User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 18
  1. #1
    Deputato di POL
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    SP
    Messaggi
    3,392
    Mentioned
    102 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Convocazione IX Seduta della Camera dei Deputati

    E' convocata in data giovedì 13 ottobre 2011 ore 17 la IX Seduta della Camera dei Deputati con il seguente o.d.g:
    - Riforma del Titolo III della Costituzione
    - Discussione DDL Francpolitik
    - Varie ed eventuali










    Il Presidente della Camera
    Daniele
    Non chiedete cosa possa fare il paese per voi: chiedete cosa potete fare voi per il paese

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Rif: Convocazione IX Seduta della Camera dei Deputati

    Per comodità posto il testo della riforma del Titolo III (ho tolto gli asterischi e riunito i commi onde evitare inutili spaziature):



    TITOLO III


    IL PRESIDENTE DI POLITICAINRETE.NET


    Art. 23

    Il Presidente di politicainrete.net vigila sul rispetto della Costituzione.
    Mediante il suo arbitrato assicura il regolare funzionamento dei poteri pubblici e la continuità dello Stato.
    È simbolo dell’indipendenza nazionale, della integrità del territorio, del rispetto degli accordi della Comunità e dei trattati.
    È il primo rappresentante del gioco verso l'Amministrazione e l'esterno.
    Può inviare messaggi al Senato.
    Promulga le leggi nei modi indicati dalla Costituzione e dalla legge ordinaria ed emana i decreti aventi valore di legge e i regolamenti.
    Conferisce le onorificenze del forum, che sono istituite con legge ordinaria.


    Art. 24

    II Presidente di politicainrete.net è eletto per sei mesi a suffragio universale diretto, a maggioranza assoluta dei voti espressi.
    Se tale maggioranza non viene conseguita al primo turno,si procede a ballottaggio tra i due candidati Presidenti più votati, nel quattordicesimo giorno seguente.
    Contestualmente alla propria candidatura, coloro che concorrono alla Presidenza dichiarano i propri candidati vicepresidente.


    Art. 25

    Non possono ricandidarsi a Presidente di politicainrete.net, i forumisti già eletti consecutivamente due volte nelle precedenti elezioni presidenziali allo stesso incarico presidenziale. Essi torneranno nuovamente candidabili dopo una legislatura.


    Art. 26

    Il Presidente di politicainrete.net, prima di assumere le sue funzioni, presta giuramento di fedeltà alla nazione e di osservanza della Costituzione dinanzi alla Corte Costituzionale. Il testo del giuramento è stabilito con legge ordinaria dal Senato.


    Art. 27

    Il Presidente di politicainrete.net nomina il Primo Ministro dopo consultazioni con il Presidenti del Senato e con i rappresentanti dei partiti pirriani.
    Tutte le consultazioni dovranno essere pubbliche e consultabili in un apposito thread sul Forum.


    Art. 28

    Il Presidente di politicainrete.net accetta le dimissioni del Governo presentategli dal Primo Ministro.
    Su proposta del Primo Ministro nomina e revoca gli altri membri del Governo.


    Art. 29

    La nomina del Primo Ministro deve perseguire scrupolosamente, nei limiti del possibile la necessità che esso abbia una maggioranza parlamentare che lo sostenga e che gli conceda la fiducia.
    Il Presidente che non ottempera a quanto stabilito dal presente articolo è passibile di censura costituzionale da parte della Corte Costituzionale.


    Art. 30

    Nel caso in cui, per due volte complessivamente, un Governo non riesca a ottenere la fiducia iniziale prevista dall'art.35 cost e/o sia soggetto alla mozione di sfiducia prevista dall'art. 42 e/o in seguito a dimissioni volontarie, il Presidente di PIR forma il Governo assumendo il ruolo di Primo Ministro.Il governo del Presidente non necessita di fiducia da parte del Senato.
    I ministri da lui nominati non possono essere sfiduciati e la loro nomina è in carico solo al Presidente .


    Art. 31

    Il Governo del Presidente di PIR entra in carica contestualmente all'assunzione del ruolo di Primo Ministro da parte dello stesso. Entro 5 giorni , a pena di censura costituzionale, il Presidente di PIR pubblica la lista dei Ministri che immediatamente assumono l'incarico.


