User Tag List

Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 60
Like Tree12Likes

Discussione: I corpi incorrotti

  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Messina
    Messaggi
    18,415
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito I corpi incorrotti

    IL MISTERO DELLE CONSERVAZIONI PRODIGIOSE

    Una sezione a parte è senz'altro da riservare alla complessa e vasta mole di notizie che vanno sotto la denominazione "Miracolistica religiosa". Abbiamo visto che, in ogni tempo, eventi inspiegabili sono stati 'collocati' dall'uomo sotto una sfera 'divina', alla quale attribuire un prodigio o un evento soprannaturale. Tali fatti sono stati spesso impressi per sempre nelle rocce, nelle opere d'arte, nei monumenti oppure - sui luoghi dei presunti 'prodigi' - sono sorte stele, santuari o cappelle votive. Questo non riguarda solo la religione, fa parte del sentimento di spiritualità che l'uomo ha in sé.

    Questi 'prodigi' non dovrebbero aggiungere né togliere nulla alla vera Fede, poiché chiunque Creda non abbisogna di miracoli (come chi non crede difficilmente si lascia 'influenzare'). Ma, dal punto di vista conoscitivo e scientifico, sono molto interessanti perché ci portano ad interrogarci sulla loro 'natura', sulla loro 'portata' e collocazione nella nostra 'realtà'. Anche perché molti di essi perdurano e sono contemporanei a noi.#

    Possiamo " riassumere" la Miracolistica religiosa in più sezioni:
    1) Fenomeni biologici a carico di animali e vegetali; quando riguardano gli esseri umani si definiscono Conservazioni prodigiose.
    2) Fenomeni fisici
    3)Produzione di sostanze:sangue,sudore,manna

    Biologia vegetale: quando i fenomeni sono sempre osservabili, vanno sotto il nome di 'fenomeni botanici permanenti' (roseto senza spine di S. Francesco, ecc.). Cito, tra i numerosi, quello di Ischitella (FG), dove - presso il Convento di S.Francesco che qui avrebbe operato un prodigio - esiste una vera stranezza botanica: un albero chiamato 'Pino meraviglia' o 'Leggendario' sembra pietrificato e ha delle radici aereee, ossia fuori dalla terra che - secondo alcuni - sono un completamento di quelle sotterranee - secondo altri sarebbero le uniche. In pratica l'albero avrebbe le radici fuori e i rami sotto terra. Secondo l'esoterismo, questo rappresenterebbe il processo della manifestazione cosmica dall'alto verso il basso(simbologia presente in molti testi antichi Indù e nella dvina Commedia, Purgatorio,XXIII-XXV).

    Molti corpi di Santi/e o Beati/e sono conservati in luoghi di culto cristiani e ad essi attribuito un valore speciale. Si tratta dei corpi incorrotti di personaggi che spesso emanano tuttora un profumo (insolito per defunti 'secolari' per giunta!), e che in vita (o successivamente sotto forma di 'visione') hanno operato fenomeni straordinari. Oppure, come nel caso di S.Caterina Fieschi Adorno, il cui corpo incorrotto si trova nella chiesa della SS. Annunziata di Portoria, stigmatizzati (questa santa aveva una ferita costale dove l'aria "entrava ed usciva",viene detto). Noto è il ritrovamento della lingua e delle corde vocali ritrovate intatte di S.Antonio da Padova, che sono conservate nel Tesoro della Basilica in apposite e preziose urne-reliquiario. S. Chiara d'Assisi fu invece ritrovata incorrotta nel nel 1850 ed esposta in una teca di vetro per i pellegrini che si recano nella chiesa omonima ad Assisi; ma certamente singolare è il caso di S.Caterina dè Nigri, conservato nel Santuario del Monastero del Corpus Domini, a Bologna, di cui fu la Fondatrice e Badessa. Morì nel 1463 e venne sepolta nella semplice terra. Subito,si verificarono miracoli e guarigioni presso la sua tomba e dopo soli 18 giorni venne esumata; il suo corpo profumava soavemente ed era ancora fresco e morbido, e trasudava un liquido non ben specificato,di fiori e muschio,che venne raccolto in apposite ampolle. Nel 1475 lo si volle esporre alla venerazione dei fedeli, in posizione seduta e pare che allora il corpo si irrigidì ma, su comando della badessa, si mise nella posizione che si può ancor oggi verificare: seduta su una cattedra, con gli occhi aperti, vestita con la tonaca. Molti viaggiatori che visitarono questo sconcertante corpo, ne narrarono le vicende che accompagnarono il suo ritrovamento, e descrivono come le monache clarisse dovessero tagliarle regolarmente le unghie e tagliarle i capelli perchè continuavano a crescerle. Ancora oggi, il corpo della santa trasuda un liquido limpido che imbeve le vesti e le suore devono cambiarla periodicamente e prendersi cura di lei. Fu canonizzata nel 1712. Un sito dedicato a lei http://www.provincia.bologna.it/port...e00/santa.html

