User Tag List

Pagina 1 di 8 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 72
Like Tree7Likes

Discussione: «A rovinare Bossi sono stati i terroni»

  1. #1
    INSUBRIAPRESS
    Data Registrazione
    14 Apr 2012
    Messaggi
    5
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito «A rovinare Bossi sono stati i terroni»

    Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: gallina-padana-elett08.jpg 
Visualizzazioni: 2 
Dimensione: 82.0 KB 
ID: 2657Clicca l'immagine per ingrandirla. 

Nome: gallina-padana-elett08.jpg 
Visualizzazioni: 2 
Dimensione: 82.0 KB 
ID: 2657

    Altro che cerchio magico, magia nera e pentacoli diabolici, il vero problema della Lega Nord in questi anni sono stati «i terroni». Parola di ex militanti leghisti che invitano a riflettere sulle origini meridionali non solo di Manuela Marrone, Rosi Mauro e Francesco Belsito, ma pure su quelle di Matteo Brigandì e Roberto Cota.

    Leggi il resto: Nelle valli della Lega: «A rovinare Bossi sono stati i terroni» | Linkiesta.it

    In Val Camonica, dove chi si vanta di essere discendente camuno cita in dialetto il Pas del Tunàl, gli anziani ex militanti della Lega Nord si sono fatti un’idea su chi ha affondato la Lega Nord di Umberto Bossi: «i terroni che hanno acquistato sempre più potere in via Bellerio». Basta farsi un giro a Ponte di Legno o Edolo. A tre ore di auto da Milano. Zone di montagna dove il Capo una volta andava tutte le estati con la famiglia, tra il Castello e l’Hotel Mirella di Bruno Caparini. Nei bar, nelle piazze o per ristoranti. Per i leghisti della prima ora non è solo il cerchio magico, tra incantesimi e libri di magia nera nella mansarda del quartier generale di Gemonio, il problema del Carroccio.

    Del resto, per chi ha creduto nel Bossi degli anni ’80, quello «di prima che arrivasse il tesoriere Alessandro Patelli con la tangente Enimont», quello che andava d’accordo con il professore federalista Gianfranco Miglio e che parlava ancora «dei meridionali a casa loro», la «questione» dentro la Lega degli ultimi anni sono stati loro: i terroni. Ma soprattutto quella voglia del Capo di non spaccare mai con il meridione, di non andare mai allo scontro per dividere in due l'Italia.

    Nella folta schiera meridionale, i leghisti delle origini non inseriscono solo la moglie del Senatùr Manuela Marrone, siciliana, e la «badante» pugliese Rosi Mauro, nata a San Pietro Vernotico in provincia di Brindisi. Certo c’è l’ex tesoriere Francesco Belsito, originario di Pizzo Calabro, e molti non dimenticano Roberto Cota, attuale governatore del Piemonte, figlio di padre nato a San Severo di Foggia.

    Poi Matteo Brigandì, il procuratore della Padania, fatto fuori dal Csm lo scorso anno per un dossier sul pm Ilda Boccassini e nato a Messina il 13 aprile del 1952. «Guardi che sono quelli che sono stati più vicini al Capo in questi anni, si fidava solo di loro....», ricordano.

    Del resto, la giornata del Senatùr si è spesso svolta in questi anni tra il paradosso di definire «terùn» il presidente Giorgio Napolitano e una riunione insieme alla Marrone nella casa di Gemonio. In Bellerio gli uffici più vicini al suo sono quelli di Brigandì e Belsito, con cui ha dovuto spesso confrontarsi in questi anni, per questioni legali o appunto diatribe di cassa. Cota, invece, è sempre stato il «delfino» più ascoltato politicamente, oltre che sull'alleanza con Silvio Berlusconi, anche su frivolezze o gossip di giornata.

    In Val Camonica si ricordano come fosse ieri il viaggio che il Trota Renzo Bossi fece a Favara nel marzo del 2001, nella Sicilia, per tornare alle origini della famiglia della madre, quando conobbe il cugino Tano Schifano. «Andava nei bar a vantarsi che i suoi parenti di giù erano persone che contavano, cui tutti dovevano portare rispetto», ci spiega un ex leghista bresciano che si domanda come si faccia poi a farsi fotografare con una coppola in testa.

    Se chiedi a questi leghisti che di anni ne hanno ormai molti di poter citare i loro nomi, ribattono di no. «Non ci importa di apparire. Noi credevamo nella Lega, nel progetto che doveva portarci a fare qualcosa di concreto. Andarcene via dall’Italia. Dovevamo fare la secessione. A Bossi lo abbiamo detto tante volte. Umberto pensi al federalismo o ai tuoi interessi? Non ci ha mai risposto. Questo è il risultato». Eppure sono stati anche parlamentari, responsabili di sezione, segretari. C’erano quando i fondatori della Lega Lombarda, Bossi, Giuseppe Leoni e Bobo Maroni, andavano per le strade di notte a verniciare i muri con la scritta «Padania Libera». Ci hanno messo la faccia. Hanno versato metà dei loro stipendi di parlamentari alla causa. «Ma alle sezioni, non a Bellerio», chiosa uno di loro che già aveva capito come funzionava il meccanismo.

    Che a pensarci bene, se tutti quei soldi che Belsito e la Mauro hanno distratto alle casse del Carroccio fossero andati davvero ai militanti «adesso chissà dove saremo». Ricordano gli anni della prima repubblica. «La Democrazia Cristiana avrà avuto pure i fondi neri, ma se c’era da pagare le bollette, gli affitti o i convegni, i soldi li dava: nella Lega neppure questo». C’è amarezza, tanta amarezza in Val Camonica.

    Da queste parti un tempo il Carroccio faceva la parte del leone, adesso è ridotto al lumicino. Bossi jr eletto in questa zona si è dimesso dal consiglio regionale dopo essere stato travolto dalle indagini sul Belsito. Monica Rizzi, ex assessore regionale, ha fatto la stessa fine. Ma poi ci sono le polemiche infinite sul presidente della provincia Daniele Molgora che non ha voluto rinunciare al doppio incarico di parlamentare. Quasi come il senatore Vincenzo Nespoli, che è senatore del Popolo della Libertà e ancora sindaco di Afragola in provincia di Napoli, profondo meridione.

    Pensare che durante la presentazione del libro di Reguzzoni, Gente del Nord, a Milano il direttore del Giornale Vittorio Feltri accusò Silvio Berlusconi di essersi circondato solo «di terroni». Da Apicella a Maria Rosaria Rossi, fino a Valter Lavitola o Giampaolo Tarantini. Qualche leghista apprezzò la battuta, ma su in Val Camonica e in altre valli c’è chi invita a ricordarsi dei propri di «terroni».



    Leggi il resto: Nelle valli della Lega: «A rovinare Bossi sono stati i terroni» | Linkiesta.it
    Insubre rialza la testa!

    www.insubriapress.wordpress.com

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,176
    Mentioned
    43 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: «A rovinare Bossi sono stati i terroni»

    Brigandì, massone siciliano in sonno, non mi risulta che si sia sporcato le mani di colla e di manifesti per ottenere la militanza. Subito, direttamente, ha ottenuto la candidatura e l'elezione al senato e due anni di legislatura, 1994-96.

    Padania libera dai terroni e dalla beotitudine.
    k21 likes this.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    369
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: «A rovinare Bossi sono stati i terroni»

    bello l'articolo...ma la questione dei "terroni" non c'entra una beata fava e neppure Patelli....
    fu Bossi in Persona ad usare Patelli come "filtro" contro i "disturbatori" fin dal 1992!
    Fu Bossi in persona a scegliere Ravera (Genova+Croazia) e Farassino (Piemonte) e Fragassi (Firenze) fin dal 1991 (congresso di Pieve Emanuele) ed a collidere con Franco Rocchetta (Liga Veneta)
    Bossi diceva, disse e dice. " io sono "egemone" e comando io...!"
    Le scelte "terroniche" le ha fatte Bossi in persona!!!! Dunque è egli stesso la causa della sua propria rovina....
    "Chi è causa del suo mal, pianga se stesso!!!"

    Personalmente comunque ritengo di precisare che la Lega (ed ancor prima i movimenti autonomisti) era nata NON CONTRO i "terroni"!!!!!
    I "terroni" NON sono mai stati un problema per i fondatori originari della Lega... la Lega NON fu mai un movimento razzista antimeridionale...
    E' Bossi che l'ha spostata su slogan "antiterùn" per comodità di propaganda.
    La Lega nacque come baluardo contro il centralismo romano infiltrato dalle mafie politiche.....(terroniche o nordiche che fossero)

    La Lega nacque secondo il progetto di Bruno Salvadori, della Carta di Chivasso, dei movimenti autonomisti per realizzare il federalismo di Carlo Cattaneo.....
    Fu Leoni che volle deviarla ideologicamente verso il federalismo papalino di Rosmini, deviando a sua volta Bossi e guidando la Lega sugli scolgli come Schettino....

