User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13

Discussione: il debito pubblico

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito il debito pubblico

    Bankitalia: debito pubblico record - LASTAMPA.it


    Bankitalia: debito pubblico record
    A marzo 1.741 miliardi di euro: 29mila euro per ciascun italiano
    ROMA
    Non si ferma l’escalation del debito pubblico italiano che a marzo centra un nuovo record a circa 1.741 miliardi di euro. Un conto che si fa sempre più salato e che vale 29.021 euro per ciascun italiano, ultraottantenni e bebè inclusi. Ma non è l’unico dato negativo: le entrate tributarie, asciugate dalla crisi economica, calano di circa 4 miliardi nei primi tre mesi dell’anno. Mentre, unico dato "consolante", Regioni, Province e Comuni si mostrano più virtuosi alleggerendo il peso del proprio contributo alla crescita dell’indebitamento.

    La fotografia viene fornita dalla Banca d’Italia che nell’ultimo supplemento al bollettino statistico conferma quanto il Tesoro ha comunque già previsto peggiorando le proprie stime per l’anno in corso nella Ruef (relazione unificata sullo stato dell’economia) resa nota lo scorso mese. Anche la Banca d’Italia dunque conferma l’impatto della crisi e il peggioramento del quadro di finanza pubblica. Per quanto riguarda in particolare il debito a marzo, secondo i dati di Via Nazionale, si è attestato esattamente a 1.741,275 miliardi di euro contro i 1.707,410 del precedente record segnato a febbraio. Non è questo comunque il dato utile ai fini della verifica del rispetto dei parametri europei ma il rapporto tra il debito e il Pil, la ricchezza prodotta nell’anno dal paese. (continua)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: il debito pubblico

    Il debito pubblico italiano è un problema che interessa principalmente la Padania.

    Perché fin dal 1946, grazie alla protezione degli Alleati, è stato stabilito con l’accordo con il Meridione che il Nord avrebbe pagato le tasse necessarie. .

    Pertanto è sottinteso che i Padani dovranno ad un certo momento interessarsi di pagare i debiti o almeno sacrificarsi affinché non aumenti.

    Perché l’aumento del debito è colpa dei Padani che non sono a conoscenza che tocca a loro mantenere lo stato.

    La classe politica non glielo ha mai spiegato bene ed allora ha sempre contratto debiti, perché non ha il coraggio di dire la verità ai Padani.
    Prima o poi bisognerà dirlo ai Padani che, oltretutto adesso con il federalismo che essendo fiscale ma soprattutto solidale, si devono inviare più soldi a roma.
    Perché roma fa la solidarietà con i soldi del Nord.

    Pertanto tra le righe dell’articolo vi è un dato non ben chiaramente citato in cui risulta che il debito pubblico dal 1° gennaio al 30 aprile è aumentato di 87,8 miliardi di euro. .

    Ora questo è il problema.

    Oggi se le votazioni sono andate bene è perché vi è stata Noemi, tutti parlavano di lei e non si poteva accennare al debito pubblico.

    E’ un po’ come quando vi fu l’attentato a Togliatti e la vittoria di Bartali ad una tappa del giro di Francia, fermò la rivoluzione al Parlamento.
    Ora dopo Bartali abbiamo Noemi.

    Però è tutto in fibrillazione.
    D’Alema fa il sadico dicendo che vi saranno novità. Ma è pretattica.

    L’unica grande avvenimento è il miracolo giornaliero fatto da roma per mantenere l’unità d’italia, e i cittadini non se ne rendano conto.

    E’ stato gridato di stare tranquilli , che nessuno rimarrà indietro .
    E’ questo è vero.

    Però i Padani come li convinciamo???. Oggi l’unità di italia la può salvare solamente Bossi.
    L’unico in grado ad infinocchiare i Padani.

    Hanno preso in giro gli indipendentisti per oltre 15 anni, ma ora l’economia presenta il conto.