    Art. 32

    Il voto di fiducia dovrà essere autorizzato dal Presidente di Politicainrete.net dietro richiesta pubblica del candidato primo Ministro.
    Tutte le consultazioni dovranno essere pubbliche.
    Il Presidente che non ottempera a quanto stabilito dal presente articolo è passibile di censura costituzionale da parte della Corte Costituzionale.


    Art. 33

    Il Presidente di Politicainrete, sentito il parere vincolante del presidente del Senato e del Ministro dell'economia, nomina inoltre il Governatore della Banca Centrale.
    La legge ordinaria stabilisce i compiti, i poteri e il mandato del Governatore della Banca Centrale.


    Art. 34

    Le funzioni del Presidente di Politica In Rete, in caso che egli non possa adempierle, sono esercitate dal vice Presidente.
    In caso di impedimento permanente ( Ban definitivo o superiore al termine della fine della legislatura ) destituzione o dimissioni del Presidente di Politica In Rete, il Vice Presidente assumerà la carica di Presidente fino al termine del mandato presidenziale e come primo atto nominerà un nuovo vice Presidente.


    Art. 35

    Se l' operato dei Presidente di Politicainrete.net è sospetto di incostituzionalità, esso, per mezzo di una denuncia di qualsiasi Senatore o di 10 utenti con almeno 500 post all' attivo, è passibile di giudizio presso la Corte Costituzionale.
    La Corte Costituzionale se riscontrerà un comportamento incostituzionale, potrà ammonirlo con una Censura Costituzionale deliberata a maggioranza della stessa.
    Il Presidente di Politicainrete.net decade dal proprio incarico alla terza censura Costituzionale attribuitagli dalla Corte costituzionale.
    In caso di grave incostituzionalità, tale da delineare un vero e proprio attentato alla Costituzione, la Corte Costituzionale può comunque dichiararne l'immediata decadenza. In tal caso il giudizio deve essere espresso all'unanimità dai 3 giudici.
    Il presidente di Politicainrete.net, una volta decaduto a seguito di una pronuncia della Corte, non può più assumere incarichi pubblici per tutta la durata della legislatura.


    Art. 36

    Il Presidente di Politicainrete.net può essere destituito anche per mezzo di una mozione motivata di Censura Parlamentare avanzata da almeno 11 senatori e approvata con una maggioranza speciale dei 3/5 dei presenti.
    Fra una Censura Parlamentare e un’altra debbono trascorrere almeno 30 giorni.

  3. #3
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Rif: Convocazione IX Seduta della Camera dei Deputati

    Spero nessuno si arrabbi se posto in anticipo le mie osservazioni e proposte (ovviamente la Seduta inizierà ufficialmente all'ora indicata dal Presidente Daniele).
    Naturalmente sono pronto a discutere sulle proposte al fine di pervenire ad un accordo complessivo.

    Legenda:
    Rosso = parti soppresse o commi aggiunti
    Verde = Spiegazione


    TITOLO III


    IL PRESIDENTE DI POLITICAINRETE.NET


    Art. 23

    Il Presidente di politicainrete.net vigila sul rispetto della Costituzione.
    Mediante il suo arbitrato assicura il regolare funzionamento dei poteri pubblici e la continuità dello Stato.
    È simbolo dell’indipendenza nazionale, della integrità del territorio, del rispetto degli accordi della Comunità e dei trattati.
    È il primo rappresentante del gioco verso l'Amministrazione e l'esterno.
    Può inviare messaggi al Senato.
    Promulga le leggi nei modi indicati dalla Costituzione e dalla legge ordinaria ed emana i decreti aventi valore di legge e i regolamenti.
    Nomina il Vice-Presidente quando questo si dimette o decade secondo le norme previste dalla Costituzione.
    Conferisce le onorificenze del forum, che sono istituite con legge ordinaria.

    L'aggiunta del comma preserva la linea di successione presidenziale. Il VicePresidente eletto (o suoi successori nominati) può dimettersi volontariamente o decadere secondo le norme generali previste dalla Costituzione (assenza dall'ufficio per più di 30 gg senza giustificazione, ban definitivo o superiore ai 20 gg. Si veda l'art. 72 Costituzione in vigore)


    Art. 24

    II Presidente di politicainrete.net è eletto per sei mesi a suffragio universale diretto, a maggioranza assoluta dei voti espressi.
    Se tale maggioranza non viene conseguita al primo turno,si procede a ballottaggio tra i due candidati Presidenti più votati, nel quattordicesimo giorno seguente.
    Contestualmente alla propria candidatura, coloro che concorrono alla Presidenza dichiarano i propri candidati vicepresidente.


    Art. 25

    Non possono ricandidarsi a Presidente di politicainrete.net, i forumisti già eletti consecutivamente due volte nelle precedenti elezioni presidenziali allo stesso incarico presidenziale. Essi torneranno [tornano] nuovamente candidabili dopo una legislatura.

    Mera correzione formale



    Art. 26

    Il Presidente di politicainrete.net, prima di assumere le sue funzioni, presta giuramento di fedeltà alla nazione e di osservanza della Costituzione dinanzi alla Corte Costituzionale [ al Senato convocato al più presto dopo la pubblicazione dei risultati ufficiali delle elezioni o del ballottaggio presidenziale da parte dell'Amministrazione Sovrana e riunito in speciale seduta solenne] Il testo del giuramento è stabilito con legge ordinaria dal Senato.

    Il centrodestra chiede con forza questa modifica che ha il solo fine di esaltare il ruolo del Senato eletto democraticamente (e non nominato come i 3 giudici della Corte) e rappresentante di tutta la Comunità di PIR. Tra l'altro, la Corte di cui si parla nel testo originario sarebbe in realtà una Corte in scadenza e privata (non formalmente, ma senza dubbio idealmente) di quella “maestà” che rende ancor più solenne e vincolante il giuramento della massima autorità pubblica di PIR. In sintesi, vogliamo restituire un maggior ruolo all'Assemblea popolare.
    Si noti la specificazione: “al Senato convocato al più presto dopo la pubblicazione dei risultati....” che serve ad impedire “colpi di testa” da parte del Presidente del Senato (o di chi ne fa le veci). Questo non potrà fare “lo gnorri” a pena di una sicura censura costituzionale (o diretta destituzione).
    La seduta del giuramento sarà speciale e solenne, ovvero esclusivamente dedicata al giuramento e destinata a spirare spontaneamente dopo la pubblicazione da parte del Presidente di PIR eletto del testo giurato.





    Art. 27

    Il Presidente di politicainrete.net nomina il Primo Ministro dopo consultazioni con il Presidente del Senato, i Presidenti dei Gruppi parlamentari ed i rappresentanti dei partiti pirriani.
    Tutte le consultazioni dovranno essere pubbliche e consultabili in un apposito thread sul Forum.

    Ho modificato in “e” la “i” erronea di “Presidente del Senato.

    Non è detto che un Gruppo parlamentare sia diretta emanazione di un partito ufficiale. Poiché la maggioranza in Senato dipende dai voti dei Gruppi, dobbiamo giocoforza fare questa specificazione.


    Art. 28

    Il Presidente di politicainrete.net accetta le dimissioni del Governo presentategli dal Primo Ministro.
    Su proposta del Primo Ministro nomina e revoca gli altri membri del Governo.


    Art. 29

    La nomina del Primo Ministro deve perseguire scrupolosamente, nei limiti del possibile, la necessità che esso abbia una maggioranza parlamentare che lo sostenga e che gli conceda la fiducia.
    Il Presidente che non ottempera a quanto stabilito dal presente articolo è passibile di censura costituzionale da parte della Corte Costituzionale.

    Ho inserito la virgola dopo “nei limiti del possibile”.


    Art. 30

    Nel caso in cui, per due volte complessivamente , un Governo non riesca a ottenere la fiducia prevista dall'art.35 cost e/o sia soggetto alla mozione di sfiducia prevista dall'art. 42 e/o in seguito a dimissioni volontarie, il Presidente di PIR forma il Governo assumendo il ruolo di Primo Ministro. Il governo del Presidente non necessita di fiducia da parte del Senato.
    I ministri da lui nominati non possono essere sfiduciati e la loro nomina è in carico solo al Presidente .


    Questo è senza dubbio l'articolo più complicato e per certi versi non accettabile così come formulato. Perchè mai in seguito a sfiducia dovrebbe permanere in carica solo ed esclusivamente un Governo del Presidente? Perchè non prevedere – almeno come possibilità – la mozione di sfiducia costruttiva?
    Io lo riformulerei così:


    Nel caso in cui, per due volte consecutive, un Governo non riesca a ottenere la fiducia secondo le procedure previste dall'art. 27, o non via sia con ogni evidenza alcuna possibilità di costituire una maggioranza parlamentare, il Presidente di PIR forma il Governo assumendo il ruolo di Primo Ministro. Il Governo del Presidente non necessita di fiducia da parte del Senato.
    I ministri da lui nominati non possono essere sfiduciati e la loro nomina è in carico solo al Presidente.
    Nel caso in cui, restando valido il principio sancito dall'art. 29, a seguito di consultazioni formali richieste dai Presidenti dei Gruppi parlamentari, si formi una maggioranza stabile in grado di sostenere un Governo, il Presidente deve nuovamente seguire le procedure previste dall'art. 27.
    Qualora il Governo si dimetta in seguito alla mozione di sfiducia prevista dall'art. 42 o in conseguenza delle dimissioni volontarie o decadenza del Primo Ministro, il Presidente segue con priorità le procedure previste dall'art. 27.
    Qualora la mozione di sfiducia approvata dal Senato indichi il nome del nuovo Primo Ministro questi è immediatamente nominato e incaricato della formazione dell'esecutivo.



    L'indicazione degli articoli andrà riformulata dopo l'armonizzazione complessiva del testo della nuova Costituzione.


    Art. 31

    Il Governo del Presidente di PIR entra in carica contestualmente all'assunzione del ruolo di Primo Ministro da parte dello stesso. Entro 5 giorni , a pena di censura costituzionale, il Presidente di PIR pubblica la lista dei Ministri che immediatamente [sopprimere] assumono l'incarico dopo il loro giuramento pubblico.

    Con la nuova formulazione si afferma – com'è sempre stato – che anche i Ministri del Governo del Presidente devono giurare prima di assumere le loro funzioni.


    Art. 32

    Il voto di fiducia dovrà essere autorizzato dal Presidente di Politicainrete.net dietro richiesta pubblica del candidato primo Ministro.
    Tutte le consultazioni dovranno essere pubbliche.
    Il Presidente che non ottempera a quanto stabilito dal presente articolo è passibile di censura costituzionale da parte della Corte Costituzionale.


    Art. 33

    Il Presidente di Politicainrete, sentito il parere vincolante del presidente del Senato e del Ministro dell'economia, nomina inoltre il Governatore della Banca Centrale.
    La legge ordinaria stabilisce i compiti, i poteri e il mandato del Governatore della Banca Centrale.


    Art. 34

    Le funzioni del Presidente di Politica In Rete, in caso che egli non possa adempierle, sono esercitate dal vice Presidente.
    In caso di impedimento permanente ( Ban definitivo o superiore al termine della fine della legislatura ) destituzione o dimissioni del Presidente di Politica In Rete, il Vice Presidente assumerà la carica di Presidente fino al termine del mandato presidenziale e come primo atto nominerà un nuovo vice Presidente.


    Art. 35

    Se l' operato dei Presidente di Politicainrete.net è sospetto di incostituzionalità, esso, per mezzo di una denuncia di qualsiasi Senatore o di 10 utenti con almeno 500 post all'attivo, è passibile di giudizio presso la Corte Costituzionale.
    La Corte Costituzionale, se riscontrerà un comportamento incostituzionale, potrà ammonirlo con una Censura Costituzionale deliberata a maggioranza della stessa.
    Il Presidente di Politicainrete.net decade dal proprio incarico alla terza censura Costituzionale attribuitagli dalla Corte costituzionale.
    In caso di grave incostituzionalità, tale da delineare un vero e proprio attentato alla Costituzione, la Corte Costituzionale può comunque dichiararne l'immediata decadenza. In tal caso il giudizio deve essere espresso all'unanimità dai 3 giudici.
    Il presidente di Politicainrete.net, una volta decaduto a seguito di una pronuncia della Corte, non può più assumere incarichi pubblici per tutta la durata della legislatura.

    Aggiunta di una virgola.


