User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
Like Tree5Likes

Discussione: San Giorgio, patrono padano

  1. #1
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,549
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito San Giorgio, patrono padano

    VIVA SAN GIORGIO! VIVA SAN MARCO! UCCIDIAMO IL DRAGO

    di GILBERTO ONETO

    Il 23 aprile è San Giorgio, il 24 era il tradizionale San Giorgino, il 25 aprile è San Marco. In questi tre giorni si concentra il patrimonio simbolico, sacrale e affettivo della Padania e si sviluppa ritualmente il rapporto con le principali figure religiose e mitologiche della sua storia e della sua stessa esistenza. Un tempo la nostra gente celebrava questi giorni con le Rogazioni, processioni rituali che servivano a riaffermare il rapporto della gente con il territorio, una sorta di riaffermazione del patto fondante delle comunità. Era, a tutti gli effetti, la festa della Primavera e della Rinascita del mondo: Giorgio è il vincitore del male e degli inferi; la sua copia, “Giorgino il verde”, l’uomo albero, rappresenta il legame con la Terra e la vittoria sull’inverno; Marco, uomo di cultura e di pensiero, è il legame con il Cielo.
    Sono tre giorni di festa della liberazione della Padania, una liberazione che non va confusa con le rappresentazioni di partito, con i riti stanchi, faziosi e triculoruti che l’Italia ufficiale celebra nelle stesse date: è solo una imbarazzante coincidenza dovuta alla limitatezza numerica del calendario.
    Non c’è niente di liberatorio in questa Italia, che non ha rapporti sacrali con nulla, che vede nella Terra solo un cespite catastale da rapinare e nel Cielo un vuoto per scie chimiche e voli di Stato.
    Mai come quest’anno i tre giorni di Primavera portano ai padani una speranza di libertà dai finti autonomisti e dallo Stato oppressore e ladro.
    In questi giorni si consuma la tragedia-farsa del tramonto di una combriccola di apprendisti stregoni che hanno evocato le forze della Primavera di libertà senza conoscerne il vero significato, in funzione solo strumentale e senza rispetto. Nelle antiche feste di Rinascita si bruciava l’inverno, si cacciavano gli spettri del buio e del passato per fare posto a un nuovo raccolto, a gemme e fiori di Primavera. Non sappiamo quali prodotti ci darà il risveglio delle libertà autonomistiche, ma siamo certi che i coniugi Ceausescu di Gemonio e la loro corte di prosseneti debba dissolversi con le ultime ombre lunghe della stagione fredda.
    Ripulita da queste scorie, la nostra gente deve affrontare la vera battaglia, quella contro il drago italiano, contro un mostro a tante teste (Monti, Fornero e Riccardi le prime da atterrare) che toglie libertà, ricchezze e dignità alle nostre comunità. Sono le nostre debolezze che fanno la forza dello Stato italiano, sono le nostre divisioni che irrobustiscono Roma: solo la nostra determinazione e l’unione delle nostre energie potrà abbattere il mostro lardoso, rapace e mefitico che ci opprime.
    Monti dice di non avere “una visione padana”: è una realtà piuttosto evidente. L’importante è che ce l’abbiano i padani. Nei tre giorni delle Rogazioni un simulacro del drago veniva gradualmente “depotenziato” fino a fargli abbassare cresta e coda. Iniziamo qui la nostra processione rogazionale verso l’indipendenza delle Patrie e Matrie padane. Nessuno si illuda che possa finire tutto solo con la coda tricolore fra le gambe.
    Viva San Giorgio! Viva San Marco!

    23 Aprile 2012

    VIVA SAN GIORGIO! VIVA SAN MARCO! UCCIDIAMO IL DRAGO | L'Indipendenza
    Juv likes this.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,549
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: San Giorgio, patrono padano

