User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    Iterum rudit leo
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,661
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Cossiga: «Silvio, non chiedere scusa a nessuno»

    LETTERA APERTA

    «Silvio, non chiedere scusa a nessuno»

    Cossiga scrive al premier: «Non credo che tu sia vittima di un complotto, ma delle tue imprudenze e ingenuità»

    Caro Silvio, ti scrivo da amico e da politico, non da «amico politico», benché legato a te da un’ami*cizia personale che data dal 1974 e che non è mai venuta meno. Non sono mai entrato nella tua vita privata pur, come tu ben sai, non con dividendo alcune manifestazioni di essa. Ri tengo che i giudizi sulla vita privata di una per sona che non attengano alla funzione pubblica esercitata - e in particolare la vita eufemisti camente chiamata «sentimentale» ma più esattamente «sessuale» - debbano essere di stinti dai giudizi politici.

    Non mi sembra che il giudizio politico di al lora e il giudizio storico di oggi abbiano bollato con il marchio dell’infamia John Fitzgerald e Robert Kennedy, le cui attività galanti supera rono di gran lunga le tue, e ebbero anche aspet ti inquietanti sui quali la giustizia americana non volle inquisire fino in fondo. E che dire del primo ministro britannico Wilson, che fece no minare dalla Regina, che non batté un ciglio, alla carica di Pari a vita con il titolo di barones sa una sua collaboratrice, collaboratrice per così dire, in senso piuttosto lato? E qui mi fer mo… Ora tu ti trovi, a torto o a ragione, in un brutto impiccio: per motivi «sentimentali» e anche per motivi, diciamo così, mercantili. Vi è chi, movimenti politici e potentati economi ci, con o senza giornali di loro proprietà, sono terrorizzati che tu possa governare il Paese per altri quattro anni; e sperano che titolari di alte cariche istituzionali, al primo, al secondo o al terzo posto nelle precedenze, riescano a farti uno sgambetto.

    Vorrei darti qualche consiglio, anche se so che tu ritieni che pochi consigli possano darti quelli che furono attori o, come me, solo com parse in quello che tu chiami il «teatrino» del la politica della Prima Repubblica. È vero che una coincidenza è solo una coin cidenza, che due coincidenze sono un indizio e che tre coincidenze possono essere una prova. Ma io non credo che tu sia vittima di un com plotto. E poi, complotto di chi? Dei nostri servi zi di sicurezza? Ma al loro apice, da Gianni Di Gennaro a Bruno Branciforte e Giorgio Picciril lo, ci sono dei fedeli e capaci servitori dello Sta to, sui quali non può gravare alcun sospetto e che sono impegnati, oltre che a svolgere le loro mansioni, ancora a capire, per colpa della leg ge e del Governo, quali esse siano e quali siano i confini tra le loro competenze e quelle del ser vizio di informazione e sicurezza militare dello Stato Maggiore della Difesa…

    Complotto di un servizio estero? Di Cia o Dia americane? Certo, i mezzi e le competenze li hanno, eccome! E perché mai Barack Obama dovrebbe aver ordinato una tale campagna di «intossicazione»? Perché sei amico di Putin e della Federazione Russa? Ma immaginati. Al la fine Putin preferirà Obama a te e viceversa. Noi siamo un grande Paese, ma non una gran de potenza: smettiamolo di crederlo. Io penso che tu sia vittima dell’odio dei tuoi avversari ma anche delle tue imprudenze e ingenuità. L’odio dei tuoi avversari è eviden te: e non penso al mite e sprovveduto Dario Franceschini, né al freddo, politico e onesto e corretto Massimo D’Alema, anche se si è la*sciato scappare una battuta che più che te e lui sta mettendo nei pasticci il «lotta-» o «lob by- continuista» magistrato di Bari. Questo odio io l’ho patito sulla mia pelle. Perché a te il noto gruppo editoriale svizzero dà dello sciupa femmine, ma a me per quasi sette anni ha da to del golpista e del pazzo, nel senso tecnico del termine…