    Art. 36

    Il Presidente di Politicainrete.net può essere destituito anche per mezzo di una mozione motivata di Censura Parlamentare avanzata da almeno 11 [ sostituisci: 8] senatori e approvata con una maggioranza speciale dei 3/5 dei presenti.
    La Censura deve essere discussa dal Senato entro 4 giorni dalla sua presentazione.
    Fra la presentazione di una Censura Parlamentare e un’altra debbono trascorrere almeno 30 giorni.

    Neppure la Costituzione italiana prevedere un numero così alto di firmatari per avanzare una qualsivoglia mozione di sfiducia; attenzione non parliamo di quorum necessario all'approvazione (esso è pari a ben 3/5 dei presenti) ma di firme iniziali per la sua sottoscrizione. Diamo maggiori possibilità di discussione, ecco.
    Ho aggiunto un comma sui tempi (lo farò anche sulla mozione di sfiducia all'esecutivo) in modo tale da evitare “furbate” e possibilità di rinvio sine die della discussione da parte del Presidente del Senato.
    Ultima modifica di FalcoConservatore; 11-10-11 alle 13:34

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    06 Apr 2009
    Messaggi
    1,658
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Convocazione IX Seduta della Camera dei Deputati

    Signor Presidente della Camera, non ho nessuna difficoltà a votare per una legge sulla democrazia diretta a patto che sia subordinata all' approvazione di un preambolo costituzionale contenente alcuni diritti liberali fondamentali, come ad esempio, il diritto d' opinione, di parola,di religione e della proprietà privata.
    « Il Magisterium è ciò che occore alla gente. I suoi membri regolano le cose dicendo alla gente cosa fare. [...] Loro non dicono cosa fare in modo gretto e meschino. Loro dicono cosa fare in modo gentile, per tenere lontano i pericoli! »

  5. #5
    Forumista storico
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    cancellato
    Messaggi
    49,554
    Mentioned
    1012 Post(s)
    Tagged
    39 Thread(s)

    Predefinito Rif: Convocazione IX Seduta della Camera dei Deputati

    Citazione Originariamente Scritto da Daniele Visualizza Messaggio
    E' convocata in data giovedì 13 ottobre 2011 ore 17 la IX Seduta della Camera dei Deputati con il seguente o.d.g:
    - Riforma del Titolo III della Costituzione
    - Discussione DDL Francpolitik
    - Varie ed eventuali










    Il Presidente della Camera
    Daniele
    mi pare che ci siano le dimissioni di Yure 22, chi dovrebbe subentrargli?
    non piu' interessato a questo forum

  6. #6
    Francpolitik
    Data Registrazione
    05 Jul 2010
    Località
    Pescara
    Messaggi
    6,171
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    3 Thread(s)

    Predefinito Rif: Convocazione IX Seduta della Camera dei Deputati

    Citazione Originariamente Scritto da Varoma Visualizza Messaggio
    Signor Presidente della Camera, non ho nessuna difficoltà a votare per una legge sulla democrazia diretta a patto che sia subordinata all' approvazione di un preambolo costituzionale contenente alcuni diritti liberali fondamentali, come ad esempio, il diritto d' opinione, di parola,di religione e della proprietà privata.
    Potremmo discuterne, sono diritti fondamentali che credo nessuno tra noi metta in discussione.
    L'uomo è nato libero ma ovunque è in catene

  7. #7
    Pallone gonfiato
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    22,133
    Mentioned
    53 Post(s)
    Tagged
    18 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Rif: Convocazione IX Seduta della Camera dei Deputati

    Stiamo valutando una soluzione per l'articolo 30.

  8. #8
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Rif: Convocazione IX Seduta della Camera dei Deputati

    Vengo al DDL di Franckpolitick


    DDL Costituzionale per l'introduzione di meccanismi partecipativi diretti

    Art. 1

    L'articolo 22 della Costituzione è così mutato:

    Il popolo esercita l'iniziativa delle leggi ordinarie, mediante la proposta da parte di almeno 15 cittadini con un minimo di 100 post all’attivo, di un progetto di legge redatto in articoli, da presentarsi al Senato.

    È altresì riconosciuto il diritto di indire un referendum propositivo, redatto in articoli, concernente le materie di competenza del legislatore, su richiesta di almeno 30 cittadini con diritto di eleggere i rappresentanti in Parlamento.

