User Tag List

Pagina 1 di 28 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 272
  1. #1
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Nuovo Ulivo, forse ce la facciamo

    CENTROSINISTRA
    Bersani chiude la Festa a Pesaro
    "Via il premier, o ci porta a fondo"
    Il segretario Pd: "Italia umiliata, il governo se ne deve andare". Il Pd è disponibile per un governo di transizione. Accenni al caso Penati, e parole di ricordo per Vassallo, Martinazzoli e Berlinguer. Manifestazione nazionale il 5 novembre



    PESARO - "Subito via Berlusconi, altrimenti ci porta a fondo. Sì a un governo di transizione". Senza mezzi termini l'attacco del leader del Pd Bersani, a conclusione della Festa Democratica di Pesaro. "L'Italia è umiliata" ha detto, rivendicando poi il ruolo del suo partito, che rifiuta i frutti avvelenati dell'antipolitica: "Siamo per la politica che costa meno e che decide di più. Siamo i figli della Costituzione e del 25 aprile. Siamo un partito di patrioti, autonomisti e riformatori. E' tempo di elezioni in tutto il Continente, ci vuole una riscossa dei progressisti europei, rilanciamo il sogno europeo, contro un governo che ha tolto dignità al paese, che l'ha diviso". Bersani ha ricordato Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica ucciso un anno fa, e Mino Martinazzoli, recentemente scomparso. "Ma voglio citare, lasciatemelo dire, Enrico Berlinguer". Una frase accolta da un lunghissimo applauso.

    Bersani ha fatto un accenno al caso Penati, senza nominarlo: "C'è un tentativo, anche da parte dei telegiornali, di metterci tutti nel mucchio. Noi la critica l'accettiamo, l'aggressione no. Se Berlusconi facesse un passo indietro per ogni inchiesta che lo coinvolge sarebbe arrivato da Roma ad Ancona", ironizza il segretario.
    Bersani comunque non minimizza i problemi, e garantisce alla platea dei militanti democratici che il Pd si doterà "di codici interni e regole ancora più stringenti".

    "Non reggiamo così fino al 2013". Il segretario Pd alza la voce per chiedere le dimissioni del presidente del Consiglio: "Non si può andare avanti così fino al 2013". Dice Bersani: "Berlusconi deve togliersi di lì o ci porterà a fondo. Questo sarebbe il disastro. Se non si è disposti ad un percorso nuovo, si anticipi almeno l'appuntamento elettorale". Bersani conferma la disponibilità ad un governo di transizione "più credibile davanti all'opinione pubblica nazionale e internazionale, per credibilità e discontinuità, autorevolezza, per un programma equo e efficace di stabilizzazione". Un esecutivo per reggere l'emergenza e dare il tempo per approvare la riforma elettorale. "Noi non abbiamo più il tempo per le curve larghe - conclude il segretario del Pd - non l'avevamo nemmeno sei mesi fa. Ora bisogna parlare chiaro e forte".

    "Eliminare privilegi". Per Bersani "la politica deve recuperare essenzialità e venir via da piccoli o grandi privilegi così da poter combattere ogni privilegio. Vitalizi, poltrone di troppo, doppie cariche, servizi immotivati: via tutto questo". Bersani chiede dunque modifiche alla manovra correttiva, anche attraverso l'introduzione di una patrimoniale, perché "le risorse vanno trovare dalle rendite, dalle ricchezze, dai patrimoni". Bersani ricorda: "Il 10% degli italiani possiede il 50% delle ricchezze del paese, se c'è da trovare altri soldi, si trovano li". Il segretario Pd propone "una sessione parlamentare straordinaria che prenda decisioni, secondo proposte che abbiamo già consegnato alle Camere".

    "Ricostruzione della politica". Secondo il leader Pd, serve una "ricostruzione della politica": "Una buona politica e un nuovo civismo devono darsi la mano". Anche sui referendum, il Pd "si è messo al servizio, non ci ha messo il cappello", sottolinea, e aggiunge: "Nel Pd c'è una idea di democrazia, che rifiuta i frutti avvelenati dell'antipolitica, ma che pretende una politica sobria, buona, semplice, pulita, che costi meno e che decida di più. Uno dei frutti avvelenati di questi vent'anni è stata la contrapposizione fra società civile e politica fino ad arrivare a volte a un paradosso, a un ossimoro: un civismo antipolitico", afferma il segretario.

    Ulivo sì, Unione no. "Noi vogliamo un centrosinistra di governo e stiamo lavorando per questo", dice . "Discutiamo con Sel, Idv, Socialisti e formazioni ambientaliste per concordare un programma di riforme. A noi piace chiamare questo possibile patto politico e programmatico, Nuovo Ulivo. Un patto ben solido, perchémeccanismi simili all'Unione non li faremo più". Aggiunge il segretario: "Siamo troppo giovani per aver risolto tutti i problemi, ma ormai troppo vecchi per esserci sbagliati. Siamo già oggi il primo partito del Paese. Siamo un partito di patrioti, autonomisti e riformatori. Tocca a noi. Non da soli, lo sappiamo. Ma tocca, principalmente, a noi". E annuncia che il Pd promuoverà una grande manifestazione nazionale il 5 novembre a Roma, "A sostegno dell'Italia, delle nostre idee e della necessaria svolta politica".

    (10 settembre 2011) © Riproduzione riservata

    http://www.repubblica.it/politica/20...sani-21488128/

    Di Pietro: vertice a tre con Bersani e Vendola



    «Il prossimo fine settimana a Vasto ci sarà un primo incontro importante per chiarire molti aspetti, faremo un confronto con me, Bersani e Vendola». Lo annuncia Antonio Di Pietro a Campobasso rispondendo a una domanda sulla tenuta della coalizione di centrosinistra.

    Il leader dell'Idv aggiunge: «c'è stato ieri anche un tentativo di dire che quel giorno Bersani è impegnato a Berlino, ma siccome quel giorno io l'ho fissato direttamente con lui, ora non deve fare storie».

    10 settembre 2011

    Di Pietro: vertice a tre con Bersani e Vendola - Italia - l'Unità

    l'incontro di cui parla Di Pietro è quasi sicuramente il dibattito Bersani-Vendola alla festa nazionale IDV di Vasto, prossimo venerdi, io ci sono sicuro

    il discorso di Bersani purtroppo non ho potuto sentirlo perchè ero alla festa provinciale di Sel ma dai resoconti scritti mi pare un buon passo avanti, non ho sentito parlare di terzo polo ma si parla di nuovo dell'Ulivo con Sel, Idv, Verdi e Socialisti, OTTIMO !

    Ce la possiamo fare, amici e compagni!
    Ultima modifica di SteCompagno; 11-09-11 alle 01:27
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Enemy skill
    Data Registrazione
    13 Apr 2011
    Messaggi
    293
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Nuovo Ulivo, forse ce la facciamo

    non ho potuto seguire il comizio di bersani. dove posso ascoltarlo?

  3. #3
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Nuovo Ulivo, forse ce la facciamo

    Il clou già alle 17.30, quando sul palco di Palazzo D’Avalos, saliranno il presidente dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, e il leader di Sel, Nichi Vendola. L’incontro sarà moderato dal direttore del Tg La7, Enrico Mentana.
    Sviluppo, legalità e solidarietà: 3Dimensioni per l'Italia

    e chi se lo perde ?
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

  4. #4
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Nuovo Ulivo, forse ce la facciamo

    Citazione Originariamente Scritto da Red XIII Visualizza Messaggio
    non ho potuto seguire il comizio di bersani. dove posso ascoltarlo?
    su YouDem c'è di sicuro :giagia:
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    25,552
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Nuovo Ulivo, forse ce la facciamo

    Citazione Originariamente Scritto da SteDiessino Visualizza Messaggio
    spero lo trasmettano anche su internet.
    -Ma dai, sarà la bora..
    -Ma non siamo a Trieste!

