User Tag List

Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 34
Risultati da 31 a 40 di 40
Like Tree16Likes

Discussione: Il passo indietro: l'Olanda ci ripensa sulla legalizzazione della droga

  1. #31
    Zed
    Zed è offline
    Figlio di Kālī
    Data Registrazione
    12 Oct 2009
    Località
    जय श्री मां महा कì
    Messaggi
    1,194
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il passo indietro: l'Olanda ci ripensa sulla legalizzazione della droga

    Comunque posso capire quegli olandesi che si sono rotti le palle di certi turisti. Quando sono stato ad Amsterdam la maggior parte dei vacanzieri pischelli da coffee-shop (specialmente gli italiani) che vedevo in giro li ho sempre trovati insopportabili, quasi quanto i negri che mi seguivano ovunque ripetendo "ecstasy? coca? speed? ecstasy? coca? speed?". Amsterdam è una bellissima città ma in certi periodi dell'anno non ci si può proprio stare.
    ...

    Chi coltiva un pensiero raccoglie un'azione, chi coltiva un'azione raccoglie un'abitudine, chi coltiva un'abitudine raccoglie un carattere, chi coltiva un carattere raccoglie un destino.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #32
    Bevar Christiania
    Data Registrazione
    08 Apr 2009
    Località
    Ελευσίνα
    Messaggi
    17,703
    Mentioned
    29 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il passo indietro: l'Olanda ci ripensa sulla legalizzazione della droga

    Citazione Originariamente Scritto da Zed Visualizza Messaggio
    Comunque posso capire quegli olandesi che si sono rotti le palle di certi turisti. Quando sono stato ad Amsterdam la maggior parte dei vacanzieri pischelli da coffee-shop (specialmente gli italiani) che vedevo in giro li ho sempre trovati insopportabili, quasi quanto i negri che mi seguivano ovunque ripetendo "ecstasy? coca? speed? ecstasy? coca? speed?". Amsterdam è una bellissima città ma in certi periodi dell'anno non ci si può proprio stare.
    ti dirò, secondo me i più fastidiosi sono i turisti inglesi che non perdono occasione di ubriacarsi persino ad amsterdam

  3. #33
    Zed
    Zed è offline
    Figlio di Kālī
    Data Registrazione
    12 Oct 2009
    Località
    जय श्री मां महा कì
    Messaggi
    1,194
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il passo indietro: l'Olanda ci ripensa sulla legalizzazione della droga

    Citazione Originariamente Scritto da dedelind Visualizza Messaggio
    ti dirò, secondo me i più fastidiosi sono i turisti inglesi che non perdono occasione di ubriacarsi persino ad amsterdam
    anche
    ...

    Chi coltiva un pensiero raccoglie un'azione, chi coltiva un'azione raccoglie un'abitudine, chi coltiva un'abitudine raccoglie un carattere, chi coltiva un carattere raccoglie un destino.

  4. #34
    Forumista
    Data Registrazione
    05 May 2012
    Località
    Shqipëria Etnike
    Messaggi
    263
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il passo indietro: l'Olanda ci ripensa sulla legalizzazione della droga

    Citazione Originariamente Scritto da dedelind Visualizza Messaggio
    il governo neo-fascista/democristiano in carica (ancora per poco tempo per fortuna) nei paesi bassi è riuscito a imporre una normativa tale che dal primo maggio 2012 per accedere ai coffeeshops di Zelanda, Brabante Settentrionale e Limburgo occorrerà una tessera identificativa, che non sarà rilascita ai cittadini stranieri, ma solo agli olandesi (anche se in molti paesi di confine la tessera sarà rilascita anche a tedeschi e belgi)...nel resto del paese tutto come prima: erba, hashish, tartufi, cactus mescalinici, salvia divinorum, kratom ecc. in vendita libera nei coffeeshops e negli smart shops, uso personale tollerato per tutte le altre droghe e centri di pill testing gratis...fra 100 anni forse anche l'italia si adeguerà alla civiltà nord europea
    Spero di no, se questa è la civiltà nordeuropea mi tengo ben stretta quella europeo-mediterranea.
    E poi, che barbari questi "fascisti" che vietano le droghe...
    C@scista likes this.

