User Tag List

Pagina 1 di 9 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 85
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    04 Jun 2009
    Località
    Mein Reich ist in der Luft
    Messaggi
    11,094
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito SOCIALISMO NAZIONALE GERMANIA

    Sezione gestita da Avversario
    ████████

    ████████

    Gli umori corrodono il marmo

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    100% Antisistema
    Data Registrazione
    02 Dec 2010
    Località
    Berlin, Herz Europas
    Messaggi
    1,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: SOCIALISMO NAZIONALE GERMANIA




    OTTO STRASSER

    Otto Strasser nasce il 10 settembre 1897 in una famiglia di funzionari bavaresi. Suo fratello Gregor (che sarà uno dei capi del partito nazista ed un serio concorrente di Hitler) è maggiore di cinque anni. L'uno e l'altro beneficiano di solidi antecedenti familiari: il padre Peter, che si interessa di economia politica e di storia, pubblica sotto lo pseudonimo di Paaul Weger un opuscolo intitolato Das neue Wesen, nel quale si pronuncia per un socialismo cristiano e sociale. Secondo Paul Strasser, fratello di Gregor e Otto, "in questo opuscolo si trova già abbozzato l'insieme del programma culturale e politico di Gregor e Otto, cioè un socialismo cristiano sociale, che è indicato come la soluzione alle contraddizioni e alle mancanze nate dalla malattia liberale, capitalista e internazionale dei nostri tempi." Quando scoppia la Grande Guerra, Otto Strasser interrompe i suoi studi di diritto e di economia per arruolarsi il 2 agosto 1914 (è il più giovane volontario di Baviera). Il suo brillante comportamento al fronte gli varrà la Croce di Ferro di prima classe e la proposta per l' Ordine Militare di Max-Joseph. Prima della smobilitazione nell'aprile/maggio 1919, partecipa con il fratello Gregor, nel Corpo Franco von Epp, all'assalto contro la Repubblica sovietica di Baviera. Ritornato alla vita civile Otto riprende i suoi studi a Berlino nel 1919 e fonda la "Associazione universitaria dei veterani socialdemocratici". Nel 1920, alla testa di tre "centurie proletarie" resiste nel quartiere operaio berlinese di Steglitz al putsch Kapp (putsch d'estrema destra). Lascia poco dopo la SPD (Partito social-democratico) quando questa rifiuta di rispettare l'accordo di Bielefeld concluso con gli operai della Ruhr (questo accordo prevedeva il non-intervento dell'esercito nella Ruhr, la repressione degli elementi contro-rivoluzionari e l'allontanamento di questi dall'apparato dello Stato, nonché la nazionalizzazione delle grandi imprese), spostandosi dunque a sinistra dell'SPD. Tornato in Baviera, Otto Strasser incontra Hitler e il generale Ludendorff presso il fratello, che lo invita a legarsi al nazionalsocialismo, ma Otto rifiuta. Corrispondente della stampa svizzera e olandese, Otto si occupa, il 12 ottobre 1920, del congresso dell'USPD (Partito social-democratico indipendente) ad Halle, dove incontra Zinovev. Scrive su "Das Gewissen", la rivista di Moeller van den Bruck e Heinrich von Gleichen, un lungo articolo sul suo incontro con Zinovev. E' così che fa la conoscenza di Moeller van den Bruck che lo farà avvicinare alle proprie idee. Otto Strasser entrerà poco dopo nel ministero per gli approvvigionamenti, prima di lavorare, a partire dalla primavera del 1923, in un consorzio di alcolici. Tra il 1920 e il 1925 si attua nello spirito di Strasser una lenta maturazione ideologica data da esperienze personali (esperienza del fronte e della guerra civile, incontro con Zinovev e Moeller, esperienza della burocrazia e del capitalismo privato) e di diverse influenze ideologiche. Dopo il mancato putsch del 1923, l'imprigionamento di Hitler e l'interdizione