Assisi sprofonda, è allarme: dal 1992 è scesa di 15 centimetri - Attualità - Tutto Gratis

Ci sono disastri naturali che conquistano le prime pagine dei giornali con la loro furia distruttiva, ed altri che ne silenzio mediatico operano indisturbati, provocando danni di non poco conto: tra questi ultimi dobbiamo registrare la situazione di Assisi, la città umbra di San Francesco, visitata ogni anno da milioni di turisti e fedeli, la quale sta letteralmente sprofondando a causa del dissesto idro-geologico. Dal 1992 ad oggi Assisi è scesa di quindici centimetri, 7,5 mm l’anno, e nel mondo scientifico è scattato l’allarme.

A rivelare la situazione della cittadina sono i dati satellitari raccolti dall’Agenzia spaziale europea in un arco di tempo di circa vent’anni, e che hanno permesso di ricostruire l’evoluzione storica dei territori, verificando la presenza di alcuni movimenti tellurici in zone particolarmente sensibili, come quella dell’Umbria. Michele Manunta, ricercatore del Cnr-Irea, spiega: ‘Abbiamo potuto misurare le deformazioni che interessano Assisi, verificando che in particolare una frana, già da anni sotto controllo, è scivolata dal 1992 di circa 15 cm‘. Si tratta della cosiddetta frana di Ivancich, che da anni si cerca di mettere in sicurezza, ed è la più temuta tra le molte frane presenti nel territorio umbro.