    Comunque per arrivare al dunque si attendono altri record del debito pubblico. .

  3. #3
    Cromag
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    38,232
    Mentioned
    310 Post(s)
    Tagged
    51 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    3

    Predefinito Riferimento: il debito pubblico

    Un sistema pacifico per conciliare federalismo e riduzione del debito pubblico...

    L'Italia è messa male , causa la crisi congiunturale il nostro debito dopo 15 anni di calo lento ma costante è tornato ai livelli del 1994 cioè 120% del PIL , ma non siamo messi cosi male sul versante del debito familiare e di quello locale , che non arriva neanche ad un punto di PIL.

    Il mio sistema è molto semplice , permette di coniugare ad un tempo liberalismo federalismo e riduzione del debito pubblico.

    Partiamo dai numeri , per grandezza perchè quelli esatti cambiano leggermente di anno in anno , l'Italia ha un debito di circa 2 mld € , entrate annuali tributarie per circa 450 mld € e interessi passivi annuali di circa 80 mld €...

    le Regioni o i Comuni o le Province possono chiedere al Governo (ecco perchè federalismo "a chiamata") di accollarsi una quota del debito pubblico ricevendo in cambio il diritto a trattenere in loro una quantità tale di tributi che consenta loro di stabilizzare il debito cioè di pagarne gli interessi ogni anno più una piccola quota , il guadagno che le consente di profittare dell'operazione , facciamo un esempio...

    la Regione Puglia ha un gettito tributario di 13 mld €/anno , tutte le tasse pagate dalle famiglie e dalle imprese pugliesi , la Regione può chiedere di trattenere tali risorse anche interamente sul proprio territorio , in cambio deve accollarsi una quota del debito pubblico il cui pagamento degli interessi arrivi a sfiorare quella cifra , esempio:

    gettito annuale=13 mld
    interessi da pagare =12 mld (o comunque qualsiasi somma<13 mld)
    quota debito pubblico=300 mld

    in questo modo l'Italia ha ridotto il proprio debito da 2 mld a 1700 mld (-15%) e le proprie entrare annuali da 450 mld a 437 mld (-2,88%) , dall'anno successivo inoltre non dovrà più pagare 80 mld di interessi ma solo 68...

    ipotizziamo ancora più radicalmente che il debito venga trasferito alle Regioni in toto:


    1)2.000 mld alle Regioni
    2)Tasse e imposte trattenute in loco=90 mld annui
    3)Interessi che le Regioni pagano=80 mld annui
    4)Guadagno per le Regioni=10 mld annui
    5)Risparmio per lo Stato=70 mld annui


    ipotizziamo che lo Stato trasferisca per 20 anni alle Regioni 10 mld dando loro ampio tempo , 20 anni , per modernizzarsi , investire e magari ridurre il debito , lo Stato per fare ciò ricorrerebbe ad altre emissioni...
    10 mld per 20 anni fa 200 mld quindi fra 20 anni e solo allora lo Stato con questo sistema avrebbe solo un decimo del debito attuale e anche gli interessi sarebbero irrisori , nel primo anno si passerebbe dai vecchi 80 mld ad appena 400 milioni , una cifra infinitesimale rispetto all'attuale.

    Tutto questo sistema serve per trovare risorse liquide e spalmare il debito a livello locale , funziona e ci ri risparmia pure sopra.
    Salvini, finto sovranista e vero neocon (sionista, americanista, ricchista)
    Maduro ce l'ha duro e ve lo mett'ar culo!

  4. #4
    Mé rèste ü bergamàsch
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Messaggi
    13,041
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: il debito pubblico



    Dato che questa è una Magnum 44, cioè la pistola più precisa del mondo, che con un colpo ti spappolerebbe il cranio, devi decidere se è il caso. Dì, ne vale la pena? ("Dirty" Harry Callahan)

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    08 Apr 2005
    Località
    45,33 N , 9,18 E
    Messaggi
    17,827
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: il debito pubblico

    Citazione Originariamente Scritto da Robert Visualizza Messaggio
    Un sistema pacifico per conciliare federalismo e riduzione del debito pubblico...