  5. #35
    Bevar Christiania
    Data Registrazione
    08 Apr 2009
    Località
    Ελευσίνα
    Messaggi
    17,703
    Mentioned
    29 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il passo indietro: l'Olanda ci ripensa sulla legalizzazione della droga

    i risultati del proibizionismo: aumento dello spaccio di strada nelle città in cui i coffeeshops sono stati vietati ai turisti, ed aumento del turismo della droga nelle città in cui non ci sono limitazioni per gli stranieri

    OLANDA - Limitazioni coffee-shop. Proteste, confusione, aumento spaccio

    Coffee-shop chiusi in segno di protesta, controlli di polizia irregolari e spaccio in aumento: l'entrata in vigore della "carta cannabis", una settimana fa in Olanda, è caotica. "Ci vuole tempo perché tutto si aggiusti", ammette Charlotte Menten, portavoce del ministero della Giustizia e della Sicurezza olandese, interpellata dall'agenzia France Press (Afp).
    Entrata in vigore il prima maggio nel sud del Paese, la "carta cannabis" permette la vendita di cannabis ai soli cittadini olandesi. Obiettivo: ridurre il traffico, i rumori notturni e la proliferazione di spacciatori provocati dall'afflusso di milioni di stranieri che approdano in Olanda per fumare cannabis nei coffee shop.
    La nuova legge, che interessa in un primo momento circa 80 dei 670 coffee shop olandesi, deve di fatto trasformare questi locali in "club esclusivi" che contano al massimo 2.000 membri residenti nei Paesi Bassi e di più di 18 anni. La legge sarà estesa all'intero Paese nel 2013.
    Dei 14 coffee shop di Maastricht, "bastione" della resistenza contro la "carta cannabis", sono chiusi dal primo maggio in segno di protesta contro questa misura che definiscono "discriminatoria" e fortemente penalizzante per il loro giro d'affari. Sette degli 11 coffee shop di Tilburg, hanno riaperto solo ieri e rispettano ormai la legge. Ma i clienti sono in calo.
    Per quanto riguarda i controlli di polizia, a Breda, Maastricht, Venlo e Tilburg, sono regolari, mentre altrove come a Eindhoven, non sono neanche cominciati.
    A Den Bosch, Oss e Uden, più lontane dalla frontiera belga, "i controlli non sono una priorità" perché le conseguenze legate al turismo della canna sono ridotte.
    La vendita illegale per strada è invece aumentata a Maastricht e Venlo, secondo la polizia.
    La nuova legge non scoraggia tuttavia alcuni turisti che vanno più a nord dove la "carta cannabis" non è ancora in vigore come a Nimègue.
    "Da alcuni giorni, circolano macchine con targhe belghe nel centro e guarda caso, prima non se ne vedevano mai", ha commentato una portavoce della polizia locale.

    ADUC - Droghe - Notizia - OLANDA - Limitazioni coffee-shop. Proteste, confusione, aumento spaccio

  6. #36
    Bevar Christiania
    Data Registrazione
    08 Apr 2009
    Località
    Ελευσίνα
    Messaggi
    17,703
    Mentioned
    29 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il passo indietro: l'Olanda ci ripensa sulla legalizzazione della droga

    Il wietpas? “Un dono del cielo”

    A parlare è uno spacciatore tornato a fare buoni affari dopo l'introduzione del wietpas nelle regioni meridionali dell'Olanda, mentre si aprono le prime crepe anche nel fronte pro-wietpas Le cronache settimanali dal nuovo fronte occidentale del nostro corrispondente da Amsterdam Massimiliano Sfregola.


