«Siamo esterrefatti e delusi, speriamo che presto il problema possa risolversi in modo da sbloccare i fondi per le zone alluvionate». A dirlo Corrado Manganaro , presidente del comitato di cittadini di Giampilieri, dopo aver appreso la notizia che i 160 milioni di euro destinati ai villaggi colpiti dall’alluvione del 2009 e ai paesi dei Nebrodi sono bloccati perché l’ultima ordinanza di protezione civile firmata dal premier Berlusconi è sbagliata. Così com'è concepita infatti non consente al Presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, di utilizzare quelle somme. «La questione era stata sollevata circa un mese fa da Lombardo che lo aveva riferito alla Protezione civile – spiega Manganaro – da allora niente è stato fatto. Forse ci ritengono dei cittadini di serie B. È grave che il governo nazionale non dia la giusta attenzione alle popolazioni colpite dal tremendo nubifragio. Speriamo che al più presto la situazione venga messa a posto, altrimenti siamo pronti ad ogni forma di protesta».

Dopo aver saputo del problema anche il capo della Protezione Civile Franco Gabrieli, ha scritto una lettera al ministro Tremonti ribadendo che la modifica dell'ordinanza è necessaria affinché le risorse possano essere trasferite tramite il bilancio della Regione Siciliana. «Gli obiettivi fissati dal patto interno di stabilità per il 2011 per la Regione - ha aggiunto Gabrieli - non consentirebbero infatti al dipartimento regionale della Protezione Civile, che funge da struttura di supporto al commissario, di utilizzare le somme stanziate dall'ordinanza in questione». Se i soldi non dovessero arrivare al più presto molti dei cantieri per la messa in sicurezza dei paesi alluvionati si fermerebbero e ci sarebbero dei problemi anche per i sussidi ai familiari delle vittime.

«Prendiamo atto delle parole del capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, che confermano quanto da noi segnalato - commenta il governatore Lombardo - e che fanno chiarezza sulla situazione e sulle strumentali polemiche sollevate sulla questione. L'auspicio, adesso, è che a Roma si rimedi al più presto, in modo da consentire di sbloccare le somme in favore delle famiglie danneggiate dell'alluvione di due anni fa e che non possono restare vittime anche di questo tipo di errori». Lo ha detto il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, commentando le parole del capo della Protezione civile nazionale, Franco Gabrielli, sui fondi per l'alluvione di Giampilieri.

Giampilieri, restano bloccati i 160 milioni per la ricostruzione: ordinanza sbagliata - Corriere del Mezzogiorno