    L'elenco dei corpi conservati incorrotti è davvero molto lungo.

    Una sezione a parte meritano le conservazioni prodigiose non legate al culto religioso: il fenomeno secondo cui un corpo o una parte anatomica di esso si mantiene in buono stato conservativo anche dopo molti anni dalla sua morte biologica, SENZA interventi artificiali. I casi sono tantissimi e ovviamente non tutti studiati, dal momento che una spiegazione 'scientifica' molte volte è inapplicabile. Trovandoci di fronte ad una conservazione di tipo "naturale", ad esempio dovuta a condizioni climatiche favorevoli come le sabbie del deserto, quindi mummificatesi per disseccamento oppure spontaneamente ad opera di particolari agenti (muffe,ecc.), non sembra di doversi 'stupire'più di tanto, oppure quando si ritrovano corpi mummificati con speciali tecniche (es. Egizie).


    Corpo incorrotto di Santa Catherine Labouré
    Immagine dal sito Association de la Médaille Miraculeuse

    Mi è parso interessante inserire l'argomento dopo una visita al Duomo di S. G. Battista a Monza (che conserva la famosissima "Corona ferrea") e all'attiguo Museo Serpero, dove è conservata una 'mummia' naturale. Non tutti sanno, infatti, che dietro un'anta che funge da 'planimetria' del cortiletto del Museo, è conservata questa 'reliquia'. Le ante sono due, una è chiusa a chiave mentre l'altra no e, se la si scosta, cela - all'interno di una vetrina - il corpo di Estore Visconti, che la storia narra essere stato ferito ad una gamba durante l'assedio alla città di Monza del maggio 1413. Pare morì dissanguato e fu sepolto nel Duomo, sotto il quale venne ritrovato allo stato di mummia nel 1711 e posto dove ora si trova. Pare che morì nei pressi di un suolo fangoso, nelle vicinanze del fiume Lambro, che ne avrebbe inglobato e così conservate le spoglie. L'assenza del sangue avrebbe contribuito al fenomeno.
    Oggi nessuno - praticamente - può sapere che c'è anche questa mummia da visitare (naturalmente il Museo è conosciuto in tutto il mondo per il famoso Tesoro della regina longobarda Teodolinda; tra l'altro conserva anche altri reperti interessantissimi) a meno che lo abbiate letto da qualche parte su aualche 'guida' specializzata (come è accaduto a me).
    Essa si presenta in stazione eretta, è priva del piede sinistro - che giace al di sotto - e di una parte di gamba. La ferita fu causata da una pietra lanciata da una 'spingarda'. Appare in buono stato conservativo: si notano le unghie, i denti, la pelle che ha assunto un colore brunito. Le mani quasi incrociate sulla parte inferiore dell'addome, ed è stato coperto sommariamente da un telo a livello inguinale. L'espressione del volto è sofferente. Un semplice foglietto scritto a mano attesta l'identità della mummia (è appeso all'interno dell'anta). Questa conservazione è del tutto straordinaria in queste zone dal clima umido.
