User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Drugrillo
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    L'ultima ridotta
    Messaggi
    41,590
    Inserzioni Blog
    3
    Mentioned
    446 Post(s)
    Tagged
    51 Thread(s)

    Post La stirpe sacerdotale che creò Mitraismo, Cristianesimo e conquistò l'Impero Romano

    Passi tradotti via GoogleChrome e tratti da Mithras and Jesus: Two sides of the same coin, spunto è il libro di Flavio Barbiero, ingegnere ed esperto di religione e storia, uscito nel 2008 e dal titolo "La stirpe dei sacerdoti".
    Nocciolo dell'argomento è l'analisi del Mitraismo come di un culto pseudo-massonico, esoterico e d'origine ebraica, che servi' ad infiltrare l'Impero Romano dopo la caduta nel 70 d.c. di Gerusalemme, da parte di alcune famiglie sacerdotali ebraiche che avevano avuta salva la vita e gli averi in cambio del passagio al nemico, e l'altra faccia della medaglia, il cristianesimo, versione plebea, oggi diremmo noachide, dello stesso mitraismo.

    Estratti:

    Su 384 dC Vezio Agorio Pretestato, l'ultimo "papa" (acronimo delle parole Pater Patrum = Padri 'Padre) del Culto di Mitra cosiddetto, morto a Roma. Il suo nome, ei suoi appuntamenti religiosi e politici, sono scritte sul basamento della Basilica di San Pietro ', insieme con i nomi di una lunga lista di altri senatori romani, che coprono un periodo di 305-390. L'unica cosa che hanno in comune è che tutti sono "patres" di Mitra.

    Ben nove fra loro hanno il titolo supremo di Pater Patrum, prova evidente che è qui, dentro il Vaticano, che il leader supremo dell'organizzazione mitraico risiedeva, a fianco della Basilica più sacri della cristianità, eretta da Costantino Grande nel 320 dC.

    Per almeno 70 anni il leader supremo di due "religioni" che erano sempre dovuto essere concorrenti, se non nemici giurati, vissuto pacificamente ed in perfetta armonia fianco a fianco. E 'stata la stessa Pretestato, come prefetto della città, che ha difeso Damaso contro i suoi avversari, su 367, e confermato lui come vescovo di Roma.

    Pretestato spesso dichiarato che egli aveva accettato volentieri di essere battezzato, se la sede di San Pietro è stato offerto a lui. Dopo la sua morte, però, è successo il contrario. Il titolo di Pater Patrum cadde (oggi diremmo di default) su successore di Damaso ', il vescovo Siricio, che fu il primo nella storia Churcha € ™ s, ad assumere il titolo di "papa" (papa). Insieme con essa ha preso su di sé anche una lunga serie di altre prerogative, titoli, simboli, oggetti e beni, che passava in massa dal mitraismo al cristianesimo.

    E 'stato un vero passaggio di consegne dal mitraico papa a quella cristiana, che possiamo comprendere solo alla luce di quello che era successo l'anno prima, nel 383.

    In quella data, il Senato ha votato quasi all'unanimità per l'abolizione del paganesimo e tutti i suoi simboli a Roma e in tutto l'impero occidentale. Un voto che ha sempre sconcertato gli storici, perché a loro avviso, la maggioranza dei senatori erano pagani e ha rappresentato l'ultima roccaforte del paganesimo contro l'avanzata irresistibile del cristianesimo. Questa opinione, tuttavia, è del tutto in disaccordo con quello che, in quegli stessi anni, Ambrogio - il vescovo di Milano - usato per dichiarare che i cristiani avevano la "maggioranza" al Senato. Chi ha ragione, Ambrogio o storici moderni?
    ...

    Culto o religione?

    Questo è il punto essenziale. C'è un equivoco enorme e incredibile (che in qualche modo potrebbe essere deliberata) circa il cosiddetto "culto" del Sol Invictus Mitra, che è sempre presentato come una "religione", sorto in parallelo con il cristianesimo e in concorrenza con esso. Alcuni storici spingono fino a sostenere che questa religione era così popolare e radicata nella società romana che quasi vinto la gara con il cristianesimo.

    Eppure non vi è evidenza assoluta che la cosiddetta "cult" di Mitra, a Roma, non era una religione, ma un'organizzazione esoterica, con diversi livelli di iniziazione, che dalla religione orientale, aveva preso in prestito solo il nome e alcuni simboli esteriori.

    Per quanto riguarda il contenuto, la portata e le procedure operative, tuttavia, il Mitra romano aveva nulla in comune con il dio persiano.

    L'istituto romano di Mitra può in alcun modo essere definita come una religione dedicata al culto del Sole - non più di massoneria moderna può essere definita una religione dedicata al culto del Grande Architetto dell'Universo (G: A:.. O:. T:. U:.). Il confronto con la Massoneria moderna è molto appropriato e molto utile per capire che tipo di organizzazione di cui stiamo parlando. In realtà, le due istituzioni sono molto simili nelle loro caratteristiche essenziali.
    ...
    L'esistenza di un collegamento tra il cristianesimo e il culto del sole fin dai primi tempi è riconosciuta dai Padri della Chiesa, anche. Tertulliano scrive che i pagani "... credere che il Dio cristiano è il Sole, perché è un fatto ben noto che noi preghiamo di svolta verso il Sole nascente, e che il giorno del Sole ci diamo alla gioia". (Tertulliano, Ad Nationes 1, 13). Egli tenta di giustificare questa comunanza sostanziale agli occhi dei fedeli cristiani, attribuendola al plagio di Satana dei riti più sacri e le credenze della religione cristiana.

    Costantino creduto che Gesù Cristo e Sol Invictus Mitra sono stati entrambi gli aspetti della divinità stessa Superiore. Lui non era certo l'unico ad avere questa convinzione.
    ...
    Per molto tempo i Romani continuato a venerare sia il Sole e Cristo. Nel 410, papa Innocenzo autorizzato la ripresa delle cerimonie in onore del Sole, sperando con questo di salvare Roma dai Visigoti. E nel 460 papa Leone Magno scrive: "la maggior parte cristiani, prima di entrare nella Basilica di San Pietro, svoltare verso il sole e l'arco in suo onore".

    Il vescovo di Troia apertamente continuato a professare il suo culto del sole anche durante il suo episcopato.

    Un altro esempio importante in questo senso è quella di Sinesio di Cirene, discepolo del filosofo neoplatonico Apathias famoso, che è stato ucciso dalla mafia ad Alessandria nel 415. Sinesio, non ancora battezzato, è stato eletto vescovo di Tolemaide e metropolita della Cirenaica, ma ha accettato la posizione solo a condizione che egli non ha dovuto ritrattare le sue idee neoplatoniche o rinunciare al suo culto del sole.

    Amici o nemici?
    Alla luce di tutto ciò, come dobbiamo considerare la posizione di mitraisti verso il cristianesimo? Concorrenti o collaboratori? Amici o nemici? Forse la migliore indicazione è data dalla monete coniate dall'imperatore Costantino fino a 320 dC, con simboli cristiani da un lato, simboli mitraici dall'altro.

    Erano Gesù e Mitra due facce della stessa medaglia?


    Le origini del mitraismo e il cristianesimo

    Per spiegare la stretta relazione tra cristianesimo e mitraismo dobbiamo tornare alle loro origini.

    Cristianesimo, come lo conosciamo, dal riconoscimento universale è una creazione di san Paolo, il fariseo che è stato inviato a Roma intorno al 61 dC, dove fondò la prima comunità cristiana della capitale.

    La religione imposti da Paolo a Roma è stato molto diverso da quello predicato da Gesù in Palestina e messo in pratica da Giacomo il Giusto, che era poi il leader della comunità cristiana di Gerusalemme. Predicazione di Gesù 'è stato in linea con il modo di vivere e di pensare della setta nota come gli Esseni. Il contenuto dottrinale del cristianesimo, come è emerso a Roma, alla fine del 1 ° secolo, invece, sono straordinariamente vicine a quelle della setta dei farisei, al quale Paolo apparteneva.

