User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Aug 2011
    Messaggi
    2,216
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking Indignati con la benedizione dei potenti

    «Un vero peccato, la violenza è inaccettabile». Con molta tristezza, all'uscita dei lavori del G20 delle finanze a Parigi il governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, ha commentato la notizia degli scontri che si stavano scatenando nella Capitale alle manifestazioni degli indignati, mentre lasciava il vertice del G20 delle finanze a Parigi.
    Ma in mattinata, quando era possibile ragionare al netto delle deflagrazioni violente,che sono sempre e comunque esecrabili, Draghi aveva una volta in più mostrato comprensione «purché non degeneri» per le proteste e soprattutto per i problemi di questi giovani che, alle prese con una crisi persistente che rischia di derubarli del loro futuro, si indigna con i banchieri e spera in un ritorno rapido della crescita internazionale.
    Gli slogan di quelli di "Occupy Wall Street", nelle dimostrazioni a New York invocano del resto il nome del premio Nobel dell'economia Paul Krugman e sottolineano che «anche noi ci battiamo per un aumento della domanda aggregata» .
    Così, il futuro governatore della Bce non si sottrae, uscendo di prima mattina dall'albergo per recarsi alla sessione di lavoro nella quale riferisce come presidente del Financial stability board, alle sollecitazioni di alcuni giornalisti che gli chiedono se hanno ragione gli indignados ad avercela con i banchieri. «Se siamo arrabbiati noi per la crisi, figuriamoci loro che sono giovani che hanno venti o trent'anni e che sono senza prospettive».
    «Se la prendono con la finanza come capro espiatorio» ha poi dichiarato il Governatore, a proposito del movimento che per criticare gli eccessi della finanza internazionale si è autobattezzato dei "Draghi ribelli". «Ma li capisco: hanno aspettato tanto. Noi, alla loro età non lo abbiamo fatto». Le prospettive di reddito e di occupazione di chi oggi ha venti o trent'anni sono largamente inferiori a quelle dei sessantenni di oggi, come hanno documentato numerosi studi della Banca d'Italia che evidenziano l'esistenza di un più consistente rischio-povertà per la generazione della crescita-zero.
    Da molto tempo, inoltre, il governatore della Banca d'Italia sottolinea che in assenza di scelte di fondo più inclusive e più lungimiranti a favore dei giovani che oggi devono vedersela con un tasso di disoccupazione al 25 per cento e a favore degli investimenti in capitale umano il motore dello sviluppo non può ripartire.
    Si tratta delle stesso genere di considerazioni che, arrivando dal'altro lato dell'Atlantico, ha sviluppato ieri anche il segretario al Tesoro Usa. Timothy Geithner, infatti, ha dimostrato comprensione nei confronti delle proteste di massa in corso sulle piazze di mezzo mondo industrializzato. E nel pomeriggio, dopo che il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi aveva dato ragione ai giovani, auspicando naturalmente che la protesta non degenerasse, il ministro del Tesoro americano in un'intervista televisiva alla Cnbc ha detto di capire le preoccupazioni del movimento che prende di mira il cuore pulsante della finanza globale e si chiama, per l'appunto, «Occupy Wall Street».
    «Quello a cui stiamo assistendo negli Stati Uniti - ha aggiunto Geithner - è l'espressione del timore che l'economia Usa non stia crescendo in tempi rapidi, che il tasso di disoccupazione non stia calando più velocemente e che non ci sia un aumento dei salari. La gente vuole che il governo agisca per migliorare subito la situazione.



    «Peccato, violenza inaccettabile» - Il Sole 24 ORE

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Aug 2011
    Messaggi
    2,216
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Indignati con la benedizione dei potenti

    In America dietro a quelli che occupano le strade davanti a Wall Street c'è il magnate Soros.

    Qui abbiamo Draghi che benedice le ragioni degli indignati italiani...qualcosa non mi torna...