    A Venzone (UD) presso il Duomo di S. Andrea Apostolo. Nel 1647 si stavano facendo lavori di scavo nel Duomo, del '200, quando venne alla luce un sepolcro con un uomo ottimamente e miracolosamente conservato, che richiamò l'attenzione degli studiosi e scienziati del tempo. Si accorsero che - in poco più di un anno - delle 22 tombe ritrovate, in ben 12 si verificava una mumificazione 'spontanea' di corpi sepolti tra il 1646 e il 1881! Da quel tempo,furono estratte ben 39 mummie, che furono oggetto di studio da parte di alcune importanti università. Alcune andarono disperse, ma 22 rimasero esposte nel Battistero fino al 1976, anno del terremoto, e ne restarono 15, tra cui la prima ritrovata nel 1647. Nell' '800 il dr. Marcolini scrisse un libro su tale fenomeno, in cui ilustrava la sua teoria fisico-chimica. In tempi più recenti furono gettate ipotesi relativamente alla presenza di una muffa, l "Hypha bombicina", che aveva avuto il potere di causare una violenta disidratazione e quindi una mummificazione spontanea dei corpi. L'acqua dai corpi, infatti, era completamente assente, però il peso delle mummie - solo di otto Kg - è troppo esiguo rispetto all'origine. Si è portati a credere che coesista una trasformazione dei tessuti con demolizione graduale della molecola proteica, dovuta a fenomeni chimici allo stato delle conoscenze ancora sconosciuti.
    Un ritrovamento simile è avvenuto ad Urbania (PU), nella Chiesa di S.Giovanni Decollato. Oggi ne sono visibili 18, dei secoli tra il XIV-XVIII, di cui non tutte nello stesso stato conservativo (l'umidità dell'ambiente le sta deteriorando).
    A Palermo,presso il Convento dei Cappuccini. Un tempo, i monaci defunti venivano calati in una sorta di cisterna ricavata nel tufo e lì ammassati. Quale sorpresa fu quando,verso la fine del 1500, vennero alla luce i corpi 'interi con le carni flessibili e fresche'. Da qui diventò una 'prassi' eseguire mummificazioni 'artificiali' con procedimenti vari (fino al 1885, quando i monaci 'si decisero' ad obbedire al divieto, che era statto loro imposto ben 4 anni prima). Un caso a parte merita il corpo di Rosalia Lombardo, nata nel 1918 e morta il 6 dic.1920. Il suo corpicino fu imbalsamato dal dr. Solafia e si presenta fresco,come se la bimba dormisse: occhi chiusi e le palpebre con le ciglia, la pelle morbida e colorita e sulla testa un fiocco giallo a trattenere i capelli che ricadono a boccoli sulla fronte. Il procedimento misterioso utilizzato dal dr.Solafia non fu mai svelato, poichè egli non lo rivelò mai (almeno così ci è dato sapere!).
    Altre località (non legate a culti religiosi) in cui sono attestate conservazioni biologiche innaturali: Omegna (VB), Como, Milano, Castel S.Nicolò (AR), Ferentillo (TR), Roma, Napoli, Procida (NA), Otranto(LE), S.Stefano Quisquina (AG), Savona, Cagliari...

    Dal sito http://digilander.libero.it/Marisau/index.htm
    Ultima modifica di Tomás de Torquemada; 16-05-15 alle 01:34
    "Tante aurore devono ancora splendere" (Ṛgveda)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Sognatrice
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Piacenza
    Messaggi
    11,055
    Mentioned
    16 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I corpi incorrotti

