Processo Mills, sabato ci sarà condanna per Berlusconi?

Mercoledì 22 Febbraio 2012 140


La Corte d’appello di Milano ha rigettato l’istanza di ricusazione dei giudici presentata dai legali di Silvio Berlusconi nei confronti dei togati milanesi che lo stanno processando per il caso Mills. Secondo la difesa, difatti, nel collegio giudicante ci sarebbe un presunto «convincimento colpevolista» verso l’imputato eccellente che sarebbe stato manifestato con la volontà di arrivare a sentenza prima che scattino i termini di prescrizione.

In quel procedimento l’ex presidente del consiglio è imputato per la presunta corruzione dell’avvocato d'affari britannico. Niente da fare, quindi, si va avanti. La prossima udienza è fissata per sabato 25 e in quello stesso giorno, salvo imprevisti, i giudici potrebbero ritirarsi in camera di consiglio per la decisione.

Immediata la solita difesa d’ufficio dalla politica amica. uno su tutti, Maurizio Gasparri. Secondo il capogruppo Pdl al senato, «il no alla richiesta di ricusazione si commenta da sola». «Che taluni magistrati – aggiunge Gasparri – siano prevenuti è sotto gli occhi di tutti. Forse sono prevenuti anche quei giudici che oggi ne avrebbero dovuto prendere atto». Che si tratta di «un altro colpo alla credibilità della giustizia» è quanto invece sostiene Sandro Bondi. Sta di fatto che sabato, con tutta probabilità, ci sarà il verdetto.
Processo Mills, <br>sabato ci sarà <br>condanna <br>per Berlusconi? - Il Futurista