    L'Italia è messa male , causa la crisi congiunturale il nostro debito dopo 15 anni di calo lento ma costante è tornato ai livelli del 1994 cioè 120% del PIL , ma non siamo messi cosi male sul versante del debito familiare e di quello locale , che non arriva neanche ad un punto di PIL.

    Il mio sistema è molto semplice , permette di coniugare ad un tempo liberalismo federalismo e riduzione del debito pubblico.

    Partiamo dai numeri , per grandezza perchè quelli esatti cambiano leggermente di anno in anno , l'Italia ha un debito di circa 2 mld € , entrate annuali tributarie per circa 450 mld € e interessi passivi annuali di circa 80 mld €...

    le Regioni o i Comuni o le Province possono chiedere al Governo (ecco perchè federalismo "a chiamata") di accollarsi una quota del debito pubblico ricevendo in cambio il diritto a trattenere in loro una quantità tale di tributi che consenta loro di stabilizzare il debito cioè di pagarne gli interessi ogni anno più una piccola quota , il guadagno che le consente di profittare dell'operazione , facciamo un esempio...

    la Regione Puglia ha un gettito tributario di 13 mld €/anno , tutte le tasse pagate dalle famiglie e dalle imprese pugliesi , la Regione può chiedere di trattenere tali risorse anche interamente sul proprio territorio , in cambio deve accollarsi una quota del debito pubblico il cui pagamento degli interessi arrivi a sfiorare quella cifra , esempio:

    gettito annuale=13 mld
    interessi da pagare =12 mld (o comunque qualsiasi somma<13 mld)
    quota debito pubblico=300 mld

    in questo modo l'Italia ha ridotto il proprio debito da 2 mld a 1700 mld (-15%) e le proprie entrare annuali da 450 mld a 437 mld (-2,88%) , dall'anno successivo inoltre non dovrà più pagare 80 mld di interessi ma solo 68...

    ipotizziamo ancora più radicalmente che il debito venga trasferito alle Regioni in toto:


    1)2.000 mld alle Regioni
    2)Tasse e imposte trattenute in loco=90 mld annui
    3)Interessi che le Regioni pagano=80 mld annui
    4)Guadagno per le Regioni=10 mld annui
    5)Risparmio per lo Stato=70 mld annui


    ipotizziamo che lo Stato trasferisca per 20 anni alle Regioni 10 mld dando loro ampio tempo , 20 anni , per modernizzarsi , investire e magari ridurre il debito , lo Stato per fare ciò ricorrerebbe ad altre emissioni...
    10 mld per 20 anni fa 200 mld quindi fra 20 anni e solo allora lo Stato con questo sistema avrebbe solo un decimo del debito attuale e anche gli interessi sarebbero irrisori , nel primo anno si passerebbe dai vecchi 80 mld ad appena 400 milioni , una cifra infinitesimale rispetto all'attuale.

    Tutto questo sistema serve per trovare risorse liquide e spalmare il debito a livello locale , funziona e ci ri risparmia pure sopra.

    Robert sei fuori strada.
    Il debito pubblico e' il totale del debito delle Pubbliche Amministrazioni che comprendono :
    Stato , tutti gli enti locali , enti previdenziali
    Se ne sposti una parte dallo Stato ad un ente locale il DEBITO non cambia.
    Il problema non è Berlusconi , il problema sono gli italiani!

    DISSIDENTE POLITICO IN REGIME DA OPERETTA!
    OH CINCILLA' ... OH CINCILLA'!

  6. #6
    Pensiero Libero
    Data Registrazione
    16 Jun 2009
    Messaggi
    2,341
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: il debito pubblico

    C'è ancora poco debito per i miei gusti

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: il debito pubblico

    Citazione Originariamente Scritto da Robert Visualizza Messaggio
    Un sistema pacifico per conciliare federalismo e riduzione del debito pubblico...