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    11,028
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Rif: Indignati con la benedizione dei potenti

    E qualora noi riuscissimo a fare qualcosa chissà chi avremo dietro ...
    Trovo queste accuse non valide, è normale che per calmare le acque, quando si sviluppano movimenti di questo genere, che molti politici e potenti diano giudizi accoglienti. Ci può essere tra loro quello che pur essendo inserito in un certo modo di vita può trovare ragionevole cercare un compromesso. Credi che il fascismo e il nazionalsocialismo germanico non ricevessero complimenti da persone come industriali, finanzieri e esponenti del vecchio regime? Andiamo! E cerchiamo di inserirci, anzichè criticare chi è riuscito a creare spazi e numeri.
    Confermo il mio orgoglio per aver fatto un piccolo presidio associandomi al 15 ottobre, esprimendo ovviamente le mie idee da nazionalpopolare e socialista nazionale.
    Ultima modifica di Avanguardia; 16-10-11 alle 11:25

  4. #4
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Indignati con la benedizione dei potenti

    Anche a me francamente comincia a salire il dubbio
    che questi indignados siano la versione nuova
    del fu no-global sorosiano.
    Innanzitutto la stampa parla troppo di loro,stesso gioco
    che fece a suo tempo coi sistemici no-global,infine
    "draghi ribelli"..Mario Draghi? repapelle:

    p.s=anche Blondet parla di appoggio del camerata antisionista
    Soros al movimento

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    07 Aug 2011
    Messaggi
    2,216
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Indignati con la benedizione dei potenti

    Citazione Originariamente Scritto da Avanguardia Visualizza Messaggio
    E qualora noi riuscissimo a fare qualcosa chissà chi avremo dietro ...
    Trovo queste accuse non valide, è normale che per calmare le acque, quando si sviluppano movimenti di questo genere, che molti politici e potenti diano giudizi accoglienti. Ci può essere tra loro quello che pur essendo inserito in un certo modo di vita può trovare ragionevole cercare un compromesso. Credi che il fascismo e il nazionalsocialismo germanico non ricevessero complimenti da persone come industriali, finanzieri e esponenti del vecchio regime? Andiamo! E cerchiamo di inserirci, anzichè criticare chi è riuscito a creare spazi e numeri.
    A parte che il noi è estremamente generico (noi chi? a chi ti riferisci quando scrivi "noi"? ai socialisti nazionali che in tutto saranno un qualche centinaio in tutta Italia , all'area neo-fascista, a casa pound, a Forza Nuova? ); certo scambiare il Fascismo e il nazionalsocialismo tedesco con quattro teppisti e la solita marmaglia di comunisti che da 20 anni non fanno altro che manifestare cambiandosi nome (popolo viola, dei fax, girotondini) mi sembra una forzatura.

    Io non devo proprio "inserirmi" da nessuna parte Avanguardia: che significa "inserirsi"??? :gratgrat: Con ogni probabilità con le nostre idee saremmo i primi che i signori che ieri hanno messo a ferro e fuoco Roma prenderebbero a mazzate.

  6. #6
    Forumista junior
    Data Registrazione
    11 Oct 2011
    Messaggi
    56
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Indignati con la benedizione dei potenti

    Ciao ragazzi

    Non so se avete mai visto il video di Soros che parla del futuro economico statunitense ed europeo. Alla luce di quel video (un intervista rilasciata non mi ricordo a quale tg straniero) Soros spiegava che l'asse del mercato di consumo si sposterà dagli states alla cina. Non solo, lui prosegue dicendo che l'america sarà una sorta di palla al piede.

    Quindi io non mi sorprendo che ora, e più in avanti, gli stati uniti saranno sconvolti da questo genere di "rivolte" colorate. Non si fermeranno finchè la vecchia wall street non sarà abbandonata e la nuova verrà fondata in Cina. Proprio inserita fra russia e mondo arabo.

    Avete presente quando a scuola ci insegnavano la storia, e parlavano del medioevo, dicendo che adottavano un sistema di coltivazione a stagioni? Una stagione si coltivava un latifondo, mentre un altro veniva lasciato riposare, ecc. Immaginate america e cina come 2 latifondi da coltivare con questo sistema. Insomma, in questo modo il capitalismo finanziario si assicura lunga vita. Oltretutto, si assicurerà una vantaggiosa posizione contro i suoi nemici strizzando l'occhio ad israele più vicino. E non solo, potranno abbandonare quel rottame dell'america per stanziarsi definitivamente in UE dato che ormai i Piigs sono quasi domi (io l'islanda non la considero nemmeno).