    Citazione Originariamente Scritto da Tomás de Torquemada Visualizza Messaggio
    Molti corpi di Santi/e o Beati/e sono conservati in luoghi di culto cristiani e ad essi attribuito un valore speciale. Si tratta dei corpi incorrotti di personaggi che spesso emanano tuttora un profumo (insolito per defunti 'secolari' per giunta!), e che in vita (o successivamente sotto forma di 'visione') hanno operato fenomeni straordinari.
    Uno dei primi casi storicamente noti riguarda il corpo di santa Cecilia, che venne martirizzata nel 177 d.C. La teca in cui fu rinchiuso il cadavere venne riaperta nel 1599 e il corpo apparve intatto e, a detta di qualcuno, profumava di fiori. Un altro caso di perfetta conservazione è quello di santa Caterina da Genova, il cui corpo venne ritrovato incorrotto nonostante fosse conservato all'interno di una cassa putrida e ammuffita. Un caso ancor più singolare è quello di sant'Antonio da Padova. Quando il corpo venne esumato lo si trovò completamente polverizzato, ma sul fondo della bara venne ritrovata la lingua intatta e ancora morbida e rosa (la cosa curiosa è che da quel giorno sant'Antonio venne considerato un grande oratore, nonostante non vi sia alcun elemento storico che testimoni questa sua virtù).
    Occorre tuttavia osservare che in alcuni casi il corpo, ritrovato intatto a una prima esumazione, subì successivamente una più o meno rapida decomposizione. Un esempio celebre è quello di santa Bernadette Soubirous, la pastorella di Lourdes. La prima esumazione, avvenuta nel 1909 (a trent'anni dalla morte), trovò il corpo ben conservato. In quell'occasione venne lavato e rivestito. Dopo altri dieci anni, a una successiva esumazione, il corpo mostrò però i primi segni di decomposizione, tant'è che si dovettero prendere provvedimenti per preservarlo.



    Il corpo incorrotto di Bernadette Soubirous

    Il verificarsi di una decomposizione tardiva in seguito a una prima esumazione fornisce buoni elementi interpretativi del fenomeno. È infatti ragionevole pensare che la conservazione del cadavere avvenga grazie al verificarsi casuale di particolari condizioni fisiche, chimiche e microbiologiche che ne arresta i processi di decomposizione, indipendentemente dal livello di santità dell'individuo cui il corpo appartiene. Tutto sommato il fenomeno della mummificazione è più comune di quanto si pensi ed è ben compreso nei suoi aspetti generali. Si tratta in pratica di un processo di disidratazione, durante il quale i tessuti organici perdono acqua senza che si verifichino decomposizioni. Molti fattori possono favorire questo processo: l'alta temperatura, la bassa umidità e una buona ventilazione sono sicuramente condizioni favorevoli. Inoltre conta molto anche il rapporto peso/superficie del corpo. Infine il processo avviene più facilmente se è presente una modesta quantità di microorganismi. Tutti i corpi ben conservati, infatti, erano stati inumati in casse o urne evitando rigorosamente il contatto con il terreno che, come è noto, è ricco di microorganismi che facilitano i processi decompositivi. Anche le famose mummie egiziane devono la loro straordinaria conservazione soprattutto al particolare clima caldo e secco che caratterizza l'Egitto, anche se i trattamenti cui i cadaveri venivano sottoposti ne limitavano indubbiamente la decomposizione. Il profumo di fiori che avrebbe accompagnato l'esumazione di alcuni cadaveri, infine, può trovare sicuramente una spiegazione nell'uso di balsami e profumi usati al momento della tumulazione.



    Mi sembra però che l'uso di balsami e profumi non sia sufficiente a spiegare alcuni casi, come per esempio quello di Santa Caterina de' Vigri, il cui corpo (non sigillato) è seduto su un trono nella cappella del monastero delle Clarisse di Bologna. Sepolta nella nuda terra il giorno stesso della sua morte, il 9 marzo 1463, quando il suo corpo venne esumato non solo era ancora fresco e morbido, ma trasudava un liquido dall'odore di fiori e muschio, che venne raccolto in apposite ampolle come medicamento per i fedeli. Ancora oggi il corpo di Santa Caterina trasuda un liquido limpido che imbeve le vesti, tanto che le suore devono periodicamente cambiarla.



  3. #3
    Sognatrice
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Piacenza
    Messaggi
    11,055
    Mentioned
    16 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I corpi incorrotti

    Citazione Originariamente Scritto da Tomás de Torquemada Visualizza Messaggio
    A Venzone (UD) presso il Duomo di S. Andrea Apostolo. Nel 1647 si stavano facendo lavori di scavo nel Duomo, del '200, quando venne alla luce un sepolcro con un uomo ottimamente e miracolosamente conservato, che richiamò l'attenzione degli studiosi e scienziati del tempo. Si accorsero che - in poco più di un anno - delle 22 tombe ritrovate, in ben 12 si verificava una mumificazione 'spontanea' di corpi sepolti tra il 1646 e il 1881! Da quel tempo,furono estratte ben 39 mummie, che furono oggetto di studio da parte di alcune importanti università. Alcune andarono disperse, ma 22 rimasero esposte nel Battistero fino al 1976, anno del terremoto, e ne restarono 15, tra cui la prima ritrovata nel 1647. Nell' '800 il dr. Marcolini scrisse un libro su tale fenomeno, in cui ilustrava la sua teoria fisico-chimica. In tempi più recenti furono gettate ipotesi relativamente alla presenza di una muffa, l "Hypha bombicina", che aveva avuto il potere di causare una violenta disidratazione e quindi una mummificazione spontanea dei corpi. L'acqua dai corpi, infatti, era completamente assente, però il peso delle mummie - solo di otto Kg - è troppo esiguo rispetto all'origine. Si è portati a credere che coesista una trasformazione dei tessuti con demolizione graduale della molecola proteica, dovuta a fenomeni chimici allo stato delle conoscenze ancora sconosciuti.
    Si tratta di mummie piuttosto famose, grazie anche a un ammiratore d'eccezione: Napoleone Bonaparte che, tornato in Friuli dopo le campagne del 1797, volle vederle da vicino. E i suoi soldati tagliuzzarono quelle pelli incartapecorite e ne portarono via pezzetti come souvenir.




    Una volta le mummie, con le parti intime pudicamente coperte da un "gonnellino", erano collocate in piedi in bacheche di vetro e disposte in semicerchio nell'aula del battistero. Ora (dopo il terremoto del ’76) si trovano nella cripta: dieci sono sistemate in cassetti apribili un po' come all'obitorio, mentre le cinque più rappresentative sono collocate in urne di vetro. Si tratta di tre uomini e due donne (la distinzione è puramente teorica: nella massa cartilaginosa non si notano grandi differenze, tanto che il gonnellino è stato opportunamente abolito). Primeggia - noblesse oblige – il Gobbo: il decano, se così si può dire, del gruppo. Si tratterebbe di un esponente degli Scaligeri: il suo corpo fu ritrovato sotto un sarcofago del 1300 con lo stemma della famiglia veronese. In realtà, sembra che non fosse affatto gobbo e che la malformazione sia successiva alla deposizione nel sarcofago, probabilmente troppo piccolo per lui.



  4. #4
    Forumista junior
    Data Registrazione
    25 Jan 2011
    Messaggi
    85
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I corpi incorrotti

    Credo non ci sia nulla di miracoloso nei corpi incorruttibili, solo tante leggende, ingigantimenti e ignoranza popolare, di recente ho riesumato un parente in bara di zinco dopo 18 anni, sembrava lì da una settimana.

    Per il resto le testimonianze subiscono la suggestione dell'aura di santità del personaggio, l'uso di prodotti o di sepolture particolari.. tant'è vero che oggi i santi marciscono come tutti gli altri, guarda un po'...
    Scipione likes this.

  5. #5
    Sognatrice
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Piacenza
    Messaggi
    11,055
    Mentioned
    16 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I corpi incorrotti

    Citazione Originariamente Scritto da eximius Visualizza Messaggio
    Credo non ci sia nulla di miracoloso nei corpi incorruttibili, solo tante leggende, ingigantimenti e ignoranza popolare, di recente ho riesumato un parente in bara di zinco dopo 18 anni, sembrava lì da una settimana.

