User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 20
Like Tree2Likes

Discussione: Thread di presentazione delle liste - Elezioni Marzo 2012

  1. #1
    In un CD degli 883
    Data Registrazione
    08 May 2005
    Località
    Emilia-Romagna
    Messaggi
    44,356
    Mentioned
    6 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Exclamation Thread di presentazione delle liste - Elezioni Marzo 2012

    In ottemperana alla legge elettorale Pirriana, in qualità di Ministro degli Interni apro il thread di presentazione delle liste per le prossime elezioni. Ricordo che le liste devono essere complete di questi dati:

    Comma Quarto
    Le liste, siano esse personali o di partito, devono contenere indicati espressamente:

    a - il nome del partito
    b - il simbolo del partito.
    c - l'ordine delle candidature, espresse con il nick del candidato ed a fianco ad esso il numero di post che ha al momento della presentazione
    d - l'indicazione dell'eventuale candidato alla Presidenza.
    Inoltre ricordo la recente modifica promulgata sulla Gazzetta Ufficiale

    All'art. 3 della Legge Elettorale, dopo il Comma Quarto, è aggiunto il Comma Quinto:

    E' consentita la costituzione di liste che comprendano unitariamente i candidati di due o più partiti politici in regola con i requisiti previsti dalla Costituzione e dalla legge ordinaria. Tali liste, in deroga ai punti a) e b) del Comma Quarto, possono presentare un nome identificativo ed un simbolo differenti da quelli dei singoli partiti componenti. Accanto ai nick dei candidati, oltre al numero di post di cui al punto c), è possibile indicare il partito di appartenenza o la qualifica di indipendente. L'elenco dei candidati di cui al Comma Secondo è depositato dal rappresentante ufficiale di uno dei partiti che compongono la lista unitaria.
    Ultima modifica di Gualerz; 28-02-12 alle 14:30
    Il problema non è il problema. Il problema è il tuo atteggiamento rispetto al problema, comprendi?

    Mangio sempre i bambini bolliti.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    912 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: Thread di presentazione delle liste - Elezioni Marzo 2012

    Lista PCF per il Senato


    Candidati al Senato:
    Imperium (1097 post)
    [email protected] (9881 post)
    Haxel candidato indipndente di MPS (16690 post)
    x_alfo_x (13.970 post)
    Guy Fawkes (2052 post)


    Candidato alla Presidenza di Pir appoggiato dalla lista: Occidentale (19.683 post)

    Programma della lista elettorale PCF
    rilancio della nazione con la tutela sociale della società civile realizzata attraverso il rafforzamento delle famiglie - ovviamente intese come unione di uomo e donna- in cui il fisco tiene conto delle famiglie con figli

    Federalismo fiscale solidale basato non sulle regioni ma sulla valorizzazione dei comuni prima base territoriale del fisco che poi si allarga a livello regionale e quindi nazionale e soppressione delle provincie italiane

    rafforzamento della sanità abolendo gli sprechi e accorpando gli ospedali e sopprimendo la pessima consuetudine delle regioni di usarle come nomina senza concorso primari e dirigenti politicizzati ma allo stesso tempo rilancio dell'essenziale valore sociale ed essenziale della sanità per il cittadino

    sulla giustizia severità nel rispetto della legge ma anche riforme forti per accelerare gli inumani e barbari tempi dei processi ultraventennali dell'Italia e no alle facili amnistie come no a sanatorie fiscali o sanatorie degli abusi edilizi e no a alle sanatorie per l'immigrazione clandestina extracomunitaria.

    ridiscussione delle forme non accettabili con cui viene intesa attualmente l'Unione europea dove le decisioni vengono spesso prese da gruppi ristrettissimi senza mai consultare le popolazioni e vengono poi imposte a scatola chiusa svuotando progressivamente i parlamenti nazionali per trasformarli in ratificatori di decisioni già prese su cui i cittadini non possono mai esprimersi.[/QUOTE]
    Ultima modifica di [email protected]; 28-02-12 alle 15:03

  3. #3
    Anti-liberista
    Data Registrazione
    12 Apr 2010
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    22,800
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Thread di presentazione delle liste - Elezioni Marzo 2012

    LISTA SINISTRA UNITA PER IL SENATO

    Simbolo della Lista



    Candidati al Senato
    1) SteCompagno (Unione della Sinistra – Lavoro e Libertà) 13.504 post
    2) Thomas Lenin (Partito Comunista) 1.737 post
    3) Francpolitik (Unione della Sinistra – Lavoro e Libertà) 3.670 post
    4) WalterA (Partito Comunista) 11.496 post
    5) danny78 (Unione della Sinistra – Lavoro e Libertà) 1.136 post
    6) MaRco88 (Partito Comunista) 11.506 post
    7) Con La Fiom (Unione della Sinistra – Lavoro e Libertà) 1.718 post

    Candidato alla Presidenza di Pir appoggiato dalla lista : Manfr (7.391 post)

