User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    27 Jun 2010
    Messaggi
    1,197
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il marcio ab origine della Lega : un’analisi sorprendente !

    Una chiave di lettura , un “codice” dirompente per razionalizzare il fenomeno Lega (e non solo)

    LEGA COMUNISTA: DOPPIA VERITÀ E IL CAPO HA SEMPRE RAGIONE | L'Indipendenza

    << (..) il partito che ne venne fuori era la perfetta fusione di alcuni degli elementi costitutivi di DC , PSI e PCI.

    In estrema sintesi, dai comunisti Bossi copiò il “centralismo democratico” con tutti i suoi corollari - dai socialisti, tattica e strategia politica - dai democristiani prese la voglia di compromesso e il costante gioco al ribasso, un doroteismo di fondo che accompagnerà la Lega sia nella lotta che nel governo

    Ma dal Partito comunista Bossi prese qualche cosa di ben più importante della regola che “il capo ha sempre ragione” : ossia l’idea dell’esistenza della doppia verità, una fatta per i semplici militanti e l’altra ristretta a una cerchia di accoliti del capo.

    Un aneddoto storico illustrerà meglio il punto. Un partigiano, segretario comunista di una provincia del Nord, si recò negli anni Cinquanta a visitare l’Unione sovietica. Al suo ritorno convocò tutti i militanti locali e disse apertamente che se fosse accaduto qualcosa del genere da noi avrebbe ripreso il mitra e sarebbe tornato in montagna. La cosa giunse all’orecchio di Togliatti, il quale lo convocò a Roma e gli parlò con grande franchezza. “Vuoi che non sappia cos’è l’URSS? Ma a dire certe cose si fa il gioco dell’imperialismo americano e si nuoce agli interessi del proletariato”. Da quando fu reso edotto della principale doppia verità sulla quale si fondava il partito, l’ex partigiano diventò il migliore e il più fedele fra i dirigenti comunisti, perché faceva parte della cerchia degli affiliati di primissimo grado.

    Alcuni sostengono, ma lo aggiungo solo per dovere di cronaca, che i comunisti avessero mutuato l’idea di una verità adatta alle masse e di una che si attaglia ai chierici, da un’importante e plurimillenaria istituzione non irrilevante nelle aree italiche

    La serie delle doppie verità leghiste iniziava con l’End-Ziel, lo scopo finale, per poi ripercuotersi su tutta la linea.

    Il federalismo era sì il sogno dei militanti, l’auspicio degli elettori, e forse era anche guardato con simpatia dai parlamentari - ma si tramutava in oggetto di privata ironia da parte della piccolissima cerchia dei dirigenti che contano (un po’ come l’ideale della società senza classi fra i comunisti).

    Se così con fosse stato, sarebbe risultata impossibile l’indicizzazione sgangherata dell’End-Ziel negli ultimi 20 anni : macroregioni, indipendenza , devolution , federalismo comunale etc.

    Bossi agiva sulla base di un motto del marxista revisionista Bernstein (1899): “Il movimento è tutto, il fine è nulla”

    Su di una cosa il capo si discostò, invece, dall’esempio del Partito comunista. Quest’ultimo, infatti, da Gramsci in poi, aveva sviluppato un’autentica venerazione per gli intellettuali, nella convinzione che alla fine le masse pensano esattamente come le élite. Se conquistare i centri nevralgici dell’industria culturale era stato l’imperativo categorico del “comunismo occidentale”, Bossi si dimostrò in questo campo allievo di un comunista asiatico: Pol Pot

    Per qualche anno fu tollerata nella Lega la presenza di una delle più lucide menti della cultura di lingua italiana, Gianfranco Miglio, ma il sospetto nei confronti di coloro che apparivano alfabetizzati non abbandonò mai il movimento bossiano

    E, infatti, incapace prima di elaborare l’eredità di Miglio e in anni più recenti di leggere e semplicemente recitare, un “manifesto politico” regalato da Ricolfi quale “Il sacco del Nord” - la Lega si è trasformata dal “peggior strumento per la migliore battaglia” ad una macchina di potere al servizio del nulla (o di “the family”).

    Anzi , la Lega ha rappresentato la garanzia che il “sacco del Nord” sarebbe proseguito senza troppe chiassate >>

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    27 Jun 2010
    Messaggi
    1,197
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il marcio ab origine della Lega : un’analisi sorprendente !

    qui il tradimento al Veneto

    venetiatv - YouTube > Traditori del Veneto

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    27 Jun 2010
    Messaggi
    1,197
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il marcio ab origine della Lega : un’analisi sorprendente !

    ancora il Veneto tradito dalla Lega

    No al Veneto autonomo, e' lite nel Polo

    [..] negato alla Regione [Veneto] uno statuto speciale simile a quello siciliano

    No al Veneto autonomo, e' lite nel Polo Sull'intesa Forza Italia - Lega contrasto Berlusconi – Fini : "I numeri servono". "No, ci sono anche i valori"

    ROMA - Forza Italia (quasi al completo), Lega (con POCHISSIMI RAPPRESENTANTI PRESENTI) e An (spaccata a meta') non ce l'hanno fatta a far passare alla Camera quella che poteva essere una mezza rivoluzione : la concessione al Veneto dello status di Regione a statuto speciale.

    E' stata infatti bocciata la proposta (in due emendamenti alla Bicamerale, uno di Forza Italia e uno del PPI Bressa) [Partito Popolare Italiano – ora confluito nel PD] di dare al Veneto (e anche alla Lombardia) uno statuto simile a quello, super - autonomista, della Sicilia

    [..]

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    369
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il marcio ab origine della Lega : un’analisi sorprendente !

    l'argomento è stato anticipato da anni da parte di jotsecondo e ventunsettembre oltrechè dal sottoscritto.....come a dire che la parte piemontese (cioè noi) dei movimenti autonomisitci originarii (es.MARP) si erano accorti di tutto ciò fin dal 1992...
    ma nessuno ebbe interesse ad ascoltarli
    ciao
    vb

  5. #5
    [email protected]
    Data Registrazione
    23 Dec 2011
    Messaggi
    9,150
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Il marcio ab origine della Lega : un’analisi sorprendente !

    lo so bene. già Comino aveva provato a sfiduciare abbozzi. era un atto prematuro, quindi politicamente sprovveduto. a me chi ha aperto gli occhi è stato Giabardo.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 02-01-13, 20:15
  2. Il marcio ab origine della Lega : un’analisi sorprendente !
    Di cantone_nordovest nel forum MoVimento 5 Stelle
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-05-12, 12:50
  3. Il marcio ab origine della Lega : un’analisi sorprendente !
    Di cantone_nordovest nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 01-05-12, 12:44
  4. Il marcio ab origine della Lega : un’analisi sorprendente !
    Di cantone_nordovest nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 30-04-12, 22:43
  5. Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 28-04-06, 17:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226