    wietpas-cartello.jpg“Tsunami di spacciatori invade le strade di Venlo”, questo il titolo con cui ha esordito nella puntata di ieri sera Eenvandaag, noto programma di approfondimento della tv olandese; ad una settimana dall'entrata in vigore del discusso wietpas – la misura voluta dal governo di destra dimissionario che limita ai soli residenti nei Paesi Bassi l'accesso ai coffeeshop - nelle province di frontiera del paese è il caos: da Venlo, cittadina sul confine sud-orientale con la Germania fino a Tillbuerg, sul versante occidentale, la stampa ha documentato per l'intera settimana il dilagare a macchia d'olio dello spaccio in strada. “Un dono del cielo” è arrivato a definire il pass, ai microfoni di una tv locale, uno dei tanti spacciatori che a piedi ed in auto si aggirano giorno e notte alla ricerca di clienti.

    Scene inedite in Olanda, che stanno alimentando lo scontro politico, assicurando al futuro dei coffeeshop un posto di rilievo nell'agenda della prossima campagna elettorale. Tra i sostenitori del giro di vite, resta convinto ed inamovibile il ministro della giustizia dimissionario Ivo Opstelten mentre il sindaco di Maastricht continua a difendere a spada tratta la misura, sostentendo che il boom di dealer è solo un temporaneo effetto collaterale. Di diverso avviso i partiti di sinistra: a Venlo, il partito laburista, contrarissimo al pass, ha lanciato un numero verde per raccogliere le denunce dei cittadini allarmati dallo spaccio in strada, mentre il partito socialista, secondo del paese nei sondaggi, ha annunciato che se entrasse a far parte della prossima compagine governativa farà abrogare la misura. Ma da destra è arrivato un inaspettato supporto al fronte “anti-wietpas”: l'organizzazione giovanile del partito liberale del ministro Opstelten, ha avviato una campagna per chiedere il ritiro immediato del provvedimento, dichiarandosi a favore della legalizzazione della cannabis.

    Il wietpas?

  7. #37
    Bevar Christiania
    Data Registrazione
    08 Apr 2009
    Località
    Ελευσίνα
    Messaggi
    17,703
    Mentioned
    29 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il passo indietro: l'Olanda ci ripensa sulla legalizzazione della droga

    Wietpas: il 70% degli olandesi è contrario

    Mentre il governo autorizza i comuni a esentare i richiedenti il wietpas dall’obbligo di presentare l’estratto del certificato di residenza, a Maastricht arrestati 54 spacciatori in tre settimane. A settembre si vota, è già campagna elettorale ed impazzano i sondaggi. Massimiliano Sfregola per le nostre cronache dal nuovo fronte occidentale.

    Arresti, perquisizioni, blocchi di polizia alla frontiera: entriamo nella quarta settimana di applicazione di Wietpas e queste notizie sono ormai cronaca quotidiana dalle province meridionali dei Paesi Bassi. Il governo, in campagna elettorale nonostante la grana dell’approvazione del pacchetto d’austerità sia tutt’altro che risolta, ha “concesso” ai comuni di esentare i richiedenti il wietpas dall’obbligo di presentare l’estratto del certificato di residenza per iscriversi presso un “cannabis club”. “Di solito si chiede il certificato di residenza per l’iscrizione in palestra?” hanno ironizzato i sindaci anti-wietpas che avevano chiesto la deroga.

