User Tag List

Visualizza Risultati Sondaggio: Chi voterai?

Partecipanti
20. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Partito Democratico - BERSANI premier

    4 20.00%
  • Sinistra Ecologia Libertà - BERSANI premier

    2 10.00%
  • Italia dei Valori - BERSANI premier

    0 0%
  • Popolo della Libertà - BERLUSCONI premier

    2 10.00%
  • Lega Nord - BERLUSCONI premier

    0 0%
  • Unione Nazionale - ALEMANNO premier

    3 15.00%
  • Federazione della Sinistra - FERRERO premier

    3 15.00%
  • Unione di Centro - Partito della Nazione - CASINI premier

    0 0%
  • Movimento 5 Stella - BUGANI premier

    0 0%
  • Radical - DELLA VEDOVA premier

    3 15.00%
  • Altri

    3 15.00%
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18
  1. #1
    Francpolitik
    Data Registrazione
    05 Jul 2010
    Località
    Pescara
    Messaggi
    6,171
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Italia: la sfida finale

    Nei giorni immediatamente successivi al raduno di Pontida del 2011, la maggioranza entra in fibrillazione. Alla verifica del 22 e del 23 l'esecutivo decide che è meglio non contarsi, mentre le opposizioni non presentano mozioni.
    Intanto approda in aula la proposta romana anti-Lega, fortemente voluta da Alemanno e Polverini che passa grazie ai voti di PD-UDC-IdV-Fli e buona parte del Pdl, mentre alcuni si astengono e vota contro la Lega.

    Nel bel mezzo della bufera nella maggioranza, il superministro dell'Economia porta in aula la tanto temuta manovra da 40 miliardi di euro: sono lacrime e sangue, blocchi agli stipendi, tagli indiscriminati, lotta dura all'evasione fiscale e proposte di taglio alle spese degli organi costituzionali.

    L'esecutivo traballa, l'UE spinge verso l'approvazione celere e intanto il PD si conferma primo partito nei sondaggi da qualche settimana. Berlusconi, che non esce in televisione per tutto il mese di luglio, fa sapere che l'esecutivo porterà all'approvazione della manovra dopo la pausa estiva mentre le opposizioni sommergono di emendamenti il testo di Tremonti.

    Passa la stagione calda e si arriva a settembre con il fiato rotto: la Confindustria clamorosamente appoggia incondizionatamente la manovra e a ruota seguono UDC e Fli, sull'onda della "responsabilità nazionale". Il malcontento in Lega e Pdl cresce alle stelle, i vertici dei due partiti sono sempre scortati e non escono più in pubblico temendo ritorsioni, così si giunge in pochi giorni all'aut aut definitivo di Bossi: prima meno tasse, poi si pensa al rigore.

    Tremonti chiede ai colleghi ministri di porre la fiducia sul provvedimento, ma l'esecutivo non trova il coraggio, mentre "Forza Sud" di Micciché annuncia l'uscita dal governo nel caso passasse la manovra.

    Le manifestazioni di piazza si fanno sempre più pressanti e alla votazione della manovra da 40 miliardi, alla Camera Tremonti ottiene la sua vittoria personale con 290 favorevoli, 160 contrari e oltre 180 astenuti (tra i quali buona parte del PD).

    Mentre si riunisce un vertice straordinario della Lega Nord, il Pdl si spacca, Alemanno fonda i suoi gruppi parlamentari autonomi mentre buona parte del partito del premier presenta una mozione di sfiducia contro il superministro dell'Economia, capeggiati da Galan e Micciché, sul piede di guerra contro l'esecutivo.

    Al Senato accade l'impensabile: la manovra non passa, Pisanu fonda i suoi gruppi autonomi uscendo dal Pdl mentre la Lega si da all'Aventino. E' il caos: Napolitano decide di intervenire di persona minacciando il governo "ormai incapace di affrontare i problemi del Paese", chiedendone esplicitamente le dimissioni.