    La questione dei "terroni" è solo un comodo alibi sostenuto dai meno dotati di acume intellettuale, specie in quelle valli dove c'è carenza di jodio e la tiroide produce brutti scherzi.....

    Non voglio qui difendere i "terroni" che hanno le loro responsabilità, voglio ribadire che fu soltanto Bossi stesso ed in persona che si circondò di cortigiani (terronici e nordici) da usare (secondo lui) come utili idioti da scaricare alla prima curva....

    La strategia era quella di Bossi in persona che silurò i suoi veri strateghi che gli costruirono la Lega per circondarsi di imbecilli che non gli facessero ombra....
    Fu una precisa volontà di Bossi che volle circondarsi della compagnia di ogni tipo di mestatore, ritenendo di poter controllare ogni cosa.....

    Cari "ciulapadani" guardate in faccia la realtà!!! Siete stati proprio voi (militonti delle sezioni) a tenere in piedi il fantoccio Bossi ed ora pensate di scaricarvi la coscienza dando la colpa ai "terroni" che tradirono Bossi...

    Cari "ciulapadani" guardatevi bene allo specchio (voi che siete stati fedeli militonti anche quando fu fatto fuori Miglio...proprio da Bossi) siete stai voi in persona ad adorare il "vitello d'oro" Bossi circondato dai suoi vitellini!!!!!

    Siete stai voi (militonti stramaledetti) a rovinare l'idea federalista che oggi per colpa vostra è affondata nella cacca brunoalpina....ruffiani spregevoli che avete sempre imbavagliato ogni voce intelligente che si levava dalle sezioni.....siete stai voi che avete trasformato in una burla quell'idea di Italia libera e federale che fu dei nostri avi e di Miglio e per la quale i nostri avi morirono a frotte fin dal lontano 1815...

    Dovreste essere affogati tutti nell'Eridano e poi mesi ad asciugare sul Monviso!!!!!
    ciao

  4. #4
    Forumista senior
    Data Registrazione
    11 Apr 2012
    Località
    Helvetia felix
    Messaggi
    1,217
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: «A rovinare Bossi sono stati i terroni»

    Lettura squallida di un articolo intriso di luoghi comuni alla stregua di quanto scrive un altro Padano rinnegato Gian Antonio Stella.
    Elencate tutte le stupidate fatte - da Patelli alla coppola di Renzo- contrapposte allo sdegno dei vecchi e saggi del posto che.....gia' sapevano.

    Un fatto e' comunque certo: Bossi se l'e' cercata.
    Ultima modifica di verdi; 19-04-12 alle 19:46

  5. #5
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,176
    Mentioned
    43 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: «A rovinare Bossi sono stati i terroni»

    Citazione Originariamente Scritto da verdi Visualizza Messaggio
    Lettura squallida di un articolo intriso di luoghi comuni alla stregua di quanto scrive un altro Padano rinnegato Gian Antonio Stella.
    Elencate tutte le stupidate fatte - da Patelli alla coppola di Renzo- contrapposte allo sdegno dei vecchi e saggi del posto che.....gia' sapevano.

    Un fatto e' comunque certo: Bossi se l'e' cercata.
    Bossi ha perseguito il suo potere personale.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    11 Apr 2012
    Località
    Helvetia felix
    Messaggi
    1,217
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: «A rovinare Bossi sono stati i terroni»

    E comunque su quel sito da cui si stralcia l'articolo in questione la ridda dei commenti dei terronici, tra i quali il sottocitato The Researcher80,
    mostra quanto questi manutengoli invece di spaccarsi le braccia a lavorare la terra, studiano e si laureano e si credono UMANI.

    Meglio un nero che un terrone fuori dall'uscio ( Bossi impara!)

    Inviato da TheResearcher80 il 19 aprile 2012 - 10:47


    Il motivo per cui la Legaladrona è arrivata dove è arrivata, lo si legge dalle esternazioni della "sua" gente, rappresentata sì da grandi lavoratori, ma soprattutto da persone con quoziente intellettivo vistosamente inferiore alla norma. Ciò che bisogna capire bene è se si tratti di una questione di ignoranza (tale da rasentare l'analfabetismo e l'isolamento dal mondo) oppure se è veramente una questione genetica. Se poi parliamo delle stesse persone cadute in disgrazia per aver creduto ai "sali magici" di Vanna Marchi, allora la risposta è ancora più chiara. Tuttavia, qualora il motivo fosse realmente di natura genetica, mi associerei anch'io a dividere l'Italia, ma da questa "gente": dopo essermi spaccato il deretano a studiare, mi sento leggermente offeso nel vedere che le sole parole che protrudono dalla "bocca" di questi "homo sapiens" rimbalzani sugli organi di informazione

    Leggi il resto: Nelle valli della Lega: «A rovinare Bossi sono stati i terroni» | Linkiesta.it
    Ultima modifica di verdi; 19-04-12 alle 19:57

  7. #7
    tra Baltico e Adige
    Data Registrazione
    05 Apr 2009
    Località
    terra dei cachi
    Messaggi
    9,567
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: «A rovinare Bossi sono stati i terroni»

    Citazione Originariamente Scritto da verdi Visualizza Messaggio
    mostra quanto questi manutengoli invece di spaccarsi le braccia a lavorare la terra, studiano e si laureano e si credono UMANI.
    Meriti una reputazione, ne ho le palle piene di feccia che non serve a niente e dopo che essersi comprata una laurea si mette in testa di dover esportare cultura a noi...... come se la volessimo la loro cultura.



  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    20 Nov 2011
    Messaggi
    1,037
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: «A rovinare Bossi sono stati i terroni»

    Citazione Originariamente Scritto da verdi Visualizza Messaggio
    Lettura squallida di un articolo intriso di luoghi comuni alla stregua di quanto scrive un altro Padano rinnegato Gian Antonio Stella.
    Elencate tutte le stupidate fatte - da Patelli alla coppola di Renzo- contrapposte allo sdegno dei vecchi e saggi del posto che.....gia' sapevano.

    Un fatto e' comunque certo: Bossi se l'e' cercata.
    uno che iniziando voleva l'indipendenza della Padania (forse) come fa a sposare una terrona? E un ritardato morto di figa?

  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    20 Nov 2011
    Messaggi
    1,037
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: «A rovinare Bossi sono stati i terroni»

    Citazione Originariamente Scritto da Quayag Visualizza Messaggio
    Meriti una reputazione, ne ho le palle piene di feccia che non serve a niente e dopo che essersi comprata una laurea si mette in testa di dover esportare cultura a noi...... come se la volessimo la loro cultura.
    in ogni caso, le univeristà sono dei laurefici (un azienda che vende carta), con un livello di istruzione pessimo, dova è pieno di bimbi gasati, quando dovrebbe essere un organismo elitario per pochi veri gegni

  10. #10
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,333
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: «A rovinare Bossi sono stati i terroni»

    Citazione Originariamente Scritto da Quayag Visualizza Messaggio
    Meriti una reputazione, ne ho le palle piene di feccia che non serve a niente e dopo che essersi comprata una laurea si mette in testa di dover esportare cultura a noi...... come se la volessimo la loro cultura.


    LORO I TERRRONI (FIGLI DEL SOLE) SI SONO AUTOELETTI COME SUPREMATISTI RISPETTO AI PADANI E NEL MONDO, tutti devono capire con chi hanno a che fare e la loro potenza. Anche se non lo dicono apertamente, nell'istinto inconscio questo atteggiamento lo hanno. Un po' come gli eletti da sempre perseguitati che per alcune cose sono simili ai primi. I secondi fanno riferimento nel vecchio testamento, almeno così lo hanno interpretato, i primi fanno riferimento nella magna grecia e nell'itaglianità che sostengono con fermezza e vigore, perché identificano in realtà il loro retaggio.
    Eridano likes this.

 

 
Pagina 1 di 8 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. i terroni sono in fermento!!!
    Di BlackSheep nel forum Padania!
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17-11-12, 10:47
  2. Risposte: 70
    Ultimo Messaggio: 30-10-12, 12:07
  3. «Umberto Bossi è un filo-terroni»
    Di Furlan nel forum Padania!
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 13-10-10, 13:15
  4. Sandro Fontana( UDC):L'alleanza Bossi-terroni è l'unica novità
    Di padus996 (POL) nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-03-06, 21:50
  5. Non ci sono più i terroni di una volta...
    Di asburgico nel forum Padania!
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 28-11-04, 11:15

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226