    Paolo è stato eseguito probabilmente nel 67 da Nerone, insieme con la maggior parte dei suoi seguaci. La comunità cristiana romana è stata praticamente spazzata via dalla persecuzione di Nerone. Non abbiamo la minima informazione su quello che è successo in questa comunità durante i successivi 30 anni, un blackout molto inquietante di notizie, perché qualcosa di molto importante accaduto a Roma in quel periodo. In effetti, alcuni dei cittadini più illustri della capitale sono stati convertiti, come il console Flavio Clemente, cugino dell'imperatore Domiziano, oltre alla Chiesa di Roma assunse una struttura monarchica e imposto la sua leadership su tutte le comunità cristiane dell'impero, che doveva adeguando la struttura e la loro dottrina di conseguenza. Ciò è dimostrato da una lunga lettera di papa Clemente ai Corinzi, scritta verso la fine del regno di Domiziano, dove la sua leadership è chiaramente indicato.

    Ciò significa che durante gli anni del blackout, qualcuno che aveva accesso alla casa imperiale aveva fatto rivivere la comunità cristiana romana a tal punto da poter imporre la sua autorità su tutte le altre comunità cristiane. Ed è stato "qualcuno" che conosceva perfettamente la dottrina e il pensiero di Paolo, farisaica 100%.

    L'organizzazione inoltre mitraico è nato nello stesso periodo e in quello stesso ambiente.
    ...
    Il mitreo prima [ di cui sopra: un esempio ] scoperta è stata costituita a Roma al tempo di Domiziano, e ci sono indicazioni precise che hanno preso parte persone vicine alla famiglia imperiale, in particolare liberti ebrei. Il mitreo, infatti, è stata dedicata da un certo Tito Flavio Iginus Ephebianus, un liberto dell'imperatore Tito Flavio, e quindi quasi certamente un Ebreo romanizzati. Da Roma la diffusione dell'organizzazione di Mitra, durante il secolo successivo, in tutto l'impero occidentale.

    C'è un terzo evento, che è accaduto nello stesso periodo, collegato in qualche modo alla famiglia imperiale e l'ambiente ebraico, al quale nessuna attenzione particolare è stata mai data dagli storici: l'arrivo a Roma di un importante gruppo di persone, ebrei 15 sommi sacerdoti, con le loro famiglie e parenti. Essi appartenevano ad una classe sacerdotale che aveva governato Gerusalemme per mezzo millennio, dal ritorno dall'esilio babilonese, quando 24 linee sacerdotale aveva stipulato un patto tra loro e ha creato un'organizzazione segreta con lo scopo di assicurare fortune delle famiglie ', attraverso la proprietà esclusiva del Tempio e la gestione esclusiva del sacerdozio.

    La dominazione romana della Giudea era stata segnata da tensioni passionali sul piano religioso, che aveva provocato una serie di rivolte, l'ultima delle quali, nel 66 dC, fu fatale per la nazione ebraica e per la famiglia sacerdotale. Con la distruzione di Gerusalemme da parte di Tito Flavio nel 70 dC, il tempio, lo strumento di potere della famiglia, è stata rasa al suolo, senza mai essere ricostruita, ei sacerdoti sono stati uccisi a migliaia.