    Programma della Lista : La Sinistra Unita, lista che mette assieme l’Unione della Sinistra – Lavoro e Libertà e il Partito Comunista ha discusso ed elaborato il proprio programma di lista nell’Assemblea permanente “La Sinistra, Le Idee , L’Alternativa” ----> http://politicainrete.it/forum/il-gi...ternativa.html

    1) LAVORO,FISCO, DIRITTI e SVILUPPO : un'altra politica economica

    - Istituzione di una Banca di Stato per il piccolo credito e l’economia, in grado di dare ossigeno alle famiglie in difficoltà e alle piccole imprese
    - Rimettere al centro il valore del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro e difenderlo da qualsiasi svuotamento o depotenziamento
    - Difesa dello Statuto del Lavoro, disegno di legge Garat-SteCompagno, varato dal Senato nella II Legislatura da eventuali modifiche restrittive e/o peggiorative nel campo dei licenziamenti e della contrattazione
    - Innalzamento della percentuale di prelievo dell’Imposta sulle Grandi Ricchezze approvata nella manovra finanziaria Garat, dallo 0,7 all’1,5%, per destinare maggiori introiti alle politiche sociali
    - Legge sulle 35 ore di Lavoro su modello Francese
    - Politiche salariali migliorative introducendo un meccanismo di indicizzazione e di recupero automatico dell’inflazione
    - Difesa delle grandi aziende pubbliche e dei servizi pubblici locali riguardanti i beni comuni, rifiuto delle Privatizzazioni selvagge atte solo a far fare maggior profitto ai grandi gruppi privati senza effettivi benefici per i cittadini
    - Soppressione di tutte le aziende interinali sostituite da da Centri per l'impiego comunali, che si occuperanno di offrire e trovare lavoro per inoccupati e disoccupati e creare una area per offrire lavoro anche a pensionati che,rifiutando parte del compenso pensionistico, vorranno partecipare fino a un massimo di 65 anni, a una nuova professione a scelta fra full o part time.
    I centri per l'impiego avranno filiali e succurssali in tutti i comuni superiori ai 15mila abitanti
    - Un piano nazionale di lavoro pluriennale per aggredire la disoccupazione (specialmente quella giovanile e femminile), per l’obiettivo della piena e buona occupazione
    - Istituzione del PREMIO PRODUZIONE COLLETTIVO. Spesso, soprattutto nelle grandi aziende, i lavoratori (a volte per loro colpa, a volte no) non riescono a sentirsi 'parte di una squadra'. L'effetto di questo fenomeno si traduce in una diminuzione della produttività e della efficienza, in special modo nel settore pubblico, senza contare il senso di 'inadeguatezza ed insoddisfazione' dei singoli lavoratori.
    Il 10% del totale pagato da ogni azienda in quota Irap sarebbe rigirato alla azienda stessa come 'capitale' del Premio Produzione Collettivo. Ogni dipendente, a fine anno, in base ad un giudizio complessivo della produttività e professionalità tenuta durante l'anno trascorso, riceverebbe un Premio produzione. I criteri di giudizio della 'qualità' del lavoratore dovrebbero essere standard e stabiliti tramite uno studio approfondito con esperti di tutte le parti in causa.
    Un premio annuale spingerebbe tutti i lavoratori a 'darsi da fare', considerando la propria azienda un po' piu 'vicina'. D'altro canto il probabile aumento della produttività andrebbe a tutto vantaggio delle aziende e dello Stato stesso (a causa delle tasse pagate dalle imprese)
    - Aumento della franchigia per l'IMU sulla prima casa e aumento delle rendite catastali per seconda, terza e quarta casa

