attualmente lo stato ebraico occupa quasi i’ 80% del territorio Palestinese,con tutta la buona volontà possibile,non può,anche volendo, ritornare ai confini del 1967,allo stesso modo non è più possibile mantenere i Palestinesi sotto una perenne occupazione che si tramanda da tre o quattro generazioni,a questo punto è necessario da parte di Israele un atto di coraggio,l’annessione del rimanente territorio Palestinese,concedendo a quest’ultimi il diritto al voto ,questo non lo possono assolutamente negare,il problema è che il diritto al voto dei Palestinesi,per i governanti dello stato ebraico, è un incubo,un vero incubo,attualmente,nonostante l'impegno profuso a piene mani dall'esercito Israeliano, il rapporto riproduttivo è di 2 a 10 a favore dei Palestinesi, gli stessi brindelloni vestiti di nero che dondolano tutto il giorno le loro inutili teste sotto il muro del pianto,sono in seria difficoltà, non riescono a trovare delle donne disposte a assecondare il loro allucinante ciclo riproduttivo simile a quello dei conigli, per cui si stanno sposando all'interno della loro comunità ,non guardando al grado di parentela, già erano brutti, figuriamoci adesso iaociao: