Executive Assistant to Executive Director/Chief curator
    ... pare che esista
    "pecoroni !"

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Apr 2009
    Località
    commemoratemi sto carso
    Messaggi
    17,891
    Mentioned
    1187 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito una piccola considerazione sulla libertà in Siria

    fin da quando ho appeso la notizia della scomparsa di questa fantomanica Amina, ho sempre dubitato della sua esistenza e sospettato che si trattasse di un imbroglio ideato da uno o più terroristi prezzolati dai sionisti e dagli americani, che hanno creato un blog, intestandolo ad una persona inesistente, contattado via internet qualche persona disposta a dargli credito acriticamente, ed a diffondere le proprie menzogne sulla Siria presso i media di regime occidentali, già ieri la notizia che ho postato mi era giunta da persone che ritengo molto affidabile circa quello che succede in Siria, e quanto scritto su quest'articolo rende percentualmente molto bassa la possibilità che questa fantomatica Amina esista, ma indipendentemente dalla sua esistenza vorrei fare notare a quanti accusano il governo siriano di negare la libertà al popoli, che questo blog è stato aperto vari mesi prima dell'inizio del tentativo di colpo di stato finanziato da usa, isramerda e dai loro alleati, durante questi mesi intercorsi tra l'apertura del sito e l'inizio della guerra civile, chi ha mantenuto in vita questo blog, ha potuto accusare il governo siriano di essere una dittatura sanguinaria, liberticida, che faceva vivere il popolo nella miseria e perseguitava i gay, senza subira alcuna censura da parte del "regime" di quel cattivone di Assad, e senza che la polizia postale siriana si sia neppure posta il problema di identificare chi gestisce questo blog, permettendoci così di sapere già da tempo se sia veremante questa sedicente amina o qualcun altro, ed arrestala, assestarli o arrestalo a seconda se il sifo fosse gestito da amina, da un gruppo di persone o da un uomo, voglio vedere ne caso(naturalmente mi auguro che non avvenga mai) dovessero prendere il potere i terrosisti prezzolati da usa e isramerda, e come tutto lascia prevedere dovessero instaurare un regime islamico di tipo afghano, se sarà lasciataalle lesbiche o presunte tali, la stessa libertà di accusare il nuovo regime di omofobia e di negare i diritti umani
    O dio po con le piene e le alluvioni, fai morire i polentoni
    o dio polesine con i tuoi affluenti belli, fai morire solo quelli
    o dio bacchiglione dalle acque blu, fa che dopo le alluvioni non ne nascano più
    Grazie maresciallo Tito

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Apr 2009
    Località
    commemoratemi sto carso
    Messaggi
    17,891
    Mentioned
    1187 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito Rif: Amina la blogger lesbica misteriosamente scomparsa forse non esiste

    Citazione Originariamente Scritto da don Peppe Visualizza Messaggio
    La cosa che fa rabbia, e che dopo decenni di menzogne, ogni quavolta che l'occidente fa propaganda di guerra, per giustificare l'invasione di paesi stranieri, la gente continua a credere fideisticamente a qualunque cosa gli raccontino i media


    ve la ricordate l'infermiera kuwaitiana, che in lacrime sosteneva che quei cattivoni dei soldati iracheni, avevano ucciso i neonati nell'opedale di kuwait city?
    O dio po con le piene e le alluvioni, fai morire i polentoni
    o dio polesine con i tuoi affluenti belli, fai morire solo quelli
    o dio bacchiglione dalle acque blu, fa che dopo le alluvioni non ne nascano più
    Grazie maresciallo Tito

  7. #7
    voglio pocket money
    Data Registrazione
    21 Jan 2011
    Messaggi
    719
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: una piccola considerazione sulla libertà in Siria

    Citazione Originariamente Scritto da don Peppe Visualizza Messaggio
    [B]vorrei fare notare a quanti accusano il governo siriano di negare la libertà al popoli, che questo blog è stato aperto vari mesi prima dell'inizio del tentativo di colpo di stato finanziato da usa, isramerda e dai loro alleati, durante questi mesi intercorsi tra l'apertura del sito e l'inizio della guerra civile, chi ha mantenuto in vita questo blog,
    Io non ho capito se è questo Amina Arraf's Attempts At Art (and Alliteration): This blog ... what it is and what it is not
    o se ce n'è un altro

    Se è che ho trovato ... lo ha aperto nel 2007 e ci ha scritto 3 ca.cate
    ... per il resto sembra più la mobilitazione sul web ....
    "pecoroni !"