    2) WELFARE e POLITICHE SOCIALI

    - Istituzione del Reddito Sociale Garantito per un sistema di welfare che tuteli giovani precari, inoccupati, disoccupati e pensionati al minimo
    - Pensioni : rifiuto del passaggio al contributivo pro-rata per tutti, integrare comunque dalla fiscalità generale le pensioni future che non raggiungono il 60% della retribuzione media
    - Pensioni : rifiuto dell’innalzamento dell’età pensionabile indiscriminato, analizzare in maniera seria i diversi tipi di lavoro, salvaguardare le Pensioni di anzianità e “quota 40”
    - Pensioni : netta opposizione alle tempistiche brusche (scaloni) di innalzamento dell’età pensionabile, specialmente nei confronti delle donne
    - Pensioni : salvaguardare e rimodulare le indicizzazioni dei redditi da pensione sull’inflazione, calcolandola sulla base di un paniere di beni e servizi essenziali più realistico rispetto all’inflazione programmata
    - Finanziarie ed approntare un piano di investimenti pubblici destinato alla creazione di nuovi Asili pubblici, specialmente nelle aree più in difficoltà che soffrono maggiori disuguaglianze sociali
    - Rilancio dell'edilizia popolare rivisitando la costruzione di nuovi quartieri popolari con l'aggiunta di servizi e negozi,verde pubblico e attività per il tempo libero e la ricreazione
    - Rilancio dell’edilizia popolare : Il nuovo piano per la realizzazione di strutture edilizie popolari prevederà che i nuovi quartieri popolari siano completamente autosufficienti con servizi e negozi,gli edifici oltre ad ospitare i nuclei abitativi a tassi agevolati avranno la possibilità di ospitare piccoli negozi alimentari,di vestiario e di altro genere,in modo da evitare che i residenti siano costretti a spostarsi. I commercianti pagheranno un affitto a canone ridotto/agevolato e la possibilità di riscattare (comprare) il locale pagando una quota allo stato che,periodicamente chiederà agli esercenti e ai residenti se vogliono,in qualsiasi momento acquistare il negozio o la casa in cui risiedono.
    Non solo i nuovi quartieri popolari avranno anche centri ricreativi,di associazione e svago e succursali di polizia e carabinieri di Pir che avranno il preciso ordine di garantire ordine e sicurezza all'interno dei quartieri popolari.
    - Sport : Si propone che le squadre di calcio di Pir acquistino entro i prossimi tre anni gli stadi comunali a prezzo di mercato. Le squadre di calcio di Pir saranno responsabili dell'ammodernamento e della manutenzione degli impianti sportivi e anche di incidenti e scontri tra tifosi e polizia,la giustizia sportiva potrà comminare pene severissime in questi casi,arrivando a penalizzare le squadre anche durante il campionato in corso. In caso di titubanze o indecisioni della giustizia sportiva,le pene saranno comminate dalla giustizia ordinaria.
    Le squadre di Pir saranno responsabili anche della sicurezza degli impianti sportivi,mantenendo organi di sicurezza appositi in collaborazione con le forze dell'ordine.

    3) POLITICHE AMBIENTALI ed ENERGETICHE

    - Tassa sulle emissioni di C02
    - Un grande piano nazionale per l’occupazione giovanile nella messa in sicurezza del territorio dal rischio sismico ed idro-geologico
    - Bloccare i lavori della TAV Torino-Lione e destinare i finanziamenti ad un piano di miglioramento ed efficienza delle reti ferroviarie già esistenti, per l’acquisto di nuovi treni per i pendolari
    - Varo del Grande Piano Energetico Nazionale. Il territorio italiano dovrebbe essere diviso in settori ed in base alla conformazione geografica ogni settore dovrebbe sviluppare le energie alternative maggiormente consone al proprio territorio. Dall'energia solare in Sicilia, all'energia eolica nel nordest, passando alla produzione di gas dalle biomasse e dalle deiezioni in alcune zone montane. Una 'Road Map per l'Energia Alternativa' stabilirebbe le tappe per far crescere l'utilizzo delle fonti rinnovabili nei prossimi anni.
    - Netto NO alla politica di ritorno al nucleare, nel pieno rispetto della volontà dei cittadini.

    4) UGUAGLIANZA : Diritti civili, Immigrazione, Società

    - Riteniamo opportuno che il nostro paese esprima un parere chiaro e netto sulla EUTANASIA.
    Ogni persona affetta da malattie terminali e che, in condizioni di non autosufficienza, ritenga di voler porre fine alla propria esistenza dovrebbe poter vedere esaudito il proprio desiderio. Le regolamentazioni di tale procedimento dovrebbero prevedere un periodo di tempo variabile (in base alla patologia) tra la richiesta della persona e la realizzazione della richiesta. Tempo utile per poter garantire una effettiva consapevolezza della decisione. Le strutture sanitarie pubbliche (e solo esse) sarebbero chiamate ad effettuare tali procedure, con annesse consulenze di operatori sociali, in totale gratuità.
    - Garantire appieno lo Stato di diritto applicandolo là dove è fallace nel nostro Paese: certezza della pena, testamento biologico, eguaglianza vera davanti alla legge.
    - Applicare una legge che dia la possibilità a tutti i cittadini maggiorenni,in base al proprio credo religioso,senso etico e morale la possibilità autonoma e indipendente di scegliere se proseguire o meno le cure in caso di situazione vegetativa permanente.
    La scelta sarà libera e insindacabile e dovrà essere attuata dal medico sollevando lo stesso da ogni responsabilità.
    - Favorire l'immigrazione legale sveltendo le procedure per i permessi di soggiorno a quanti hanno un lavoro e risiedono stabilmente in Italia. Garantire la cittadinanza a tutti coloro che nascono nel nostro Paese (ius solis) e a quanti abbiano lavorato regolarmente in Italia per almeno 5 anni.
    Cessione di visti temporanei sullo stile australiano (1 anno alla ricerca di un lavoro e imparando la lingua) ed eventuale espulsione con rimpatrio per quanti non soddisfino i requisiti al termine del visto
    - Difesa dell'attuale legislazione pirriana sui Matrimoni civili