    Per il resto le testimonianze subiscono la suggestione dell'aura di santità del personaggio, l'uso di prodotti o di sepolture particolari.. tant'è vero che oggi i santi marciscono come tutti gli altri, guarda un po'...
    Certo, se si decide di scartare a priori l'ipotesi del prodigio celeste, l'unica che resta è quella dei miracoli della chimica.
    E nella stragrande maggioranza dei casi è proprio così: sono particolari fenomeni naturali che spesso ci hanno restituito corpi incorrotti, altre volte invece ci ha più prosaicamente pensato la mano dell'uomo. Del resto, la venerazione dei santi e dei loro resti mortali è un complesso fenomeno sociale (oltre che religioso) che ha conosciuto uno sviluppo enorme nel medioevo. I santi erano forse gli eroi più popolari della società medievale e il fatto che il loro corpo venisse trovato incorrotto era, secondo la visione cristiana, oltre che una conferma di santità, anche il preludio alla resurrezione finale. E così diversi corpi di santi, tra cui quello di Santa Rita da Cascia, sono sicuramente stati imbalsamati, forse per rispondere all'esigenza popolare di venerare protettori talmente potenti da riuscire a vincere perfino la dissoluzione della morte. Ma la forza emotiva dei santi incorrotti è innegabile, perché consente la massima vicinanza dei fedeli al soprannaturale e, di conseguenza, un più intenso senso di protezione materiale e spirituale.
    Ultima modifica di Silvia; 07-07-11 alle 23:55

  6. #6
    Sub tuum praesidium
    Data Registrazione
    21 Jun 2009
    Località
    Patria del Friuli nel nordest venetico
    Messaggi
    622
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I corpi incorrotti

    Ogni tanto dato che abito vicino, mi reco a Venzone e vado a trovare le mummie. La prima volta le vidi nel 1985, avevo 10 anni, a quell'epoca erano sistemate in un container dei tempi del terremoto, rimpiangevano non poco la loro vecchia collocazione nel battistero del duomo, la permanenza nel container rovente d'estate e gelido d'inverno stava corrompendo la loro incorruttibilità. Ora stanno decisamente meglio nella loro bella cripta anche se avrebbero preferito stare in piedi piuttosto che sdraiate, ed io non posso dar loro torto in quanto la sistemazione attuale non permette al visitatore di ammirarle per bene...pazienza, l'ultima volta la mummia del gobbo mi ha espressamente chiesto di salutare Silvia e Tomás de Torquemada e ringraziarli per l'interesse manifestato nei loro confronti...

  7. #7
    Forumista junior
    Data Registrazione
    25 Jan 2011
    Messaggi
    85
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I corpi incorrotti

    Citazione Originariamente Scritto da Silvia Visualizza Messaggio
    Certo, se si decide di scartare a priori l'ipotesi del prodigio celeste, l'unica che resta è quella dei miracoli della chimica.
    Silvia apprezzo molto la tua apertura mentale ma devo farti una osservazione di metodo: quella del prodigio celeste non sarà mai una ipotesi, non in senso scientifico per lo meno, e trovo assurdo che qualcuno possa anche solo concepire di considerare la soluzione paranormale prima di aver indagato a fondo il normale! Non sono io che scarto a priori l'ipotesi del prodigio celeste perchè chiunque consideri tale ipotesi con priorità è senz'altro qualcuno che si pone al di fuori di qualunque discussione scientifica, fa un atto di fede e un atto di fede non si presta a essere discusso. Dunque sono al contrario certi "credenti" che scartano a priori l'ipotesi normale perchè quella paranormale è più emozionante.
    Scipione likes this.