    Questo passaggio sarà accettato dalle masse come la vittoria degli indignados.

    Guardate se a me 5 anni fa mi avessero detto che avrei preso una posizione favorevole al governo di B., e persino una favorevole all'attuale wall street (anche se solo per fini pratici, non ideologici), mi sarei messo a ridere. E invece........... che tristezza.

  7. #7
    paracadute zen
    Data Registrazione
    23 Feb 2011
    Messaggi
    10,543
    Mentioned
    13 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Rif: Indignati con la benedizione dei potenti





  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    11,028
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Rif: Indignati con la benedizione dei potenti

    Adesso con più calma mi spiego meglio.
    1) Le stesse accuse che ora leggiamo sul movimento internazionale degli indignati sono più o meno le stesse che si leggono su molti libri riguardo i fascismi e anche la rivoluzione iraniana: oggi gli indignati sono una lunga mano di Soros, ieri e tuttora si racconta che khomeini era una pedina dei repubblicani americani in funzione anti-sovietica, che Hitler e Mussolini fossero agenti del capitalismo internazione. Stiamo attenti con il fango che viene gettato, perchè in tutte le nostre vite ci sono elementi che un giorno potrebbero essere utilizzati da avversari, giornalisti servi del potere, e ricercatori in buona fede sul nuovo ordine mondiale, per descriverci come pedine e complici di misteriosi interessi, se riuscissimo ad ottenere successi.
    2) A Roma ancora una volta gran parte dei teppisti non erano normali frustrati, sovversivi, ma personale dello stato, delle agenzie di sicurezza dei paesi occidentali, che dovevano mandare in vacca la manifestazione.
    3) Il movimento degli indignati nasce in Spagna, non è roba di centri sociali e di comunisti, è tipo il movimento di Beppe Grillo, che apre spazi per lo più a gente non politicizzata eccessivamente. In Italia in particolare vi sono associati i comunisti, i sinistri eccettera, non sono stati mica scemi, al contrario di altri.
    4) Noi camerati, socialisti nazionali, eccettera (ci metto tutto quanto rientra nella nostra area, rischiando di fare un minestrone), siamo poco numerosi e sgangherati. Del fascismo/nazionalsocialismo la stragrande maggioranza della gente ha un' idea distorta (inclusi alcuni suoi estimatori che però fanno notizia). Speranze di farcela con le nostra palle pare che non ne abbiamo. Io per 6 anni mi sono dannato come un leone per far rinascere l' idea fascista, volantinando, in strade, paesi, la notte nei loccali notturni, passando molte domeniche ai centri commerciali, imbuccando la rivista "Avanguardia" nelle cassette postali, battagliando nel forum "destra radicale" che allora era molto più frequentato, contattando persone. Davo la rivista Avanguardia ad uno studio di psicologlia clinica, nella sala pazienti. Ho provato a difonderla tra qualche persona più importante. Attacchinaggi a maneta nei paesi e in città, nei punti più sensibili, dove passano di più i giovani. Militando nel movimento forse più fascista e nazionalsocialista d' Italia, che poi con i camerati sardi abbiamo temporaneamente mollato perchè non potevamo essere solo noi con qualcun altro a farci il culo e non potevo essere io l' unico che lanciasse consigli per fare meglio che poi venivano ignorati. Battagliavo anche nel forum etnonazionalista (ringrazio la gentile ospitalità del moderatore che spero si presenti qui tra noi un giorno). Scrivevo articoli cercando di far colpo su un più ampio pubblico possibile. Lo facevo con l' ostracismo dei miei familiari, considerando che a mia madre e poi a mio padre fu riferito quando fui segnalato che il movimento in questione era terrorista, cometteva attentati, erano tutte balle ma potete immaginare alle orecchie di genitori ansiosi e iperprotettivi come i miei. Con mia mamma che soffriva di cuore e una volta stava per rimetterci le penne. In mia zona nessun aiuto ho trovato, solo un periodo breve di persone che poi vollero tornare nella Fiamma.
    Dopo questa esperienza, ho realizzato che speranze di fare da soli non ne abbiamo. Cosa dobbiamo noi fare è accodarci a chi riesce a creare spazi, quando non è troppo ideologizzato, tipo Movimento 5 Stelle e Indignati, inserirci proponendo la nostra visione, le nostre proposte come la tutela della nazione, ma senza mai esibizionismi (esporre simboli, gridare viva il Duce se non privatamente) che verrebbero sfruttati dai soliti noti per creare problemi di immagine e danneggiare il fenomeno antagonista. Poi forse acquisiremo spazio, stima, e contribuiremo al gioco.

    Poi per nuovi chiarimenti, chiedete, d' altronde siamo per confrontarci e capire.
    Ultima modifica di Avanguardia; 16-10-11 alle 13:07

  9. #9
    Moderatore
    Data Registrazione
    22 Apr 2009
    Messaggi
    11,028
    Mentioned
    36 Post(s)
    Tagged
    8 Thread(s)

    Predefinito Rif: Indignati con la benedizione dei potenti

    Citazione Originariamente Scritto da Jim dagli occhi neri Visualizza Messaggio
    Ciao ragazzi

    Non so se avete mai visto il video di Soros che parla del futuro economico statunitense ed europeo. Alla luce di quel video (un intervista rilasciata non mi ricordo a quale tg straniero) Soros spiegava che l'asse del mercato di consumo si sposterà dagli states alla cina. Non solo, lui prosegue dicendo che l'america sarà una sorta di palla al piede.

    Quindi io non mi sorprendo che ora, e più in avanti, gli stati uniti saranno sconvolti da questo genere di "rivolte" colorate. Non si fermeranno finchè la vecchia wall street non sarà abbandonata e la nuova verrà fondata in Cina. Proprio inserita fra russia e mondo arabo.

    Avete presente quando a scuola ci insegnavano la storia, e parlavano del medioevo, dicendo che adottavano un sistema di coltivazione a stagioni? Una stagione si coltivava un latifondo, mentre un altro veniva lasciato riposare, ecc. Immaginate america e cina come 2 latifondi da coltivare con questo sistema. Insomma, in questo modo il capitalismo finanziario si assicura lunga vita. Oltretutto, si assicurerà una vantaggiosa posizione contro i suoi nemici strizzando l'occhio ad israele più vicino. E non solo, potranno abbandonare quel rottame dell'america per stanziarsi definitivamente in UE dato che ormai i Piigs sono quasi domi (io l'islanda non la considero nemmeno).

    Questo passaggio sarà accettato dalle masse come la vittoria degli indignados.

    Guardate se a me 5 anni fa mi avessero detto che avrei preso una posizione favorevole al governo di B., e persino una favorevole all'attuale wall street (anche se solo per fini pratici, non ideologici), mi sarei messo a ridere. E invece........... che tristezza.
    Che l' America stia finendo il suo tempo era già noto. Normale che Soros se ne sbatta e si trovi bene anche in Cina.

  10. #10
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Indignati con la benedizione dei potenti