    Ci sono stati sopravvissuti, ovviamente, in particolare un gruppo di 15 sacerdoti, che si erano schierati con i Romani, arrendersi a Tito il tesoro del Tempio, e per questo motivo avevano conservato nelle loro proprietà e hanno avuto la cittadinanza romana. Hanno poi seguito Tito a Roma, dove a quanto pare scomparso dalla scena della storia, mai più a giocare un ruolo visibile - a parte quello che senza dubbio era il leader di quel gruppo, Giuseppe Flavio.
    ...
    Giuseppe Flavio e il Sol Invictus Mitra

    Giuseppe Flavio conosceva fin troppo bene che nessuna religione ha un futuro meno che non sia parte integrante di un sistema di potere politico. E 'stato un concetto innato nel DNA, per così dire, dei sacerdoti di Giuda che la religione e il potere politico deve vivere in simbiosi, reciprocamente sostenendosi a vicenda. E 'inimmaginabile che si potrebbe pensare che la nuova religione si diffuse in tutto l'impero in modo indipendente, o addirittura in contrasto con il potere politico.

    Il suo primo obiettivo era, quindi, prendere il potere. Grazie non solo per l'esperienza millenaria della sua famiglia, ma anche alla sua esperienza di vita, Giuseppe Flavio conosceva fin troppo bene che il potere politico, soprattutto in un organismo elefantiaco, come l'Impero Romano, si è basata sul potere militare e potere militare è stato basato sul potere economico e potere economico sulla capacità di influenzare e controllare la leva finanziaria del paese. Il suo piano deve essere previsto che la famiglia sacerdotale, prima o poi prendere il controllo di queste leve. Poi l'Impero sarebbe nelle sue mani, e la nuova religione sarebbe lo strumento principale per mantenere il controllo di esso.

    Qual era il piano di Giuseppe 'per raggiungere questo ambizioso progetto? Egli non ha dovuto inventare nulla, il modello era lì: l'organizzazione segreta creata da Ezra alcuni secoli prima, che aveva assicurato il potere e la prosperità alle famiglie sacerdotale per mezzo millennio. Egli solo ha dovuto fare alcune modifiche, al fine di mascherare questa istituzione nel mondo pagano come religione misterica, dedicato al dio greco Helios, il Sole, per la sua indubbia assonanza con il Dio degli ebrei El Elyon. E 'stato rappresentato come invincibile, il Sol Invictus, per stimolare il morale dei suoi adepti, e al suo fianco è stato messo, come un compagno inseparabile, una divinità solare di quella stessa Mesopotamia, da dove gli ebrei avevano avuto origine, Mitra, inviato del Sole sulla Terra per redimere l'umanità, e tutto intorno a loro, nel mitrei, le statue di varie divinità, Athena, Ercole, Venere e così via. Un chiaro riferimento a Dio Padre, e il suo inviato sulla terra, Gesù, circondati dai loro attributi di saggezza, forza, bellezza e così via, che è stato ben compreso dai cristiani, ma era perfettamente pagana agli occhi di un pagano.

    Questa organizzazione non ha avuto alcun scopo religioso: il suo scopo era quello di preservare l'unione tra le famiglie sacerdotali e garantire la loro sicurezza e ricchezza, attraverso il sostegno reciproco e una strategia comune, volta a infiltrarsi tutte le posizioni di potere nella società romana.

    E 'stato segreto. Nonostante il fatto che durò per tre secoli e che aveva migliaia di membri, molti dei quali uomini di grande cultura, non c'è una sola parola scritta da un membro di quello che stava accadendo durante le riunioni delle istituzioni di Mitra, che cosa decisioni sono state prese e così via. Ciò significa che il segreto assoluto è stato sempre mantenuto sulle opere che si sono svolte in un mitreo.

    L'accesso era evidentemente riservato per i discendenti di famiglie sacerdotali, almeno a livello operativo, dalla terza elementare fino (a volte le persone di origine diversa potrebbe essere accettata nei primi due gradi, come nel caso dell'imperatore Commodo). Questo sistema di reclutamento è perfettamente in linea con le evidenze storiche e archeologiche.

    Anche al culmine del suo potere e diffusione, il Sol Invictus Mitra sembra essere un'istituzione elitaria, con un numero molto limitato di membri. La maggior parte dei mitrei erano di dimensioni molto ridotte e non porto più di 20 persone. Non era sicuramente una religione di massa, ma una organizzazione alla quale solo i vertici dell'esercito e della burocrazia imperiale sono stati ammessi. Eppure, abbiamo donâ € ™ t sapere nulla di politica arruolamento del Sol Invictus Mitra.

