User Tag List

Pagina 2 di 5 PrimaPrima 123 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 43

Discussione: I popoli Padani

  1. #11
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    17 Dec 2004
    Messaggi
    9,018
    Mentioned
    162 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Rif: I popoli Padani

    Citazione Originariamente Scritto da montecristo2006 Visualizza Messaggio
    1) ab illo tempore si sa benissimo che esiste una (Italia) Cisalpina Continentale, una (Italia) Cispadana Continentale, una Italia neo greca e neolatina a sud della linea spartiacque fonetica Senigallia-Seravezza.
    Cisalpino se non sbaglio vuol dire che è al di qua delle Alpi rispetto a Roma, così come cispadano dovrebbe voler dire al di qua del Po sempre rispetto a Roma.
    Se è così e il punto di riferimento è Roma le terre sotto al Po fino alla linea Gotica non possono essere considerate anch'esse cisalpine?
    Comunque sono termini che hanno il loro fascino, peccato che però siano frutto di una visione romano-centrica mi pare, visto che esprimono quello che da Roma si vede guardando a Nord.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #12
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    369
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I popoli Padani

    Citazione Originariamente Scritto da sciadurel Visualizza Messaggio
    va bene tutto, storicamente è anche vero ... ma la Padania non potrebbe essere una Confederazione degli Stati Preunitari (molto presenti nonostante 150 anni di colonialismo romano) come voleva Carlo Cattaneo & C. ?
    sicuramente sì come progetto fattibile....non certo come la propone la Lega Nord (Varesecentrica!! e per di più senza confini certi!!!)
    ciao
    vb

  3. #13
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    369
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I popoli Padani

    Citazione Originariamente Scritto da Wimpffen Visualizza Messaggio
    Cisalpino se non sbaglio vuol dire che è al di qua delle Alpi rispetto a Roma, così come cispadano dovrebbe voler dire al di qua del Po sempre rispetto a Roma.
    Se è così e il punto di riferimento è Roma le terre sotto al Po fino alla linea Gotica non possono essere considerate anch'esse cisalpine?
    Comunque sono termini che hanno il loro fascino, peccato che però siano frutto di una visione romano-centrica mi pare, visto che esprimono quello che da Roma si vede guardando a Nord.
    non fa una grinza!!!
    però non possiamo ignorare che la maggior parte dei termini geografici attuali discende dalla nomenclatura che i romani inventarono, applicarono, latinizzarono, man mano che si espandevano dal 300 a.C. in poi.
    proprio come avvenne successivamente per le molte scoperte geografiche da Colombo in poi e che ancor oggi portano nomi legati ai grandi navigatori o scopritori (es. America, Colombia ecc.)

    dunque non facciamoci travisare da chi battezzò i territori, ma ascltiamone le parole

    "Gallia omnis divisa est in partes tres" (de bello gallico)

    cfr. anche http://it.wikipedia.org/wiki/Gallia

    il prefisso "cis" (che non vuol dire "viaggiare informati....!) è contrapposto a "trans" (che non vuol dire "transgender"....!!!)
    l'uno significa "presso/sotto", l'altro significa "al di là"

    Dunque Gallia Cisalpina è quella "sotto" le Alpi che a sua volta si suddivide in Cispadana e Transpadana

    come si vede, l'unico termine (termine che tutti possono comprendere) che possa evocare una sorta di unicità popolare del nostro Nord penisola è il vocabolo "Cisalpinia".

    Ecco perchè Bossi sbagliò i presupposti della sua lotta (vera o finta???) politica perchè cercò di far esistere quel che non era mai esistito e rinunciò a far rinascere quel che già esisteva.....

    Una Patria (terra dei padri) DEVE evocare sentimenti collettivi emozionali ed univoci....quasi sacri e religiosi.... Cisalpino è un termine che in tutti evoca i nostri antichi padri....ed i loro sacrifici e le loro sofferenze....
    " Padania" invece evoca al massimo la marca di qualche formaggio o latticino....

    anche perchè di lì fu preso!!!!

    diversamente (se fossimo restati nel mito) l'avremmo dovuta chiamare Eridania
    non dimentichiamo infatti che furono anche qui i latini della prima ora a chiamare il fiume Eridano con il nome di Padus
    cfr idronimo http://it.wikipedia.org/wiki/Po
    http://it.wikipedia.org/wiki/Eridano...stellazione%29

    Quanto alle interpretazioni etimologiche di Po, personalmente ritengo che derivi (come molte località geografiche) dalla parola "appò" (apud-quod) cioè dalla contrazione del latino "apud" che signifca "nei pressi" e da "quod" che significa più o meno "il quale luogo"

    in buona sostanza, se i latini della prima ora si fossero potuti telefonare tra loro e qualcuno fosse stato vicino al fiume Eridano, si sarebbe potuta sentire questa telefonata:
    "dove ti trovi?" (quo es?)
    "vicino all'Eridano" (apud - appò - Eridanum!)
    "ho capito giusto: vicino all'Eridano"????
    " Sì, S'...Apud quod!!! (proprio quello!)

    Facile dall'altra parte interpretare o capire : si trova al Pò cioè "appò"

    Ma non fermiamoci qui
    il fiume Eridano fu la sede del supplizio di Tantalo
    Classici italiani - Società tipografica de' classici italiani, Milan - Google Libri

    Tantalo fu condannato alla pena di essere immerso a pelo d'acqua nell'Eridano vicino ad un albero di mele che non riusciva mai a raggiungere....

    in questo senso (secondo una interpretazione magica ed esoterica) possiamo comprendere anche i risvolti ermetici della figura di Bossi che si porta dietro TUTTI i padioti....

    Immerso metaforicamente nell'Eridano ( e con un figlio di nome Eridano!!!) attraverso la sua "cerimonia dell'ampolla" Bossi come Tantalo tenta di raccogliere i frutti (la Padania), ma non ci può riuscire poichè Giove (il destino!) lo ha condannato a sfiorare i frutti ma a morire senza raccoglierne neppure uno...lui con tutti i padioti!!!!!

    Potremmo quasi dire che si tratta di sfortuna originale (come il peccato originale)...cioè secondo questa interpretazione metaforica ed esoterica, l'idea dell'indipendenza della Padania nasce come idea maledetta e sfortunata sulle sembianze di Tantalo!!!!


    Mi rendo conto oggi che quando scegliemmo Bossi nel 1987 per nominarlo referente dei nostri progetti autonomistici e federalistici, sbagliammo perchè non tenemmo conto di quel che soleva dire Napoleone quando nominava un generale...: "sì, sì...è bravo...ma è anche fortunato???"

    Nominando Bossi non ci ponemmo questa domanda e finimmo dentro il "supplizio di Tantalo" immerso nell'Eridano....
    per l'eternità (fino a quando c'è Bossi)
    ciao
    vb

  4. #14
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: I popoli Padani

    Adesso si parla di Padania, ma bisogna chiarire prima che cosa è l'italia.

    L'italia geograficamente è un lembo di terra peninsulare che come appendice si unisce al continente europeo all'altezza del 44esimo parallelo.

    Con italia si indicava questo territorio, dove nella storia romana, appare avere al nord come confine il Rubicone.

    Da quel punto inizia la pianura del fiume Po, compresa tra due grandi catene di montagne: le Alpi e gli Appennini.

    Pertanto quando si parla dell'italia si deve citare il territorio sotto il Rubicone.

    Da 150anni per ragioni esoteriche e palladiane si è formato una stato in cui l'italia risulta incorporata insieme alla pianura del Po e relativi versanti delle montagne.

    Pertanto indicare penisola e pianura con un sole nome geografico è una truffa mediatica.

    Al massimo quando si propugna l'unità d'italia si dovrebbe specificare che va intesa l'unità tra la penisola e la colonia della zona che verte sul fiume Po.

    Parlare di unità d'italia, secondo le prospettive che il governo romano ci impone, è un rimasuglio di colonialismo ottocentesco ormai scomparso in Europa,
    Significa voler insistere su un atto contro la libertà dei popoli.
    Pertanto per non essere incolpato di colonialismo il governo romano si è inventato il concetto che nella Padania non vi è un popolo padano.

    In parte hanno ragione, però non si dice che in Padania non vi è un solo popolo, ma vi sono i popoli padani.
    O si taglia o il caos

  5. #15
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: I popoli Padani

    Un aneddoto

    La lega essendo una emanazione al servizio di roma, ha sempre cercato di impedire la valorizzazione dei popoli padani.

    Ha cercato di emarginarli, inventandosi che in Padania vi è un popolo solo. Poi questo come unicità non esiste, si imbecca roma e il trucco è fatto.