  8. #8
    voglio pocket money
    Data Registrazione
    21 Jan 2011
    Messaggi
    719
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Amina la blogger lesbica misteriosamente scomparsa forse non esiste

    Secondo questo articolo ce n'è un altro sotto pseudonimo http://it.paperblog.com/siria-seques...-arraf-423382/
    Articolo da Global Voices

    La fama di Amina Arraf è cresciuta rapidamente. Nel suo blog , in cui scrive con lo pseudonimo di Amina Abdullah, si occupa di politica, della recente sollevazione e dell'essere lesbica in Siria. In queste ultime settimane le parole della giovane, che possiede la doppia cittadinanza siriana e americana, hanno mostrato con efficacia la realtà del Paese.
    Ieri, sul suo blog è comparso un post che avvertiva del suo rapimento da parte delle autorità siriane. La cugina Rania O. Ismail scrive:
    "Intorno alle 6 di questa mattina, a Damasco, Amina si trovava nei pressi della stazione degli autobus di Abbasiyyin, vicino a via Fares al Khouri. Era lì insieme a un'amica per incontrare una persona del Comitato locale di coordinamento.Amina aveva detto alla ragazza che sarebbe andata lei per prima, e si sono separate. A quanto pare aveva riconosciuto la persona che doveva incontrare, ma proprio in quel momento è stata raggiunta e portata via da tre uomini sulla ventina, mentre l'amica si trovava ancora nelle vicinanze. Secondo quest'ultima (che preferisce restare anonima) i giovani erano armati, e uno è stato colpito da Amina, che le ha gridato di andare a cercare il padre.Uno dei tre ha messo una mano sulla bocca di Amina, per poi spingerla in una Dacia Logan rossa che aveva sul finestrino un adesivo di Basel Assad [il fratello defunto del presidente Bashar, ndT]. La testimone non è riuscita a prendere il numero di targa e si è immediatamente recata dal padre di Amina.
    Si presume che gli uomini siano membri di uno dei servizi di sicurezza delle milizie del partito Baath. Non sappiamo dove si trovi Amina, se in prigione o trattenuta altrove in città."


    Poche ore dopo, la cugina di Amina ha pubblicato un aggiornamento:

    "Ho parlato al telefono con entrambi i genitori, l'unica cosa di cui siamo certi è che è scomparsa. Il padre sta disperatamente cercando di capire dove sia e chi l'abbia rapita.
    Purtroppo, in Siria ci sono almeno 18 corpi di polizia, insieme a diverse bande e milizie affiliate al partito. Non siamo a conoscenza di chi l'abbia portata via, perciò non sappiamo a chi rivolgerci. Potrebbe essere stata espulsa a forza.
    Altre persone della famiglia sono state arrestate in passato, e in base alla loro esperienza riteniamo probabile che Amina verrà rilasciata relativamente presto. Se avessero voluto ucciderla l'avrebbero già fatto.
    Questo è quello per cui tutti noi stiamo pregando."

    Solo poche settimane fa, The Guardian aveva dedicato un articolo alla scalata al successo di Amina, che veniva definita “un'improbabile eroina della rivolta in un Paese conservatore”.
    Su Twitter, tramite la hashtag #FreeAmina, gli amici e i lettori della ragazza si sono mobilitati in suo favore, mentre su Facebook è stata creata la pagina Free Amina Abdalla | Syrian Blogger, in cui si esortano i sostenitori a contattare giornalisti, personaggi pubblici e l'ambasciata americana del proprio Paese per chiederne il rilascio.

    Fonte:Global Voices


    Autore:Scritto da Jillian C. York · tradotto da Alice Rossi




    il blog sarebbe questo A Gay Girl in Damascus
    Ultima modifica di giovanni allevi; 09-06-11 alle 18:14
    "pecoroni !"