  8. #8
    Forumista junior
    Data Registrazione
    25 Jan 2011
    Messaggi
    85
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I corpi incorrotti

    Citazione Originariamente Scritto da eximius Visualizza Messaggio
    Silvia apprezzo molto la tua apertura mentale ma devo farti una osservazione di metodo: quella del prodigio celeste non sarà mai una ipotesi, non in senso scientifico per lo meno, e trovo assurdo che qualcuno possa anche solo concepire di considerare la soluzione paranormale prima di aver indagato a fondo il normale! Non sono io che scarto a priori l'ipotesi del prodigio celeste perchè chiunque consideri tale ipotesi con priorità è senz'altro qualcuno che si pone al di fuori di qualunque discussione scientifica, fa un atto di fede e un atto di fede non si presta a essere discusso. Dunque sono al contrario certi "credenti" che scartano a priori l'ipotesi normale perchè quella paranormale è più emozionante.
    mi spiego meglio: si può spiegare la cosa col rasoio di Okham, se io non riesco a spiegare un fenomeno dopo averlo studiato più che bene, e se quel fenomeno riguarda leggi che sono conosciute più che bene (chimica e fisica ad esempio, NON la medicina), allora posso anche concepire che uno si affidi alla spiegazione paranormale, ma bisogna specificare che nella storia ciò non è mai avvenuto, le cose così dette inspiegabili sono più che altro INSPIEGATE AD OGGI, poichè o le nostre conoscenze in quel campo sono ANCORA incomplete, o il fenomeno in questione non si è potuto studiarlo a fondo, o tutte due!

    Ma fintanto che sarà possibile spiegare un fenomeno con una legge naturale, anche se piuttosto complessa e improbabile (in merito alla improbabilità bisogna sempre tenere presente il fattore della selezione naturale) non mi sembra un buon atteggiamento mentale quello di ipotizzare una spiegazione miracolosa o paranormale, che poi è una NON SPIEGAZIONE perchè dire di una qualunque cosa che è avvenuta per "prodigio celeste" non è darne una spiegazione ma è chiudere la discussione e ancora peggio l'indagine! Se chi ha indagato le scienze neturali non avesse scartato a priori l'ipotesi soprannaturale che era lì, bell'e pronta da secoli, noi saremmo ancora convinti che i fulmini li manda Zeus!

    Il problema da cui si originano queste situazioni è duplice, da un lato la gente non si rende conto che la realtà è complessa, che non necessariamente a UNA causa segue UN effetto, ma a volte i fenomeni sono prodotto di una concatenazione di cause, magari non tutte compiutamente indagate PER ORA dalla scienza, la cui improbabilità deve essere osservata considerando la selezione naturale in un contesto più esteso e comunemente ignorato (ad esempio sembra miracoloso che una guarigione inspiegabile capiti proprio al malato che stava invocando san pio, ma ahimè tutti i giorni milioni di malati terminali pregano un santo e muoiono lo stesso, una strana guarigione capita sia a chi prega sia a chi non prega, è ateo o indù); il secondo aspetto del problema è che la gente è educata dall'infanzia all'irrazionalità e in più è ignorante in materia scientifica, il risultato è che non si rende conto di quanto ENORME sia l'affermazione che sia stata violata una legge della chimica o della fisica. tali sono infatti principi validi in TUTTO l'universo, ipotizzare che nel mio giardino ci sia una statuetta della madonna che li sta violando PRIMA di considerare le ipotesi naturali, non ce ne rendiamo conto, ma è del tutto folle! Molta gente vede la statuetta sporca di sangue (quasi nessuno, e nessuno di completamente attendibile, ha mai asserito di aver osservato lo svolgersi del fenomeno) e dice, nonostante non hanno nessuna garanzia che abbia sanguinato, "non posso credere che il sig. Rossi abbia fatto una simile truffa! Sono molto più favorevole a credere al miracolo!".
    Scipione likes this.

  9. #9
    Papessa
    Data Registrazione
    11 May 2009
    Messaggi
    12,692
    Inserzioni Blog
    9
    Mentioned
    117 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Rif: I corpi incorrotti

    Spesso non c'è nulla di strano nella mancata corruzione dei cadaveri: anch'io ho dovuto aspettare ben 20 anni per le ossa di un carissimo parente poichè nel tratto di cimitero dove era stato inumato la composizione chimica del terreno lasciava intatti i corpi e dopo i 10 anni regolamentari la situazione restava come al momento della sepoltura.