  6. #6
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Nuovo Ulivo, forse ce la facciamo

    Bersani vola a Berlino: un patto
    per l'Europa con Spd e Ps francese

    di Simone Collini

    Se Berlusconi usa Bruxelles come scappatoia per evitare di essere interrogato domani dai pm di Napoli sul caso Tarantini, Bersani sta lavorando per far passare anche per l’Unione europea la costruzione di un’alternativa alle politiche della destra. Mentre in Italia continuerà a muoversi sul doppio binario del Nuovo Ulivo e della convergenza con l’Udc stando bene attento a non imprimere sul primo fronte accelerazioni che rischierebbero di impedire la seconda parte dell’operazione (e infatti venerdì non sarà alla festa dell’Idv di Vasto, dove è previsto un confronto a tre con Di Pietro e Vendola) il segretario del Pd ha fissato in agenda una serie di incontri con i leader dei principali partiti progressisti degli altri paesi comunitari per avviare un confronto che dovrebbe poi concludersi con la definizione di «una piattaforma comune dei progressisti che rilanci il sogno europeo».

    L’operazione è ambiziosa quanto complicata ma anche, per Bersani, necessaria. Servirebbe ad evitare quel «ripiegamento» che gioca tutto a favore delle forze conservatrici e anche quello che in questa fase di crisi economica rischia di diventare un destino ineluttabile: «Divisi non contiamo nulla e a uno a uno finiremo nelle retrovie del mondo nuovo», è stato il rischio evocato nel comizio di chiusura della Festa di Pesaro. Nei prossimi dodici mesi si voterà in Spagna, Francia, Svizzera, Danimarca, Polonia, Romania, Slovenia, Serbia, Croazia, Lettonia e dopo pochi mesi in Germania. E il Pd, per Bersani, dovrà contribuire al formarsi di un’onda della «riscossa progressista», e starvi dentro quando finalmente anche da noi si tornerà alle urne (il leader dei Democratici non esclude affatto un appuntamento elettorale per la primavera 2012).

    Dopo i primi contatti, a giugno, a Bruxelles con il leader dei laburisti britannici Ed Milliband e a Torino con la socialista francese Martine Aubry, venerdì il segretario Pd sarà a Berlino per continuare il discorso con il leader dell’Spd Sigmar Gabriel. Dopo il 9 ottobre, data delle primarie d’Oltralpe, avrà invece un bilaterale con il prossimo sfidante di Sarkozy (al momento in testa ai sondaggi c’è François Hollande), mentre la Feps, la Fondazione di studi progressisti europei di cui un anno fa è stato eletto presidente Massimo D’Alema, organizzerà un convegno a cui parteciperanno tutte le principali fondazioni dei partiti di centrosinistra dei paesi comunitari.

    L’incontro a Berlino impedirà a Bersani di essere all’apertura della festa dell’Idv a Vasto, dov’era previsto un confronto a tre con Di Pietro e Vendola. L’ex pm, che pure ha saputo per via ufficiosa che il leader del Pd non ci sarà, non ha ancora modificato il programma e fa sapere che non accetterà «sostituti» ed è pronto a fare il confronto con il leader di Sel tenendo polemicamente sul palco una sedia vuota. Quando ci saranno le primarie, assicura Di Pietro, si candiderà e intanto critica il Pd perché «sembra che attenda la madonna dell’Udc» quando «ormai è chiaro lo scenario che si dovrebbe delineare - dice - una coalizione di centrodestra, una coalizione con Pd-Idv-Sel, e il terzo polo da solo».

    Ma è proprio questo che Bersani vuole evitare, e anche la scelta di organizzare una manifestazione «del Pd», a Roma il 5 novembre, non è casuale. Il leader dei Democratici vuole lavorare al Nuovo Ulivo facendo poi però partire da qui «un messaggio a tutte le forze di centro, a cominciare dall’Udc, per una convergenza». Con Casini il dialogo non si deve interrompere e ieri i due si sono parlati anche prima della messa di Benedetto XVI ai cantieri navali di Ancona (Bersani ha definito «doverosa» la sua presenza e «un discorso importante» quello dedicato al lavoro dal Papa). Il leader dell’Udc continua a non scoprirsi, ma il fatto che ancora non abbia chiuso la porta e anzi si sia detto «interessato a perseguire» il confronto sul modello Marche (dove governano insieme Pd, Udc e Idv), consiglia a Bersani di non accelerare verso un’alleanza ristretta a Di Pietro e Vendola.