    La legge ordinaria stabilisce le modalità di presentazione delle leggi ad iniziativa popolare e dei referenda propositivi.


    Sinceramente non capisco per quale motivo sia necessario inserire all'art. 22 il referendum propositivo, quando l'art. 22 si occupa solo di leggi di iniziativa popolare.
    Tra l'altro, l'art. 25 proposto da Franckpolitik ripete praticamente le stesse cose...insomma, non possiamo evitare inutili duplicati e concentrarci solo sulla modifica dell'art. 25, dedicato all'istituto referendario? Più che altro per un motivo di praticità e chiarezza, eh
    :giagia:

    Art. 2

    L'articolo 25 della Costituzione è sostituito dal seguente:

    È indetto referendum popolare per deliberare l'abrogazione, totale o parziale, o l’approvazione di una legge o di un atto avente valore di legge, quando lo richiedano 30 cittadini con almeno 500 post all’attivo.

    Comma aggiuntivo: Il quesito referendario abrogativo deve indicare con chiarezza la legge o le parti di legge da abrogare. In quest'ultimo caso ciò che rimane dell'articolato deve conservare un significato dispositivo coerente.
    Il quesito referendario propositivo deve essere redatto in articoli e riguardare le materie di competenza del legislatore ordinario, nel rispetto delle norme Costituzionali.


    Il comma che ho aggiunto specifica meglio i requisiti di ammissione dei referenda, giusto per evitare polemiche e difficoltà interpretative. Se il quesito chiede l'abrogazione solo parziale di una legge, naturalmente ciò che rimane deve avere un senso, in coerenza con ciò che è previsto anche nell'ordinamento italiano (per cui è innammissibile un referendum che, poniamo, si limita a stralciare un periodo mentre ne lascia in vigore altri creando un pastrocchio incomprensibile).


    Hanno diritto di partecipare al referendum tutti i cittadini chiamati ad eleggere le due camere del Parlamento [elettori del Senato, semmai!!]. La proposta soggetta a referendum è approvata se ha partecipato alla votazione un numero di forumisti maggiore o uguale al 30% del totale di quelli che hanno votato alle ultime elezioni presidenziali valide (in caso di numero decimale, tale numero va approssimato per difetto), e se è stata raggiunta la maggioranza dei voti validamente espressi.

    Comma aggiuntivo: Non sono ammessi referenda abrogativi o propositivi sulla Costituzione e le leggi costituzionali.

    Dopo tutti i procedimenti aggravati previsti (passaggio in Commissione Affari Costituzionali, passaggio in Senato a maggioranza iper-qualificata), sarebbe assurdo permettere un referendum sul dettato costituzionale. Questa disposizione tutela inoltre le opposizioni dalla "dittatura della maggioranza".


    Comma aggiuntivo: Il Presidente di politicainrete.net indice tutti i referenda validamente proposti nel corso della Legislatura in un massimo di due tornate elettorali referendarie da tenersi rispettivamente entro la fine del terzo mese ed entro la fine del quinto mese di Legislatura, fatte salve le disposizioni sulle pause istituzionali individuate dalla legge.
    Dopo la seconda tornata elettorale referendaria non possono più essere proposti quesiti referendari.
    La legge determina le modalità di attuazione del referendum.




    Questo comma impedisce che durante la Legislatura siano effettuabili, in modo assolutamente dispersivo, più referenda. In più, se proprio dobbiamo essere sinceri, l'Amministrazione non potrebbe mai e poi mai accettare di aprire continuamente thread di voto e perdere giornate intere per controllare i cloni e fare i conti al fine della proclamazione del risultato ufficiale.
    La mia proposta è tesa a racchiudere in un massimo di due tornate elettorali tutti i referendum, abrogativi o propositivi, validamente presentati. La prima tornata si terrebbe entro metà Legislatura (il terzo mese, fatte salve eventuali pause istituzionali di mezzo naturalmente); la seconda entro il quinto mese ovvero nell'ultimo scorcio di Legislatura ma non troppo in là fino a rasentare il voto per il rinnovo del Senato.
    Dopo la seconda tornata elettorale referendaria, ovvero negli ultimi 30 giorni di Legislatura, non possono più essere proposti quesiti referendari.

    Un'ultima cosa: notate quel "Presidente...indice tutti i referenda validamente proposti..." Si assegna così l'arbitrato sull'ammissibilità dei referenda al Presidente di PIR; anche se - come è ovvio - in caso di contrapposizioni sulle sue decisioni il tutto può essere rimandato ad una decisione interpretativa della Corte Costituzionale.
    Per altre questioni formali lasciamo ogni previsione alla legge ordinaria.




    Domani presumibilmente arriverà la nostra proposta di Preambolo al fine di tutelare principi fondamentali condivisibili.
    Ultima modifica di FalcoConservatore; 11-10-11 alle 19:39

  9. #9
    Conservatorismo e Libertà
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    17,350
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Rif: Convocazione IX Seduta della Camera dei Deputati

    Citazione Originariamente Scritto da Frankie D. Visualizza Messaggio
    Stiamo valutando una soluzione per l'articolo 30.
    Bene, d'altronde si tratta dell'articolo più difficile da sistemare anche per il sottoscritto.
    Resto in attesa della proposta dell'esecutivo, anche se mi pare ineluttabile prevedere che
    a) il Presidente debba tenere conto, nelle sue decisioni, dell'esistenza di una maggioranza in ogni fase della Legislatura;
    b) non sia possibile che dopo le dimissioni dell'esecutivo o l'approvazione di una mozione di sfiducia resti in carica solo ed esclusivamente, per tutto il resto della Legislatura, un "Governo del Presidente";
    c) la mozione di sfiducia sia (eventualmente od obbligatoriamente?) accompagnata dall'indicazione di un nuovo candidato Premier - la cosiddetta "sfiducia costruttiva" di cui tanto si parla in Italia (e perchè non introdurla qui?)

  10. #10
    Pallone gonfiato
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    22,133
    Mentioned
    53 Post(s)
    Tagged
    18 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Rif: Convocazione IX Seduta della Camera dei Deputati

    Citazione Originariamente Scritto da FalcoConservatore Visualizza Messaggio
    Bene, d'altronde si tratta dell'articolo più difficile da sistemare anche per il sottoscritto.
    Resto in attesa della proposta dell'esecutivo, anche se mi pare ineluttabile prevedere che
    a) il Presidente debba tenere conto, nelle sue decisioni, dell'esistenza di una maggioranza in ogni fase della Legislatura;
    b) non sia possibile che dopo le dimissioni dell'esecutivo o l'approvazione di una mozione di sfiducia resti in carica solo ed esclusivamente, per tutto il resto della Legislatura, un "Governo del Presidente";
    c) la mozione di sfiducia sia (eventualmente od obbligatoriamente?) accompagnata dall'indicazione di un nuovo candidato Premier - la cosiddetta "sfiducia costruttiva" di cui tanto si parla in Italia (e perchè non introdurla qui?)
    Dunque porto alla luce i nostri dubbi.
    In quanto LR, concordiamo con la necessità della sfiducia costruttiva ma vorremmo limitarla. Ovvero non verremmo venisse usata più volte durante la legislatura per un motivo molto semplice. Essendo spesso in situazioni in cui maggioranza e opposizione differiscano per un solo seggio si rischia che quel singolo seggio possa tenere sottoscacco una maggioranza, passando a suo piacimento da maggioranza ad opposizione e viceversa. Siccome è un problema che si può presentare stiamo valutando se inserire un massimo tetto massimo di volte in cui durante una legislatura possa essere utilizzata la sfiducia costruttiva e personalmente sto pensando a 2 volte. Se il terzo governo che si succede presentasse nuovamente e improvvisamente una situazione di inferiorità numerica direi che in quel caso potrebbe subentrare il presidente fino a fine legislatura.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Convocazione VII Seduta della Camera dei Deputati
    Di FalcoConservatore nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 17-09-11, 22:13
  2. Convocazione VI Seduta della Camera dei Deputati
    Di Daniele nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 56
    Ultimo Messaggio: 12-09-11, 21:01
  3. Convocazione V Seduta della Camera dei Deputati
    Di Daniele nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 33
    Ultimo Messaggio: 26-06-11, 22:41
  4. Convocazione IV Seduta della Camera dei Deputati
    Di Daniele nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 21-06-11, 22:31
  5. Convocazione III Seduta della Camera dei Deputati
    Di Daniele nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 14-06-11, 12:51

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226