    Il fatto di questo voler insistere da parte della lega che vi è un popolo padano deriva prima di tutto la necessità di avere il monopolio di amministrare da sola il desiderio di libertà dei popoli padani.

    La lega non può avere di concorrenti, perché per poco che si faccia salterebbe con evidenza la sua falsità di urlare in continuazione e concludere nulla, anzi spesso cercare di aiutare roma, mentre aumenta la pressione tassativa e la invasione delle terre padane.

    Il trucco del 1987, la legge elettorale del 1993 hanno permesso la creazione di questo monopolio, aiutato da un diabolico destino che elimina per puro caso sistematicamente chi vorrebbe finanziare un movimento alternativo.

    Vi è un semplice aneddoto per dare l'esempio della lega di voler distruggere i popoli padani, senza elencare tanti fatti e fatterelli che hanno stancato ed allontanato migliaia di militanti.

    I popoli padani hanno le loro bandiere ed allora la lega ha cercato di storpiarli. Per esempio sul drapò piemontese fa sovrastampare la scritta “”Lega Nord”” .
    Un insulto nel voler ridurre la bandiera gloriosa del Piemonte come un semplice supporto pubblicitario.

    Per la Lombardia ha cercato di far mettere in un angolo sulla bandiera lombarda il Sole delle Alpi.
    Nel periodo che la Pivetti se ne andò via della lega, proprio in quei giorni si era pensato e iniziato a stampare la bandiera della Lombardia con in un quadrante bianco il “Sole delle Alpi”” pensando che potesse divenire poi la bandiera di tutta la lega.

    Allora molti parlavano del Sole delle Alpi come una Rosa delle Alpi.
    Era un momento di confusione.

    Al che nacque una gogliardata. .

    Visto come si trattavano le vecchie bandiere dei popoli si lanciò l'idea che la Croce rossa di San Giorgio e la Rosa delle Alpi ( mese insieme) potessero riferirsi ai rosacroce.

    Ossia che i rosacrociani potessero formare lo stato che pare avessero ai suoi tempi preconizzato.

    Si era convinti di fare una battuta, ma i palladiani guardiani del movimento si spaventarono e tutto finì.

    Si erano involontariamente vendicate le bandiere.
    Ultima modifica di jotsecondo; 02-10-11 alle 20:27
    O si taglia o il caos

  6. #16
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: I popoli Padani

    Napolitano: il popolo padano non esiste. Borghezio: nessuna paura - Politica - Virgilio Notizie