    L'Italia è messa male , causa la crisi congiunturale il nostro debito dopo 15 anni di calo lento ma costante è tornato ai livelli del 1994 cioè 120% del PIL , ma non siamo messi cosi male sul versante del debito familiare e di quello locale , che non arriva neanche ad un punto di PIL.

    Il mio sistema è molto semplice , permette di coniugare ad un tempo liberalismo federalismo e riduzione del debito pubblico.

    Partiamo dai numeri , per grandezza perchè quelli esatti cambiano leggermente di anno in anno , l'Italia ha un debito di circa 2 mld € , entrate annuali tributarie per circa 450 mld € e interessi passivi annuali di circa 80 mld €...

    le Regioni o i Comuni o le Province possono chiedere al Governo (ecco perchè federalismo "a chiamata") di accollarsi una quota del debito pubblico ricevendo in cambio il diritto a trattenere in loro una quantità tale di tributi che consenta loro di stabilizzare il debito cioè di pagarne gli interessi ogni anno più una piccola quota , il guadagno che le consente di profittare dell'operazione , facciamo un esempio...

    la Regione Puglia ha un gettito tributario di 13 mld €/anno , tutte le tasse pagate dalle famiglie e dalle imprese pugliesi , la Regione può chiedere di trattenere tali risorse anche interamente sul proprio territorio , in cambio deve accollarsi una quota del debito pubblico il cui pagamento degli interessi arrivi a sfiorare quella cifra , esempio:

    gettito annuale=13 mld
    interessi da pagare =12 mld (o comunque qualsiasi somma<13 mld)
    quota debito pubblico=300 mld

    in questo modo l'Italia ha ridotto il proprio debito da 2 mld a 1700 mld (-15%) e le proprie entrare annuali da 450 mld a 437 mld (-2,88%) , dall'anno successivo inoltre non dovrà più pagare 80 mld di interessi ma solo 68...

    ipotizziamo ancora più radicalmente che il debito venga trasferito alle Regioni in toto:


    1)2.000 mld alle Regioni
    2)Tasse e imposte trattenute in loco=90 mld annui
    3)Interessi che le Regioni pagano=80 mld annui
    4)Guadagno per le Regioni=10 mld annui
    5)Risparmio per lo Stato=70 mld annui


    ipotizziamo che lo Stato trasferisca per 20 anni alle Regioni 10 mld dando loro ampio tempo , 20 anni , per modernizzarsi , investire e magari ridurre il debito , lo Stato per fare ciò ricorrerebbe ad altre emissioni...
    10 mld per 20 anni fa 200 mld quindi fra 20 anni e solo allora lo Stato con questo sistema avrebbe solo un decimo del debito attuale e anche gli interessi sarebbero irrisori , nel primo anno si passerebbe dai vecchi 80 mld ad appena 400 milioni , una cifra infinitesimale rispetto all'attuale.

    Tutto questo sistema serve per trovare risorse liquide e spalmare il debito a livello locale , funziona e ci ri risparmia pure sopra.
    Nel tuo ragionamento, se ho ben compreso, desideri che il debito pubblico passi dallo stato alle regioni.
    Questo non toglie che il debito rimanga.

    Che il debito sia su un libro mastro od in un altro, occorre sempre tenerlo in considerazione e pagare gli interessi.
    ( pensare se il tasso dell’interesse aumentasse)


    Certamente con il federalismo fiscale si da una maggior autonomia alle regioni per contrarre in presa diretta dei debiti.
    Ma alla fine questa massa ci seppellirà.

    Inoltre se lo stato non riesce a contenere il debito , non si vede come lo possano fare le regioni.
    Poi se una regione è virtuosa, con la scusa del federalismo “ solidale” restano comunque tutti impegolati.

    Inoltre le regioni sonno pericolose perché sono un ritrovo ( copiato da roma) di gente, di partiti, di congreghe, di famiglie, di clan affamati e predatori.

    Non vi è più nessuna scappatoia, siamo in discesa.

    Il più preoccupato è il Cavaliere.

    Se aumentando il debito pubblico di 20 miliardi di euro al mese in più, non è riuscito ad aumentare i voti significa che siamo alla fine.
    Siamo alla fine perché nessuno ha il coraggio ed il potere ad usare il bisturi .
    Sarebbero colpiti milioni di italiani.

    L’unico bisturi da usare è quello della indipendenza.
    Altri non esistono.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: il debito pubblico

    Citazione Originariamente Scritto da MirkoPNE Visualizza Messaggio
    C'è ancora poco debito per i miei gusti
    Il problema è che il governo attualmente, per fare il primo della classe, aumenta il debito pubblico di 20 miliardi di euro al mese.
    Questo ritmo è insostenibile.

    Poi si è visto la disinvoltura di voler costruire una città terremotata

    Abbiamo milioni di disoccupati e milioni di extracomunitari che lavorano.
    Un mare di lavoro in nero

    A forza fare degli aggiustamenti il sistema è fuori fase.

    Forse non potendo abbattere Berlusconi, per impedirei questa china, e fargli fare una uscita dignitosa non per colpe politiche ( per usarlo in futuro???) si è trovato l’affare Noemi. e altre cose .

    Si vede che qualcuno pensa di fare un governo di unità e salvezza nazionale.
    Diventerà in tal modo più semplice comprendere che solamente con un taglio di bisturi ci salveremo.

    Comunque vada, il frutto matura, qualunque strada prendano.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: il debito pubblico

    UN ANNO DOPO




    Bankitalia, a luglio debito record Calano le entrate tributarie: -3,4% - Corriere della Sera

    Bankitalia, a luglio debito record
    Calano le entrate tributarie: -3,4%
    È salito a 1.838,29 mld: a luglio 2009 il debito pubblico ammontava a 1.754,7 miliardi di euro
    per le finanze il calo delle entrate tributarie è del 3,1%


    ROMA - Il debito pubblico italiano a luglio di quest'anno è salito rispetto a giugno e ha toccato un nuovo record, a 1.838,296 miliardi di euro. È quanto si legge nei dati contenuti nel supplemento del Bollettino statistico della Banca d'Italia dedicato alla Finanza pubblica. Occorre evidenziare che il debito calcolato dalla Banca d'Italia è quello in valore assoluto, e non in rapporto al prodotto interno lordo. È quest'ultimo il valore che interessa invece il Patto di stabilità europeo. Il debito pubblico italiano a luglio 2010 è cresciuto del 4,7% rispetto a luglio 2009 e del 4,3% rispetto a 1.761,229 miliardi di euro con i quali si era chiuso il 2009.

    segue............
    O si taglia o il caos

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: il debito pubblico

    Dopo un anno il debito è aumentato in modo inesorabile.

    Niente da fare , il sistema politico porta immancabilmente a contrarre sempre più debiti.

    Debiti che qualcuno dovrà pagare.

    Siamo ridotti male.
    Non importa anche altri stati vanno male , però non hanno metà popolazione da mantenere. .

    Gli altri hanno una speranza, noi abbiamo solamente l'abilità di Tremonti per come incolonna le cifre.
    Tutto il modo si basa sulla ricchezza virtuale ma noi abbiamo anche il bilancio virtuale e creativo. .
    O si taglia o il caos

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. debito pubblico
    Di edera rossa nel forum Repubblicani
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 18-07-12, 19:14
  2. Debito Pubblico
    Di anto74ok nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 08-02-07, 08:44
  3. Il debito pubblico
    Di W. Von Braun nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 52
    Ultimo Messaggio: 16-05-06, 20:15
  4. Risposte: 40
    Ultimo Messaggio: 14-05-06, 20:51
  5. Debito pubblico
    Di Brenno (POL) nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 14-05-06, 20:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226