    Ha fatto reclutare i suoi membri tra i ranghi alti della società romana, o era opposto vero - che era i membri di questa organizzazione che "infiltrati" tutte le posizioni di potere di questa società? L'evidenza storica favorisce l'ipotesi che l'appartenenza alla istituzione era riservata su base etnica. Accesso ad esso, almeno a livello operativo, è stato molto probabilmente riservato per i discendenti del gruppo di sacerdoti ebrei che sono venuti a Roma dopo la distruzione di Gerusalemme.

    Il Sol Invictus Mitra conquista l'impero romano

    Fonti scritte e le testimonianze archeologiche testimoniano che da Domiziano su Roma è sempre rimasto il centro più importante del Sol Invictus Mitra istituzione, che era saldamente radicato nel cuore dell'amministrazione imperiale, sia nel palazzo e tra la Guardia Pretoriana.

    Da Roma al più presto l'organizzazione diffusa alla vicina Ostia, il porto con il maggior volume delle contrattazioni nel mondo, come beni e prodotti alimentari provenienti da ogni parte dell'Impero è arrivato per deliziare l'appetito insaziabile della capitale. Nel corso del secondo e terzo secolo, quasi quaranta mitrei sono stati costruiti lì, chiara evidenza che i membri dell'istituzione avevano preso il controllo delle attività di trading, fonte di reddito incomparabile e potere economico.

    Successivamente, si è diffuso al resto dell'Impero. Il mitrei primi a sorgere al di fuori della cerchia romana sono stati costruiti, poco prima AD 110, in Pannonia, a Poetovium, il centro principale doganali della regione, poi nel presidio militare di Carnuntum, e poco dopo in tutte le province danubiane (Rezia, Norico, Pannonia, Mesia, e Dacia).

    I seguaci del culto di Mitra inclusi i doganieri, che ha raccolto una tassa su ogni tipo di trasporto, spediti da Italia verso l'Europa centrale e viceversa; i funzionari imperiali che controllava il trasporto, il posto, l'amministrazione della finanza e delle miniere, e l'ultimo , le truppe militari delle guarnigioni disseminate lungo il confine. Quasi nello stesso periodo, come nella regione danubiana, il culto di Mitra ha iniziato a comparire nel bacino del Reno, a Bonn e Treves. Questa è stata seguita dalla Britannia, Spagna e Nord Africa, dove mitrei apparso nei primi decenni del II secolo, sempre associata a centri amministrativi e di presidi militari.

    Testimonianze archeologiche, quindi, dimostra definitivamente che per tutto il II secolo dC, i membri del Sol Invictus Mitra occupato le principali posizioni nella pubblica amministrazione, diventando la classe dominante nelle province periferiche dell'impero - soprattutto nel centro e nord Europa. Abbiamo visto che i membri del Sol Invictus Mitra era infiltrato anche la religione pagana, prendendo il controllo del culto delle divinità principali, iniziando con il sole.

    La mossa vincente, tuttavia, che ha reso irresistibile il successo dell'istituzione di Mitra, era quella di cogliere il controllo dell'esercito. Giuseppe Flavio sapeva, per esperienza diretta, che l'esercito potrebbe diventare l'arbitro del trono imperiale. Chi controllava l'esercito controllato l'Impero. L'obiettivo principale fissato da lui per l'organizzazione di Mitra, di conseguenza, deve essere stato infiltrato l'esercito e prendere il controllo di esso.

    Presto, mitrei sorsero in tutti i luoghi dove erano di stanza guarnigioni romane. Nel giro di un secolo, il culto di Mitra, era riuscito a controllare tutte le legioni romane di stanza nelle province e lungo i confini, in un punto che il culto del Sol Invictus Mitra è spesso considerato dagli storici come la "religione" tipico dei romani soldati.