    Napolitano: il popolo padano non esiste. Borghezio: nessuna paura
    Il presidente da Napoli: "Un conto sono chiacchiere e grida, un altro il separatismo"
    Napoli, 30 set. - "Il 'popolo padano' non esiste, il messaggio è chiaro". Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano approfitta di una domanda del professor Massimo Villone alla facoltà di Giurisprudenza a Napoli per bacchettare la Lega. Esordisce con una battuta per Umberto Bossi che, dice Napolitano, "dovrebbe essere grato al professor Villone per come ha finemente elaborato il suo concetto perché quello che si sente è spesso un incoraggiamento ridotto al minino sia dal punto di vista dell'espressione verbale che delle motivazioni". Risate in sala, mentre Napolitano continua parlando delle "grida" del Carroccio che invoca la secessione.
    "Cerco di capire da dove nascono queste nuove grida - sottolinea Napolitano - perché si sono sentite già anni fa e Villone ha ricordato i precedenti tentativi di elaborare progetti di legge"
    sulla secessione. Per il capo dello Stato "è già uno dei pochi buoni esempi dei tempi attuali il fatto che non siano stati riproposti" altri progetti di legge e quelli passati "siano finiti negli archivi del parlamento", "anche dopo che il referendum popolare aveva fatto cadere la riforma approvata nel
    2006 dal Parlamento".
    Nessuno nega la rilevanza politica e sociale di questo movimento", continua Napolitano parlando dei leghisti e riconoscendo che ora quel movimento "ha scelto la strada del federalismo fiscale". Il che, comunque, "pare una stranezza", perché "il federalismo rappresenta una corrente di pensiero da cui sono nati stati autenticamente federali". Quindi, il "federalismo fiscale dovrebbe essere la conseguenza di uno spicchio di evoluzione in senso federale dello stato italiano".
    Ad ogni modo, conclude il capo dello Stato, "Io ritengo che questa parziale conversione" dei leghisti "sia stata positiva". E ricorda l'articolo 5 della Costituzione: "lì si dice che la
    Repubblica è una e indivisibile ed è lo stesso articolo in cui si dice che la Repubblica riconosce e valorizza le autonomie"."Discutere di federalismo fiscale o di un Parlamento che abbia una rappresentanza delle Regioni è del tutto lecito. Per il resto, ove dalle chiacchiere, dalle grida e dalla propaganda si passasse ad atti preparatori di qualcosa che viene chiamata secessione tutto cambierebbe". Da Napoli, dove si trova in visita per i 150 anni dell'Unità d'Italia, Giorgio Napolitano ha avvertito Umberto Bossi e tutta la Lega Nord sulle loro volontà separatiste.
    Il presidente della Repubblica ha ricordato quanto avvenne nell'Ottocento di fronte a simili tentazioni da parte della Sicilia: "Quando ci fu un tentativo di organizzazione armata e separatista, anche quell'accenno di Stato italiano appena nato non esitò a intervenire piuttosto pesantemente: si ricorderà l'arresto e la detenzione di un capo importante di quel movimento, come Finocchiaro Aprile".
    Queste dichiarazioni così tranchant e la velata minaccia ai militanti indipendentisti ci lasciano tranquilli perché in Padania ci sono migliaia di patrioti che considerano la libertà il bene più importante e non si fanno spaventare da queste minacce". L'eurodeputato della Lega Mario
    Borghezio risponde così, "a titolo personale", alle parole di Giorgio Napolitano sull'ipotesi di secessione. Parole con le quali "Napolitano tradisce l'immagine positiva che tutti noi della Lega apprezzavamo, di convinto federalista di primo capo dello Stato che ha valorizzato la figura di Cattaneo".
    Il capo al capogruppo della Lega alla Camera Marco Reguzzoni, il quale qualche giorno fa ha sottolineato che la sovranità del popolo sta al di sopra delle prerogative del presidente della Repubblica. Secondo Napolitano, un'affermazione del genere denota "scarsa consapevolezza dell'articolo 1 della Costituzione. Si dice che la sovranità appartiene al popolo, ma - ha precisato il capo dello Stato - ci si dimentica della virgola dopo la quale c'è scritto che il popolo esercita la sua sovranità nell'ambito della Costituzione e delle leggi. E nella Costituzione e nelle leggi non c'è spazio per una via democratica alla secessione, io non avrei dubbi".
    O si taglia o il caos

  7. #17
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: I popoli Padani

    Ha ragione Borghezio a dire di non avere paura.
    Lui conosce i retroscena.
    Un attore che conosce bene la sua parte

    Vi è un accordo tra la lega e roma.
    La lega deve gridare alla secessione per possedere il diritto nell'immaginario padano di avere il monopolio di essere la propugnatrice della indipendenza.

    Il presidente della Repubblica è a conoscenza della situazione e del più che ottimo lavoro compiuto dalla lega.
    Non minaccia di condannare chi parla di secessione. Perché altrimenti si dovrebbe mettere in galera la dirigenza leghista, la quale, per recitare la sua parte, è obbligata a compiere tale atto di esternazione ( gridare alla secessione proprio quando è a corto do argomenti nel raccontare fandonie ai Padani).

    La minaccia del Presidente astutamente dice di arrestare chi compie atti visibili .Ma la lega non farà mai atti visibili, perché altrimenti non è più in grado di controllarli e fermarli prima che diano danno a roma.

    Però roma permettendo alla lega di gridare alla secessione, per svolgere il suo compito di contenimento, deve tollerare i piccoli gruppi indipendentisti che per disperazione stanno nascendo.. Perché se li condanna e non fa alcunché alla lega in automatico conferisce il carisma di indipendentista a questi gruppi.

    Così purtroppo per roma si devono lasciare in vita questi gruppi e pertanto li controllerà capillarmente con qualche infiltrato come ha sempre fatto.

    Nella lega l’infiltrato per fare un buon lavoro lo ha messo a capo.