del NSDAP che l'hanno seguito, Gregor Strasser si è ritrovato nel 1924 con il generale Ludendorff e il politico völkisch von Graefe alla testa del ricostituito partito nazista. Appena uscito di prigione Hitler riorganizza il NSDAP (febbraio 1925) e incarica Gregor Strasser della direzione del partito nel Nord della Germania. Otto allora raggiunge il fratello che l'ha chiamato. Otto sarà l'ideologo, Gregor l'organizzatore del nazismo in Germania settentrionale. Nel 1925 è fondato un "Comitato di lavoro dei distretti settentrionali e occidentali tedeschi del NSDAP" sotto la direzione di Gregor Strasser; questi distretti manifestano così la loro volontà d'autonomia (e di democrazia interna) nei confronti di Monaco. Inoltre il NSDAP settentrionale prende un orientamento nettamente gauchiste sotto l'influenza di Otto Strasser e di Jospeh Goebbels che espongono le loro idee in un quindicinale destinato ai quadri del partito, il "National-sozialistische Briefe". Dall'ottobre 1925 Otto dà al NSDAP del Nord un programma radicale. Hitler reagisce dichiarando inalterabili i venticinque punti del programma nazista del 1920 e concentrando nelle sue mani tutti i poteri decisionali del Partito. Richiama Goebbels nel 1926, convince Gregor Strasser proponendogli il posto di capo della propaganda, poi quello di capo dell'organizzazione del Partito, espelle infine un certo numero di gauchistes (segnatamente i Gauleiter della Slesia, Pomerania e Sassonia). Otto Strasser, isolato e in totale opposizione con la politica sempre più apertamente conservatrice e capitalista di Hitler, si decide finalmente a lasciare il NSDAP il 4 luglio 1930. Fonda subito la KGRNS, "Comunità di lotta nazional-socialista rivoluzionaria". Ma poco dopo la scissione strasseriana, due avvenimenti portarono alla marginalizzazione della KGRNS: anzitutto la "dichiarazione-programma per la liberazione nazionale e sociale del popolo tedesco" adottata dal Partito Comunista tedesco. Questo programma esercita sugli elementi nazionalisti anti-hitleriani una considerevole attrazione che li distoglierà dallo strasserismo ( peraltro già nell'autunno 1930 una prima crisi "nazional-bolscevica" aveva provocato l'uscita dalla KGRNS verso il Partito Comunista di tre responsabili: Korn, Rehm e Lorf); in seguito, anche il successo elettorale del Partito Nazista alle elezioni legislative del 14 settembre convinse molti naziona-socialisti della fondata validità della strategia hitleriana. La KGRNS è inoltre minata da dissensi interni che oppongono gli elementi più radicali (nazional-bolscevichi) alla direzione più moderata (Otto Strasser, Herbert Blank e il maggiore Buchrucker). Otto Strasser cerca di far uscire la KGRNS dall'isolamento avvicinando nel 1931 le SA del Nord della Germania che, sotto la guida di Walter Stennes, sono entrate in aperta ribellione contro Hitler (ma questo riavvicinamento, condotto sotto gli auspici del capitano Ehrhardt, le cui inclinazioni reazionarie sono conosciute, provoca l'uscita dei nazional-bolscevichi dalla KGRNS). Nell'ottobre 1931 Otto Strasser fonda il "Fronte Nero", destinato a raggruppare attorno alla KGRNS un certo numero di organizzazioni vicine, quali il gruppo paramilitare "Wehrwolf", i "Gruppi Oberland", le ex-SA di Stennes, una parte del Movimento Contadino, il circolo costituito attorno alla rivista "Die Tat" etc. Nel 1933, decimata dalla repressione hitleriana, la KGRNS si sposta in Austria poi, nel 1934, in Cecoslovacchia. In Germania, gruppi strasseriani clandestini sopravvivono fino al 1937, data in cui vengono smantellati e i loro membri imprigionati o deportati (uno di questi, Karl-Ernst Naske, dirige oggi gli "Strasser-Archiv"). Le idee di Otto Strasser traspaiono dai programmi che ha elaborato, gli articoli, i libri e gli opuscoli