    5) ISTRUZIONE, UNIVERSITA' e RICERCA

    -Attuazione di una riforma completa del sistema scolastico: creazione di tre cicli differenti, il primo elementare della durata di 6 anni, il secondo medio di 4 anni il terzo superiore di 3 anni. Creare un sistema trasparente e chiaro di valutazione degli insegnanti, investire nell'aumento degli stipendi dei meritevoli e nel disincentivo a quanti non riescono ad insegnare con efficacia. Investimenti nell'edilizia scolastica massicci, ma anche riorganizzazione di classi e scuole, nella salvaguardia dei piccoli centri abitati. Aumento dell'obbligo scolastico ai 18 anni. Forte ristrutturazione e modernizzazione degli istituti tecnici e professionali, semplificazione dei licei in un'unico istituto.
    - Riforma universitaria che introduca un ampio fondo a salvaguardia dei meritevoli, con borse di studio complete. Garanzia di un reddito minimo agli studenti fuori sede qualora presentino le ricevute degli affittuari, creazione di un sistema più trasparente dei concorsi per i docenti universitari, con cessazione immediata del rapporto lavorativo per quanti truffino lo Stato e i cittadini truccando le gare.
    Nomina da parte dello Stato centrale dei rettori, cessazione dell'attività dei CdA con trasferimento dei poteri amministrativi ai Senati Accademici.
    Implementazione forte del rapporto università - imprese.

    6) POLITICA ESTERA : Pace, auto-determinazione e cooperazione internazionale

    - Incentivare le istituzioni e i governi europeei all’istituzione della Tassa sulle Transazioni Finanziarie (Tobin Tax)
    - Rispettare l’articolo 11 della Costituzione e ritirare i nostri soldati dagli scenari di Guerra
    - Aumentare il fondo per la cooperazione internazionale, falcidiato dalle manovre economiche di Tremonti
    - Costruire il percorso di integrazione Europea su basi diverse dalle politiche rigoriste e monetariste, dare un quadro più sociale e democratico alle Istituzioni Europee
    - Chiedere con forza un processo di ridefinizione degli obiettivi e conseguente superamento dell’Alleanza Atlantica
    - Dopo la Dichiarazione dei diritti dell'uomo credo sia ora di fare un 'passo avanti'. In un epoca in cui molti paesi, dai regimi piu repressivi alle democrazie occidentali, negano o cercano di limitare i diritti dei lavoratori... ritengo sarebbe necessario impegnarsi a livello internazionale per promuovere una 'Dichiarazione dei diritti fondamentali del Lavoratore'.

    Ogni lavoratore del mondo dovrebbe avere una paga minima (in proporzione con il reddito medio dei singoli paesi) in grado di garantire la sopravvivenza.

    Un ipotetico Articolo 1 potrebbe recitare cosi:
    Tutti i lavoratori devono poter avere una paga che consenta loro di vivere con dignità e devono poter esprimere liberamente il proprio pensiero senza dover subire conseguenze.

    La dichiarazione dei diritti fondamentali del lavoratore non dovrebbe poi limitarsi ad essere una semplice proposta di intenti. Le organizzazioni commerciali internazionali sarebbero chiamate a prevedere pesanti sanzioni economiche per i paesi non ratificatori.

    7) QUESTIONE MORALE : Politica, Costi, Giustizia

    - Soppressione o in alternativa forte riduzione delle maxi-liquidazioni per i manager pubblici, fissare una legge nazionale per regolare anche quelle dei grandi gruppi privati
    - Riduzione a due gradi di giudizio per i processi civili e penali
    - Tutte le Carceri dovrebbero prevedere un programma di 'reindirizzamento sociale'. Ogni istituto prenitenziario dovrebbe specializzarsi nella produzione di oggetti o servizi da far svolgere ai propri detenuti in base alle attitudini dei singoli. L'incasso della fornitura di servizi e prodotti (dal vino, all'olio, alla costruzione di strade etc) dovrebbe essere impiegato per il miglioramento delle condizioni di vita dei detenuti e per il sostentamento degli istituti penitenziari stessi. In questo modo i detenuti avrebbero la possibilità di poter imparare un mestiere una volta 'riconsegnati alla libertà' e lo stato spenderebbe meno per il mantenimento delle carceri.
    - Lotta dura alla Mafia, partendo dai suoi beni economici. Inasprimento delle pene, maggiori poteri a forze dell'ordine e Magistratura e, soprattutto, maggiori risorse
    - Riduzione del 50% degli stipendi dei parlamentari, dei ministri, dei sottosegretari e di tutto l'apparato. Spending rewiew su tutte le consulenze alla P.A. con forti limitazioni, soppressione delle province e diminuzione consiglieri regionali e comunali.
    - Eliminazione di molti centri di spesa, creandone unici in ciascun settore della P.A. con cessazione delle disparità di spesa tra le regioni al fine di evitare che una cosa costi in Emilia X e in Calabria 2X.
    - Si propone di trasformare la Corte di cassazione da terzo grado di giudizio a organo controllore per l'esatta conduzione dei processi. La Cassazione avrà il compito e il potere di intervenire in ogni momento,ogni qualvolta ci siano evidenti e provate irregolarità giudiziarie e di conduzione dei processi in corso,chiedendo e imponendo,se necessario il rifacimento del processo. La cassazione di Pir non potrà in nessun caso varare precedenti o essere chiamata e esprimere giudizi e verdetti,avrà l'opportunità di far notare lacune legislative giudiziarie o mancanze legislative agli organi competenti.

    8) DEMOCRAZIA : Partecipazione e Consapevolezza dei cittadini

    - Istituzione dello strumento del referendum propositivo, a livello comunale e regionale senza limiti. A livello nazionale con limiti su questioni di bilancio, politica estera e Costituzionali.
    - Istituzioni delle Assemblee Cittadine, con poteri deliberativi, condizionanti per i cittadini
    - Progressivo avvicinamento della politica ai cittadini, attraverso il territorio e attraverso la e-democracy.
    - estensione massiccia della banda larga, attraverso una conversione su tutto il territorio nazionale dai doppini di rame alla fibra ottica. L'operazione costa sui 2,5 miliardi, che spalmati in 5 anni sono 500 milioni di euro. Una spesa fattibile che colmerebbe finalmente l'immane digital divide tra l'Italia e altri paesi occidentali.
    Ultima modifica di SteCompagno; 28-02-12 alle 15:29
    VOTA NO AL REFERENDUM DEL 4 DICEMBRE
    UN NO COSTITUENTE PER LA DEMOCRAZIA CONTRO L'AUSTERITA'
    http://www.sinistraitaliana.si/ - http://www.noidiciamono.it/

  4. #4
    Britney National Party
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Casa del Diavolo
    Messaggi
    12,983
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Red face Re: Thread di presentazione delle liste - Elezioni Marzo 2012

    LISTA BRITNEY NATIONAL PARTY


    Simbolo





    Candidati al Senato

    Benjamin linus (29892 messaggi)
    Massimo Piacere (4323 messaggi)
    Combat (1053 messaggi)
    Malaparte (7981 messaggi)
    Spetaktor (8311 messaggi)
    MisssUniverso (3312 messaggi)



    Candidato alla Presidenza di Pir appoggiato dalla lista

    Benjamin Linus


    Programma


    - Britneyanizzare il gioco pirriano
    - Trasformare la Repubblica di Pir in Impero Galattico Britneyano
    - Proporci alla guida di eventuali governi tecnici
    - Cambiare dominio web dal .it al .brit
    “Senza dualità dei sessi, niente matrimoni, senza matrimoni niente famiglie, senza famiglie nessuna società, l’individualismo puro è tirannia”.

    Pierre Joseph Proudhon

  5. #5
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    912 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: Thread di presentazione delle liste - Elezioni Marzo 2012

    Su delega di Occidentale presento ufficialmente la candidatura di Occidentale alla Presidenza di pir

  6. #6
    Tutto fa brodo
    Data Registrazione
    06 Jun 2011
    Messaggi
    3,709
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Thread di presentazione delle liste - Elezioni Marzo 2012

    Forza della Libertà (FDL)



    Candidati al Senato:

    DADO (2.064)
    Icestar (1.677)
    Attila621 (2.012)
    Lancillotto del Lago (5.359)
    Eric Draven (5.397)

    Candidato alla Presidenza:
    Occidentale

    Linee programmatiche :
    Forza della Libertà, in linea con i valori espressi nella sua CARTA, invidua nei seguenti punti gli obiettivi da conseguire nella prossima legislatura:

    - uno Stato che tassa meno e spreca meno, eliminando spese e assistenzialismi inutili o clientelari. Il risanamento del bilancio, e la progressiva diminuzione del debito pubblico, sono un'esigenza non solo economica, ma morale, perchè rappresentano un peso per lo sviluppo delle future generazioni. Il modo per raggiungerlo, però, deve essere solo quello di ridurre il peso dello stato in ogni settore, diminuendo in modo drastico la spesa pubblica, con una contestuale diminuzione delle imposte, sia sul lavoro che sui patrimoni. Non è legittimo uno Stato che chieda ai suoi cittadini, come fa oggi, oltre il 50% del loro reddito.
    - eliminare la burocrazia e le norme che rappresentano un limite per lo sviluppo, la concorrenza, l'efficienza. In questo rientrano norme meritocratiche per i dipendenti pubblici, che vanno ridotti e resi produttivi, liberalizzazioni nei settori chiusi dell'economia, in un'ottica generale e non punitiva delle categorie, e una riforma del mercato del lavoro che - contestualmente all'introduzione di moderni meccanismi di ammortizzatori sociali - introduca flessibilità, superi l'articolo 18 e non renda l'assunzione uno macigno, ma un vantaggio per le imprese.
    - introdurre norme più rigide sull'immigrazione, potenziando respingimenti, espulsioni e avendo tolleranza zero per tutti i clandestini. L'Italia è un paese da sempre caratterizzato da una cultura di accoglienza e tolleranza, ma nell'ambito di precisi limiti: chi viene in Italia, per poter essere regolare, deve dimostrare di avere un reddito con cui potersi mantenere, deve sottoporsi ad un esame basilare di lingua e cultura, deve rispettare leggi e tradizioni.
    - approvare una riforma della giustizia che dia ai magistrati il solo compito di applicare le leggi approvate dal parlamento, limitando le possibilità di interpretazioni fantasiose o tendenziose politicamente. Se un cittadino viene riconosciuto innocente in primo grado lo Stato non può perseguirlo ulteriormente. Responsabilità civile dei magistrati. Il magistrato che sbaglia deve renderne conto, come ogni altro funzionario e dipendente dello Stato. Separazione delle carriere tra magistratura giudicante e inquirente.
    - lo sviluppo del paese non può prescindere dal gap infrastrutturale del paese. Per questo intendiamo promuovere un piano per il rilancio delle grandi e delle piccole opere, superando sterili opposizioni ideologiche, e favorendo il finanziamento da parte dei privati.
    - non accetteremo ulteriori riduzioni di sovranità imposte dall'Europa, per la quale anzi chiederemo una riforma in senso democratico delle istituzioni politiche.
    Ultima modifica di DADO; 04-03-12 alle 15:53
    Forza Italia per la Libertà!