    Ancor prima che l'esercito, però, l'attenzione del Sol Invictus era stata concentrata sulla guardia pretoriana, guardia personale dell'imperatore. Non è un caso che la seconda iscrizione dedicatoria di un noto personaggio mitraico riguarda un comandante del pretorio, e che la concentrazione di mitrei era particolarmente elevata nella zona circostante la caserma pretoriana. L'infiltrazione di questo corpo deve avere iniziato sotto gli imperatori Flavi. Di poter contare sulla fedeltà incondizionata di molti liberti ebrei che li doveva tutto - le loro vite, la loro sicurezza, e il loro benessere. Gli imperatori romani erano un po 'restii ad affidare la propria sicurezza personale a ufficiali che sono venuti dalle fila del senato romano, la loro principale avversario politico, e così le fila dei loro guardia personale erano soprattutto pieni di liberti e membri della classe equestre. Questo deve aver favorito il Sol Invictus, che ha reso il suo feudo incontrastato pretorio a partire dall'inizio del secondo secolo.

    Una volta raggiunto il controllo del Pretorio e l'esercito, il Sol Invictus Mitra era in grado di mettere le mani anche sulla sede imperiale. Questo è effettivamente accaduto su 193 dC, quando Settimio Severo fu proclamato imperatore dall'esercito. Nato a Leptis Magna, in Nord Africa, da una famiglia equestre di alti burocrati, era certamente un affiliato dell'organizzazione mitraico, avendo sposato Giulia Domna, la sorella di Bassiano, un sommo sacerdote di Sol Invictus. Da allora in poi, l'ufficio imperiale era prerogativa del Sol Invictus Mitra, come tutti gli imperatori furono proclamate e / o rimossa dall'esercito o dalla guardia pretoriana.

    Per quanto possiamo giudicare col senno di poi, l'obiettivo finale della strategia ideata da Giuseppe Flavio è stata la completa sostituzione della classe dirigente dell'impero romano con i membri del Sol Invictus Mitra. Questo risultato è stato raggiunto in meno di due secoli, grazie alla politica applicata dagli imperatori Mitharaic.
    La spina dorsale del imperiale romana amministrazione era costituito da nuove famiglie di origine sconosciuta, che era emerso alla fine del primo secolo e l'inizio del secondo, in antagonismo l'aristocrazia senatoria, tradizionalmente opposta al potere imperiale. Hanno formato il cosiddetto ordine "equestre", che divenne ben presto il feudo indiscusso del Sol Invictus Mitra. Sicuramente la maggior parte delle famiglie dei 15 sacerdoti ebrei di entourage Giuseppe Flavio ', ricca, ben collegata e godendo il favore imperiale, ha finito per appartenenti a questo ordine.

    Gli imperatori Sol Invictus tutti apparteneva all'ordine equestre e governata in aperta opposizione al Senato, umiliante, privandola delle sue prerogative e ricchezza, e colpendolo fisicamente con l'esilio e l'esecuzione di un gran numero dei suoi membri di alto profilo. Allo stesso tempo, hanno iniziato ad introdurre le famiglie equestre in Senato. Questa politica era stata avviata da Settimio Severo e sviluppato da Gallieno (che, va ricordato, è stato anche l'autore del primo editto di tolleranza verso il cristianesimo) che ha stabilito per decreto che tutti coloro che avevano ricoperto la carica di governatori provinciali o prefetti di la guardia pretoriana, sia gli appuntamenti riservati per l'ordine equestre, sarebbe entrato di diritto nel rango senatorio.
    Questo diritto è stato successivamente esteso ad altre categorie di funzionario, grandi burocrati e alti ufficiali dell'esercito (tutti i membri dell'istituzione mitraico). Di conseguenza, in pochi decenni, praticamente tutta la classe equestre passato nei ranghi del Senato, superando in numero le famiglie degli italici originale e dell'aristocrazia romana.

