User Tag List

Pagina 1 di 13 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 123
Like Tree19Likes

Discussione: Io, un anarchico senza palle

  1. #1
    A raccattà i'cotone
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    2,904
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Io, un anarchico senza palle

    Dopo la rivendicazione da parte della Federazione Anarchica Informale dell’attentato all’Amministratore Delegato di Ansaldo Adinolfi, il clima nel paese si fa sempre più pesante, quasi di piombo. Certo, il terreno appare meno fertile rispetto a quello che coltivarono Franceschini, Curcio, la Cagol e Moretti , perché una Piazza Fontana fortunatamente non c’è, e perché la generazione cresciuta fra Reagan e i paninari – tanto bistrattata per il suo disimpegno – è probabilmente più refrattaria a certe istanze di quanto non lo fosse quella che, più o meno esplicitamente complice, precipitò l’Italia in un bagno di sangue. Dinanzi però al proliferare di atti più o meno violenti (è di stamani l’ennesimo assalto ad una sede di Equitalia, con una molotov scagliata contro la sede di Livorno), è comunque necessario chiarire in modo netto la propria posizione. E’ forse operazione eccessivamente semplicistica collegare fra loro episodi così diversi, ma certo il considerarli tutti assieme aiuta a rendersi meglio conto delle dimensioni del problema: ed è in un clima simile che si moltiplicano gli occhiolini di compiacimento che certi libertarians rivolgono a simili iniziative, fra un riferimento alla resistenza lockianamente intesa ed una battuta da forum. Trattasi di ambiguità potenzialmente molto pericolose, un po’ le stesse che facilitarono l’escalation delle BR nei primi anni ’70: quelli erano compagni che sbagliavano, questi sono poveri cittadini vessati da una politica scellerata, che fra nucleare ed IMU sta mettendo in ginocchio le famiglie italiane. Resistere ad un potere illegittimo che viola i diritti naturali alla vita, alla libertà e alla proprietà è sacrosanto, per un libertario. Per mantenere la barra dritta però, è necessario ricordare sempre il principio di proporzionalità della punizione, che per essere equa dovrà colpire i diritti dell'aggressore (e di lui soltanto) in modo appunto proporzionale alla perdita di diritti patita dalla vittima. Ma c’è proporzionalità negli atti cui stiamo assistendo in questi giorni? Lasciando per un attimo da parte la FAI - che con la sua avversione al capitalismo ha davvero poco a che spartire con i libertarians, se non il medesimo odio nei confronti dello Stato - qui si entra in un campo delicato, dove spesso le distinzioni fra un gesto e l'altro si fanno sottili: evadere il fisco ad esempio appare una risposta legittima a quel furto su scala gigantesca ed incontrollata chiamato tassazione, mentre aggredire fisicamente la signora Rossi, “colpevole” di lavorare allo sportello di Equitalia per dare da mangiare al figlio e al marito appare sproporzionato, per quanto la signora Rossi svolga un lavoro certo non edificante e contribuisca nel suo piccolo ad alimentare la bestia. La difesa inoltre dovrebbe essere diretta verso i veri responsabili dell’aggressione: lo Stato come entità a sé stante non esiste, ed i responsabili di una imposizione fiscale tanto opprimente hanno nome e cognome, con la signora Rossi che rappresenta soltanto l'ultima ruota del carro; colpendo lei si rischia peraltro di colpire anche il signor Bianchi, che sta facendo tranquillamente la coda allo sportello per pagare la sua cartella esattoriale, ed in quel caso appare evidente chi sia il vero criminale fra le parti in gioco. Le responsabilità sono sempre individuali, mai da riferire ad entità collettive ed astratte, ed è necessario quindi prestare la massima attenzione nel legittimare, anche solo indirettamente ed incidentalmente, simili gesti. Il volantino di rivendicazione della FAI invita gli anarchici ad uscire dai loro salotti, sempre impegnati come sono a scrivere e a ricercare consenso, per passare finalmente all’azione vincendo la paura. L’anarchismo delle chiacchiere contro l’anarchismo “con le palle”, insomma. La speranza è che i libertarians, che della galassia anarchica fanno a loro modo parte, mostrino in questa fase tutto il loro volto umano: facciamocela sotto dalla paura, perché gli anarchici senza bombe non diventino troppo simili agli anarchici delinquenti. Rivoluzione sì, ma culturale.

    LibertariOnLine: Io, un anarchico senza palle
    Mitchell likes this.
    Credere che la prima cellula si sia formata per caso è come credere che un tornado, infuriando su un deposito di sfasciacarrozze, abbia messo insieme un boeing.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    24 Apr 2012
    Messaggi
    1,002
    Mentioned
    27 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Io, un anarchico senza palle

