User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    25 Apr 2009
    Messaggi
    2,155
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Cosa possono imparare Italia e Grecia dal default dell'Islanda

    Cosa possono imparare Italia e Grecia dal default dell'Islanda

    Cosa possono imparare Italia e Grecia dal default dell'Islanda

    Nei 10 anni precedenti la crisi, l'Islanda e' cresciuta del 6% annuo: in media gli altri paesi Ue crescevano a un ritmo non superiore al 2%.
    New York - Fino al 2007 era considerato il paradiso in terra, "Con un Pil di 40 mila euro per abitante, gli islandesi godono, secondo l’Onu, di uno degli standard di vita piu’ alti al mondo, appena sotto i norvegesi", si leggeva in un articolo di Le Figaro. "La disoccupazione e’ inesistente, il debito minimo e l’economia cresce del 4,5% di media l’anno".

    Quando pero' le sue tre principali banche hanno fatto crack, nel 2008, il sistema finanziario cosi' importante per l'economia dell'isola e' imploso e la bolla di cristallo e' andata in frantumi. L'intera isola venne travolta dal tracollo delle borse mondiali, a cui segui' la crisi americana dei mutui subprime.

    Ad aggravare la situazione, il fatto che la krona era una valuta fluttuante, esposta all'influenza dei mercati mondiali. I tassi di interesse erano piuttosto alti: 5-6%, contro il 2-4% dell'area euro e degli Usa, e soprattutto lo 0-1% del Giappone. La situazione incoraggiava l'afflusso di denaro dal mercato globale per finanziare debito pubblico, azioni e obbligazioni islandesi. Cosi' la bolla si gonfio' e fini' per scoppiare.

    Tuttavia l'impatto dell'esplosione fu pressoche' ristretto all'isola del nord. La Terra del ghiaccio e del fuoco non appartiene alla Cee e il suo default improvviso causato dal fallimento degli istituti di credito Glitnir, Kaupþing, Landsbanki, utilizzate da istituzioni internazionali come veicoli speculativi, ha inciso quasi unicamente sul Regno Unito, colpendo i bilanci delle banche britanniche (Barclays, LLoyds RBS), e su qualche correntista olandese. Il fallimento del debito e’ stato ricoperto senza troppi patemi dal governo di Londra.

    Inoltre, al contrario dell’Islanda, un paese ingessato nell'area euro non si puo’ permettere di compiere svalutazioni competitive, non puo’ lasciare galoppare il deficit e non puo’ adottare un piano di rientro dai debiti decidendo a suo piacimento la lunghezza delle scadenze.

    Cosa possono allora imparare dall'episodio i paesi della periferia dell'Eurozona che rischiano di fare la stessa fine? Quello che Grecia, Italia e gli altri paesi indebitati del blocco a 17 potrebbero fare e' intraprendere alcune delle misure drastiche prese nell'isola, secondo quanto riferito a Business Insider da un gestore di investimenti islandese.

    Il banchiere ha detto che Atene dovrebbe lasciare che la crisi faccia il suo corso e lasciare le banche al loro destino. Tradotto: al default, proprio come ha fatto l'Islanda. "Il maggiore problema e' che tutti pensano di poter ingigantire il debito del governo e rifinanziarlo in un secondo momento, allungando le scadenze". Ma una soluzione di questo tipo e' destinata a non funzionare.

    Piu' ritardi il momento del dolore e piu' peggiori la situazione: "E' come la ceretta, meglio toglierla subito". Certamente, non sara' un compito facile. Fara' molto male per 5-10 anni, ma cercare di rimandare l'appuntamento, non fara' che ampliare i problemi. L'Islanda e' stata in grado di uscirne e incominciare a ricostruire la sua economia, in un modo piu' equilibrato, riducendo il peso della finanza nell'intero sistema.

    Resta il fatto, tuttavia, che il crack di uno stato membro della comunita’ europea e’ un evento che non si puo’ mettere sullo stesso piano di quanto avvenuto a Reykjavik, che e' un paese piccolo, composto da una popolazione di 318 mila abitanti, meno della citta' di Bologna.

    Un default della Grecia comporterebbe invece il collasso di almeno tre grandi istituti francesi, due grandi banche tedesche e quasi tutte le grandi banche inglesi. L’uscita di Atene dall’euro con la reintroduzione della dracma comporterebbe una quotazione valutaria che sarebbe considerata al pari dell’Hrnia dell’Ucraina o il llari della Georgia ex URSS, con l’importazione di una inflazione enorme, vista la mancanza di fonti energetiche e di un sistema industriale in grado di controbilanciare le importazioni.

    Quello da prendere a esempio del caso islandese e’ invece il comportamento tenuto dal suo popolo. Gli islandesi, vittime innocenti del crack, si sono ribellati, tanto che in alcuni circoli si parla di una vera e propria rivoluzione. Non hanno accettato di pagare per la crisi, rifiutandosi di sottostare ai diktat del sistema finanziario globale. La stessa "macchina infernale" che sta soffocando la Grecia e gli altri paesi della periferia dell’area euro.

