User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 37
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    07 Aug 2010
    Messaggi
    636
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il piano Kalergi per L'Europa

    Tutte le fonti di quanto affermerò di seguito sono disponibili in "NOTE"...



    Il fenomeno dell'immigrazione in Europa non è un fenomeno "spontaneo" ma è figlio di un progetto nato dalla mente del Massone Richard Nikolaus di Coudenhove-Kalergi, un meticcio cosmopolita entrato nella Massoneria Viennese nel 1920(1), nel suo libro "Pan-Europa" il Massone Kalergi parla di un progetto pan-europeo e profetizza la formazione di una "Razza del futuro":

    « L'uomo del futuro sarà un misto razziale. Oggigiorno, razze e classi sono gradualmente destinate a scomparire per gli effetti di spazio, tempo e pregiudizi. La razza del futuro è Negroeurasiatica, simile in apparenza agli antichi egizi, e rimpiazzeranno la diversità dei popoli e la diversità dei singoli.»(2)

    subito dopo la stesura di questo progetto riceve le "attenzioni" dell'alta finanza giudaica nelle persone dell'ebreo Louis de Rothschild e dell'ebreo Max Warburg, quest'ultimo lo porta negli USA, nel 1925, per conoscere i finanzieri ebrei Paul Warburg e Bernard Baruch, il suo progetto riceve, da questi ebrei, lauti finanziamenti(60.000 marchi d'oro)(3)... Nel suo libro "Pan Europa" non mancano gli elogi al Giudaismo definito, cito:

    “il giudaismo è il seno dal quale sorge una nuova aristocrazia intellettuale europea, il nucleo attorno al quale si raggruppa l’aristocrazia dell’intelligenza”.(4)

    Con l'avvento del Nazionalsocialismo il massone Kalergi si schiera al fianco di alcuni ebrei per condannarne l'ideologia, tra gli altri Lion Feuchtwanger e Max Brod....(5)
    Dopo la guerra, il progetto giudaico e massonico di Kalergi, che aveva subito, come ovvio, una battuta d'arresto a causa della guerra, continua con la fondazione, nel 1948, dell'Unione Parlamentare europea che sboccherà dopo il Congresso dell'Europa a La Haye nel 1948 nella creazione del Consiglio d'Europa e del Parlamento europeo.
    Il Massone Kalergi è ancora oggi celebrato come uno dei padri di questa Europa, a partire dalla "Comunità europea del carbone e dell'acciaio" arrivando fino all'"inno alla gioia", fu un idea di Kalergi, infatti, quella di adottarlo come Inno Europeo(6), e a giudicare da quello che era il suo progetto, cioè un' europa meticcia dominata dall'intellighenzia ebraica, la cosa è piuttosto inquietante...





    NOTE:

    (1) Kelergi nella massoneria Viennese:
    Richard Nikolaus von Coudenhove-Kalergi - Wikipedia, the free encyclopedia
    (...)
    Pan-European political activist
    (...)
    In the early 1920s he joined a Masonic lodge at Vienna
    (....)



    (2)Kalergi e la "razza del futuro":
    Razza del futuro - Wikipedia



    (3)Kalergi e l'alta finanza ebraica(brano tratto dall'autobiografia di Kalergi):
    Practical Idealism - Richard Nicolaus Coudenhove Kalergi - (Praktischer Idealismus) - The Racist and Supremacist Roots of the European Union
    (...)
    "At the beginning of 1924, we received a call from Baron Louis de Rothschild; one of his friends, Max Warburg from Hamburg, had read my book and wanted to get to know us.To my great surprise, Warburg spontaneously offered us 60,000 gold marks, to tide the movement over for its first three years ....
    Max Warburg, who was one of the most distinguished and wisest men that I have ever come into contact with, had a principle of financing these movements.
    He remained sincerely interested in Pan-Europe for his entire life.
    Max Warburg arranged his 1925 trip to the United States to introduce me to Paul Warburg and financier Bernard Baruch."
    (...)





    (4) Kalergi elogia il Giudaismo:
    Richard Nikolaus von Coudenhove-Kalergi - Wikipedia, the free encyclopedia
    (...)
    "Instead of destroying European Jewry, Europe, against its own will, refined and educated this people into a future leader-nation through this artificial selection process. No wonder that this people, that escaped Ghetto-Prison, developed into a spiritual nobility of Europe. Therefore a gracious Providence provided Europe with a new race of nobility by the Grace of Spirit. This happened at the moment when Europe’s feudal aristocracy became dilapidated, and thanks to Jewish emancipation."
    (...)





    (5) Il massone Kalergi e gli ebrei, contro il Nazionalsocialismo:
    Richard Nikolaus von Coudenhove-Kalergi - Wikipedia, the free encyclopedia
    (...)
    Views on race and religion
    (...)
    Richard Nikolaus von Coudenhove-Kalergi - Wikipedia, the free encyclopedia
    by collaborating with Heinrich Mann, Arthur Holitscher, Lion Feuchtwanger, and Max Brod
    (...)





    (6) il massone Kalergi padre del "progetto europeo":
    Richard Nikolaus di Coudenhove-Kalergi - Wikipedia
    (...)
    È anche Coudenhove-Kalergi che ha lanciato l'idea nel 1923 di riunire il carbone tedesco e il minerale francese, progetto che si concretizzerà nel 1950 sotto il nome di Comunità europea del carbone e dell'acciaio.
    (...)
    Sempre Coudenhove-Kalergi per primo propose nel 1929 di adottare come inno europeo l'Inno alla gioia di Friedrich von Schiller su musica della Nona sinfonia di Ludwig van Beethoven. È inoltre l'autore nel 1930 della prima proposta di celebrare una giornata dell'Europa a maggio.
    (...)
    Dopo aver suggerito nel 1947 la creazione del primo francobollo europeo, è in questa città che fonda nel 1948 l'Unione Parlamentare europea che sboccherà dopo il Congresso dell'Europa a La Haye nel 1948 nella creazione del Consiglio d'Europa e del Parlamento europeo.




    Ultima modifica di Identitario; 27-06-11 alle 20:23

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    11 Apr 2010
    Messaggi
    534
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il piano Kalergi per L'Europa

    Non capisco quali benefici possa apportare questo obriobrioso misto razziale.

  3. #3
    Forumista
    Data Registrazione
    07 Aug 2010
    Messaggi
    636
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il piano Kalergi per L'Europa

    Citazione Originariamente Scritto da Palatinus Visualizza Messaggio
    Non capisco quali benefici possa apportare questo obriobrioso misto razziale.

    creerebbe una sub-umanità, consumatrice, omologata e senza identità, facilmente controllabile.

    lo dice chiaramente Kalergi nei suoi scritti.
    Ultima modifica di Identitario; 28-06-11 alle 20:47

  4. #4
    Forumista
    Data Registrazione
    07 Aug 2010
    Messaggi
    636
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il piano Kalergi per L'Europa

    La libertà di immigrazione nel mondo intero


    Guttmacher[1] ha dichiarato che un programma efficace di contraccezione sarà in grado di apportare un «significativo contributo a un nuovo ordine mondiale»
    G. Brock Chisholm[2], ex direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ha già definito in che modo questo nuovo ordine mondiale potrà essere realizzato:

    «Ciò che in tutti i luoghi la gente deve fare è praticare la limitazione delle nascite e i matrimoni misti (tra razze differenti), e ciò in vista di creare una sola razza in un mondo unico dipendente da un’autorità centrale»[3]
    Quando si dice chiarezza.
    Una commissione di razze già efficacemente tratteggiata nel 1925 da uno dei padri della Sinarchia europea, il massone d’alto grado Coudenhove Kalergi, fondatore della «Paneuropa», che nel suo libro «Praktischer Idealismus» vaticinava:

    «L’uomo del futuro sarà di sangue misto (…) La razza futura eurasiatica-negroide, estremamente simile agli antichi egiziani, sostituirà la molteplicità dei popoli, con una molteplicità di personalità».
    Collo di bottiglia, questo della fusione delle razze, obbligato per ogni progetto mirante alla cancellazione di fatto di ogni identità religiosa, etnica e nazionale. Dal 1989, riferisce la stampa specializzata, l’ufficio delle Nazioni Unite dell’Alto Commissariato per i Rifugiati è stato centrale per orchestrare migrazioni di massa di musulmani nord-africani in Europa e di slavi dei paesi dell’Est.
    Alla Francia, ad esempio, è stata assegnata una quota di 24 milioni di emigrati che ne cancelleranno letteralmente il volto e la storia.[4] Scriveva Maurice Caillet, fuoriuscito dalla massoneria dopo aver raggiunto il 18° grado, di Cavaliere Rosacroce, trattando della piaga dell’aborto nelle nostre contrade, in una lettera indirizzata al Ministro della Sanità francese Martine Aubry:

    «Tutte queste misure avranno, inoltre, il merito di risolvere il problema demografico che mette in pericolo le pensioni e che permette all’ONU di proporci un’immigrazione importante»[5]
    Se John Foster Dulles vivesse oggi potrebbe dirsi soddisfatto: gli Stati (fra cui l’Italia) hanno persino cambiato le proprie leggi per consentire un afflusso massivo e scarsamente controllato di extracomunitari sui loro territori, e la nuova battaglia ovunque proclamata dai mezzi di comunicazione sembra ormai essere quella contro il razzismo.
    Un razzismo affatto estraneo a popoli di grande memoria storica e culturale come l’italiano che, a fronte di un’invasione in poco tempo di qualche milione di africani che si contendono il pane con una gioventù che incontra serissime difficoltà di accesso ad un lavoro qualificato, a fronte di mali endemici come l’emigrazione verso l’estero, oggi ripresa, del nostro bel Sud, a fronte di una malavita organizzata sempre più arrogante, a fronte di uno Stato presente con solerzia solo a riscuotere tasse dai suoi cittadini piuttosto che a tutelarli e difenderli, reagisce con un senso di insofferenza e talvolta di rifiuto verso l’estraneo imposto in casa propria. Con la massima ipocrisia si etichetta come razzismo questo rifiuto, demonizzando chi fa notare come la Storia sia lì ad insegnare che operazioni d’innesto di una tradizione sopra un’altra, effettuate per lo più in tempi brevi, non siano né indolori né prive di forme di rigetto anche gravissime.
    Ma la Storia sembrerebbe oggi essere fatta dai mezzi di comunicazione, come osserva il massone Raymond Abellio, pseudonimo adottato nel dopoguerra da George Soulès (1907-1987), a firma di una produzione letteraria tutta intrisa di occultismo, astrologia e gnosi:

    «La nostra epoca di mass-media trasforma la soggettività della storia, che per lungo tempo non fu un problema che per i filosofi, vale a dire di un numero piccolo, in strumento universale per violare e plasmare la coscienza delle folle e, di conseguenza, in fattore politico essenziale e primario».
    Parole come logica, tolleranza e razzismo sembrano allora assumere sensi e valenze diverse a seconda dei popoli alle quali vengono applicate, appunto, dalla martellante grancassa mediatica: alla scomparsa di ogni religione e tradizione, fuse nella nuova razza senza memoria storica né principi, viene opposta la sopravvivenza e il consolidamento di un’unica tradizione e religione.
    Così, mentre il rabbino canadese Abraham Feinberg dalle colonne della «Maclean’s Review», rivista cristiana di Toronto, rivolgendosi ai suoi lettori, cattolici e protestanti, lanciava un appello:

    «La sola soluzione ai conflitti razziali è il matrimonio interrazziale, (…)» è dunque urgente che «(…) la legge incoraggi la mescolanza del sangue»,
    poiché:

    «il richiamo deliberato ai matrimoni interrazziali è il solo modo di accelerare il processo per eliminare totalmente i pregiudizi razziali e quindi le razze separate»
    sul New York Times appariva nel corso del 1974 una pubblicità a piena pagina, a cura del «National Commitee for Furtherance fo Jewish Education» (Comitato nazionale per la promozione dell’istruzione ebraica), indirizzata alla gioventù israelita, dove i matrimoni interrazziali venivano così stigmatizzati:

    «I matrimoni misti sono un suicidio nazionale e personale. Il mezzo più sicuro per distruggere un popolo è farlo sposare al di fuori della sua fede (…) Uomini e donne hanno la certezza di perdervi la loro identità. I valori e i principi che tanto hanno contribuito alla cultura e alla civiltà contemporanea scompariranno dalla faccia della terra.
    L’esperienza accumulata in tremila anni, il ricco retaggio di un popolo, tutto ciò che è assolutamente vostro sarà indegnamente annientato. Che pena! Che disastro! Che vergogna!»[6]

    ___________________________________________
    NOTE:
    [1] Membro del Bilberberg Group e fondatore nel 1965 con Gianni Agnelli dell’Istituto Affari Internazionale italiano
    [2] Membro del Movimento universale per una Federazione mondiale
    [3] «USA Magazine», 12/08/1955
    [4] In «Lectures Francaises», n. 528, aprile 2001, p. 38
    [5] Idem, giugno 2000, p. 42
    [6] Y. Mocomble, «Du viol des foules…», pp. 283-284

  5. #5
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    17 Feb 2011
    Località
    Roma
    Messaggi
    9,092
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il piano Kalergi per L'Europa

    L'idea di un'Europa unita comincia a farsi strada dopo la fine della prima guerra mondiale, come mezzo migliore per evitare che una nuova catastrofe si ripeta. Primo fra tutti Aristide Briand, ministro degli esteri francese, dove tiene anche un discorso alla Società delle Nazioni. Soltanto con il crollo della borsa di wall street e la grande depressione, si spingono i paesi verso la chiusura dei mercati e il nazionalismo economico.
    L'obiettivo primario di questa nascita era una maggiore integrazione dei mercati. Si parla di mercato, di capitale, non di razze..


  6. #6
    Forumista
    Data Registrazione
    07 Aug 2010
    Messaggi
    636
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il piano Kalergi per L'Europa

    Citazione Originariamente Scritto da Mitchell Visualizza Messaggio
    non di razze..
    il massone Kalergi, uno dei principali promotori, parlava anche di razze....

    leggi qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Razza_del_futuro
    Richard Nikolaus di Coudenhove-Kalergi[1]:
    (...)
    « L'uomo del futuro sarà un misto razziale. Oggigiorno, razze e classi sono gradualmente destinate a scomparire per gli effetti di spazio, tempo e pregiudizi. La razza del futuro è Negroeurasiatica, simile in apparenza agli antichi egizi, e rimpiazzeranno la diversità dei popoli e la diversità dei singoli. »


    http://it.wikipedia.org/wiki/Richard...enhove-Kalergi
    (...)
    È anche Coudenhove-Kalergi che ha lanciato l'idea nel 1923 di riunire il carbone tedesco e il minerale francese, progetto che si concretizzerà nel 1950 sotto il nome di Comunità europea del carbone e dell'acciaio.
    (...)
    Sempre Coudenhove-Kalergi per primo propose nel 1929 di adottare come inno europeo l'Inno alla gioia di Friedrich von Schiller su musica della Nona sinfonia di Ludwig van Beethoven. È inoltre l'autore nel 1930 della prima proposta di celebrare una giornata dell'Europa a maggio.
    Ultima modifica di Identitario; 29-06-11 alle 20:41

  7. #7
    Forumista junior
    Data Registrazione
    19 Jun 2011
    Messaggi
    26
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il piano Kalergi per L'Europa

    gli americani sono l'esempio della super-razza.