    Nel frattempo la diffusione del cristianesimo in tutto l'impero ha proceduto ad un ritmo costante. Ovunque i rappresentanti di Mitra è arrivato, c'è una comunità cristiana subito germogliò. Entro la fine del secondo secolo, c'erano già almeno quattro vescovo vede in Britannia, sedici in Gallia, sedici in Spagna, ed uno praticamente in ogni grande città del Nord Africa e del Medio Oriente. Nel 261 il Cristianesimo fu riconosciuto come religione legittima dal mitraici Gallieno e fu proclamata la religione ufficiale dell'impero di Costantino mitraici agli inizi del IV secolo, anche se era ancora una minoranza nella società romana. E 'stato poi via via applicate sulla popolazione dell'impero, con una serie di misure che culminò alla fine del IV secolo con l'abolizione delle religioni pagane e la "conversione" di massa del senato romano.

    La situazione finale per quanto riguarda la classe dirigente dell'Impero d'Occidente è stata la seguente: la nobiltà di origine pagana era praticamente scomparsa e la nuova nobiltà grande, che si identifica con la classe senatoria dei proprietari terrieri, era composto da ex membri del Sol Invictus Mitras. Sul piano religioso, il paganesimo era stato eliminato e il cristianesimo era diventata la religione di tutti gli abitanti dell'Impero, era controllato dalle gerarchie ecclesiastiche, provenienti interamente dalla classe senatoriale, dotata di immense proprietà terriere e quasi-reale potere all'interno del loro vede .

    Le famiglie sacerdotali era diventato il padrone assoluto di quella dell'impero stesso che aveva distrutto Israele e il Tempio di Gerusalemme. Tutte le sue alte cariche, sia civili che religiose, e tutte le sue ricchezze erano nelle loro mani, e supremo potere era stato affidato in perpetuo, per diritto divino, al più illustre delle tribù sacerdotale, i "Gens Flavia" (a partire da Costantino tutti gli imperatori romani portavano il nome di Flavio), in tutti i discendenti probabilità di Giuseppe Flavio. Tre secoli prima, Giuseppe aveva scritto con orgoglio: "La mia famiglia non è oscura, al contrario, è di discendenza sacerdotale: come in tutti i popoli vi è un diverso fondamento della nobiltà, quindi con noi l'eccellenza della linea è confermata per la sua appartenenza all'ordine sacerdotale "(Vita 1,1). Entro la fine del IV secolo i suoi discendenti aveva tutto il diritto di applicare quelle stesse parole all'Impero Romano.

    A quel punto l'istituzione del Sol Invictus Mitra non era più necessario aumentare le fortune della famiglia sacerdotale ed è stato smaltito. Era stato lo strumento della cospirazione di maggior successo nella storia.
    Ultima modifica di Robert; 21-10-11 alle 16:22
    Salvini, finto sovranista e vero neocon (sionista, americanista, ricchista)
    Maduro ce l'ha duro e ve lo mett'ar culo!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Apologia cattolica
    Data Registrazione
    23 Aug 2010
    Località
    Latina
    Messaggi
    31,952
    Mentioned
    119 Post(s)
    Tagged
    43 Thread(s)

    Predefinito Rif: La stirpe sacerdotale che creò Mitraismo, Cristianesimo e conquistò l'Impero Rom

    sembra interessante a breve spero di dare una risposta
    (Gv 3, 20-21)
    Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere. Ma chi opera la verità viene alla luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio

 

 

Discussioni Simili

  1. Il Cristianesimo e il Celeste Impero
    Di Ormriauga nel forum Filosofie e Religioni d'Oriente
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 05-09-08, 14:02
  2. Sacro Romano Impero
    Di lupin nel forum Storia
    Risposte: 126
    Ultimo Messaggio: 07-01-07, 18:27
  3. Impero Americano=Impero Romano?
    Di Amati75 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 16-10-03, 20:20
  4. Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 15-10-03, 05:49
  5. Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 06-10-03, 00:16

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226