"Solo nella comunità diventa dunque possibile la libertà personale" Marx-Engels


Quel che resta di Toni Negri



di Sebastiano Isaia


Per alimentare il dibattito sulla crisi economica e andare «contro le tentazioni “nazionaliste” (in realtà solo “populiste”) che cominciano a nascere e a presentarsi nel dibattito delle sinistre riformiste in questa fase di crisi», il Blog di Controlacrisi.org ha pubblicato un intervento di Toni Negri «fatto in francese al Congresso Marx Internazionale IV, nel settembre 2004 a Parigi». Do il mio contributo al dibattito con lo scritto che segue, sposando in pieno il programma del Blog sintetizzato nello slogan «Abbasso l’ideologia!»

Secondo Toni Negri, teorico dell’Impero, della Moltitudine e della crisi della marxiana legge del valore, «Parlare di Stato-nazione e di imperialismo senza periodizzarne la figura e la durata diviene molto pericoloso – quasi reazionario»1.

1 Le citazioni di Negri, se non sono tratte da altre sue pubblicazioni, si riferiscono al testo pubblicato senza titolo dal Blog di Controlocrisi.org.

Segue: Quel che resta di Toni Negri - Comunismo e Comunità