User Tag List

Risultati da 1 a 1 di 1
  1. #1
    ...
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    24,313
    Mentioned
    101 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    6

    Predefinito DOPO LA STRAGE DI OSLO LA DEMONIZZAZIONE CHI DIFENDE LE RADICI DELL'EUROPA

    http://www.imgpress.it/notizia.asp?i...20&idSezione=4

    - L'orrendo massacro nella capitale norvegese ad opera di Anders Behring Breivik, un folle esaltato da un cocktail criminale di pensieri socio-politici e-religiosi misti a riti esoterici e massonici, ha causato una valanga di commenti quasi tutti puntati contro il fondamentalismo religioso, in questo caso cristiano. Per la verità, succede anche quando a commettere qualche grave assassinio sia un fondamentalista islamico. L'etichetta di cristiano fondamentalista che quasi tutti i giornali hanno messo addosso a Breivik, alimenta un rischio, lo ha ricordato Riccardo Cascioli su labussolaquotidiana.it :“che la parola sia usata come un manganello per colpire qualunque cristiano conservatore, antiabortista e che so, critico della massoneria, associandolo nell’immaginario collettivo a un assassino come Breivik il quale, paradossalmente, è invece un massone ed è favorevole all’aborto”. Per capirci, il rischio lo corro anch'io, quando firmo un intervento come quello di qualche giorno fa sui discorsi di Benedetto XVI in Francia che sono un inno alle radici cristiane europee. Dopo Oslo, dobbiamo aspettarci una nuova infornata di odio antioccidentale e di insulti verso chi difende i valori della civiltà a cui apparteniamo. Secondo alcuni ci siamo troppo occupati degli orrori del fondamentalismo musulmano, dimenticando quello che covava nella nostra Europa; il mostro era in casa nostra. I cultori del multiculturalismo, quando hanno saputo che la strage in Norvegia non era da attribuire al terrorismo islamico, bensì a uno scandinavo robusto e con la faccia da bamboccione iper nutrito, che si chiamava Anders e non Mohamed, hanno tirato un sospiro di sollievo. Secondo loro l'assassino è figlio di chi con decisione difende le ragioni della cultura europea e americana contro le aggressioni esterne. Al Qaida o il mostro di Oslo è sempre colpa dell'Occidente. Per questi buonisti a senso unico, in nome di un certo “masochismo occidentale” dovremmo rinunciare a regolamentare l'immigrazione clandestina a combattere gli estremisti di Allah, a credere che il multiculturalismo sia stato un fallimento”. (Francesco Borgonovo, Non sparate sull'Occidente (nonostante Borghezio), 27.7.2011, Libero).
    Certo davanti a una tragedia come quella di Oslo è difficile capire, perché è successo, abbiamo visto in un primo momento le agenzie di stampa, quante etichette hanno tirato fuori. Ma subito pronta una definizione di comodo: cosa c’è di meglio che definirlo un “fondamentalista cristiano”? Per i laicisti di tutta Europa, che hanno in mano la stragrande maggioranza dei media, è una manna: così si dimostra che a creare problema sono le fedi religiose, tutte le fedi. E’ la fede, qualsiasi fede, che genera violenza. E i cristiani non sono meglio degli islamici. Poco importa se anche questa definizione in realtà non si adatti allo stragista norvegese, ai voglia che il professore Massimo Introvigne, esperto su questi argomenti, ci spiega bene il perché, e anche come certi servizi giornalistici tradiscano una profonda ignoranza di religioni e fondamentalismi. Soltanto chi ha la pazienza di leggersi molti articoli capisce che la realtà di questo giovane, del movimento templare-massonico che avrebbe contribuito a fondare, è molto più complessa e sfugge a facili etichette. “L’ideologia dell’attentatore di Oslo Anders Behring Breivik è complicata, ma è esposta in dettaglio in un libro enorme, «2083 - Una dichiarazione d’indipendenza europea», inviato a una serie di persone il 22 luglio, a poche ore dalla strage, e postato su Internet il 23 luglio da Kevin Slaughter, un membro della Chiesa di Satana californiana che ha in Scandinavia oggi il maggior numero dei suoi adepti”. (Massimo Introvigne, Perché voleva colpire l'Italia di Ratzinger, 25.7.2011 Il Giornale). Per chi ha la pazienza di leggere il suo libro, una vera antologia, scopre che Breivik è lontano anni luce dal vero cristianesimo.