User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: L'alveare e il miele

  1. #1
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    19 Sep 2005
    Località
    Oggiono (LC)
    Messaggi
    19,370
     Likes dati
    209
     Like avuti
    137
    Mentioned
    24 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'alveare e il miele

    Cari lettori

    Sono argentino sedevacantista guerardiano sin da quattro anni fa. La mia lingua natale è lo Spagnolo.

    Vorrei presentare una riflessione.

    Gli eletti al Papato genitori del Vaticano II sono il Principio (Cause efficienti) della dottrina perversa di quella convenzione apostata. Loro sono il concilio in eminenza, il concilio in governo, il concilio nella sua capitalità, il concilio nella sua massima efficienza, il concilio in vittoria in quanto possa esserci una vittoria nell’esser un morto sotterrante dei morti.

    Non è sicuro il difendersi del Concilio e della Nuova Messa, e “dopo, un giorno, vedremmo cosa faremmo con i portatori di titolo papale”. Così si combatte la rabbia senza combattere il Cane.

    Dare la Tradizione e la Messa Cattolica senza spiegazione sulla questione papale, e dunque senza identificazione della Chiesa concreta d’oggi, potrebbe occasionare delle illusioni pericolose alla Fede.

    Facilmente diventiamo stanchi perché il proselitismo sedevacantista non dà dei frutti più grandi e più rapidi. Ma il proselitismo sedevacantista è un dovere per noi, e un tesoro per gli altri. Se non lo colgono, loro sono responsabili. Se lo diamo in misura troppo ristretta, noi stessi siamo responsabili. Senza il proselitismo sedevacantista di Sodalitium io giacerei nelle tenebre della frode pseudo-apostolica. Vae mihi se l’Istituto sceglieva un silenzio prudenziale: niente e nessuno mi svegliava più. Non voglio fare ad altri quello che non mi piacerebbe che se mi abbia fatto.

    L’alveare dà il miele, ma il miele da sé solo non dà l’alveare né il luogo del miele. La Chiesa dà i suoi tesori, ma i tesori della Chiesa senza il legame reale concreto conosciuto della Chiesa, non danno la Chiesa né il suo legame, bensì aiutino a trovare ove essa stia e aiutino a risolversi a legarsi a Lei. La Verità Cattolica e la Messa Cattolica sono dei beni che si ricevono adeguatamente avendo i piedi o almeno gli occhi nella Vera Chiesa, che esclude e fa escludere in desiderio e in fatto la comunità post-conciliare, il suo governo, e il suo influsso. La “Columna et firmamentum veritatis” (1 Tim 3, 15) si drizza all’infuori, e contro della Neochiesa Apostata. L’unione a questa, anche in buona fede e senza consenso nell'apostasia, è un grandissimo male. Si deve veder la trave nel proprio occhio piuttosto che la paglia nell’occhio altrui. Ma la più grande paglia nell’occhio dei (rimasti) cattolici, è l’autorità apostatica della Neochiesa.

    Sforziamoci per far conoscere la verità sul Papato, sull’Autorità, e sulla Chiesa unica di Dio nella sua certissima, purissima, necessaria, immutabile, assoluta esenzione dell’apostasia neovaticana e dei suoi principii e del loro principato.

    Facciamo la guerra perfetta all'apostasia neovaticana e alla sua falsa autorità sotto San Michele.

    Santo Tommaso dice che questi giorni saranno breviati grazie all'insegnamento delle dottrine necessarie contro gli errori presenti, commentando le parole divine di Matteo XXIV:

    Erit tunc tribulatio magna, quia erit perversio doctrinae Christianae per falsam doctrinam. Et nisi essent dies breviati, scilicet documento doctrinae, per additamenta verae doctrinae, non fieret salva omnis caro, idest omnes converterentur ad falsam doctrinam.

    Un cardenale converso può riparare mezzo secolo di diluvio universale.

    Saluti e perdonatemi degli eventuali errori d’Italiano.

    Patricio Shaw (Politicainrete. net 1 giugno 2006)

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Feb 2012
    Messaggi
    270
     Likes dati
    106
     Like avuti
    79
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: L'alveare e il miele

    Caro Luca, il tuo post è chiaro nonostante gli errori di italiano! Quello che sollevi è un problema davvero grosso, perché già il proselitismo cristiano oggi è molto difficile, figuriamoci quello sedevacantista. Io purtroppo non riesco a fare proselitismo nemmeno tra i miei familiari che sono tutti cattolici praticanti, ma non vogliono nemmeno sentir parlare di sede vacante: dicono che sono pazzo, che leggo troppo, che gli "aggiornamenti" erano necessari, che devo parlare con qualche sacerdote bravo, che devo andare da un esorcista e così via...Le stesse cose le sento fuori casa, magari dagli stessi cattolici che criticano tanti aspetti della attuale pseudochiesa, ma guai a parlare male di GPII o di BXVI! Se dico che non sono papi mi prendono per pazzo o mi dicono di andarmi a confessare...da chi poi? Devo dire che internet oggi è un grosso mezzo per diffondere la sana dottrina, anche se, anche qui, guai a parlare di sedevacantismo in forum perbenisti, tipo "cattolici romani"!

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Cermenate (CO)
    Messaggi
    22,919
     Likes dati
    128
     Like avuti
    259
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: L'alveare e il miele

    Ovviamente il testo era riportato da Luca e quindi l'italiano approssimativo appartiene al nostro caro amico argentino. Riguardo ciò che scrivi, nulla di nuovo o sorprendente. Sono tempi confusi, tra ateismo pratico e cristianesimo antropocentrico e sentimentale che pervadono gran parte dei "cattolici". Molti ovviamente rimangono cattolici malgrado tutto ("concilio", sacramenti montiniani e catechesi neomodernistica) per semplicità, purezza di cuore e di intenzione o reale ignoranza della crisi della Chiesa. Ai cattolici integrali spetta il compito, oltre quello ordinario della vita cristiana e della santificazione, di testimoniare "opportune et importune" l'integralità della fede cattolica. Ovviamente l'importune non esclude il tatto, la sensibilità, la gradualità, la prudenza per un bene maggiore, la discrezione ove necessario: fatti sempre salvi, in ultima istanza, i diritti della Verità cattolica.

  4. #4
    Moderatore
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Cermenate (CO)
    Messaggi
    22,919
     Likes dati
    128
     Like avuti
    259
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: L'alveare e il miele

    Una cum, no (long) - www.contraunacum.com

    a cura dell'amico Patricio Shaw

  5. #5
    Moderatore
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Cermenate (CO)
    Messaggi
    22,919
     Likes dati
    128
     Like avuti
    259
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: L'alveare e il miele


  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Cermenate (CO)
    Messaggi
    22,919
     Likes dati
    128
     Like avuti
    259
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: L'alveare e il miele


 

 

Discussioni Simili

  1. Miele e zucchero
    Di Folco nel forum Fondoscala
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 21-02-13, 19:05
  2. il miele
    Di Noir nel forum Fondoscala
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 09-11-09, 19:36
  3. L'Alveare e il Miele
    Di Patricio nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 31-01-09, 19:07
  4. miele...più
    Di agaragar nel forum L'Osteria
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 13-01-06, 20:44
  5. Vi piace il miele?
    Di pensiero nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 44
    Ultimo Messaggio: 23-11-05, 01:05

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •