User Tag List

Risultati da 1 a 1 di 1

Discussione: La droga di Hitler

  1. #1
    Utente cancellato
    Data Registrazione
    13 Jul 2009
    Messaggi
    5,455
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La droga di Hitler

    L'anfetamina fu sintetizzata nel 1887. L'uso medico sperimentale delle anfetamine è cominciato negli anni 1920. È stato introdotto nella maggior parte del mondo sotto forma di Benzedrina verso la fine degli anni Venti.
    Simpamina era il nome commerciale di un prodotto farmaceutico adrenergico derivato dall'anfetamina, prodotto dalla ditta Recordati e venduto in farmacia senza ricetta sino al 1972. Il primo impiego a larga scala era nel 1942 dal U.S. Army Air Corps in Gran Bretagna durante la Seconda guerra mondiale. Era utilizzata anche da Adolf Hitler per reggere la vita di governante, per tenere discorsi carismatici quanto forti durante le sue balconate oceaniche; astemio, non fumatore e vegetariano, riteneva di non essere stato mai malato e che, effettivamente, appariva fisicamente sano fino all' inizio della guerra, mentre poi le sue condizioni peggiorarono con grande velocità, soprattutto dopo la disfatta di Stalingrado del gennaio 1943. Sappiamo inoltre che il dittatore nazista non presentava alcuna anormalità fisica. Ma, soprattutto, grazie ai diari di Morell possediamo una testimonianza diretta e incensurata sulla vita di Hitler che ci consente di capire qualcosa delle abitudini, dei gusti e del carattere dell' uomo che causò tante sofferenze in Europa. Il Führer nazista, sotto le apparenze di uomo imperturbabile, era una persona fisicamente e psicologicamente fragile, facile all' ira come ai momenti di chiusura; un uomo megalomane e insicuro allo stesso tempo, spaventato dalle malattie e dai disturbi fisici che sempre più frequentemente minavano la sua leggendaria energia psico-fisica, ma anche pronto a sacrificare la vita per la sua 'missione' di far risorgere la Germania.
    Gli incartamenti di Morell ci svelano anche che in alcuni momenti chiave per le sorti della guerra Hitler era malato (ad esempio nei giorni decisivi della campagna di Russia del 1941 era debilitato dall' itterizia). Questi eventi determinanti per le sorti della Seconda guerra mondiale ma rimasti nel buio spingono a riflettere sull' importanza della salute degli uomini di potere e, quindi, anche sul ruolo oscuro ma fondamentale dei loro medici.
    Dal 1944 le condizioni di salute di Hitler precipitarono; le prescrizioni di Morell rivelano di cosa soffrisse veramente. Già dal 1941 al dittatore nazista era stata diagnosticata un' incipiente sclerosi coronarica che avrebbe potuto porre termine alla sua esistenza in ogni momento e che peggiorò negli anni. Hitler, inoltre, fu tormentato per tutta la vita da fastidiosi problemi intestinali e di stomaco che con lo stress si aggravavano; dal 1944 divennero terribili per colpa delle crescenti sconfitte della Wehrmacht e gli provocarono violenti spasmi. In quello stesso anno a questi problemi si affiancarono dei disturbi alla gola e agli occhi, oltre alle sempre più martellanti emicranie e ai danni ai timpani interni e ad altri organi provocati dall' attentato del 20 luglio 1944. La malattia più grave che colpì il dittatore nazista fu però la paralysis agitans, conosciuta anche come morbo di Parkinson, che Morell curò in maniera corretta ma che per lunghi periodi provocò inarrestabili convulsioni agli arti di Hitler, oltre a contribuire ad accelerarne il decadimento psichico.
    Il rozzo dottore cercò di combattere il generale decadimento fisico del suo capo con un numero enorme di iniezioni, partendo da quelle relativamente innocue di glucosio e iodio per rinforzare il suo cuore, fino ad arrivare a prodotti sempre più forti per soddisfare le richieste del suo ipocondriaco capo, che era quasi fanaticamente convinto dell' indispensabilità delle cure mediche per poter adempiere ai suoi pressanti impegni. Così passò a diverse medicine, alcune anche illegali, fino al misterioso 'Vitamultin forte', la cui composizione è ignota ma che probabilmente conteneva anfetamine. Il risultato fu che Hitler divenne farmacodipendente, come altri gerarchi del Reich; ciò contribuì al suo repentino e visibilissimo decadimento fisico assumendo le stesse dipendenze di un tossicodipendente, come quando (sebbene meno) all'inizio del suo regime fece già uso di anfetamine.

    FONTI:
    -David Irving, "I diari segreti del medico di Hitler", Edizioni clandestine, Marina di Massa, 2007
    Ultima modifica di Cattivo; 17-02-12 alle 13:40

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 19-11-13, 08:48
  2. droga : ungiovane italiano su tre si droga
    Di argos nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 29-04-08, 03:32
  3. Droga: Ferrero riformare legge sulla droga
    Di LegittimaOffesa nel forum Destra Radicale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 01-12-07, 22:18
  4. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 10-02-07, 21:39

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226