User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Europeista convinto
    Data Registrazione
    24 Dec 2010
    Messaggi
    6,021
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Libia di nuovo nel caos: scontri a fuoco a Bani Walid, proteste nel resto del Paese

    Libia: gheddafiani riprendono Bani Walid
    I miliziani pro-Gheddafi hanno attaccato e preso il controllo di 'tutta la città'


    ROMA - I miliziani fedeli a Gheddafi sono tornati all'attacco oggi e hanno riconquistato Bani Walid, loro vecchia roccaforte, facendo sventolare la bandiera verde del regime sulla città. Intanto il governo degli insorti è sempre più in difficoltà, fra contestazioni popolari, dimissioni e violenze diffuse. Ieri il Cnt (Consiglio nazionale di transizione) ha dovuto rinviare di una settimana l'adozione della legge elettorale per la Costituente e oggi ha visto le dimissioni dell'ambasciatore in Italia, Hafed Gaddur.

    L'attacco a Bani Walid è stato provocato oggi dall'arresto di partigiani pro-Gheddafi da parte dei miliziani della Brigata 28 maggio, fedeli al Cnt. I lealisti (appartenenti alla tribù dei Warfalla) hanno reagito con mitra e bazooka e hanno stretto d'assedio la caserma della brigata. Cinque miliziani rivoluzionari (tuwar) sono stati uccisi. I pro-Gheddafi così hanno avuto la strada spianata verso il resto della città, 170 km a sudovest di Tripoli, una delle ultime roccaforti del dittatore a cadere. I lealisti hanno preso il controllo della città e hanno issato la bandiera verde della Jamairiya. Secondo una fonte militare del Cnt, l'esercito si sta dirigendo verso la città per riprenderla, con l'appoggio dei jet.

    Ma il portavoce del Consiglio locale, Mahmud el-Werfelli, denuncia che da due mesi veniva chiesto aiuto al Cnt contro la minaccia dei lealisti. Il governo, accusa el-Werfelli, "ci ha traditi, ci ha lasciati fra l'incudine e il martello". Per il Cnt, la situazione sta diventando sempre più complicata. Oggi ha annunciato che l'approvazione della legge elettorale per l'assemblea Costituente, prevista per oggi, è stata rinviata al 28 gennaio. Il disegno di legge è al centro di furiose polemiche, per la quota del 10% dei seggi destinata alle donne, il divieto di essere eletti per i libici con doppia nazionalità e la divisione dei distretti elettorali. Tanto è vero che un membro del Cnt ha annunciato oggi che le "quote rosa" saranno eliminate.

    Nel paese monta il malcontento per le mancate riforme e la scarsa trasparenza dei governanti, spesso ex gheddafiani riciclati, malvisti dagli ex combattenti, che li accusano di opportunismo. In Libia girano ancora moltissime armi e gli scontri a fuoco tra fazioni sono frequenti. Fra domenica e lunedì una persona è morta a Tripoli in una sparatoria. Il 19 gennaio il vicepresidente del Cnt, Abdel Hafiz Ghoga, ex-collaboratore del rais, è stato duramente contestato all'università di Bengasi, durante una commemorazione degli insorti caduti. Sabato 21 sempre a Bengasi ex combattenti hanno attaccato con bombe artigianali la sede del Cnt e l'hanno occupata, chiedendo più risorse per i tuwar e l'esclusione dei dirigenti politici compromessi col regime. Ieri il vicepresidente Ghoga ha finito per dare le dimissioni: "Non voglio che lo scontro sulla mia persona continui e danneggi il Cnt", ha detto.

    Il leader del Cnt, Mustafa Abdeljalil (pure lui ex ministro di Gheddafi), di fronte alle contestazioni ha ribadito "non ci dimetteremo, perché ciò porterebbe il paese a una guerra civile". Oggi ha dato le dimissioni anche lo storico ambasciatore libico in Italia, Hafed Gaddur, da molti anni nella Penisola, ufficialmente per motivi personali. E ad aggiungere confusione al quadro, è arrivata una smentita della Corte penale internazionale a proposito del processo a Saif al Islam Gheddafi. Il ministro della Giustizia libico aveva annunciato che l'Aja aveva dato l'ok a processarlo in Libia. "Non c'è stata alcuna decisione", ha smentito subito dopo un portavoce del Cpi. In questa situazione, suona inquietante la previsione di un funzionario libico, che si trincera dietro l'anonimato: "La Libia non sarà mai più un paese stabile".
    Libia: gheddafiani riprendono Bani Walid - Mondo - ANSA.it

    Un altro paese che rischia di sprofondare definitivamente nel caos e nella guerra civile. Dopo i 42 anni di regime gheddafiano, che dava gratis a tutti acqua, cibo, elettricità, carburanti e che riusciva ad offrire lavoro a 2 milioni di immigrati sub-sahariani, i nuovi capi non riescono a tenere in pugno la situazione.

    Bene, restiamo sintonizzati...

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista senior
    Data Registrazione
    12 Sep 2010
    Messaggi
    3,372
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Libia di nuovo nel caos: sconti a fuoco a Bani Walid, proteste nel resto del Pae

    Complimenti ai "liberatori" che hanno creato le condizioni per una nuova Somalia.

  3. #3
    Una sola Patria
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Catania
    Messaggi
    12,977
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Libia di nuovo nel caos: sconti a fuoco a Bani Walid, proteste nel resto del Pae

    Ringraziamo gli interventi umanitari che seminano "somalie" qua e la.
    La Vita è troppo breve per non essere Italiani!

  4. #4
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,770
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Rif: Libia di nuovo nel caos: sconti a fuoco a Bani Walid, proteste nel resto del Pae

    Oggettivamente sembra più Italia-1946.
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

  5. #5
    Cancellato
    Data Registrazione
    14 Jun 2009
    Messaggi
    34,331
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Libia di nuovo nel caos: scontri a fuoco a Bani Walid, proteste nel resto del Pa

    Ma che dite?
    La democrazia non può sbagliare.
    Gombloddini!Caxxate!
    Ultima modifica di Nazionalistaeuropeo; 24-01-12 alle 00:09

 

 

Discussioni Simili

  1. Missili su Bani Walid, l'ospedale è ormai al collasso
    Di Lawrence d'Arabia nel forum Politica Estera
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 22-10-12, 15:24
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-04-12, 02:27
  3. Libia, Bani Walid sotto il controllo dei lealisti
    Di Jared nel forum Politica Estera
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 25-01-12, 18:29
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-01-12, 18:22
  5. Atene, proteste contro la Rice e scontri
    Di Nimmo nel forum Destra Radicale
    Risposte: 64
    Ultimo Messaggio: 26-04-06, 09:55

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226