User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8

Discussione: Un gesto di pietà

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    1,430
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Un gesto di pietà

    LAMPEDUSA
    VINCENZO LOMBARDO E IL CIMITERO DEI CLANDESTINI

    LE CROCI DELLA PIETÀ

    Ogni mattina si reca nella zona del camposanto che è stata riservata agli extracomunitari senza nome. Si ricorda ancora i primi 13 corpi. Adesso sono 82, e ognuno ha un crocifisso. «Musulmani? Che importa, un Dio lo avevano anche loro».

    Chiude gli occhi, come se cercasse aiuto e conforto. La misericordia a volte è un pesante fardello e la pietà un laccio che imbriglia il cuore e la mente. Vincenzo Lombardo cerca parole per dire della pietà che un giorno lo ha soverchiato, lui che di mestiere faceva solo il guardiano delle storie dei morti di qui, cimitero di Lampedusa, sepolture di pietra ocra, che si sfaldano nel sole e nel vento di sale che soffia da Cala Pisana. La misericordia è la sua tribolazione e la compassione è diventata angoscia.

    Sono 13 anni che Vincenzo Lombardo ci traffica, da quando una mattina all’alba i carabinieri lo cercarono perché avevano trovato un corpo gettato dalle onde sulle rocce di punta Maluk. Adesso racconta e le sue parole si alzano come una supplica e un lamento. Il sole sbianca le tombe e il vento solleva la polvere grigia della terra.

    Lui il pellegrinaggio lo compie ogni mattina, un passo dopo l’altro, lungo questa strada di cipressi fino al cimitero dei morti senza nome, corpi inghiottiti dal mare e dal mare restituiti nelle braccia dell’isola. Lombardo dice soltanto: «Lo faccio perché non c’è nessuno che a loro vuole bene».

    Entriamo. C’è un piazzale di asfalto. Vincenzo Lombardo si ferma e stende il braccio: «Li hanno messi lì, in fila, uno accanto all’altro. Avevano ancora gli occhi aperti che guardavano il cielo. Erano tutti neri». Il racconto è un tumulto d’orrore e di pietà. Ma bisogna andare fino in fondo, perché lui è l’icona della misericordia di questa gente di mare, misura di carità e di clemenza, simbolo di rispetto e di venerazione della gente di qui, che ha sempre accolto chi veniva dall’acqua.

    Vincenzo Lombardo è l’uomo della pietà. Dice: «C’era un lavoro che nessuno faceva. Mi sono fatto avanti con l’aiuto di Dio». Cammina piano lungo il piazzale, come se quei 13 cadaveri bagnati fradici fossero ancora lì: «Sono partiti per avere una speranza in questa Italia nostra e sono morti».

    In questi anni ne ha portati qui 82, senza nome, i corpi spolpati dai pesci, schiantati dall’impatto contro gli scogli.

    Una rosa su una tomba di donna

    A Lampedusa c’era solo lui, guardiano del cimitero, a cui potevano affidare il compito della pietà. Ricorda che la prima volta restò sei giorni senza mangiare, percosso e trafitto dal dolore e dall’odore della morte: «Mettevo le foglie di menta nella mascherina e poi mi chinavo tra le rocce. A volte si staccava una gamba, un braccio». Lo chiamavano i pescatori, quando salpavano la rete e vi trovavano impigliati i cadaveri. Lui prendeva la mascherina e si infilava le foglie di mentuccia in tasca, per sopportare l’odore acre della morte. Ripete il gesto, le mani che sfregano e poi i palmi che serrano la bocca.

    Camminiamo tra le tombe fino alla sepoltura dei morti senza nome. I primi li ha sepolti sotto un papiro che cresce spontaneo in un angolo del cimitero, fossa comune per gente senza nome. Un giorno ha sepolto una donna, giovane, bella, l’unica donna che hanno trovato morta in mare: «Poi sono venuto a piantare una rosa sulla tomba».

    Non ci sono lapidi, non ci sono storie, neppure una data. Nell’angolo dei morti senza nome sono piantate croci di legno, semplici, povere. Lui lo sa che forse non erano cristiani. Ma dice che fa lo stesso, che non importa se il loro Dio è diverso dal nostro, se non usano le croci: «Un Dio l’avevano pure loro».

    Racconta che quando qualcuno toglieva la tomba gli regalava la croce di pietra per piantarla sulle sepolture dei morti senza nome. Accarezza quelle croci, sistema le rose, tutte le mattine. Qualcuno sull’isola dice che Vincenzo Lombardo è un po’ matto. Lui sorride: «Rifarei tutto daccapo, perché Gesù vede e io un giorno mi presenterò a lui».

    Vite travolte dal "mare mare"

    Se li ricorda tutti, uno per uno quei morti consegnati dal mare. Vorrebbe solo conoscere le loro storie, chiedere perché sono partiti: «Ho trovato anelli, foto sbiadite, resti di documenti, troppo poco per ricostruire la vita». Eppure s’immagina le loro voci, dolenti, magari sarcastiche verso "l’Italia nostra".

