User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Forumista
    Data Registrazione
    21 May 2009
    Messaggi
    167
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Una riflessione sull'agorismo

    Gli agoristi si soffermano spesso sulla differenza che intercorre tra contro-economica ed economia agorista, il loro problema è dare un contenuto libertario a chi si muove sul mercato nero, distinguere la semplice economia sommersa da una economia fatta da persone che agiscono per porre fine allo Stato. SEK3 scrive: "mentre la contro-economia è parte dell'agorismo (fino a quando lo stato ci sarà), l'agorismo comprende la contro-economia nella pratica e il libertarismo nella teoria" (in Nota 1, New Libertarian Manifesto). E’ importante non confondere le due cose perché un contro-economista non ha necessariamente l'etica di un agorista, può fare pessima pubblicità all'agorismo e può persino portare alla creazione di un nuovo Stato (gli agoristi infatti sostengono che il mercato nero abbia portato al crollo dell’URSS, ma alla nascita di un nuovo statalismo perché il mercato nero non era egemonizzato da anarchici). Dato che un contro-economista non agisce per porre fine allo Stato, spesso è razzista, usa violenza o non paga i dipendenti; un contro-economista cerca ed accetterebbe il perdono dello Stato, un agorista no. Così gli agoristi educano al rischio di portare avanti attività illegali nella convinzione che lo stato cadrà quando la contro-economia sarà cresciuta ad un livello tale che lo Stato non avrà più organizzazione e risorse per fronteggiarla. Ancora SEK3 scrive: "La premessa di base del pensiero agorista è che la counter-economicy non è riuscita a creare una società libera perché manca di una struttura morale che solo un vero e proprio sistema filosofico è in grado di fornire .... Dove la contro-economia è applicazione senza teoria, il libertarismo è teoria senza applicazione“ (in An Agorist Primer, p. 53). Senza dubbio, la stragrande maggioranza delle persone che partecipano al mercato nero lo fanno senza un esplicito orientamento politico (gli agoristi dicono “etico”). L’esempio calzante è quello degli extracomunitari messicani negli USA. Molti agoristi si pongono il problema di stabilire contatti con essi perché il timore che hanno gli extracomunitari di essere arrestati, maltrattati o deportati li spinge ad unirsi per proteggersi con l'anonimato. Ciò li isola culturalmente, ma crea anche una comunità molto unita in cui, per esempio si preferirà gestire le controversie piuttosto che ricorrere alla polizia. Potenzialmente può nascere una grossa comunità agorista. Però come politicizzare gli operatori sul mercato nero extracomunitari se essi mirano a farsi riconoscere come cittadini? Ed allo stesso modo come politicizzare gli operatori sul mercato nero se essi non vivono di solo mercato nero, ma anzi realizzano costantemente una integrazione tra mercato nero e mercato regolarizzato? L'agorismo forse non va incontro alle esigenze di chi sta sul mercato nero per esigenze di sussistenza o per trarre maggiori profitti. Il giudizio agorista è etico e non politico da qui matura la separazione netta ed ideologica tra due mercati (quello nero e quello regolare) che in realtà sono compenetrati e si reggono vicendevolmente.
    Ultima modifica di angelo; 14-03-12 alle 20:17

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Giusnaturalista
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    Giudicato di Cagliari
    Messaggi
    15,648
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Una riflessione sull'agorismo

    Citazione Originariamente Scritto da angelo Visualizza Messaggio
    Gli agoristi si soffermano spesso sulla differenza che intercorre tra contro-economica ed economia agorista, il loro problema è dare un contenuto libertario a chi si muove sul mercato nero, distinguere la semplice economia sommersa da una economia fatta da persone che agiscono per porre fine allo Stato. SEK3 scrive: "mentre la contro-economia è parte dell'agorismo (fino a quando lo stato ci sarà), l'agorismo comprende la contro-economia nella pratica e il libertarismo nella teoria" (in Nota 1, New Libertarian Manifesto). E’ importante non confondere le due cose perché un contro-economista non ha necessariamente l'etica di un agorista, può fare pessima pubblicità all'agorismo e può persino portare alla creazione di un nuovo Stato (gli agoristi infatti sostengono che il mercato nero abbia portato al crollo dell’URSS, ma alla nascita di un nuovo statalismo perché il mercato nero non era egemonizzato da anarchici). Dato che un contro-economista non agisce per porre fine allo Stato, spesso è razzista, usa violenza o non paga i dipendenti; un contro-economista cerca ed accetterebbe il perdono dello Stato, un agorista no. Così gli agoristi educano al rischio di portare avanti attività illegali nella convinzione che lo stato cadrà quando la contro-economia sarà cresciuta ad un livello tale che lo Stato non avrà più organizzazione e risorse per fronteggiarla. Ancora SEK3 scrive: "La premessa di base del pensiero agorista è che la counter-economicy non è riuscita a creare una società libera perché manca di una struttura morale che solo un vero e proprio sistema filosofico è in grado di fornire .... Dove la contro-economia è applicazione senza teoria, il libertarismo è teoria senza applicazione“ (in An Agorist Primer, p. 53). Senza dubbio, la stragrande maggioranza delle persone che partecipano al mercato nero lo fanno senza un esplicito orientamento politico (gli agoristi dicono “etico”). L’esempio calzante è quello degli extracomunitari messicani negli USA. Molti agoristi si pongono il problema di stabilire contatti con essi perché il timore che hanno gli extracomunitari di essere arrestati, maltrattati o deportati li spinge ad unirsi per proteggersi con l'anonimato. Ciò li isola culturalmente, ma crea anche una comunità molto unita in cui, per esempio si preferirà gestire le controversie piuttosto che ricorrere alla polizia. Potenzialmente può nascere una grossa comunità agorista. Però come politicizzare gli operatori sul mercato nero extracomunitari se essi mirano a farsi riconoscere come cittadini? Ed allo stesso modo come politicizzare gli operatori sul mercato nero se essi non vivono di solo mercato nero, ma anzi realizzano costantemente una integrazione tra mercato nero e mercato regolarizzato? L'agorismo forse non va incontro alle esigenze di chi sta sul mercato nero per esigenze di sussistenza o per trarre maggiori profitti. Il giudizio agorista è etico e non politico da qui matura la separazione netta ed ideologica tra due mercati (quello nero e quello regolare) che in realtà sono compenetrati e si reggono vicendevolmente.

    Controeconomia rulezz.
    Tu ne cede malis, sed contra audentior ito, quam tua te Fortuna sinet.


  3. #3
    Cacciaguida
    Data Registrazione
    29 May 2008
    Messaggi
    35,409
    Mentioned
    595 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Re: Una riflessione sull'agorismo

    nel contrabbandiere è l'uomo sano

 

 

Discussioni Simili

  1. Riflessione sull'informazione tv
    Di il_pier nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 31-03-10, 01:07
  2. riflessione sull'opportunismo
    Di -RAS- nel forum Destra Radicale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 17-11-07, 12:06
  3. Riflessione sull'Iraq
    Di Airbus nel forum Politica Estera
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 24-02-06, 16:03
  4. Una riflessione sull'Ave Maria
    Di ragazzosemplice nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-02-06, 17:24
  5. una riflessione sull'Europa
    Di Paul Atreides nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-04-04, 20:34

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225