    Nel marzo del 2010 si tenne un referendum in cui il 93% degli islandesi si e' opposto alla legge di rimborso. Una nuova proposta di rimborso e' stata nuovamente bocciata mediante referendum nel marzo dell'anno successivo. In altre parole, il debito estero e' stato letteralmente "cancellato" anziche' pagato, in quanto ritenuto la causa di azioni criminose di banchieri e membri del governo e non del popolo. Per la classe politica italiana e i grandi media questa "mini rivoluzione", un raro caso di giustizia sociale, non e’ mai esistita. E' passata inosservata.

    Ora le agenzie giudicano "investment grade" il piccolo stato del nord. Fitch ha alzato il giudizio sul debito islandese a BBB-. Il sistema finanziario islandese e’ stato lasciato fallire e ora l’isola sta cercando di rinascere, con il governo che sta persino lavorando a una nuova costituzione, proprio come succede alla fine di una guerra strenuante.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Mangiare gli evasori!
    Data Registrazione
    19 Aug 2009
    Località
    ove Friedrich impazzì
    Messaggi
    16,555
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Cosa possono imparare Italia e Grecia dal default dell'Islanda

    Up
    PEOPLE SMASH AUSTERITY

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    27 Dec 2010
    Località
    Genova, Italy, Italy
    Messaggi
    873
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Cosa possono imparare Italia e Grecia dal default dell'Islanda

    C'è da imparare pure dai fallimenti di argentina ed ecuador... Piuttosto è strano che tutti si stiano dimenticando del portogallo, già costretto a tagliare stipendi pubblici

  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    02 Dec 2010
    Messaggi
    14,399
    Mentioned
    12 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Cosa possono imparare Italia e Grecia dal default dell'Islanda

    Ma credo che oramai sia chiaro a tutti che della Grecia (o meglio dei greci) in Europa non frega un cavolo ... frega solo delle banche che potrebbero averne un grande danno e della possibilità che faccia "scuola" al resto dei paesi del sud Europa perchè in quel caso si che i Cavoli sarebbero acidi per tutti (non solo per noi), si innescherebbe un processo di sfiducia globale non facilmente controllabile con una possibile recessione se non gloabale sicuramente euro-americana per diverso tempo (più anni che mesi).
    Per cui tutti tentano di ottenere il massimo (o meglio le minori perdite) senza uccidere il paziente ..solo che questo gioco sa tanto di roulette rurra .. ed a ogni richiesta europea è come un colpo sparato ... prima o poi la pallottola la becchi!!!
    Ultima modifica di heint; 18-02-12 alle 13:49

  5. #5
    SuperMod
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Torino
    Messaggi
    12,710
    Mentioned
    57 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Cosa possono imparare Italia e Grecia dal default dell'Islanda

    Vorrei ricordare che L'islanda non è MAI ANDATA REALMENTE IN DEFAULT... sono le principali banche islandesi che sono fallite e non l'islanda... e lo stato che ha deciso di ripagare il debito delle banche nazionalizzandole e accollarsi il debito... o meglio accollandolo ai cittadini... e i cittadini hanno mandato il governo a fare in culo insieme all'accollo dei debiti altrui... in sintesi i debiti delle banche semplicemente non vengono pagati e saluti ai creditori... questo non è un vero default per me...


    comunque ricordiamo si parla di 3.5 miliardi di euro... noi ne avevamo promessi 5 alla libia per fermare gli immigrati...
    Ultima modifica di famedoro; 18-02-12 alle 13:52
    Matsudaira Izu no Kami disse al Maestro Mizuno Kenmotsu: "Voi siete un uomo di grande valore, peccato siate così basso".

    Kenmotsu gli rispose: "E' vero. A volte in questo mondo non tutto va come si desidera. Ora, se io vi tagliassi la testa e l'attaccassi sotto i miei piedi, sarei più alto. Ma è qualcosa che non si potrebbe fare".

  6. #6
    Sessantottino radicalchic
    Data Registrazione
    06 Jul 2011
    Località
    Dove si soffre ferocemente l'ulcera politica
    Messaggi
    7,338
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Cosa possono imparare Italia e Grecia dal default dell'Islanda

    Citazione Originariamente Scritto da Enri Visualizza Messaggio
    C'è da imparare pure dai fallimenti di argentina ed ecuador... Piuttosto è strano che tutti si stiano dimenticando del portogallo, già costretto a tagliare stipendi pubblici
    A tempo debito, impareranno tutti. L'Italia ha un vantaggio di due o tre anni, a voler essere generosi, rispetto alla Grecia. Poi, come dopo la caduta del fascismo - e sì che allora c'è voluta una guerra persa e oltre mezzo milione di morti - ci saranno i soliti ravvedimenti di massa...
    "Io non intendo sostenere una moralità basata sull'evoluzione: dico come le cose si sono evolute e non come noi esseri umani dovremmo comportarci.", Richard Dawkins

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 15-02-12, 21:01
  2. Default dell'Italia: un cigno nero?
    Di dedelind nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-09-11, 13:13
  3. Cosa accadrebbe se l'Italia andasse in default ?
    Di Napoli Capitale nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 495
    Ultimo Messaggio: 07-07-11, 21:52
  4. Cosa succede se la Grecia va in default
    Di dedelind nel forum Economia e Finanza
    Risposte: 107
    Ultimo Messaggio: 06-07-11, 01:37
  5. Pazienti in coma possono imparare
    Di UgoDePayens nel forum Cattolici
    Risposte: 243
    Ultimo Messaggio: 26-09-09, 00:40

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226