    In Aula le opposizioni presentano le mozioni di sfiducia, e così la maggioranza collassa su sé stessa: Berlusconi, ormai sfiduciato di fatto, si presenta al Quirinale rassegnando le dimissioni il giorno stesso nel quale si sarebbe dovuta votare la mozione di sfiducia, ampiamente appoggiata da più parti.

    Finalmente la lunga agonia trova il suo epilogo, il centrosinistra organizza in fretta e furia le primarie per inizio dicembre, mentre Napolitano, dopo estenuanti consultazioni, invia il Paese alle urne per inizio marzo.

    Le Camere sono sciolte, la legge elettorale rimane la stessa, il debito pubblico aumenta vertiginosamente e le principali agenzie di rating lo declassano. L'Italia è nel caos, mentre a sinistra si organizza una salda coalizione, della quale sorprendentemente diviene premier Pierluigi Bersani, ottenendo il 42% degli oltre 4 milioni di votanti, lasciando al 38% il rivale Vendola e al 20% il sindaco di Firenze Matteo Renzi.

    Berlusconi tenta di rilanciare la sua immagine tornando a riproporre un secondo contratto con gli italiani, che però sembrano stanchi delle solite promesse. La Lega è ai ferri corti presentandosi nuovamente con il Pdl ma con larga parte della base in rivolta, mentre il terzo polo è un'entità astratta.

    Ecco la situazione alle elezioni del marzo 2012:

    CENTROSINISTRA: Pierluigi BERSANI premier




    Sostenuto da un Partito Democratico alle prese tra l'area liberaldemocratica e quella socialdemocratica, da Sinistra Ecologia Libertà che ha finalmente iniziato la fase di radicamento sul territorio trainando il PD a sinistra e da un'Italia dei Valori sempre più divisa tra Dipietristi e Demagistriani. La coalizione conta sull'appoggio anche di Verdi e Socialisti mentre Ferrero si presenta da solo.
    Il programma della coalizione è abbastanza lineare: si parte dall'abolizione delle leggi che hanno favorito il precariato, al finanziamento di ricerca e istruzione, dal taglio dei costi della politica, a quello dei centri di spesa. Presenta un progetto istituzionale abbastanza chiaro, che mantiene il Parlamentarismo dando poteri maggiori al premier (modello tedesco), con una politica estera che punta sul ritiro dall'Afghanistan mentre tace sulla questione libica.
    Riguardo all'immigrazione, la coalizione punta molto sull'integrazione, mentre è per l'applicazione ferrea della legge contro chi delinque. In materia energetica, punta molto sulle rinnovabili e sul gas come strumento di transizione nel breve termine.

    CENTRODESTRA: Silvio BERLUSCONI premier



    E' la maggioranza uscente: Giulio Tremonti è stato cacciato dal Pdl, la coalizione si presenta con un programma alquanto statalista, in difesa delle corporazioni di commercianti, artigiani e professionisti, ha nuovamente come obiettivo la riduzione delle tasse, con due aliquote una al 20% e una al 30%. E' sostenuta da ciò che rimane del Popolo della Libertà, guidato da Alfano, ombra del premier, e con dentro tutti i fedelissimi (Gelmini, Cicchitto, Frattini, La Russa, Galan, Formigoni, ecc.) e da una Lega Nord alle prese con il suo popolo, retta da Bossi stanco e poco convinto. La coalizione è per l'espulsione degli immigrati, per l'uscita progressiva dall'UE e per l'isolazionismo. Punto forte il Presidenzialismo, prima riforma da attuare. Infine presenta una drastica modifica della Costituzione, sottoponendo direttamente al governo tutti i Pubblici Ministeri e le forze dell'ordine. Ha messo dentro anche Ronchi e Urso, usciti da FLI e tornati all'ovile.

    CENTRO: Pierferdinando CASINI premier



    E' la coalizione del fantomatico Terzo Polo, sostenuto dalla sola Unione di Centro - Partito della Nazione. Non si presenta con FLI, in quanto entrati in contrasto sui temi etici, è un UDC allargata agli altri cattolici e moderati come Pisanu, Rotondi e Giovanardi. E' per le liberalizzazioni di alcuni settori pubblici e la privatizzazione di alcune aziende. Sostiene gli sgravi fiscali alle famiglie tradizionali ed è contro ogni riforma liberale in temi etici. E' velatamente anti abortista.