    Basta prendere un qualsiasi elenco del telefono americano e leggere:

    Inglesi
    Francesi
    Tedeschi
    Nordeuropei (svedesi danesi finlandesi norvegesi lapponi etc.)
    Italiani
    Cinesi
    Africani
    Irlandesi, Scozzesi, Gallesi

    e avanti così.

    Ecco perchè da sempre sostengo che la super-razza l'ha creata l'America e non il Fuhrer.
    Gli chiese "Come ti chiami?" e lui rispose "Mi chiamano Legi0ne, poichè siamo in molti dentro di lui" (Mc. 5,10)

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    Portovenere e La Spezia
    Messaggi
    45,351
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    58 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il piano Kalergi per L'Europa

    Citazione Originariamente Scritto da Palatinus Visualizza Messaggio
    Non capisco quali benefici possa apportare questo obriobrioso misto razziale.
    Dal punto di vista estetico ha solo da migliorare.

    ....... chiaro unito a buona alimentazione e attività sportiva.


    ........ se non bestemmio oggi .......


  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    Portovenere e La Spezia
    Messaggi
    45,351
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    58 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il piano Kalergi per L'Europa

    Citazione Originariamente Scritto da Legi0ne Visualizza Messaggio
    gli americani sono l'esempio della super-razza.

    Basta prendere un qualsiasi elenco del telefono americano e leggere:

    Inglesi
    Francesi
    Tedeschi
    Nordeuropei (svedesi danesi finlandesi norvegesi lapponi etc.)
    Italiani
    Cinesi
    Africani
    Irlandesi, Scozzesi, Gallesi

    e avanti così.

    Ecco perchè da sempre sostengo che la super-razza l'ha creata l'America e non il Fuhrer.
    Ma poi arrivarono i Mc Donald e divennero una cesso-razza.


    ........ se non bestemmio oggi .......


  10. #10
    Forumista
    Data Registrazione
    07 Aug 2010
    Messaggi
    636
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Il piano Kalergi per L'Europa

    Citazione Originariamente Scritto da dDuck Visualizza Messaggio
    Dal punto di vista estetico ha solo da migliorare.
    1) tua opinione personale
    2) un presunto "miglioramento estetico" non è sufficiente a giustificare l'eliminazione del popolo bianco, ciò viola i diritti umani...

    Il 9 dicembre 1948 fu adottata, con la risoluzione 260 A (III), la Convenzione per la prevenzione e la repressione del delitto di genocidio che, all'articolo II, definisce il genocidio come:
    Uno dei seguenti atti effettuato con l'intento di distruggere, totalmente o in parte, un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso in quanto tale:

    • Uccidere membri del gruppo;
    • Causare seri danni fisici o mentali a membri del gruppo;
    • Influenzare deliberatamente le condizioni di vita del gruppo portandolo alla sua distruzione fisica totale o parziale;
    • Imporre misure tese a prevenire le nascite all'interno del gruppo;
    • Trasferire forzatamente bambini del gruppo in un altro gruppo.

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Il piano Kalergi: il genocidio dei popoli europei
    Di Totaler Krieg nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10-10-13, 00:05
  2. Il piano Kalergi per il genocidio dei popoli europei
    Di Avanguardia nel forum Socialismo Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 14-12-12, 10:18
  3. Coudenhove-Kalergi
    Di Der Goerzer nel forum Politica Europea
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 16-01-09, 08:52
  4. Piano anti-famiglia in Europa
    Di merello nel forum Cattolici
    Risposte: 94
    Ultimo Messaggio: 13-07-08, 20:35
  5. Kalergi, Profeta Dell'europa Meticcia
    Di Jenainsubrica nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 14-11-05, 07:40

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226