    IL LEGAME DI SAN GIORGIO CO I RITI DI PRIMAVERA

    di GILBERTO ONETO

    «In Europa occidentale il culto primaverile di Giorgio ha trovato espressione in cerimonie che la Chiesa ha fin da subito “istituzionalizzato”, controllandole e facendole rientrare nella più rassicurante normalità rituale cristiana: le Rogazioni. Si tratta di processioni che hanno (o, meglio, avevano) luogo nei giorni compresi fra quelli dedicati sul Calendario ai santi Teodoro (22 aprile), Giorgio (23), “Giorgino” (o “Giorgetto”, 24 aprile, antica datazione lombarda del giorno di Giorgio) e Marco (25 aprile). Esse percorrevano il territorio per benedire i campi con modalità che palesano la loro evidente origine di riti pagani finalizzati a sollecitare il ritorno della primavera. Già Gregorio Magno, nel VI secolo, aveva scritto che si trattava di istituzioni tradizionali, sicuramente già entrate nell’uso corrente il secolo precedente nella diocesi occitana di Vienne. In Anjou statue di San Giorgio venivano portate in processione per assicurare un buon raccolto.
    Sembra avessero preso il nome da una antica festa, i Robigalia, che si tenevano – come ha riferito Plinio il Vecchio – il trentunesimo giorno dopo l’equinozio di primavera, per quattro giorni fino al 28 di aprile.
    Anche in Padania questa consuetudine, ormai praticamente scomparsa, è stata per secoli estremamente diffusa e sentita soprattutto all’interno di una società contadina profondamente legata ai ritmi e ai simboli della terra. Soprattutto in nell’Occitania alpina e in Padania occidentale le processioni rogazionali erano significativamente accompagnate dal simulacro di un drago, che precedeva la croce in segno di sottomissione. In area insubre, l’insegna – detta Üslasc – era di metallo e aveva una precisa funzione simbolica nei tre giorni in cui si sviluppavano le processioni rogazionali: “Il primo giorno se ne andava baldanzoso, a capo della processione, con la coda dritta e la bocca piena di fiori. (..) Il secondo giorno era collocato a metà della processione, ed aveva un aspetto meno fiero procedendo con la coda allineata al corpo adorno di pochi fiori. L’ultimo giorno, quello del trionfo di Cristo sulle forze del male, il drago chiudeva il corteo con la coda a penzoloni, l’aspetto mogio e la bocca aperta priva di fiori”.
    La processione rogazionale si presentava così come una sorta di rivisitazione del combattimento di Giorgio col drago.
    In definitiva, il legame di Giorgio con i riti di primavera scaturisce da una straordinaria serie di coincidenze che vanno dall’omonimia del Santo con una divinità “specializzata” nei paesi slavi, al suo significato in lingua greca, dalla coincidenza delle date delle celebrazioni pre-cristiane fino al fondamentale simbolismo dell’uccisione del drago, inteso come rappresentazione non solo del male, ma anche delle forze ctonie della natura e dell’inverno.
    C’è chi ha addirittura ipotizzato che a un certo punto la Chiesa abbia fatto grande ricorso alla figura di Giorgio e al rituale delle rogazioni, cristianizzandoli, proprio e soprattutto per controllare ed esorcizzare rituali pagani che non riusciva a sopprimere.
    Da tutto quanto finora considerato, risulta infatti del tutto evidente che San Giorgio altro non sia che la trasposizione cristiana di una importante divinità pagana simbolizzante il controllo delle forze della natura, della fertilità, della forza vitalizzante della primavera e della ciclicità dell’eterno scontro con il drago-inverno. Questo potrebbe spiegare l’interesse verso la figura di Giorgio dimostrato – ad esempio – dai Templari, sempre molto attenti al recupero dei simboli più radicati e antichi. E spiega anche il feroce astio sempre dimostrato verso il culto di Giorgio da parte dei protestanti e l’accantonamento che ne ha tentato la Chiesa conciliare».
    PS. Per i significati simbolici e storici delle Rogazioni, si veda: Il Santo uccisor del drago. San Giorgio, patrono della libertà. Rimini: Il Cerchio, 2009, da cui è tratto lo stralcio che segue (pagg. 74 e 75)

    23 Aprile 2012

    IL LEGAME DI SAN GIORGIO CO I RITI DI PRIMAVERA | L'Indipendenza
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  3. #3
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,694
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: San Giorgio, patrono padano

    @ Eridano

    posso dire che in questo post sei un po' in conflitto di interessi ???

    auguri :gluglu: :gluglu: :gluglu:
    Ultima modifica di sciadurel; 23-04-12 alle 09:49
    ventunsettembre likes this.

  4. #4
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,549
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: San Giorgio, patrono padano



    Uploaded with ImageShack.us
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  5. #5
    [email protected]
    Data Registrazione
    23 Dec 2011
    Messaggi
    9,127
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: San Giorgio, patrono padano

    povera bestiola !

  6. #6
    parzialmente stremato
    Data Registrazione
    02 Oct 2011
    Località
    R'lyeh
    Messaggi
    38,307
    Mentioned
    879 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    52

    Predefinito Re: San Giorgio, patrono padano

    E mitridate no?
    {;,;}

    SE HAI BISOGNO DELL'INTERVENTO DI ಠ_ಠ MANDA UN PVT cliccando qui ------>

  7. #7
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,769
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: San Giorgio, patrono padano

    Eccone un altro.
    Arrivano come le zanzare la sera.

    GRAZIE PER IL TUO INTERVENTO CHE, CON QUESTO MIO, CI FASALIRE PER LA SCALATA ALLA CLASSIFICA DEI FORUM.
    CONTINUA, CI SERVI!
    GRAZIE.

    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  8. #8
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    49,549
    Mentioned
    39 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: San Giorgio, patrono padano

    Felice San Giorgio 2016 a tutta la Comunità Padanista.
    Freezer likes this.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  9. #9
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    34,769
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: San Giorgio, patrono padano

    Purtroppo è anche il nome di papa Lucifero.
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    21,960
    Mentioned
    51 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: San Giorgio, patrono padano

    Abbiamo un servitore del drago sul soglio di Pietro , il popolo cattocomunista gioisce , mi ostino a frequentare la chiesa solo per ragioni soprannaturali , ma fosse per la gente anche no . E più passa il tempo l'atmosfera di sacro sta svanendo .
    Il Silenzio per sua natura è perfetto , ogni discorso, per sua natura , è perfettibile .

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 07-02-14, 14:28
  2. San Giorgio, patrono della Padania
    Di Eridano nel forum Padania!
    Risposte: 27
    Ultimo Messaggio: 26-04-10, 20:00
  3. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 28-12-09, 19:16
  4. Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 11-07-09, 10:05
  5. San Giorgio, Patrono della Padania
    Di Eridano nel forum Padania!
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 24-04-09, 09:12

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226