    GRILLO & CO.: Massimo BUGANI premier



    E' il movimento di Grillo, che presenta a candidato premier l'ex candidato sindaco di Bologna Massimo Bugani. Le ingerenze del comico bolognese sono però ancora forti, e alcune sparate stanno portando il movimento nel mare del mero qualunquismo, anche se ci sono molti giovani che si impegnano su temi chiari e concreti.

    Unione Nazionale: Gianni ALEMANNO premier




    Scaturito dalla secessione tra Alemanno e il Pdl, il movimento di destra sociale - nazionale, presenta un programma basato sostanzialmente sul mutuo sociale, il centralismo istituzionale e il contrasto totale all'immigrazione clandestina. In esso sono confluiti parecchi ex FLI ed è anche espressione dell'unione tra i gruppi di Alemanno e la Destra di Storace. Freddo sui temi etici, ha abbandonato nettamente la svolta di Fiuggi tornando al vecchio MSI.

    RADICALI E LIBERAL: Benedetto DELLA VEDOVA premier



    In esso è confluita la parte rimanente di FLI e una buona parte dei Radicali (Pannella, la Bonino è rimasta con il centrosinistra), unitisi per combattere insieme contro la dittatura della Chiesa sui temi etici. Molto diviso in campo economico, lotta strenuamente per passare la soglia di sbarramento al 4%.

    COMUNISTI: Paolo FERRERO premier



    Quanto rimane della FdS anti governista, abbandonata da molti verso SEL o verso il PD, è rimasta con il padre padrone Ferrero alla guida, alla ricerca disperata di superare il 4%. Sostanzialmente presenta un programma leninista e marxista di statalizzazione delle industrie, collettivizzazione e lotta all'immigrazione, ritenuta dannosa per i lavoratori italiani e per gli stranieri che verrebbero a fare gli schiavi dei padroni.
    L'uomo è nato libero ma ovunque è in catene

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Super Troll
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    cancellato
    Messaggi
    50,416
    Mentioned
    1012 Post(s)
    Tagged
    40 Thread(s)

    Predefinito Rif: Italia: la sfida finale

    staffetta, conferma del governo attuale con Berlusconi dimissionario e Maroni premier, poi nel 2013 vedremo
    non piu' interessato a questo forum

  3. #3
    .
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Località
    Parma
    Messaggi
    2,995
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Italia: la sfida finale

    Liberalradicali.
    Senatore Imperiale,Patrizio dell’Impero,Duca Duce di Parmula,Placentula et Guastallula,Sovrintendente agli ‘Mperial vitigni di Sangiovese,Vicecomandante del FICA.

  4. #4
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,770
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Rif: Italia: la sfida finale

    Questa è oggettivamente dura.
    Da una parte UN sembrerebbe la garanzia militante, anche se Alemanno lo ammiravo prima della vergogna dell'Europride. E poi sono centralista, nero come il lutto. (cit.).
    Dall'altra parte però tra isolazionismo e l'espulsione totale degli immigrati... un po' sarei tentato.
    Francpolitik, puoi dire qualcosa in più sui temi etici del centrodestra berlusconiano e sulle scelte in politica estera di UN?
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

  5. #5
    Francpolitik
    Data Registrazione
    05 Jul 2010
    Località
    Pescara
    Messaggi
    6,171
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Rif: Italia: la sfida finale

    Citazione Originariamente Scritto da Defender Visualizza Messaggio
    Questa è oggettivamente dura.
    Da una parte UN sembrerebbe la garanzia militante, anche se Alemanno lo ammiravo prima della vergogna dell'Europride. E poi sono centralista, nero come il lutto. (cit.).
    Dall'altra parte però tra isolazionismo e l'espulsione totale degli immigrati... un po' sarei tentato.
    Francpolitik, puoi dire qualcosa in più sui temi etici del centrodestra berlusconiano e sulle scelte in politica estera di UN?
    dunque, sui temi etici centrodestra berlusconiano e UN vanno abbastanza d'accordo, anche se il Pdl è un po' più aperto al riconoscimento di una sorta di DICO fortemente depotenziato, ma viene subito riportato nei ranghi dalla Lega, che sembra quasi un partito confessionale.