    Citazione Originariamente Scritto da Avanguardia Visualizza Messaggio
    Adesso con più calma mi spiego meglio.
    1) Le stesse accuse che ora leggiamo sul movimento internazionale degli indignati sono più o meno le stesse che si leggono su molti libri riguardo i fascismi e anche la rivoluzione iraniana: oggi gli indignati sono una lunga mano di Soros, ieri e tuttora si racconta che khomeini era una pedina dei repubblicani americani in funzione anti-sovietica, che Hitler e Mussolini fossero agenti del capitalismo internazione. Stiamo attenti con il fango che viene gettato, perchè in tutte le nostre vite ci sono elementi che un giorno potrebbero essere utilizzati da avversari, giornalisti servi del potere, e ricercatori in buona fede sul nuovo ordine mondiale, per descriverci come pedine e complici di misteriosi interessi, se riuscissimo ad ottenere successi.
    2) A Roma ancora una volta gran parte dei teppisti non erano normali frustrati, sovversivi, ma personale dello stato, delle agenzie di sicurezza dei paesi occidentali, che dovevano mandare in vacca la manifestazione.
    3) Il movimento degli indignati nasce in Spagna, non è roba di centri sociali e di comunisti, è tipo il movimento di Beppe Grillo, che apre spazi per lo più a gente non politicizzata eccessivamente. In Italia in particolare vi sono associati i comunisti, i sinistri eccettera, non sono stati mica scemi, al contrario di altri.
    4) Noi camerati, socialisti nazionali, eccettera (ci metto tutto quanto rientra nella nostra area, rischiando di fare un minestrone), siamo poco numerosi e sgangherati. Del fascismo/nazionalsocialismo la stragrande maggioranza della gente ha un' idea distorta (inclusi alcuni suoi estimatori che però fanno notizia). Speranze di farcela con le nostra palle pare che non ne abbiamo. Io per 6 anni mi sono dannato come un leone per far rinascere l' idea fascista, volantinando, in strade, paesi, la notte nei loccali notturni, passando molte domeniche ai centri commerciali, imbuccando la rivista "Avanguardia" nelle cassette postali, battagliando nel forum "destra radicale" che allora era molto più frequentato, contattando persone. Davo la rivista Avanguardia ad uno studio di psicologlia clinica, nella sala pazienti. Ho provato a difonderla tra qualche persona più importante. Attacchinaggi a maneta nei paesi e in città, nei punti più sensibili, dove passano di più i giovani. Militando nel movimento forse più fascista e nazionalsocialista d' Italia, che poi con i camerati sardi abbiamo temporaneamente mollato perchè non potevamo essere solo noi con qualcun altro a farci il culo e non potevo essere io l' unico che lanciasse consigli per fare meglio che poi venivano ignorati. Battagliavo anche nel forum etnonazionalista (ringrazio la gentile ospitalità del moderatore che spero si presenti qui tra noi un giorno). Scrivevo articoli cercando di far colpo su un più ampio pubblico possibile. Lo facevo con l' ostracismo dei miei familiari, considerando che a mia madre e poi a mio padre fu riferito quando fui segnalato che il movimento in questione era terrorista, cometteva attentati, erano tutte balle ma potete immaginare alle orecchie di genitori ansiosi e iperprotettivi come i miei. Con mia mamma che soffriva di cuore e una volta stava per rimetterci le penne. In mia zona nessun aiuto ho trovato, solo un periodo breve di persone che poi vollero tornare nella Fiamma.
    Dopo questa esperienza, ho realizzato che speranze di fare da soli non ne abbiamo. Cosa dobbiamo noi fare è accodarci a chi riesce a creare spazi, quando non è troppo ideologizzato, tipo Movimento 5 Stelle e Indignati, inserirci proponendo la nostra visione, le nostre proposte come la tutela della nazione, ma senza mai esibizionismi (esporre simboli, gridare viva il Duce se non privatamente) che verrebbero sfruttati dai soliti noti per creare problemi di immagine e danneggiare il fenomeno antagonista. Poi forse acquisiremo spazio, stima, e contribuiremo al gioco.

    Poi per nuovi chiarimenti, chiedete, d' altronde siamo per confrontarci e capire.
    Le accuse rivolte a Kohmeini vengono da destroidi,eurotiberiadi e fauna simile quindi sono già spurie all'origine,tra l'laltro in funzione antisovietica vi era lo Scià non vedo quindi perchè gli americani avrebbero dovuto puntare su Kohmeini.
    Le accuse rivolte invece agli indignati arrivano da fonti già più affidabili,posso
    capire arrivassero dalla stampa...

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. No alla benedizione in classe
    Di Galaad nel forum Cronaca
    Risposte: 359
    Ultimo Messaggio: 11-12-13, 16:22
  2. Che benedizione quel denaro
    Di vanni fucci nel forum Hdemia
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 22-12-10, 19:27
  3. Benedizione delle armi
    Di Carnby nel forum Cattolici
    Risposte: 127
    Ultimo Messaggio: 03-06-08, 07:56
  4. La Benedizione!!!!
    Di Danny nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 13-11-05, 16:27
  5. La benedizione è d'obbligo
    Di Colombo da Priverno nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 11-08-03, 02:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226