Come da titolo.
Io penso ancora, nonostante tutto quello che è successo, sta succedendo e forse succederà qualora la situazione in Medio Oriente dovesse precitpitare, ce lui fosse animato da buone intenzioni, non dimentichiamo che la situazione dell'ebraismo in Europa era molto complessa, è vero che i vecchi ghetti non c'erano più e l'emancipazione aveva portato gli ebrei in posizioni importanti, ma c'era stato anche il caso Dreyfus (dove la propaganda colpevolista verteva spesso sul suo essere ebreo) e i pogrom nella Russia zarista, è vero che lui valutò anche altre ipotesi che non la Palestina allora ottomana, e che solo la dichiarazine Balfour aprì le porte verso questa soluzione, ma secondo me avrebbe dovuto cercare di insistere di più con le grandi potenze, e vedere se gli potevano dare qualche territorio periferico e poco abitato, è anche vero che lui pensava secondo il principio "un popoo senza terra per una terra senza popolo" e su questo si sbagliava drammaticamente, coem i fatti hanno scrupolosamente dimostrato.