    In politica estera UN è antiamericano e per un'alleanza con i paesi che garantiscano gli interessi nazionali, pur attenuando queste posizioni grazie al progetto di costruire un'Europa politica, libera dal giogo americano, quindi totalmente diversa dall'attuale UE.
    L'uomo è nato libero ma ovunque è in catene

  6. #6
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,670
    Mentioned
    348 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: Italia: la sfida finale

    Per me Berlusconi sta aspettando la scadenza del mandato di Napolitano per fare lui il presidente della repubblica. Quindi non si ricandiderà premier, se c'è una cosa sicura è questa.

    Ma Fini che fine ha fatto in questo scenario ?

  7. #7
    Francpolitik
    Data Registrazione
    05 Jul 2010
    Località
    Pescara
    Messaggi
    6,171
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Rif: Italia: la sfida finale

    Citazione Originariamente Scritto da Perseo Visualizza Messaggio
    Per me Berlusconi sta aspettando la scadenza del mandato di Napolitano per fare lui il presidente della repubblica. Quindi non si ricandiderà premier, se c'è una cosa sicura è questa.

    Ma Fini che fine ha fatto in questo scenario ?
    E' scomparso :giagia:
    L'uomo è nato libero ma ovunque è in catene

  8. #8
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,770
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Rif: Italia: la sfida finale

    Citazione Originariamente Scritto da Francpolitik Visualizza Messaggio
    dunque, sui temi etici centrodestra berlusconiano e UN vanno abbastanza d'accordo, anche se il Pdl è un po' più aperto al riconoscimento di una sorta di DICO fortemente depotenziato, ma viene subito riportato nei ranghi dalla Lega, che sembra quasi un partito confessionale.

    In politica estera UN è antiamericano e per un'alleanza con i paesi che garantiscano gli interessi nazionali, pur attenuando queste posizioni grazie al progetto di costruire un'Europa politica, libera dal giogo americano, quindi totalmente diversa dall'attuale UE.
    Allora non c'è nemmeno da dire, Uennino subito. :giagia:
    P.S. Completa ammirazione per la svolta anti-immigratoria di Ferrero. Se non ci fosse stata la reunion tra Camerati, avrei votato lui.
    Ultima modifica di Defender; 19-06-11 alle 18:55
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

  9. #9
    Nichilismo Cristiano
    Data Registrazione
    02 Apr 2004
    Località
    Parma
    Messaggi
    34,670
    Mentioned
    348 Post(s)
    Tagged
    29 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: Italia: la sfida finale

    Da ex-missino dico che agli ex missini non farei amministrare neanche un Vespasiano.
    PdL qui ha un bel programma, però ha lasciato entrare Urso, quindi non può essere un partito serio.
    Mi rimane solo Ferrero

  10. #10
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,770
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Rif: Italia: la sfida finale

    Ma no, ci sono fior fiore di amministratori capaci e competenti, tra chi in questo scenario sarebbe Uennino.

    P.S. Coalizioncina tripartita? PdL-UN-Commies?
    Ultima modifica di Defender; 19-06-11 alle 19:31
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Fini, sfida finale al Cavaliere: «Dimettiamoci, poi il voto»
    Di trenta81 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 58
    Ultimo Messaggio: 14-02-11, 13:40
  2. Sfida finale tra tutti i candidati premier l'11 su Raidue
    Di METALLO nel forum Destra Radicale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 04-04-08, 20:45
  3. Sfida finale tra DMN e NFM (spostato)
    Di Dark Knight nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 71
    Ultimo Messaggio: 23-02-07, 20:11
  4. **ELEZIONI PRESIDENZIALI DI POL: continua la sfida finale!!**
    Di Libero (POL) nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 09-01-03, 12:26
  5. **ELEZIONI PRESIDENZIALI DI POL: continua la sfida finale!!**
    Di Libero (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-01-03, 12:34

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226