  7. #7
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Thread di presentazione delle liste - Elezioni Marzo 2012

    Presento la mia candidatura alla Presidenza di PIR, sostenuto dalle liste del Partito Democratico Socialista, della Sinistra Unita e di Socialismo Tricolore.
    SteCompagno likes this.
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

  8. #8
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Thread di presentazione delle liste - Elezioni Marzo 2012

    Sigla: SOCIALISMO TRICOLORE

    Candidato Presidente: Manfr




    FINALITA':

    La Lista Civica "SOCIALISMO TRICOLORE" nasce a sostegno della candidatura alla Presidenza di Manfr, con la prospettiva di superare la scissione tra interessi di classe e interessi nazionali determinatasi nella Storia patria a partire dalla divisione tra mazziniani e socialisti, e perpetuatasi poi nella spaccatura del movimento operaio in occasione della Prima Guerra Mondiale tra gli interventisti mussoliniani e la maggioranza del Partito, e nella scissione di Livorno, tra socialisti italiani e comunisti legati all'Unione Sovietica.

    PROGRAMMA POLITICO E ELETTORALE:

    SOCIALISMO TRICOLORE chiede

    -Una democrazia sovrana e governante, con un ruolo forte dell'Esecutivo che possa essere da spinta per le riforme del Paese e di PIR. In particolare, su PIR ci schieriamo a favore del presidenzialismo diretto, mentre per il Paese auspichiamo una riforma semipresidenzialista delle Istituzioni.

    -Una economia solidale e patriottica, che risponda alle pressioni della globalizzazione rilanciando la partecipazione dei lavoratori agli utili e alle decisioni delle aziende, sul modello tedesco di economia sociale di mercato, e il controllo statale delle grandi reti strategiche, dalla difesa all'energia.

    -Una Italia autonoma e non succube nel Mediterraneo, che sfugga alla retorica dello scontro di civiltà per stringere attorno a sè popoli desiderosi di libertà e sviluppo, uniti dalla comune memoria della koinè mediterranea che, dai tempi dell'Impero Romano, ha unito culturalmente e economicamente le due sponde.

    -Una Europa forte, che si affranchi dalla tutela americana, dagli egoismi nazionali e dal tecnocratismo sterile per affermarsi come una entità politica, economica, militare unita e assertiva.


    -Una politica dell'immigrazione che, senza essere inutilmente xenofoba, permetta il contenimento delle spinte sui nostri settori a bassa specializzazione, mantenga sostenibile il nostro Stato sociale e preservi la nostra identità nazionale, lavorando nel contempo perchè ai popoli in fuga da condizioni di povertà e sfruttamento vengano offerti non piani di aggiustamento strutturale, ma le capacità per far decollare da sè il proprio sviluppo economico.

    -Una riforma del sistema creditizio nazionale, unico modo per favorire il rilancio della nostra economiaon l'avvento della II Repubblica si è avviato un processo di stampo ideologico per l'uscita dello Stato dal controllo del settore finanziario. Questo, basato sulla privatizzazione delle sei ex banche pubbliche e leggi di liberalizzazione ha cambiato il tradizionale ruolo di interdipendenza fra banca e impresa.
    E' necessario recuperare il concetto a che i depositi bancari vengano utilizzati per finanziare imprese, cittadini e opere pubbliche, mentre le banche possono continuare ad operare negli investimenti finanziari esclusivamente con capitale proprio, da azionariato, scorporando i due settori. Va quindi riformato il Testo Unico Bancario (Dlgs 385/93) e la legge sulle Cartolarizzazioni (Dlgs 130/99)

    - Nazionalizzazione della Banca d'Italia, che era stata prevista proprio all'atto della privatizzazione delle banche pubbliche perchè è inconcepibile che l'organo di controllo sia di proprietà dei privati controllati.