    Lascia stare i complotti, e respingi anche l’odio che è un cattivo consigliere anche per chi ne è oggetto. Vendi Villa La Certosa, o meglio regalala allo Stato o alla Regione Sarda: è indi fendibile e «penetrabilissima». Lascia anche Palazzo Grazioli, che ha ormai una fama equi voca e trasferisciti per il lavoro e per abitarvi a Palazzo Chigi. Non chiedere scusa a nessu no, salvo che ai tuoi figli, quelli almeno che hai in comune con Veronica. Non mi consta che gli altri due grandi sciupafemmine come Kennedy e Clinton abbiano mai chiesto scusa al loro po polo… Fai la pace con Murdoch: tra ricchi ci si mette sempre d’accordo. Cerca un armistizio con l’Anm: porta alle lunghe la legge sulle inter cettazioni e quella sulle modifiche del Codice di Procedura Penale e dai ai magistrati un con sistente aumento di stipendio.

    Vuoi, invece, fare la guerra? Allora vai in Parlamento: ma al Senato per carità! E non alla Camera, per non correre il rischio di ve derti togliere la parola o espulso dall’aula. Tie ni un duro discorso sfidando l’opposizione, fa presentare una mozione di approvazione delle tue dichiarazioni, poni la fiducia su di essa e, come ai gloriosi tempi della Dc con il Governo Fanfani, fatti votare contro dai tuoi, impeden do con i voti la formazione di un altro gover no, porta così il Paese a inevitabili nuove ele zioni… Perché la guerra è sempre meglio per te, per l'opposizione e per il Paese, di questo rotolarsi nella melma.

    Con affetto ed amicizia

    Francesco Cossiga
    presidente emerito della Repubblica

    22 giugno 2009

    http://www.corriere.it/politica/09_g...4f02aabc.shtml

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Nostalgico
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    17,556
    Mentioned
    102 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Cossiga: «Silvio, non chiedere scusa a nessuno»

    Sono d'accordo con Cossiga che "la guerra è sempre meglio di questo rotolarsi nella melma".

    Tuttavia seguo il Presidente Emerito fin qui. Cossiga infatti è un cattolico liberal(e) che non ha mai nascosto le sue simpatie kennediane e filo-democratiche. Coerentemente con la sua storia politica difende oggi la distinzione tra le "vicende private" e i "fatti politici" alla maniera di un liberal americano.

    Adesso, se Cossiga è onesto e fedele alle proprie posizioni, anche noi come conservatori non possiamo tirarci indietro. Come ho già sottolineato nel precedente 3d "Berlusconi come Clinton" non possiamo valutare diversamente due realtà molto simili. Anche se nell'immediato frangente politico il rischio di una critica a Berlusconi possa tradursi in un indebolimento delle forze di destra. Ma se molliamo sulla coerenza oggi, come potremo cercare di vincere - da conservatori - domani? Saremmo costretti a confonderci, più di quanto già non lo siamo ora, con i liberali e i socialdemocratici. E' quello che vogliamo?

    Se Berlusconi intende cavalcare politicamente i "valori" e le "condotte tradizionali" non può esimersi da una condotta privata irreprensibile.

    Ragion per cui, già che sia divorziato va a suo danno. Che si separi una seconda volta è grave. Che frequenti, anche solo "innocentemente", ragazze in fiore è intollerabile. Per la sua età, per la situazione coniugale tuttora vigente e soprattutto per la carica politica che riveste.

    Sono anche io convinto della "gratuità" di tutta questa faccenda. Non credo affatto nel Berlusconi affamato di viagra che tromba da mattina a sera, come in questi giorni si va scrivendo da più parti. Al massimo, il nostro Silvio si contorna di femminazze per un piacere estetico e per il gusto di fare il galletto, nonostante l'età.

    Queste cose, pur "innocenti", non si confanno però ad un Capo di Stato cattolico conservatore che dovrebbe avere accanto a sè "una" donna, una First Lady. Se il nostro non ne è in grado o non ne ha voglia, allora faccia liberamente il Donald Trump e lasci pure perdere questi nostri "sciocchi e ipocriti moralismi" alla Kenneth Starr...
    “Non amo che le rose che non colsi. Non amo che le cose che potevano essere e non sono state...” (Guido Gozzano)

    "Quello che un uomo ha assorbito durante l'infanzia nel proprio sangue, dall'aria del suo tempo, rimane in lui." (Stefan Zweig)

  3. #3
    Iterum rudit leo
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,661
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Cossiga: «Silvio, non chiedere scusa a nessuno»

    Concordo sul profilo che hai tratteggiato di Cossiga.

    Per quanto riguarda Berlusconi penso che l'errore di fondo (o sfortuna, a seconda dei punti di vista) sia quello di non aver avuto accanto una first lady degna di questo nome. La presenza stabile al suo fianco, o comunque ragionevolmente continuativa, della "moglie" (per quanto seconda) negli eventi pubblici avrebbe frenato sul nascere illazioni di natura sentimental-sessuale. E la Lario non si è limitata a favorirle con la sua ostinata assenza (che credo dettata da una certa insofferenza per l'impegno politico del "marito"), ma le ha essa stessa alimentate a più riprese con uscite pubbliche francamente fuori dalle righe. Questo senza entrare nel merito delle vicende private dei due, ma solo analizzandone l'aspetto pubblico: praticamente Berlusconi appare come un "single" e ciò, associato ad uno stile di vita certamente non austero, rende quindi facile, quasi automatico, che le sue frequentazioni femminili appaiano più losche di quanto probabilmente siano in realtà.

    Per il resto, penso che Mr. Right sia troppo rigido nell'applicazione di principi (pur assolutamente validi) riguardanti la vita personale degli uomini politici. Siamo tutti d'accordo che sarebbe meglio che Berlusconi avesse una famiglia tradizionale e che una frequentazione "piccante" di giovani donne sarebbe intollerabile. Il punto, a mio parere, è che, in assenza del leader "ideale", nella pratica ci si debba poi accontentare del meno peggio che passa il convento: l'alternativa è lasciare il campo libero ai malvagi.

  4. #4
    Nostalgico
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    17,556
    Mentioned
    102 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Cossiga: «Silvio, non chiedere scusa a nessuno»

    Citazione Originariamente Scritto da krentak the Arising! Visualizza Messaggio

    Per il resto, penso che Mr. Right sia troppo rigido nell'applicazione di principi (pur assolutamente validi) riguardanti la vita personale degli uomini politici. Siamo tutti d'accordo che sarebbe meglio che Berlusconi avesse una famiglia tradizionale e che una frequentazione "piccante" di giovani donne sarebbe intollerabile. Il punto, a mio parere, è che, in assenza del leader "ideale", nella pratica ci si debba poi accontentare del meno peggio che passa il convento: l'alternativa è lasciare il campo libero ai malvagi.
    Il problema è che se oggi difendiamo di Silvio su basi liberal, ovvero relativiste, un domani saremo costretti, per coerenza, a fare lo stesso con i nostri avversari.

    Molti nel PDL se ne infischiano di questi discorsi, perchè sono essi stessi liberal e socialisti, vecchi fan di Clinton e oggi supporters di Obama. Ma noi conservatori abbiamo sostenuto Gingrich e Bush. Siamo quelli che fanno sfoggio di famiglie prolifiche, unite e possibilmente felici. Tant'è che quando Sarkò se ne andò con Carlà abbiamo storto il naso. Possiamo adesso, riguardo Silvio, far finta di niente?
    “Non amo che le rose che non colsi. Non amo che le cose che potevano essere e non sono state...” (Guido Gozzano)

    "Quello che un uomo ha assorbito durante l'infanzia nel proprio sangue, dall'aria del suo tempo, rimane in lui." (Stefan Zweig)

 

 

Discussioni Simili

  1. chiedere scusa ai beduini...
    Di Federale nel forum Destra Radicale
    Risposte: 68
    Ultimo Messaggio: 01-09-08, 19:19
  2. Volevo chiedere scusa a Oli.
    Di Tango do Hermano nel forum Fondoscala
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-02-08, 20:20
  3. Chiedere scusa a Calderoli!
    Di thorton nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 05-03-06, 11:44
  4. Volevo chiedere scusa....
    Di Liberalix nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 16-07-05, 14:21
  5. Devo chiedere scusa all'On. Bondi
    Di Dario nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 09-09-03, 20:41

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226