User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    x il Socialismo Mondiale
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pianeta Terra (Verona)
    Messaggi
    8,730
    Mentioned
    26 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Differenze tra i socialisti libertari e i "comunisti"

    La differenza principale tra i socialisti libertari e i “comunisti” (leninisti, trotzkisti, maoisti, stalinisti, ecc.) è che i primi, come Marx, pensano che “l’emancipazione della classe lavoratrice deve essere opera della classe lavoratrice stessa” (Statuti provvisori dell’Associazione internazionale degli operai, 1864) e quindi sono per un movimento/partito politico organizzato democraticamente senza leader, al massimo con l’uso di delegati eletti democraticamente e destituibili in qualsiasi momento assieme alle loro decisioni (lo stesso tipo di organizzazione che ci sarà nella società socialista/comunista). Gli ultimi invece pensano che i lavoratori debbano seguire (militanza) un’élite formata da leader/intellettuali di partito (avanguardismo) e quindi sono per un partito politico organizzato gerarchicamente e centralizzato (in altre parole organizzato in modo borghese).
    Un’altra differenza, ma questo vale soprattutto per i socialisti del Movimento Socialista Mondiale, è che per i primi, come per Marx, socialismo è sinonimo di comunismo ed è oggi un obiettivo immediatamente realizzabile a livello mondiale (l’attuale sviluppo delle forze produttive già lo permette), mentre per i secondi socialismo significa capitalismo di Stato sotto la dittatura di una élite di “comunisti” ed è la via obbligata per arrivare al comunismo (anche se la storia ha ampiamente dimostrato che in realtà in un singolo paese, magari anche arretrato, porta praticamente al fascismo).
    http://socialismo-mondiale.blogspot.com/
    Invece della parola d'ordine conservatrice Un equo salario per un'equa giornata di lavoro, i lavoratori devono scrivere sulla loro bandiera il motto rivoluzionario Soppressione del sist. del lavoro salariato

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Kta
    Kta è offline
    Forumista
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Messaggi
    183
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Differenze tra i socialisti libertari e i "comunisti"

    Quindi il fine è lo stesso ma i modi per raggiungerlo sono differenti, giusto ?
    Sono daccordo soprattutto con la visione di un movimento/partito in cui i leader possano essere destituiti se non portano a compimento le promesse fatte. Sono anche daccordo con la deriva che ha avuto l'URSS sotto lo stalinismo. Però non si generalizza troppo accumunando le varie correnti del movimento comunista ? Daltronde fu lo stesso Trotsky a criticare la deriva intrapresa dall'Unione Sovietica sotto Stalin, e di come la rivoluzione comunista sia stata "tradita".
    Riguardo l'uso dei termini, tendo a differenziarli. Vedendo quindi il socialismo come una fase di transizione nella realizzazione del comunismo. Comunismo quindi nella mia concezione che corrisponde alla tua di socialismo, quindi chiamiamo in due modi differenti la stessa cosa mi è parso di capire. Non credo che per l'intero movimento comunista socialismo sia sinonimo di capitalismo di stato. Del resto Marx prevedeva un periodo di transizione, in cui si sarebbe instaurata una dittatura del proletariato che avrebbe sostituito l'attuale dittatura borghese. E che solo dopo questo periodo ci sarebbe avuta la scomparsa di tutte le classi sociali. La storia per il momento ha detto che la dittatura del proletariato si sia trasformata in dittatura di partito e quindi dittatura sul proletariato.

  3. #3
    x il Socialismo Mondiale
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Pianeta Terra (Verona)
    Messaggi
    8,730
    Mentioned
    26 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Differenze tra i socialisti libertari e i "comunisti"

    Citazione Originariamente Scritto da Kta Visualizza Messaggio
    Quindi il fine è lo stesso ma i modi per raggiungerlo sono differenti, giusto ?
    Teoricamente l'obiettivo è lo stesso (società senza stati, senza classi, senza lavoro salariato, senza denaro), ma per la stragrande maggioranza dei leninisti e affini proprietà statale è proprietà comune.

    Citazione Originariamente Scritto da Kta Visualizza Messaggio
    Sono daccordo soprattutto con la visione di un movimento/partito in cui i leader possano essere destituiti se non portano a compimento le promesse fatte.
    Non hai capito: nella società socialista non ci saranno persone (leader) che prenderanno decisioni importanti sulla testa degli altri, tali decisioni saranno prese democraticamente da tutti. Lo stesso vale oggi per il movimento/partito politico che ha l'obiettivo di realizzare la società socialista.

    Citazione Originariamente Scritto da Kta Visualizza Messaggio
    Sono anche daccordo con la deriva che ha avuto l'URSS sotto lo stalinismo. Però non si generalizza troppo accumunando le varie correnti del movimento comunista ? Daltronde fu lo stesso Trotsky a criticare la deriva intrapresa dall'Unione Sovietica sotto Stalin, e di come la rivoluzione comunista sia stata "tradita".
    La rivoluzione russa non ha avuto nessuna deriva, non è stata comunista sin dall'inizio. Secondo te è possibile che avvenga una rivoluzione comunista senza che i lavoratori sappiano che cosa sia il comunismo? Perché quella era la situazione in Russia durante la rivoluzione bolscevica!

    Citazione Originariamente Scritto da Kta Visualizza Messaggio
    Riguardo l'uso dei termini, tendo a differenziarli. Vedendo quindi il socialismo come una fase di transizione nella realizzazione del comunismo. Comunismo quindi nella mia concezione che corrisponde alla tua di socialismo, quindi chiamiamo in due modi differenti la stessa cosa mi è parso di capire. Non credo che per l'intero movimento comunista socialismo sia sinonimo di capitalismo di stato. Del resto Marx prevedeva un periodo di transizione, in cui si sarebbe instaurata una dittatura del proletariato che avrebbe sostituito l'attuale dittatura borghese. E che solo dopo questo periodo ci sarebbe avuta la scomparsa di tutte le classi sociali. La storia per il momento ha detto che la dittatura del proletariato si sia trasformata in dittatura di partito e quindi dittatura sul proletariato.
    Per Marx la dittatura del proletariato doveva essere veramente la dittatura del proletariato (classe lavoratrice), non la dittatura di una minoranza formata da rivoluzionari di professione. E' stato Lenin a stravolgere il significato della dittatura del proletariato chiamandola tra l'altro socialismo. Ad ogni modo oggi non ha più senso parlare della dittatura del proletariato, perché la sua funzione principale era quella di favorire l'ulteriore sviluppo delle forze produttive per poter realizzare la società comunista/socialista. Lo stesso Marx anni dopo la pubblicazione del Manifesto del Partito Comunista disse che la sezione riguardante la statalizzazione dei mezzi di produzione era diventata anacronistica.
    Comunque è vero che Max prevedeva una periodo di transizione alla prima fase della società comunista, ma di tipo politico (una volta che la classe lavoratrice era andata al potere e che le forze produttive erano sufficientemente sviluppate). La prima fase della società comunista per Marx era già una società senza stati, senza classi, senza lavoro salariato e senza denaro, ma prevedeva un sistema di razionamento del prodotto sociale (lui proponeva l'uso di buoni lavoro) fino al raggiungimento del livello di sviluppo delle forze produttive necessario per passare alla fase finale della società comunista/socialista ("da ognuno secondo le proprie capacità, a ognuno secondo i propri bisogni"). Probabilmente oggi visto il tremendo sviluppo delle forze produttive che c'è stato dai tempi di Marx anche la prima fase è diventata anacronistica, resta valido il discorso del periodo politico di transizione (non si può certo passare da un tipo di società ad un altro dal giorno alla notte), mentre la statalizzazione dei mezzi di produzione - fulcro della teoria leninista - è completamente inutile o addirittura dannosa se effettuata in un singolo paese.
    http://socialismo-mondiale.blogspot.com/
    Invece della parola d'ordine conservatrice Un equo salario per un'equa giornata di lavoro, i lavoratori devono scrivere sulla loro bandiera il motto rivoluzionario Soppressione del sist. del lavoro salariato

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Apr 2009
    Messaggi
    1,643
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Riferimento: Differenze tra i socialisti libertari e i "comunisti"

    I comunisti vegetano in fase REM, i "socialisti libertari" sognano allegramente dalla nascita. Non c'è che dire...

    COMICO!

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    selargius (CA) - SARDINNIA
    Messaggi
    3,143
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Riferimento: Differenze tra i socialisti libertari e i "comunisti"

    Citazione Originariamente Scritto da Gian_Maria Visualizza Messaggio
    Lo stesso vale oggi per il movimento/partito politico che ha l'obiettivo di realizzare la società socialista.
    Anch'io in linea di principio sono pienamente d'accordo e per il percorso che ho avuto nella mia formazione politica questo principio nell'organizzazione e quello in cui mi riconoscerei pienamente...
    ma purtroppo credo sia di quasi impossibile attuazione, almeno in una prima fase nella societa attuale vista la degenerazione del modo di pensare e della coscienza del proprio status sociale...infatti ora credo che irrinunciabile sia diventata un avanguardi organizzata che cerchi di tirare fuori le masse da questa situazione per guidare la prima fase della lotta...
    Our revenge will be the laughter of our children
    Robert Gerard "Bobby" Sands

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    18 Sep 2009
    Messaggi
    172
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Riferimento: Differenze tra i socialisti libertari e i "comunisti"

    Citazione Originariamente Scritto da tzirboneddu Visualizza Messaggio
    Anch'io in linea di principio sono pienamente d'accordo e per il percorso che ho avuto nella mia formazione politica questo principio nell'organizzazione e quello in cui mi riconoscerei pienamente...
    ma purtroppo credo sia di quasi impossibile attuazione, almeno in una prima fase nella societa attuale vista la degenerazione del modo di pensare e della coscienza del proprio status sociale...infatti ora credo che irrinunciabile sia diventata un avanguardi organizzata che cerchi di tirare fuori le masse da questa situazione per guidare la prima fase della lotta...
    compagno tzirboneddu, concordo anche io iaociao:

 

 

Discussioni Simili

  1. Da "l'Uomo qualunque" al bravo comico: somiglianze e differenze
    Di Proteus nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 34
    Ultimo Messaggio: 19-06-12, 22:49
  2. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 07-10-07, 15:26
  3. Firenze: alle "Giubbe Rosse" due incontri libertari
    Di Silvioleo nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 05-03-05, 13:16
  4. Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 20-12-04, 22:14
  5. Caro Pippo ,oltre a libertari e "destri-liberali"...dove sta l'errore?
    Di Muhaddip nel forum Imperial Regio Apostolico Magnifico Senato
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 10-11-02, 20:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226