    Dice: «Hanno navigato il mare e sono morti di "mare mare"». Lo ripete quasi con ossessione, "mare mare", onda che sommerge, acqua che ruggisce, che raddoppia, che diventa tragedia e porta via la vita. Dice che «ci vorrebbe un cimitero solo per loro», scelta di dignità per chi è morto di frontiera, luogo di pellegrinaggio per non dimenticare chi ha lasciato terra e affetti ed è spirato di "mare mare". Dice che nel suo cuore tutti hanno un nome e che lui li ripassa ogni mattina quando viene all’alba a trovarli, anche adesso che non è più il guardiano del cimitero.

    Prima va a sistemare le rose e a spolverare le croci di legno e poi cammina tra le tombe, fino a quella dove hanno scritto "extracomunitario" e una data: 7 giugno 2008. E poi fino all’unica che ha un nome e un cognome, Chidi Eze, e due date: 26 febbraio 1973-21 gennaio 2009. Non respirava più, adagiato sul fondo di un gommone.

    Il fratello ha raccontato la storia, cattolici entrambi, fuggiti dalla Nigeria. Padre Vincent Mwagala, il viceparroco tanzaniano di Lampedusa, e don Stefano Nastasi, parroco dell’isola, hanno benedetto la bara.

    Il sindaco Dino De Rubeis ha disegnato una croce sulla lapide. Gli altri restano tutti senza nome e senza storia dentro questo cimitero in mezzo al mare, "Spoon river" muta che incrocia percorsi e destini dell’approdo più tragico.

    Eppure, chi va a Lampedusa non può evitare di camminare fino a Cala Pisana, camposanto del dolore del mondo, dove la pietà e la misericordia di un uomo aiutano tutti.

    Alberto Bobbio
    http://www.sanpaolo.org/fc/0914fc/0914fc28.htm

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,771
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Un gesto di pietà

    Certo che seppellirli in terra consacrata...
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

  3. #3
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Riferimento: Un gesto di pietà

    Citazione Originariamente Scritto da Verteidiger Visualizza Messaggio
    Certo che seppellirli in terra consacrata...
    Seppellire i morti è un'opera di misericordia corporale...
    Se il cimitero è comunale, poi, cos'altro si poteva fare? Tra l'altro chi può sapere quale religione professassero?
    “Pray as thougheverything depended on God. Work as though everything depended on you.”

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    1,430
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Un gesto di pietà

    Citazione Originariamente Scritto da Verteidiger Visualizza Messaggio
    Certo che seppellirli in terra consacrata...
    Il samaritano non si chiese mica di che religione fosse l'uomo depredato e ferito
    che incontrò mentre da Gerusalemme scendeva verso Gerico...

    ...e in effetti quel nazareno figlio d'un falegname deve proprio essere stato un
    fesso per essersi fatto inchiodare su una croce per salvare prostitute, pubblicani,
    pagani, bestemmiatori, ladri e altra feccia simile.

    Mi rendo conto, però, che per qualcuno seppellire in terra consacrata il corpo di un disperato alla ricerca di una svolta nella vita e invece morto in mare solo come un cane, può creare problemi.....

  5. #5
    **********
    Data Registrazione
    04 Jun 2003
    Messaggi
    23,775
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Un gesto di pietà

    Vabbè ... FC ne fa sempre di sparate!!!!!

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    1,430
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Un gesto di pietà

    Citazione Originariamente Scritto da Augustinus Visualizza Messaggio
    Vabbè ... FC ne fa sempre di sparate!!!!!

    Mica è una sparata.
    E' un'articolo di cronaca.
    Poi ognuno si fa l'opinione che preferisce.

  7. #7
    .
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    9,351
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Un gesto di pietà

    Citazione Originariamente Scritto da Rollingstone Visualizza Messaggio
    ...e in effetti quel nazareno figlio d'un falegname deve proprio essere stato un
    fesso per essersi fatto inchiodare su una croce per salvare prostitute, pubblicani,
    pagani, bestemmiatori, ladri e altra feccia simile.
    Trattandosi del forum degli ammiratori di quella curiosa figura uno si astiene da una risposta schietta.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    1,430
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: Un gesto di pietà

    Citazione Originariamente Scritto da Prinz Eugen Visualizza Messaggio
    Trattandosi del forum degli ammiratori di quella curiosa figura uno si astiene da una risposta schietta.
    Ammiratori mi pare un termine curioso.

    ...di fatto il tuo intervento c'e' stato ed è volutamente molto esplicito....

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21-06-13, 16:00
  2. GB: un gesto di amore e di pieta'
    Di anarchico_dissacratore nel forum Laici e Laicità
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 18-02-10, 23:36
  3. Per pietà...
    Di Barbudo nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 15-09-06, 13:02
  4. Che pietà...
    Di O'Rei nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 10-03-06, 18:02
  5. no no no pieta' !!!
    Di carbonass nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 11-03-04, 23:53

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226