Fini e i tagli alla casta:
110 milioni in due anni

Mercoledì 20 Luglio 2011 167


Dalle parole ai fatti, c'è ancora qualcuno che prova a fare questo passaggio. E in politica, con questa politica sempre più “casta” intoccabile, il passaggio è sempre disseminato di ostacoli. Gianfranco Fini ci prova con un piano di tagli di circa 110 milioni di euro tra 2011 e 2013 i tagli alla Camera.

Nel pacchetto rientra l'estensione anche ai vitalizi di deputati e dipendenti di Montecitorio del contributo di perequazione sulle pensioni superiori a 90mila euro, come previsto per tutti gli italiani dalla Finanziaria. I risparmi saliranno a 7,5 milioni nel 2012 e a 7 milioni nel 2013, grazie anche all'estensione dal 2012 al 2013 del blocco nell'adeguamento automatico delle pensioni.Il piano di Fini prevede anche altri interventi, come il recesso dall'affitto di palazzo Marini e una nuova stretta sul blocco del turn over per il personale di Montecitorio. Se sacrifici saranno, e grossi, per gli italiani, che lo siano per tutti. Soprattutto da chi deve dare l'esempio: i parlamentari.
Fini e i tagli alla casta: <br>110 milioni in due anni - Il Futurista