Dopo la conferma della coalizione di centrodestra guidata da Sali Berisha in Albania, e la trionfale vittoria del partito conservatore in Bulgaria, tocca a Germania ed Inghilterra: il voto europeo ha certificato la buona salute di Angela Merkel e David Cameron, pronti alle sfide elettorali che si terranno entro il 2010.

La Merkel punta allo scioglimento dell'ingombrante Grosse Coalition con i Socialisti, e ad un dominio pressocchè assoluto del governo tedesco, per applicare franche politiche moderate e popolari, senza inquinamenti e compromessi con le forze avversarie.

Cameron mira invece al ribaltone e al ritorno dei Tories nel governo di Sua Maestà. Il trionfo dei Conservatori, e quindi la cacciata di Gordon Brown, sono dietro l'angolo, ma mancano ancora parecchi mesi prima dell'appuntamento elettorale.

L'Europa pare sempre più azzurra. Tramontato l'Ulivo Mondiale, passata l'ambigua fase di transizione, è forse iniziata l'epoca dell'orgoglio conservatore. Manca un tassello importantissimo: gli Stati Uniti di Obama. Ma l'onda azzurra potrebbe arrivare anche lì...