che i suoi amici e lui stesso hanno scritto. Tra questi testi, i più importanti sono il programma del 1925, destinato a completare il programma del 1920 del Partito Nazista, la proclamazione del 4 luglio 1930 ("I socialisti lasciano il NSDAP"), le "Quattordici tesi della Rivoluzione tedesca", adottate al primo congresso della KGRNS nell'ottobre 1930, il manifesto del "Fronte Nero" adottato al secondo congresso della KGRNS nell'ottobre 1931, e il libro Costruzione del socialismo tedesco, la cui prima edizione è del 1932. Da questi testi si trae un'ideologia coerente, composta di tre elementi strettamente legati tra loro: il nazionalismo, l'"idealismo völkisch" e il "socialismo tedesco". 1) Il nazionalismo. Otto Strasser propone la costituzione di uno Stato pan-tedesco (federale e democratico) "da Memel a Strasburgo, da Eupen a Vienna" e la liberazione della nazione tedesca dal Trattato di Versailles e dal Piano Young. Auspica una guerra di liberazione contro l'Occidente ("Salutiamo la Nuova Guerra"), l'alleanza con l'Unione Sovietica ed una solidarietà internazionale anti-imperialista tra tutte le Nazioni oppresse. Otto Strasser se la prende vigorosamente anche con gli ebrei, la Massoneria e L'Ultramontanismo (questa denuncia delle "potenze internazionali" sembra ispirarsi ai violenti pamphlets del gruppo Ludendorff). Ma le posizioni di Otto Strasser si evolvono. Durante il suo esilio in Cecoslovacchia appaiono due nuovi punti: un certo filosemitismo (Otto Strasser propone che sia conferito al popolo ebraico uno statuto protettore delle minoranze nazionali in Europa e sostiene il progetto sionista - Patrick Moreau pensa che questo filosemitismo sia puramente tattico: Strasser cerca l'appoggio delle potenti organizzazioni anti-naziste americane) e un progetto di federalismo europeo che permetterebbe di evitare una nuova guerra. L'anti-occidentalismo e il filo-sovietismo di Strasser sfumano. 2) Al materialismo borghese e marxista Otto Strasser oppone un "idealismo völkisch" a fondamento religioso. Alla base di questo "idealismo völkisch" si trova il Volk concepito come un organismo di origine divina dalle caratteristiche fisiche (razziali), spirituali e mentali. La "Rivoluzione tedesca" deve, secondo Strasser, ri-creare le "forme" appropriate alla natura del popolo nel campo politico o economico così come in quello culturale. Queste forme sarebbero, in campo economico, il feudo (Erblehen); nel campo politico, l'auto-amministrazione del popolo tramite gli "Stande", cioè degli stati - stato operaio, stato contadino etc - e nel campo "culturale, una religiosità tedesca. Principale espressione dell' "idealismo völkisch", un principio d'amore in seno al Volk - riconoscendo ognuno negli altri le proprie caratteristiche razziali e culturali - che deve marcare ogni atto dell'individuo e dello Stato. Questo idealismo völkisch comporta il rifiuto da parte di Otto Strasser dell'idea di lotta di classe in seno al Volk a profitto d'una "rivoluzione popolare" degli operai-contadini senza classi medie (solo una piccola minoranza di oppressori saranno eliminati), la condanna dello scontro politico tra tedeschi: Otto Strasser propone un Fronte unito della base dei partiti estremisti e dei sindacati contro le loro gerarchie e contro il sistema. Questo idealismo völkisch sottintende lo spirito di "socialismo tedesco" decantato da Strasser e ispira il programma socialista strasseriano. Questo programma comporta i seguenti punti: parziale nazionalizzazione delle terre e dei mezzi di produzione, partecipazione operaia, il piano, l'autarchia e il monopolio dello Stato sul commercio esterno. Il "socialismo tedesco" pretende di opporsi al liberalismo come al marxismo. L'opinione di strasser sul marxismo è pertanto sfumata: "Il marxismo non aveva per Strasser alcun carattere "ebraico" specifico come per Hitler, non era l' "invenzione dell'ebreo Marx", ma l'elaborazione di un metodo d'analisi delle contraddizioni sociali ed economiche della sua epoca (il periodo del capitalismo selvaggio) messo a punto da un filosofo dotato. Strasser riconosceva al pensiero marxista come all'analisi dell'imperialismo di Lenin, una verità oggettiva certa. Si allontanava dalla Weltanschauung marxista a livello di implicazioni filosofiche ed utopiche. Il marxismo era il prodotto dell'era del liberalismo e testimoniava nel suo metodo analitico e nelle sue stesse strutture una mentalità la cui tradizione liberale risaliva al contratto sociale di Rousseau. L'errore di Marx e dei marxisti-leninisti stava, secondo Strasser, nel fatto che questi credevano di poter spiegare lo sviluppo storico tramite i concetti di rapporto di produzione e di lotta di classe allorquando questi apparivano validi limitatamente al periodo del capitalismo. La dittatura del proletariato, l'internazionalismo, il comunismo utopico non erano più conformi ad una Germania nella quale era cominciato un processo di totale trasformazione delle strutture spirituali, sociali ed economiche, che portava alla sostituzione del capitalismo con il socialismo, della lotta di classe con le comunità di popolo e dell'internazionalismo con il nazionalismo. La teoria economica marxista rimaneva uno strumento necessario alla comprensione della storia. Il marxismo filosofico e il bolscevismo di partito, perdono significato nello stesso momento in cui il liberalismo entra in agonia". 3) Il "socialismo tedesco" rifiuta il modello proletario così come il modello borghese e propone di conciliare le responsabilità, l'indipendenza e la creatività personali con il sentimento dell'appartenenza comunitaria ad una società di lavoratori di classi medie e, più particolarmente, di contadini. "Strasser, come Junger, sogna un nuovo "Lavoratore", ma di un tipo particolare, il tipo "contadino", che sia operaio-contadino, intellettuale-contadino, soldato-contadino, altrettante facce di uno sconvolgimento sociale realizzato con la dislocazione della società industriale, lo smantellamento delle fabbriche, la riduzione delle popolazioni urbane e il trasferimento forzato dei cittadini verso il lavoro rigeneratore della terra. Per rendere in immagini contemporanee la volontà di rottura sociale della tendenza Strasser, si può pensare oggi alla Rivoluzione Culturale cinese o all'azione dei Khmer rossi in Cambogia". Otto Strasser vuole riorganizzare la società tedesca attorno al tipo contadino. Per fare questo, preconizza la spartizione delle terre, la colonizzazione delle regioni agricole dell'Est poco popolato e la dispersione dei grandi complessi industriali in piccole unità in tutto il paese - nascerebbe così un tipo misto operaio-contadino. Patrick Moreau non esita a qualificare Otto Strasser come "conservatore agrario estremista". Le conseguenze di questa riorganizzazione della Germania (e della socializzazione dell'economia che deve accompagnarla) sarebbero: una considerevole riduzione della produzione dei beni di consumo per il fatto dell' "adozione di un modo di vita spartano, in cui il consumo è ridotto alla soddisfazione quasi autarchica, a livello locale, dei bisogni primi", e "l'istituzione nazionale, poi internazionale, di una sorta di economia di baratto". Il socialismo tedesco rifiuta infine la burocrazia e il e il capitalismo privato (Strasser conosce i misfatti dei due sistemi) e propone la nazionalizzazione dei mezzi di produzione e della terra che saranno in seguito ri-distribuite a degli imprenditori sotto forma di feudi. Questa soluzione unirebbe, secondo Strasser, i vantaggi del possesso individuale e della proprietà collettiva.