    Pertanto militare in movimenti indipendentisti non è pericoloso, è solamente pericoloso finanziarli alla grande.
    Si può morire anche andando in bicicletta.
    O si taglia o il caos

  8. #18
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    35,036
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I popoli Padani

    Sono Padani tutti coloro che, costretti nel territorio definito Italia, non appartengono al popolo Terrone.
    Che esiste e colonializza.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  9. #19
    Italiani ! tiè !
    Data Registrazione
    22 Oct 2009
    Messaggi
    3,254
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I popoli Padani

    se si incomincia a parlare di "popoli" è finita, si torna ai comuni.
    dovremo parlare del popolo di torino, del cuneese, del biellese, bergamasco e milanese....
    Quando sentivo un bergamasco, io vissuto per 27 anni a milano, mi chiedevo da dove era uscito.
    E poi a me quanti passaporti dovrebbro dare: nato in piemonte vissuto a milano, ora di nuovo in piemonte, padre piemontese, mamma triestina, nonna asburgica....
    Scherzi a parte direi che non ha senso nel 2012 parlare di popoli (non sto parlando di origini storiche) ma di comune (o pressoche comune) modo di vivere e pensare la vita.
    Abbastanza simile tra un veneto e un piemontese (lavoro educazione cattere "piuttosto chiuso", abbastanza simile tra un emiliano e un toscano, roma fa storia se.
    lazio abruzzo marche, e poi campania,calabria puglia sicilia, sardegna (acui mi inchino) andrebbero bene con i corsi caratteri fieri e combattivi.

    grosso modo sono 3/4 le l'inee guida di questo paese come 3/4 dovrebbero essere a mio parere le macroregioni.
    Il che unite poi in uno stato federale formerebbero uno stato formidabile ed imbattibile sotto ogni punto di vista.
    E' il federalismo la giusta strada.
    Un fallimento è l'opportunità di ricominciare in modo più intelligente.
    Henry Ford.

  10. #20
    Italiani ! tiè !
    Data Registrazione
    22 Oct 2009
    Messaggi
    3,254
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: I popoli Padani

    Citazione Originariamente Scritto da jotsecondo Visualizza Messaggio
    Ha ragione Borghezio a dire di non avere paura.
    Lui conosce i retroscena.
    Un attore che conosce bene la sua parte

    Vi è un accordo tra la lega e roma.
    La lega deve gridare alla secessione per possedere il diritto nell'immaginario padano di avere il monopolio di essere la propugnatrice della indipendenza.

    Il presidente della Repubblica è a conoscenza della situazione e del più che ottimo lavoro compiuto dalla lega.
    Non minaccia di condannare chi parla di secessione. Perché altrimenti si dovrebbe mettere in galera la dirigenza leghista, la quale, per recitare la sua parte, è obbligata a compiere tale atto di esternazione ( gridare alla secessione proprio quando è a corto do argomenti nel raccontare fandonie ai Padani).

    La minaccia del Presidente astutamente dice di arrestare chi compie atti visibili .Ma la lega non farà mai atti visibili, perché altrimenti non è più in grado di controllarli e fermarli prima che diano danno a roma.

    Però roma permettendo alla lega di gridare alla secessione, per svolgere il suo compito di contenimento, deve tollerare i piccoli gruppi indipendentisti che per disperazione stanno nascendo.. Perché se li condanna e non fa alcunché alla lega in automatico conferisce il carisma di indipendentista a questi gruppi.

    Così purtroppo per roma si devono lasciare in vita questi gruppi e pertanto li controllerà capillarmente con qualche infiltrato come ha sempre fatto.

    Nella lega l’infiltrato per fare un buon lavoro lo ha messo a capo.

    Pertanto militare in movimenti indipendentisti non è pericoloso, è solamente pericoloso finanziarli alla grande.
    Si può morire anche andando in bicicletta.
    borghezio è una macchietta, un pulcinella nato per sbaglio al nord.
    Un fallimento è l'opportunità di ricominciare in modo più intelligente.
    Henry Ford.

 

 
Pagina 2 di 5 PrimaPrima 123 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. L'Idv non e' un'alternativa per i popoli Padani.
    Di rafrad6164 nel forum Padania!
    Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 12-01-09, 12:49
  2. Festa dei Popoli Padani.
    Di Juv nel forum Padania!
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-09-08, 09:59
  3. L'Atlante dei Popoli Padani
    Di Padanik (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 34
    Ultimo Messaggio: 29-08-08, 14:03
  4. Padani vs Popoli d'Europa
    Di sir_Shafford nel forum Padania!
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 06-07-07, 06:32
  5. Cartina dei popoli padani
    Di RUS nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-01-07, 23:46

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226