    La spiegazione della diatriba soprastante io credo che stia non nel O/O ma nel E/E...cioè, vi possono sicuramente essere spiegazioni ordinarie alla non corruzione di corpi, ma è vero anche che alcuni personaggi, ad esempio morti in odore di santità, possono trovarsi nella medesima situazione per cause differenti. La Tradizione infatti ci dice che nel percorso ascetico di una persona intervengono cambiamenti nella struttura sottile dell'individuo che poi si trasmettono a quella grossolana (fisica), cioè l'intervento di operazioni chiamiamole così "procedurali" legate alla meditazione intensa, alla preghiera e a certe condizioni psicofisiche sono in grado di modificare profondamente la composizione delle strutture sottili dell'individuo, causando poi il conseguente cambiamento anche della sua struttura fisica.

    Così non ci si deve meravigliare se l'organismo, sia pure defunto, assume poi caratteristiche diverse dalle altre. E senza scomodare il miracoloso.

    E anche riguardo al "fulmini", che eximius nomina, essi sono certamente un fenomeno elettrico....ma se avvengono nel contesto in cui si pratica una divinazione essi possono ben dirsi la "voce di Zeus", intendendo per "Zeus" quel particolare simbolico inaspettato ed inusitato che dà "risposta" alla richiesta divinatoria hic et tunc.

    La realtà non è mai univoca. E' questo il bello.
    Ultima modifica di Tomás de Torquemada; 11-01-17 alle 18:14
    "Così penseremo di questo mondo fluttuante: una stella all'alba; una bolla in un flusso; la luce di un lampo in una nube d'estate; una lampada tremula, un fantasma ed un sogno:"
    (Sutra di diamante)

  10. #10
    Sognatrice
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Piacenza
    Messaggi
    11,055
    Mentioned
    16 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I corpi incorrotti

    Citazione Originariamente Scritto da eximius Visualizza Messaggio
    Silvia apprezzo molto la tua apertura mentale ma devo farti una osservazione di metodo: quella del prodigio celeste non sarà mai una ipotesi, non in senso scientifico per lo meno, e trovo assurdo che qualcuno possa anche solo concepire di considerare la soluzione paranormale prima di aver indagato a fondo il normale! Non sono io che scarto a priori l'ipotesi del prodigio celeste perchè chiunque consideri tale ipotesi con priorità è senz'altro qualcuno che si pone al di fuori di qualunque discussione scientifica, fa un atto di fede e un atto di fede non si presta a essere discusso. Dunque sono al contrario certi "credenti" che scartano a priori l'ipotesi normale perchè quella paranormale è più emozionante.

    Ho parlato di prodigio celeste perché questo fenomeno è comunemente noto come quello delle "conservazioni prodigiose" e non perché intendevo attribuirgli una valenza miracolistica. E non rifiuto affatto quella che tu chiami l'"ipotesi normale" che, anzi, in moltissimi casi è stata scientificamente provata, ma continuo a ritenere che l'incorruttibilità del corpo dei santi rappresenti un fenomeno magari non mistico ma senza dubbio eccezionale (sono davvero pochi i santi canonizzati a non aver subito l'oltraggio della decomposizione) ed estremamente interessante dal punto di vista sociale e antropologico... oltre che, per chi ha il dono della fede, decisamente consolatorio, perché il corpo incorrotto di un santo in fondo è un simbolo della più antica speranza dell'uomo: la trasformazione della morte in vita eterna.

    E comunque, caro eximius, trovo che il fideismo, fideismo scettico compreso, sia quanto di più lontano possa esistere dalla ricerca scientifica. Perché i dubbi, a volte, sono salutari.

 

 
Pagina 1 di 6 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. I corpi morali
    Di Giò nel forum Destra Radicale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 10-01-13, 16:02
  2. I corpi incorrotti
    Di Tomás de Torquemada nel forum Esoterismo e Tradizione
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 23-10-08, 10:15
  3. Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 10-11-05, 20:43
  4. Corpi deturpati
    Di Nebbia nel forum Arte
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 26-02-03, 23:53
  5. Corpi speciali USA & C....
    Di Il Patriota nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 30-07-02, 22:45

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226