    - Abolizione della ereditarietà del debito (in Italia siamo a "prima" della rivoluzione messicana di Pancho Villa del 1912)

    - Impignorabilità della casa di abitazione e delle suppellettili, e degli strumenti di lavoro (La Costituzione dice che la Famiglia e il Lavoro sono al centro della nostra comunità, e questo deve produrre i suoi effetti)

    - Abolizione o revisione radicale della "Centrale Rischi" perchè è diventata di fatto arbitrio e ricatto nei confronti delle imprese e dei cittadini. Viene usata per creare le "vittime" da depredare poi della casa, dell'azienda e dei beni.

    Candidati:

    Manfr: 7,401
    zlais 4,057
    Ulver81 5,216
    Defender likes this.
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

  9. #9
    Seguace di Eraclito
    Data Registrazione
    29 Sep 2006
    Località
    Portici (NA)
    Messaggi
    6,395
    Mentioned
    21 Post(s)
    Tagged
    12 Thread(s)

    Predefinito Re: Thread di presentazione delle liste - Elezioni Marzo 2012

    LISTA REPUBBLICANA




    Candidati al Senato:
    Cabraizinho (3437 post)
    Cavaliere Nero (1716 post)
    Frankie D. (8729 post)
    Laico (5475 post)
    olivo (2528 post)


    Candidato alla Presidenza di Pir appoggiato dalla lista:
    Seyen (16022 post)
    In qualità di Segretario della Lista Repubblicana, presento ufficialmente la candidatura per le Elezioni Presidenziali del forumista Seyen
    Ultima modifica di Cabraizinho; 05-03-12 alle 16:58
    "Ma questo lungo termine è una guida fallace per gli affari correnti: nel lungo termine siamo tutti morti" (J.M. Keynes)
    "Qualcuno vivo che se lo prende nel culo però c'è sempre!" (Cabra)

  10. #10
    SuperMod
    Data Registrazione
    24 Jun 2011
    Messaggi
    17,073
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    440 Post(s)
    Tagged
    55 Thread(s)

    Predefinito Re: Thread di presentazione delle liste - Elezioni Marzo 2012

    Lista del Partito Democratico Socialista (PDS) per il Senato di Pir




    Candidati PDS per il Senato di Pir


    Gdem88 (1.225)
    Garat (25.250)
    Monsieur (7.024)
    Iluvatar85 (953)
    John Galt (2.474)
    morfeo (11.072)


    Candidato per la Presidenza di Pir: Manfr (7.467)

    Programma elettorale del PDS

    GIUSTIZIA E RESPONSABILITA’ FISCALE

    - lotta dura all’evasione fiscale con controlli incrociati Dichiarazioni dei redditi- estratti conti e conseguente annullamento del segreto bancario per i controlli fiscali
    - ricalibratura del carico fiscale più sulle rendite che sul lavoro dipendente, aumento del potere d’acquisto dei lavoratori
    - Tobin Tax sulle operazioni finanziarie per finanziare la spesa sociale
    - -Divisione tra banche di risparmio e banche di investimento, sul modello del Glass Steagall Act.
    - Attenta politica di bilancio fondata su un Piano di Rientro del Debito Pubblico e sul contenimento del deficit statale

    LAVORO e WELFARE

    - nuovo indice economico, che vada oltre il Pil e consideri anche altre variabili oltre alla sola crescita economica (esempi sono l’indice di sviluppo umano Indice di sviluppo umano - Wikipedia e il BIL Pagina non trovata )
    - Reddito minimo di cittadinanza finanziato grazie alla maggiore tassazione su grandi patrimoni, rendite e sulla Tobin Tax
    - Nuove regole e incentivi alla partecipazione dei lavoratori nelle decisioni e agli utili dell’azienda
    - Relazioni industriali fondate sulla conpartecipazione ad utili e decisioni, meno conflittuali e più decentrate, in modo da permettere anche eventuali esperimenti di welfare aziendale
    - Conciliazione tempi di lavoro/tempi di vita
    - Nuovo protagonismo di enti locali, comunità e terzo settore per alleggerire il peso della spesa sociale senza diminuire i servizi e senza ricorrere alla privatizzazione: costruire cooperative di comunità, consorzi dei servizi, comunità attive di cittadini
    - Welfare non più semplicemente assistenziale ma fondato su una rete di assistenza sociale capace di dare al cittadino in difficoltà i mezzi per risollevarsi.
    - Ruolo di Poste Italiane nel finanziamento di progetti di microcredito
    - Piano Straordinario contro la povertà ( censimento, monitoraggio, creazione di una rete di protezione sociale che coinvolga soprattutto le energie del terzo settore e gli enti locali)
    - Potenziamento dei Banchi Alimentari, dei Last minute market e dei mercati di solidarietà

    POLITICHE AMBIENTALI ed ENERGETICHE, BENI COMUNI

    - -Azionariato popolare e comunitario di aziende incaricate della gestione dei cosiddetti "beni comuni": (acqua, terra, rifiuti)
    - -Monitoraggio e nuova disciplina per la vendita e la cessione delle terre demaniali ad enti no profit e cooperative sociali
    - riconversione ecologica e sostenibile dell’economia: fondi alla ricerca scientifica e tecnologica, incentivi per le energie rinnovabili e la green economy
    - Impegno nazionale contro il consumo di suolo: censimento in tutti i Comuni degli immobili sfitti o non utilizzati ( evitando edificazioni non necessarie), campagna di comunicazione nazionale per il “Paesaggio bene comune”
    - Protezione e incentivazione della filiera corta, del mercato e del turismo enogastronomico italiano, valorizzazione delle aree rurali con strategie di marketing territoriale.