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Apr 2009
    Località
    commemoratemi sto carso
    Messaggi
    17,891
    Mentioned
    1187 Post(s)
    Tagged
    25 Thread(s)

    Predefinito preparativi ai piagnistei per gli stupri in Libia

    quando finì la guerra contro il popolo serbo, per nascondere il fatto che in quel periodo periti ed osservatori provenienti da tutto il mondo sebbene stesero setacciando tutto il Kosovo con lo scopo di trovare le fantomatiche fosse comuni, con i cadaveri di decine di migliaia di albanesi uccisi dal'esercito serbo, non ne riuscissero a trovare neppure una(non ci sono riusciti neppure in seguito, dato che in Kosovo non è stata trovata alcuna fossa comune), preferirono spostare l'attenzione sulle centinaia o addirittura migliaia di bambini che nascevano ogni giorno in Kosovo, a causa degli stupri etnici, arrivando addirittura arrivando a millantare villaggi in cui tutte le donne al di sotto dell'età della menopausa, erano state violentate dai soldati serbi, adesso tra qualche mese sui media di regime si prospettano gli stessi piagnistei, dato che già oggi i cacainchiosto di regime già hanno dato per certa la notizia, delle ingenti quantità di viagra donate da Gheddafi all'esercito, per permettere ai militari di violentare le donne senza fare cilecca


    -------------------------------------------------------------------------------
    «Gheddafi ha ordinato violenze sessuali in serie e distribuito stimolanti ai soldati» - Corriere della Sera

    LA CORTE PENALE INTERNAZIONALE

    «Gheddafi ha ordinato violenze sessuali
    in serie e distribuito stimolanti ai soldati»

    «Ci sono le prove. Anche delle scomparse forzate»
    ha detto all'Onu il procuratore Moreno-Ocampo



    MILANO - Ci sono le prove che il leader libico, Muammar Gheddafi, ha ordinato «violenze sessuali in serie» dopo aver fatto distribuire stimolanti sessuali tipo Viagra ai soldati Lo ha sostenuto il procuratore Luis Moreno-Ocampo, l'alto magistrato che ha inoltre dichiarato all' Afp di essere in possesso delle prove di «rapimenti, torture e scomparse forzate». Gheddafi potrebbe dunque essere la prima persona ad essere accusata dalla Corte penale internazionale (Cpi) di «scomparse forzate».

    LA RELAZIONE ALL'ONU - «È uno strumento del terrore», ha detto Moreno Ocampo alla sede delle Nazioni unite a New York, dove mercoledì è venuto presentare il suo dossier contro il regime libico Gheddafi è la prima persona ad essere accusata dal Cpi di scomparse forzate, una tecnica di repressione resa tristemente celebre dalle giunte cilena e argentina negli anni 70 e 80. Anche il figlio del leader libico, Saif al Islam, e il capo dell'Intelligence libica, Abdullah Senoussi, sono accusati dal procuratore di essere «responsabili di omicidi, arresti, detenzioni e scomparse contro i manifestanti non armati e presunti dissidenti».

    CRIMINI CONRO L'UMANITÀ - Il Cpi deve annunciare fra breve se incrimina Gheddafi di crimini contro l'umanità. L'accusa di «scomparse forzate »è utilizzata per la prima volta ma è importante chi si stabilisca che si tratta di crimini contro l'umanità«, ha sottolineato Luis Moreno-Ocampo.

    Redazione online
    08 giugno 2011(ultima modifica: 09 giugno 2011)
    Ultima modifica di don Peppe; 09-06-11 alle 18:19
    O dio po con le piene e le alluvioni, fai morire i polentoni
    o dio polesine con i tuoi affluenti belli, fai morire solo quelli
    o dio bacchiglione dalle acque blu, fa che dopo le alluvioni non ne nascano più
    Grazie maresciallo Tito

  10. #10
    voglio pocket money
    Data Registrazione
    21 Jan 2011
    Messaggi
    719
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Amina la blogger lesbica misteriosamente scomparsa forse non esiste

    ... il giudice Moreno Ocampo dice di avere le prove ... beh! vedremo che prove sono o se magari sono state "confezionate" ... certo che la tempistica è strana ...

    Le violenze ci sono purtroppo dappertutto nei luoghi di violenza ... bisogna solo vedere se certe notizie sono "pilotate e confezionate" ad arte ...
    ... il tutto purtroppo a scapito delle violenze vere
    "pecoroni !"

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 05-02-12, 21:38
  2. La storia di Amina, blogger lesbica siriana anti-governativa
    Di Canaglia nel forum Destra Radicale
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 10-05-11, 14:43
  3. LESBICA si LESBICA no...aprire le "porte" comunque?
    Di kanekorso nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 51
    Ultimo Messaggio: 08-09-07, 10:53
  4. La mafia non esiste... esiste... forse?
    Di Elettra_R. nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 32
    Ultimo Messaggio: 27-03-06, 00:04
  5. notizia di guerra tra siria ed usa misteriosamente scomparsa...
    Di Il Patriota nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 27-11-05, 23:03

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225