“E' insopportabile che, per superficialità o frettolosità, si sia fatto passare il folle assassino norvegese per un “cristiano”, scrive Antonio Socci. In Norvegia, sono i cristiani le vittime, Socci risponde a Michele Serra che su Repubblica, qualifica il criminale di Oslo, come cristiano proprio per dare addosso ai “fanatici di tutte le religioni”.“Concordo ovviamente con la sua condanna di ogni “fanatismo religioso” - scrive Socci - ma il caso di Oslo è di tutt’altra natura. Casomai è un fanatismo ideologico. All’antitesi dello spirito religioso (…) Guardiamoci dalle frettolose semplificazioni. Nel ricorso agli stereotipi e al rassicurante anatema del Nemico, identificato banalmente nel “fanatismo religioso”, si rischia di trasformare la religione tout court nel capro espiatorio. In realtà – come si è visto – l’assassino non sta per nulla dentro i granitici schemi ideologici che Serra si è costruito o ha ereditato dal suo passato. Certamente non in quello dell’ “uomo religioso”. (Antonio Socci, Il terrorista anticristiano, 26.7.2011, Libero). Piuttosto Socci segnala a Serra che prima di puntare il dito sulle “religioni”, si dovrebbe ricordare cosa è accaduto nel passato, per esempio nel Novecento, dove l'orrore, il più terrificante della storia, è stato prodotto non dal cristianesimo (che anzi ha subito un bagno di sangue mostruoso, con milioni di martiri). Né da altre religioni. Ma è stato prodotto dalle ideologie atee e totalitarie”. In particolare, chi è stato comunista, dovrebbe evitare di dare lezioni ai cristiani, visto quello che il comunismo ha fatto ai cristiani.“Del resto tuttora - scrive Socci - ci sono regimi comunisti persecutori e carnefici dei cristiani (e di altri gruppi religiosi), vittime della bestiale violenza dell’ideologia. E’ un olocausto silenzioso che viene tranquillamente ignorato da media e intellettuali del pensiero unico”. Pertanto dopo la strage di Utoya possiamo continuare a difendere le ragioni dell'Occidente e siamo convinti che Breivik non è un discepolo di Oriana Fallaci; da noi non trova appoggio un malato di mente armato di mitraglietta, come invece capita in certo mondo islamico quando Al Qaida compie stragi su gente inerme. Certo siamo convinti che non tutti i musulmani la pensano come Bin Laden, e non è vero che tutti coloro che affermano che c'è un problema con l'islam e l'immigrazione si comportino poi da assassini. Il pericolo è un altro: che ogni volta che qualcuno commette una follia come quella di sabato scorso essa viene immediatamente usata dall'estremo opposto dello spettro ideologico per demonizzare l'avversario.
    Ultima modifica di Cuordy; 07-08-11 alle 12:12
    "Per tutto il pensiero occidentale, ignorare il suo Medioevo significa ignorare se stesso" - Étienne Gilson


    "Se commettiamo ingiustizia, Dio ci lascerà senza musica" - Cassiodoro.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 11-08-11, 21:39
  2. La Lega difende il simbolo delle radici cristiane d'Europa
    Di carlomartello nel forum Cattolici in Politica
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 08-11-09, 12:48
  3. Le Radici dell’Europa
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 08-01-07, 13:33
  4. Le Radici Dell’ Europa?
    Di margini nel forum Destra Radicale
    Risposte: 50
    Ultimo Messaggio: 06-08-04, 16:51
  5. Ida Magli e le radici dell'europa
    Di carbonass nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 17-06-03, 20:26

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226