    ISTRUZIONE, UNIVERSITA' e RICERCA

    - Creazione di una Scuola Nazionale di Alta Amministrazione sul modello dell’Ena francese, con un ramodella funzione pubblica ( accorpando la scuola superiore di alta amministrazione) e un ramo più politico-amministrativo. Ogni Regione Italiana dovrebbe avere una sua sezione della scuola, con standard formativi e didattici stabiliti però a livello nazionale. Dovrebbero essere presenti meccanismi di incentivazione per la frequenza dei corsi per amministratori locali etc., senza trascurare collegamenti con le facoltà universitarie di Scienze Politiche, Economia e Giurisprudenza.

    POLITICA ESTERA : PER UNA NUOVA EUROPA DEMOCRATICA E SOCIALE, PER UNA FORTE COOPERAZIONE EUROMEDITERRANEA

    - Potenziamento delle strutture democratiche europee: elezione diretta del Presidente del Consiglio Europeo, effettivi poteri legislativi al Parlamento Europeo.
    - Impegno chiaro e netto a favore degli “Stati Uniti d’Europa”. Per un governo federale dotato di poteri limitati ma reali nel campo dell’economia, della finanza pubblica, della politica estera e di sicurezza, e responsabile di fronte a un Parlamento europeo che eserciti pienamente il potere legislativo insieme alla Camera degli Stati
    - Piano europeo di sviluppo economico ecologicamente e socialmente sostenibile, basato su investimenti in infrastrutture, la riconversione in senso ecologico dell’economia, incrementando l’uso di energie rinnovabili, l’attività di ricerca ed innovazione, l’erogazione di beni pubblici europei e finanziato da un aumento significativo del bilancio europeo con l’emissione di euro-obbligazioni e con imposte europee (come quella sulle emissioni di CO2 e quella sulle transazioni finanziarie) a parziale sostituzione di imposte nazionali, realizzando una più equilibrata distribuzione del carico fiscale tra i diversi livelli di governo (locale, regionale, nazionale ed europeo);
    - Statuto Europeo dei Lavoratori, tutelare i soggetti più deboli, stabilire standard sociali e di lavoro minimi a livello europeo, garantire a tutte le persone i diritti politici, civili e sociali stabiliti dalla “Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea”;
    - -Dar vita a un’unica politica estera, di sicurezza e di difesa, che consenta all’Europa di parlare con una sola voce nel mondo, per promuovere la pace, il disarmo, la giustizia internazionale, e dei diritti umani, a partire dall’area mediterranea, africana e mediorientale.
    - Rafforzamento dell’Unione Mediterranea avviando una stretta collaborazione con i paesi del Maghreb e del Medioriente Mediterraneo, con politiche di sviluppo coordinate e accordi precisi sui flussi migratori.

    TRASPARENZA E DEMOCRAZIA

    - Anagrafe pubblica degli eletti

    ENTI LOCALI, FEDERALISMO E COMUNITARISMO SOLIDALE

    - Analisi della Legge Haxel-Cascista sul Federalismo per individuare eventuali migliorie ed espandere il ruolo degli enti locali nel dare servizi
    - Sviluppare delle nuove “politiche di comunità” che coinvolgano direttamente i cittadini nel mantenimento del decoro urbano, nella partecipazione alle scelte etc. , delle politiche di comunità che possano essere favorite da un nuovo orientamento nazionale, votato a instillare il senso civico e di comunità e a potenziare il già forte apporto del volontariato nella vita della società
    Ultima modifica di Gdem88; 07-03-12 alle 12:28
    «Riformista è uno che sa che a sbattere la testa contro il muro si rompe la testa, non il muro! Riformista...è uno che vuole cambiare il mondo per mezzo del buonsenso, senza tagliare teste a nessuno» [Baaria]

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Thread di presentazione delle liste - Elezioni Dicembre 2012
    Di Cabraizinho nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 03-12-12, 10:11
  2. Importante! Aprire thread di presentazione delle liste
    Di Templares nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 14-10-10, 21:46
  3. Thread ufficiale di presentazione delle liste
    Di Templares nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 30-04-09, 14:06
  4. Commenti al thread di presentazione delle liste
    Di Emoned nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 110
    Ultimo Messaggio: 27-04-09, 22:23
  5. Riferimento: Thread ufficiale di presentazione delle liste
    Di LIBERAMENTE nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 27-04-09, 09:58

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226