    OTTO STRASSER - Twitzer.com
    LIBERTAD - JUSTICIA - DIGNIDAD
    PATRIA - SOCIALISMO - REVOLUCIÓN

    http://adversariometapolitico.wordpress.com/

  3. #3
    100% Antisistema
    Data Registrazione
    02 Dec 2010
    Località
    Berlin, Herz Europas
    Messaggi
    1,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: SOCIALISMO NAZIONALE GERMANIA

    Questo sarà un video molto divertente se capite il tedesco. É il discorso di inizio dell´anno 2011 della Merkel, con sottatitoli (quello che lei diceva, tradotto in quello che stava pensando). :sofico:

    LIBERTAD - JUSTICIA - DIGNIDAD
    PATRIA - SOCIALISMO - REVOLUCIÓN

    http://adversariometapolitico.wordpress.com/

  4. #4
    100% Antisistema
    Data Registrazione
    02 Dec 2010
    Località
    Berlin, Herz Europas
    Messaggi
    1,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: SOCIALISMO NAZIONALE GERMANIA



    DEUTSCHLAND, WACH AUF!!!!

    Ultima modifica di Avversario; 23-06-11 alle 12:54
    LIBERTAD - JUSTICIA - DIGNIDAD
    PATRIA - SOCIALISMO - REVOLUCIÓN

    http://adversariometapolitico.wordpress.com/

  5. #5
    100% Antisistema
    Data Registrazione
    02 Dec 2010
    Località
    Berlin, Herz Europas
    Messaggi
    1,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: SOCIALISMO NAZIONALE GERMANIA

    Rechtsanwalt beantragt beim VG Berlin einstweilige Verfügung wegen möglichem Terroranschlag in Berlin
    von Manuel Schmidt — veröffentlicht am 03.06.2011 um 072
    Bilder
    Blick in den Innenraum des Berliner Olympiastadions Bild: de.wikipedia.org
    Aufgrund des massiven Verdachtes auf einen nuklearen Terroranschlag am 26.06.2011 auf das Auftaktspiel der Frauen-Fußball-WM im Olympiastadion in Berlin hat Rechtsanwalt Torsten van Geest aus Essen nun einen einstweiligen Verfügungsantrag gegen die Bundeskanzlerin Frau Dr. Angela Merkel und den Landesinnenminister von Berlin Herrn Dr. Ehrhart Körting gestellt.

    Wie wir berichteten, kursiert zurzeit ein Video im Internet, das in sehr überzeugender Art und Weise auf einen möglichen nuklearen Terroranschlag am 26.06.2011 in Berlin hinweist. Mittlerweile tauchen durch die Arbeit aufmerksamer Bürger immer weitere Hinweise auf dieses geplante Ereignis auf und die Faktenlage verdichtet sich.

    In der außerordentlich umfassenden Antragsschrift des Rechtsanwaltes Torsten van Geest sind die meisten Indizien aufgeführt. Diese als Ganzes betrachtet ergeben ein äußerst erschreckendes Bild. Laut van Geest scheint ein sogenannter staatsterroristischer „Anschlag unter falscher Flagge“ („false flag operation“) das Olympiastadion in Berlin am 26.06.2011 zum Ziel zu haben. Die Planung gehe wahrscheinlich von ausländischen Geheimdiensten aus, um „diesen Anschlag als weiteren Akt islamistischen Terrors darzustellen und auf diese Weise in den Bevölkerungen der von dem Anschlag betroffenen Nationen die Akzeptanz weiterer Maßnahmen im internationalen Krieg gegen den Terror („war on terror“) herbeizuführen“.

    Van Geest kritisiert vehement Äußerungen der Medien und Politiker, die in öffentlichen Stellungnahmen ausschließlich als mögliche Täter eines unstreitig drohenden Terroranschlages auf europäischem und insbesondere auf deutschem Boden den Blick auf den sogenannten „islamistischen Terrorismus“ und dort namentlich auf das als „Al Kaida“ bezeichnete Terrornetzwerk lenken. Sich auf Aussagen namhafter Politiker sowie mehrerer ehemaliger Präsidenten der Vereinigten Staaten von Amerika stützend, macht van Geest unverkennbar deutlich, dass die größte Gefahr terroristischer Aktionen nicht vom islamistischen, sondern vom Staat selber verübten oder gelenkten Terrorismus, sog. Staatsterrorismus ausgehe. Als Beispiel führt er unter anderem die zweifelsfrei bewiesene Existenz der Nato-Geheimarmee namens „Gladio“ auf, die „auf fremden und mit hoher Wahrscheinlichkeit auch auf deutschem Territorium bereits Anschläge gegen die eigene Bevölkerung ausgeführt hat“, so der Antragsteller. Letztendendes sei das Ziel dieser Terrorakte, die Bevölkerung weltweit zur Aufgabe ihrer Nationalstaaten und zur Vereinigung zu einer „Eine-Welt-Regierung“ zu veranlassen.

    Wegen auffallend vieler Parallelen des möglicherweise geplanten Anschlages am 26.06.2011 und den durchgeführten Anschlägen am 11.09.2001 geht der Rechtsanwalt von Verbindungen zwischen Hollywood, globalistischen Konzernen und der Hochfinanz auf der einen Seite und islamistischen Radikalterroristen auf der anderen Seite aus, was er auch einleuchtend darzulegen weiß. Zusätzlich sind eine Vielzahl allgemein der Hochgrad-Freimaurerei zuordbare Signale erkennbar, auf die van Geest in der Antragsschrift im Detail eingeht. Die Summe der Indizien lassen ihn die Thematik keinesfalls als puren Zufall abtun, sondern verstärken vielmehr die Wahrscheinlichkeit, dass das Ausmaß der Gefahr die beantragten Maßnahmen rechtfertigt.

    Konkret fordert van Geest, dass Frau Dr. Angela Merkel gemäß ihres Amtseides Schaden vom Deutschen Volk abwendet, indem sie die Öffentlichkeit bis zum 26.06.2011 auf die Gefahr staatsterroristischer Anschläge „unter falscher Flagge“ hinweisen soll. Außerdem soll sie den Netzwerken der „Bilderberger“ und der „Atlantik Brücke“ unmissverständlich deutlich machen, dass die mit dem drohenden nuklearen Terroranschlag unter falscher Flagge beabsichtigten kriegerischen Handlungen mit anderen für den Anschlag fälschlich verantwortlich gemachten Nationen oder religiösen sowie ethischen Gruppen sowie Einschränkungen der Freiheitsrechte von ihr als Kanzlerin der Bundesrepublik Deutschland nicht unterstützt werden.

    Herrn Dr. Ehrhart Körting gibt er auf, dass unverzüglich ein streng geheimdienstunabhängiges Sondereinsatzkommando der Polizei Berlin zu bilden sei, welches zur Erkennung und Abwehr eines nuklearen oder konventionellen Terroranschlages auf deutschem Boden im Rahmen der Fußball-Weltmeisterschaft der Frauen in Berlin, insbesondere am 26.06.2011, bestimmt und geeignet sein soll, indem es Personen, die der Mitgliedschaft eines ausländischen Geheimdienstes, der Nato-Terrororganisation „Gladio“ oder anderer staatsterroristischer (…) Netzwerke verdächtigt sind, rund um die Uhr ab sofort und bis zur Beendigung der Frauen-Fußball-Weltmeisterschaft überwacht. Außerdem soll das Berliner Olympiastadion auf konventionelle Sprengstoffe sowie solche mit ionisierender Strahlung überwacht und vor dem In-Verkehrbringen im Umfeld des Stadions abgeschirmt werden. Des weiteren soll sichergestellt werden, „dass weder konventionelle noch nukleare Angriffe zu Lande, zu Wasser noch in der Luft auf das Berliner Olympiastadion am 26.06.2011 erfolgen können. Eine Rund-um-die-Uhr-Überwachung der unter dem Stadion befindlichen Erdgas-Lagerstätten und -zugänge des Energieversorgers GASAG sollen unterirdische Sprengungen verhindern. Sämtliche bei der Eröffnungszeremonie Anwendung findende Mittel und Werkzeuge sollen kriminaltechnisch auf ihre Waffentauglichkeit untersucht werden.

    Besonderen Wert legt Rechtsanwalt Torsten van Geest darauf, dass Übungen eines – konventionellen oder nuklearen – Terroranschlages am 26.06.2011 für die gesamte Dauer des Spieltages zu unterlassen und entsprechende Terrorübungen anderer Bundesländer und Nationen auf dem Territorium des Landes Berlin aus präventivpolizeilichen Gründen und wegen früherer Synchronizität von Übung und realem Anschlag zu untersagen sind. In der Vergangenheit haben Geheimdienste ihre Operationen oft schützend unter dem Deckmantel einer Übung durchführen können, ohne polizeilich kontrolliert, überwacht und gestoppt zu werden. Auch am Morgen des 11. September 2001 fanden Militärübungen mit Flugzeugen statt, die die Entführung von Linienflugzeugen simulierten.

    Van Geest hofft nun darauf, dass das Attentat und seine okkulten Zielsetzungen durch Verbreitung der Information vor dem mutmaßlich geplanten Ereignis verhindert und Menschenleben gerettet werden können.

    Der Antrag auf Erlass einer einstweiligen Anordnung von Rechtsanwalt Torsten van Geest vom 31.05.2011 kann unter folgendem Link heruntergeladen werden (Rechtsklick: Speichern unter): http://van-geest.de/images/stories/175V11.pdf


    Rechtsanwalt beantragt beim VG Berlin einstweilige Verfügung wegen möglichem Terroranschlag in Berlin — Extremnews — Die etwas anderen Nachrichten
    LIBERTAD - JUSTICIA - DIGNIDAD
    PATRIA - SOCIALISMO - REVOLUCIÓN

    http://adversariometapolitico.wordpress.com/

  6. #6
    100% Antisistema
    Data Registrazione
    02 Dec 2010
    Località
    Berlin, Herz Europas
    Messaggi
    1,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: SOCIALISMO NAZIONALE GERMANIA

    LIBERTAD - JUSTICIA - DIGNIDAD
    PATRIA - SOCIALISMO - REVOLUCIÓN

    http://adversariometapolitico.wordpress.com/

  7. #7
    100% Antisistema
    Data Registrazione
    02 Dec 2010
    Località
    Berlin, Herz Europas
    Messaggi
    1,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: SOCIALISMO NAZIONALE GERMANIA

    LIBERTAD - JUSTICIA - DIGNIDAD
    PATRIA - SOCIALISMO - REVOLUCIÓN

    http://adversariometapolitico.wordpress.com/

  8. #8
    100% Antisistema
    Data Registrazione
    02 Dec 2010
    Località
    Berlin, Herz Europas
    Messaggi
    1,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: SOCIALISMO NAZIONALE GERMANIA

    LIBERTAD - JUSTICIA - DIGNIDAD
    PATRIA - SOCIALISMO - REVOLUCIÓN

    http://adversariometapolitico.wordpress.com/

  9. #9
    100% Antisistema
    Data Registrazione
    02 Dec 2010
    Località
    Berlin, Herz Europas
    Messaggi
    1,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: SOCIALISMO NAZIONALE GERMANIA

    LIBERTAD - JUSTICIA - DIGNIDAD
    PATRIA - SOCIALISMO - REVOLUCIÓN

    http://adversariometapolitico.wordpress.com/

  10. #10
    100% Antisistema
    Data Registrazione
    02 Dec 2010
    Località
    Berlin, Herz Europas
    Messaggi
    1,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: SOCIALISMO NAZIONALE GERMANIA

    LIBERTAD - JUSTICIA - DIGNIDAD
    PATRIA - SOCIALISMO - REVOLUCIÓN

    http://adversariometapolitico.wordpress.com/

 

 
Pagina 1 di 9 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. l' ENI è il Socialismo Nazionale
    Di MaIn nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 12-08-12, 22:06
  2. Differenze tra Socialismo Nazionale e Sinistra Nazionale.
    Di Antimodernista nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 05-08-12, 14:52
  3. 27 MAGGIO 2011: CONVEGNO SOCIALISMO NAZIONALE/SINISTRA NAZIONALE
    Di msdfli nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 06-05-11, 23:17
  4. Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 25-10-05, 17:20
  5. Germania:Messa in ginocchio dal Socialismo.
    Di Mr. Hyde nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 157
    Ultimo Messaggio: 10-07-04, 18:03

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226