    12 settembre 2011

    Bersani vola a Berlino: un patto<br>per l'Europa con Spd e Ps francese - Italia - l'Unità

    Che sola Bersani.
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

  7. #7
    La Classe Non e' Acqua
    Data Registrazione
    22 Jan 2011
    Località
    Padania libera (dai leghisti)
    Messaggi
    2,474
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Nuovo Ulivo, forse ce la facciamo

    Compagni, sareste in grado di indicare quali sono i programmi per affrontare la crisi, difendere il welfare e rilanciare la crescita di laburisti inglesi, socialdemicratici tedeschi e socialisti francesi? C'è una base comune o ognuno va per i fatti suoi?

  8. #8
    Antisovranista
    Data Registrazione
    12 Apr 2009
    Località
    Toscana
    Messaggi
    3,992
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Nuovo Ulivo, forse ce la facciamo

    Sarebbe anche l'ora che il PD si ispirasse a partiti laici e di solida tradizione socialdemocratica come PS e SPD invece che rincorrere sempre i soliti centristi o i dinosauri di FdS. Ma finché non si scrolla la pesante eredità del PCI, ci sarà sempre la tentazione delle "larghe intese".

  9. #9
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Nuovo Ulivo, forse ce la facciamo

    Citazione Originariamente Scritto da Con la Fiom Visualizza Messaggio
    Compagni, sareste in grado di indicare quali sono i programmi per affrontare la crisi, difendere il welfare e rilanciare la crescita di laburisti inglesi, socialdemicratici tedeschi e socialisti francesi? C'è una base comune o ognuno va per i fatti suoi?
    qua puoi leggere un documento comune dei Socialdemocratici tedeschi e dei socialisti francesi

    documento comune PSF-SPD

    Salari, welfare e servizi pubblici nel mirino, l'austerit&#224; permanente imbriglia la democrazia

    qua si parla di una petizione europea tra i vari leaders della sinistra europea (firmata tra gli altri da Nichi Vendola, Massimo D'Alema, Monica Frassoni, Martin Schulz, Jacques Delors, Daniel Cohn-Bendit, Martine Aubry) che ha come base il programma del PSE ovvero : Tobin tax, eurobond, togliere dal calcolo dei deficit gli investimenti per il futuro, dimensione sociale della governance economica e una idea di fondo critica nei confronti del patto di stabilità e del rigorismo della Bce.

    Una rotta c'è, serve solo più coordinazione e più dialogo tra i 2 gruppi della sinistra europea (Socialisti e sinistra rosso-verde)
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

  10. #10
    Clandestino
    Data Registrazione
    08 Jan 2010
    Messaggi
    10,035
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    15 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Nuovo Ulivo, forse ce la facciamo

    Pd: D'Alema, vincenti anche senza Udc
    Nessuno vuole governo tecnico, ma di responsabilita' nazionale




    (ANSA) - ROMA, 11 SET - Un governo tecnico nessuno "lo ha mai proposto'' perche' se mai si deve parlare "di un governo di responsabilita' nazionale e di breve durata" al quale il Pd ha dato la sua disponibilita'. Cosi' Massimo D'Alema, parlando a Firenze. Secondo l'ex presidente del Consiglio, pero', la "strada maestra sono le elezioni e i sondaggi dicono che il centrosinistra, oggi, vincerebbe largamente con o senza l'Udc", ma - ha aggiunto - la gravità dei problemi richiede una "larga maggioranza".

    Fonte: Pd: D'Alema, vincenti anche senza Udc - Politica - ANSA.it

 

 
Pagina 1 di 28 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Nuovo Ulivo, forse è la volta buona
    Di SteCompagno nel forum Sinistra Italiana
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-09-11, 21:58
  2. Forse ce la facciamo
    Di Lollo87Lp nel forum Olimpiadi
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20-06-08, 20:58
  3. facciamo un nuovo partito.
    Di Esmor nel forum Il Termometro Politico
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 18-07-06, 20:38
  4. sento che.... forse ce la facciamo
    Di roberto m nel forum Conservatorismo
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 06-04-06, 11:11
  5. sento che.... forse ce la facciamo
    Di roberto m nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 05-04-06, 13:49

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226