    L'invito ad abbandonare i "salotti" rivolto agli anarchici è, a mio avviso, condivisibile, seppure in una forma diversa rispetto a quella auspicata dalla F.A.Informale (specifico sempre, giacché l'acronimo F.A.I. è anche utilizzato da alcuni innocui sessantenni malatestiani, presenti da anni sul territorio nazionale). Non condanno i gesti violenti in maniera "aprioristica" o dogmatica, anzi, in taluni casi sono l'unica risorsa di cui si possa disporre contro un'esistenza opprimente e liberticida, ma -come peraltro ho già avuto modo di scrivere su questo forum- il modus operandi di questa cellula genovese è intollerabile: sono nel contempo giudici, sicari, apologeti e folla plaudente del loro stesso gesto, incarnano, insomma, tutti gli archetipi dell'autorità politica (di ogni epoca, forma e colore) e ne ripropongono la mesta ritualità. Pertanto può essere accolto l'invito, ma non le forme con cui esso viene proposto.
    Diversi, a mio avviso, i recenti fatti legati a Equitalia, anche se la questione dell'incolumità dei "passanti", da te sollevata, è fondamentale e non andrebbe mai persa di vista.
    Ultima modifica di Egomet; 12-05-12 alle 17:50
    Supermario and Tommaso like this.
    "Una salus victis, nullam sperare salutem"

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    24 Apr 2012
    Messaggi
    1,002
    Mentioned
    27 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Io, un anarchico senza palle

    Per concludere direi che tra i due atteggiamenti-la dissociazione totale e la conseguente condanna di ogni gesto violento o l'apologia cieca- si debba optare per un'analisi del singolo evento o della singola realtà.
    Nello specifico, cioè nel caso Ansaldo e in altri che dovessero presentare strategie e metodi analoghi, non vi sarà mai neanche una briciola del mio sostegno.
    Ultima modifica di Egomet; 12-05-12 alle 17:46
    "Una salus victis, nullam sperare salutem"

  4. #4
    Giusnaturalista
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    Giudicato di Cagliari
    Messaggi
    15,648
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Io, un anarchico senza palle

    Citazione Originariamente Scritto da Egomet Visualizza Messaggio
    Per concludere direi che tra i due atteggiamenti-la dissociazione totale e la conseguente condanna di ogni gesto violento o l'apologia cieca- si debba optare per un'analisi del singolo evento o della singola realtà.
    Nello specifico, cioè nel caso Ansaldo e in altri che dovessero presentare strategie e metodi analoghi, non vi sarà mai neanche una briciola del mio sostegno.
    Sono d'accordo. Da borghese di destra, occidentale cattolico, liberale conservatore, non posso che quotare: ogni atto va considerato nel suo singolo evento. Per cui, mi dissocio certamente dal vile, brigatista, leninista attentato all'Adinolfi. Mi dissocio anche dagli attentati violenti contro equitalia. Di sicuro, comunque, Adinolfi e i dipendenti di Equitalia, un minimo di responsabilità in questi eventi, l'hanno anche loro: collaborazionismo (che dir si voglia si chiama così) nei confronti di questa dittatura socialdemocratica del 51 per cento dei votanti, non di quelli aventi diritto. Siamo al 12 per cento della popolazione. Schiavi del 12 per cento della popolazione. La dittatura del 12 per cento statalista, omosessuale e cocainomane.
    Ultima modifica di John Orr; 18-05-12 alle 10:04
    Tu ne cede malis, sed contra audentior ito, quam tua te Fortuna sinet.


  5. #5
    Vivo all'estro
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    14,318
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    11

    Predefinito Re: Io, un anarchico senza palle

    La violenza e' spesso folle ed ingiustificabile,ma non sempre.
    John Orr likes this.
    "Tanti amici tanto amore!"

  6. #6
    Moderatore
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    15,774
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Re: Io, un anarchico senza palle

    La rivoluzione violenta oggi è impensabile, perchè sparare ad un politico o a un poliziotto ormai è una cafonata in quanto anche loro padri di famiglia, ma la rivoluzione culturale è una cazzata peggiore.

    Riguardo all'attentato di Adinolfi e ai vari volantini, dubito che siano compiuti da veri anarchici, secondo me rientrano benissimo in una nuova strategia della tensione per rafforzare le difese dello stato (basti pensare che hanno già aumentato le scorte a diversi politici e manager) in previsione di situazioni analoghe a quelle greche.
    John Orr likes this.
    Io non mi sento italiano,
    ma per fortuna o purtroppo lo sono.

  7. #7
    Giusnaturalista
    Data Registrazione
    04 Apr 2009
    Località
    Giudicato di Cagliari
    Messaggi
    15,648
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Re: Io, un anarchico senza palle

    Citazione Originariamente Scritto da Venom Visualizza Messaggio
    La rivoluzione violenta oggi è impensabile, perchè sparare ad un politico o a un poliziotto ormai è una cafonata in quanto anche loro padri di famiglia, ma la rivoluzione culturale è una cazzata peggiore.

    Riguardo all'attentato di Adinolfi e ai vari volantini, dubito che siano compiuti da veri anarchici, secondo me rientrano benissimo in una nuova strategia della tensione per rafforzare le difese dello stato (basti pensare che hanno già aumentato le scorte a diversi politici e manager) in previsione di situazioni analoghe a quelle greche.
    Sono d'accordo, i politici stanno organizzando tutto per proteggersi dalle vere violenze prossime venture, quelle dei tribunali popolari e internazionali. La strategia della tensione è un tecnica politica ormai consolidata.

    Detto questo, ho capito che i poliziotti e i politici son padri di famiglia. Ma anche chi non sa come pagare l'IMU e rischia di farsi portare via la casa da Equitalia, sapendo che poi con i soldi delle tasse verranno costruite case agli zingari e ai negri, è un padre di famiglia. Chi ha iniziato con le violenze son proprio i politici e i poliziotti esecutori. Perciò, chi la fa l'aspetti.

    Non è stato Monti a fare il debito pubblico? Nemmeno io e nemmeno mio figlio.
    Ultima modifica di John Orr; 18-05-12 alle 12:46
    Tu ne cede malis, sed contra audentior ito, quam tua te Fortuna sinet.


  8. #8
    A raccattà i'cotone
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    2,904
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Io, un anarchico senza palle

    Citazione Originariamente Scritto da JohnPollock Visualizza Messaggio
    Sono d'accordo. Da borghese di destra, occidentale cattolico, liberale conservatore, non posso che quotare: ogni atto va considerato nel suo singolo evento. Per cui, mi dissocio certamente dal vile, brigatista, leninista attentato all'Adinolfi. Mi dissocio anche dagli attentati violenti contro equitalia. Di sicuro, comunque, Adinolfi e i dipendenti di Equitalia, un minimo di responsabilità in questi eventi, l'hanno anche loro: collaborazionismo (che dir si voglia si chiama così) nei confronti di questa dittatura socialdemocratica del 51 per cento dei votanti, non di quelli aventi diritto. Siamo al 12 per cento della popolazione. Schiavi del 12 per cento della popolazione. La dittatura del 12 per cento statalista, omosessuale e cocainomane.
    quindi mentre usi le strade pubbliche collabori?
    Credere che la prima cellula si sia formata per caso è come credere che un tornado, infuriando su un deposito di sfasciacarrozze, abbia messo insieme un boeing.

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    24 Apr 2012
    Messaggi
    1,002
    Mentioned
    27 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Io, un anarchico senza palle

    Citazione Originariamente Scritto da JohnPollock Visualizza Messaggio
    Sono d'accordo. Da borghese di destra, occidentale cattolico, liberale conservatore, non posso che quotare: ogni atto va considerato nel suo singolo evento. Per cui, mi dissocio certamente dal vile, brigatista, leninista attentato all'Adinolfi. Mi dissocio anche dagli attentati violenti contro equitalia. Di sicuro, comunque, Adinolfi e i dipendenti di Equitalia, un minimo di responsabilità in questi eventi, l'hanno anche loro: collaborazionismo (che dir si voglia si chiama così) nei confronti di questa dittatura socialdemocratica del 51 per cento dei votanti, non di quelli aventi diritto. Siamo al 12 per cento della popolazione. Schiavi del 12 per cento della popolazione. La dittatura del 12 per cento statalista, omosessuale e cocainomane.
    Vi è una differenza sostanziale tra l'attentato genovese e le rappresaglie contro Equitalia (le quali godono di tutto il mio appoggio).
    La dittatura "omosessuale e cocainomane"? Non direi proprio.
    "Una salus victis, nullam sperare salutem"

  10. #10
    .
    Data Registrazione
    22 Jul 2010
    Messaggi
    55,918
    Mentioned
    618 Post(s)
    Tagged
    7 Thread(s)

    Predefinito Re: Rif: Re: Io, un anarchico senza palle

    Citazione Originariamente Scritto da Venom Visualizza Messaggio
    La rivoluzione violenta oggi è impensabile, perchè sparare ad un politico o a un poliziotto ormai è una cafonata in quanto anche loro padri di famiglia, ma la rivoluzione culturale è una cazzata peggiore.

    Riguardo all'attentato di Adinolfi e ai vari volantini, dubito che siano compiuti da veri anarchici, secondo me rientrano benissimo in una nuova strategia della tensione per rafforzare le difese dello stato (basti pensare che hanno già aumentato le scorte a diversi politici e manager) in previsione di situazioni analoghe a quelle greche.
    In cosa la "rivoluzione culturale" è una cazzata peggiore? Guarda che se non convinci le persone a diventare simili a te il rovesciamento del potere lo si può anche fare, ma per metterci qualche tiranno demagogo o uomo della Provvidenza.
    Ultima modifica di Troll; 18-05-12 alle 23:33
    John Orr likes this.

 

 
Pagina 1 di 13 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Meglio senz'anima o senza palle?
    Di Marximiliano nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 22-10-13, 16:17
  2. Basta con i cristiani senza palle!
    Di ventunsettembre nel forum Padania!
    Risposte: 46
    Ultimo Messaggio: 20-05-13, 21:16
  3. I senza palle
    Di trilex nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 17
    Ultimo Messaggio: 02-11-10, 16:50
  4. segaioli senza palle
    Di Brad Pitt nel forum Fondoscala
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 06-05-07, 23:28
  5. Pontida annullata: coglioni e senza palle [3d uniti]
    Di ilariamaria nel forum Padania!
    Risposte: 245
    Ultimo Messaggio: 29-06-06, 20:02

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225