    Immune alla discussione, il sindaco di Maastricht che intanto, si gode il periodo di popolarità mediatica, promuovendo entusiasta gli eccellenti risultati della tolleranza zero: “i bambini sono tornati a giocare nei parchi, gli anziani ora escono senza timori, il disturbo del turismo della droga è finalmente solo un ricordo”. E l’arresto di 54 spacciatori in appena tre settimane? “Quelli, probabilmente, c’erano anche prima. Ora grazie al pass abbiamo gli strumenti per intervenire”. Ma se l’attivismo del sindaco può aver fatto presa nel catttolicissimo Limburgo, sembra che su larga scala gli elettori olandesi preferiscano un ritorno al tradizionale pragmatismo: secondo uno studio del mago olandese dei sondaggi, Maurice De Hond, pubblicato la scorsa settimana, il 70% degli intervistati si augura un ritiro immediato del pass. Persino tra gli elettori del partito cristiano, il CDA, principale sostenitore della guerra alla cannabis, la maggioranza considera la misura inutile e tra di loro, oltre il 40% ritiene che la legalizzazione sia la strada da seguire.

    “Il pragmatismo da queste parti è una filosofia di vita: gli olandesi, anche se in gran parte non consumano cannabis, sanno che non creiamo disturbo all’ordine pubblico e contribuiamo in maniera determinante all’economia del paese” dice Franco, italiano, manager della società che produce semi per la catena Greenhouse. Eppure se la misura non venisse ritirata, a gennaio toccherà anche ad Amsterdam, nonostante i coffeeshop sembrino tutt’altro che preoccupati: “non siamo preoccupati perchè è un’opzione talmente folle da non meritare di essere considerata; siamo convinti che non verrà implementata ad Amsterdam perchè getterebbe la città nel caos. Il comune è contrario, la gente è contraria. A settembre si vota e se le cose non dovessero andare come sembra andranno [il Partito Socialista, la sinistra radicale olandese, grande sostenitore della legalizzazione della cannabis, è in testa ai sondaggi] il pass dovrà riguardare non più solo i 10 coffeeshop di Maastricht ma gli oltre 200 della capitale.”

    Wietpas: il 70% degli olandesi è contrario | il Blog di Fuoriluogo.it

  8. #38
    Forumista
    Data Registrazione
    01 Mar 2010
    Località
    Undercity
    Messaggi
    419
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il passo indietro: l'Olanda ci ripensa sulla legalizzazione della droga

    Per capire il grado d'intelletto dell'Italia basta pensare che per molti italiani permettere di fumare canne vuol dire essere un paese civilizzato! bah
    C@scista likes this.

  9. #39
    Bevar Christiania
    Data Registrazione
    08 Apr 2009
    Località
    Ελευσίνα
    Messaggi
    17,703
    Mentioned
    29 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito Re: Il passo indietro: l'Olanda ci ripensa sulla legalizzazione della droga

    Citazione Originariamente Scritto da Matthiew Visualizza Messaggio
    Per capire il grado d'intelletto dell'Italia basta pensare che per molti italiani permettere di fumare canne vuol dire essere un paese civilizzato! bah
    hai ragione, meglio punire i comportamenti individuali che non arrecano danno a nessuno...io ripristinerei anche il reato di omosessualità :testone:
    Ultima modifica di dedelind; 25-05-12 alle 11:38

  10. #40
    Super Troll
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,135
    Mentioned
    923 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: Il passo indietro: l'Olanda ci ripensa sulla legalizzazione della droga

    Citazione Originariamente Scritto da Matthiew Visualizza Messaggio
    Per capire il grado d'intelletto dell'Italia basta pensare che per molti italiani permettere di fumare canne vuol dire essere un paese civilizzato! bah
    Desolantamente vero

 

 
Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 34

Discussioni Simili

  1. Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 21-08-13, 22:55
  2. Web: un passo avanti o un passo indietro?
    Di Danny nel forum Fondoscala
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 21-01-08, 17:42
  3. Passo indietro della Fiamma Tricolore!
    Di lupo1982 nel forum Destra Radicale
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 03-03-06, 00:47
  4. Nessun passo indietro sulla Legge Elettorale
    Di Malik nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 04-11-05, 22:43
  5. Per la legalizzazione della droga
    Di Mikbologna nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 04-08-05, 18:07

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226