User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 31
Like Tree5Likes

Discussione: LA FAMIGGHIA BOSSI E IL DENARO

  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    05 Oct 2010
    Messaggi
    2,333
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito LA FAMIGGHIA BOSSI E IL DENARO

    Lega, Bossi indagato con i figli e Stiffoni
    Ai ragazzi paghetta da 5000 euro al mese

    Il Senatur accusato di truffa ai danni dello Stato in concorso con l'ex tesoriere Belsito. Maroni: «Fuori i ladri e i faccendieri




    Lega, Bossi indagato con i figli e Stiffoni Ai ragazzi paghetta da 5000 euro al mese - Il Gazzettino




    MILANO - Umberto Bossi è indagato dalla procura di Milano nell'ambito dell'inchiesta sui fondi della Lega. Nel registro degli indagati sono stati iscritti anche i figli Renzo ("Il Trota"), ex consigliere regionale lombardo, e Riccardo. Indagini anche sul senatore Piergiorgio Stiffoni, accusato di peculato.

    La bufera sulla Lega. La notizia è il colpo di coda dell'inchiesta sulla gestione «opaca» dei rimborsi elettorali della Lega, che ha letteralmente travolto il partito. L'ex tesoriere Francesco Belsito, al centro delle inchieste di tre procure (Milano, Napoli, Reggio Calabria) è stato espulso, così come Rosy Mauro e Piergiorgio Stiffoni. Dimissioni per Renzo Bossi da consigliere regionale lombardo e, soprattutto, per il Senatur stesso, che ha lasciato la segreteria, aprendo la partita per la successione.

    Umberto Bossi è indagato per truffa ai danni dello Stato in concorso con l'ex tesoriere Francesco Belsito. L'informazione di garanzia è firmata dal procuratore aggiunto Alfredo Robledo e dai pm Roberto Pellicano e Paolo Filippini titolari dell'inchiesta. Nei confronti del leader della Lega, in concorso con l'ex tesoriere Francesco Belsito, si contesta il reato di truffa ai danni dello Stato. Agli atti dell'indagine ci sarebbero non solo le dichiarazioni rese dallo stesso Belsito ma anche elementi documentali. Nei confronti del leader del Carroccio, a differenza dei suoi due figli, non c'è alcuna contestazione che riguarda presunte spese personali.

    «Bossi sapeva». Sono 18 i milioni di euro che il partito ha incassato presentando, secondo l'accusa, un rendiconto infedele nell'agosto 2011 per avere i rimborsi elettorali relativi all'anno 2010. Per i pm il leader della Lega Umberto Bossi era «consapevole» delle sottrazioni. «Umberto Bossi firmava i rendiconti del partito»: a confermarlo era stata la responsabile amministrativa di via Bellerio, Nadia Dagrada. Le dichiarazioni della dirigente sarebbero uno degli elementi su cui si fonda l'accusa a carico del Senatur, che ne risponde in quanto legale rappresentante del partito.

    Renzo e Riccardo Bossi, i due figli del Senatur, sono indagati dalla procura di Milano per appropriazione indebita in relazione alle loro spese personali pagate, secondo l'accusa, con i fondi del partito. Spese disposte proprio dall'ex tesoriere Belsito, indagato in concorso anche per questo reato.

    Una "paghetta" mensile di 5000 euro ciascuno a Renzo e Riccardo Bossi, oltre alle spese personali.
    È questa una delle ipotesi su cui stanno facendo accertamenti i magistrati di Milano che indagano sui rimborsi elettorali della Lega. Dagli elementi fino a ora in mano agli inquirenti, risulterebbe che Umberto Bossi sapeva dei soldi dati ai figli. Il periodo in esame va dal 2008 al 2011.

    Indagato anche il senatore Stiffoni, che ha ricevuto un'informazione di garanzia nella quale si contesta il reato di peculato. Il sospetto dei pm è che abbia usato a fini personali i fondi destinati al Senato e sul cui conto corrente aveva la firma. La posizione del senatore sara trasmessa per competenza alla Procura di Roma.

    Paolo Scala. La procura di Milano ha anche riqualificato il reato contestato al consulente Paolo Scala, modificandolo da concorso in appropriazione indebita in riciclaggio, in relazione agli investimenti esteri che sarebbero state effettuate con il denaro del Carroccio. Scala, secondo gli accertamenti dei pm e della Guardia di Finanza, avrebbe messo a disposizione un conto cipriota sul quale sono finiti i soldi per gli investimenti sospetti per un valore di circa 6 milioni di euro.

    La moglie di Bossi e Rosy Mauro. I pm di Milano stanno vagliando anche, da quanto si è saputo, le posizioni della moglie di Umberto Bossi, Manuela Marrone, e della vicepresidente del Senato, Rosi Mauro, che attualmente non sono indagate. Secondo gli inquirenti, infatti, sono necessari ulteriori approfondimenti sui soldi che sarebbero stati destinati alla scuola Bosina fondata dalla moglie del Senatur e sui fondi che sarebbero andati al Sindacato Padano fondato da Mauro.

    Maroni. «Voglio una Lega unita, voglio una Lega forte, voglio una Lega viva. Una Lega che si concentra sulle cose da fare e non sulle menate interne, che progetta e governa, che dà risposte. Largo ai giovani e a chi è capace. Per faccendieri, ladri e ciarlatani non c'è posto nella Lega del futuro», ha scritto 4 ore fa Roberto Maroni su Facebook.

    Salvini. «Chiunque conosca Bossi ne conosce lo stile di vita. Tutto ha fatto fuorchè arricchirsi, chi dice il contrario mente. Anche i sassi hanno capito che contro la Lega è in corso un attacco bestiale. Qualcuno vuole coprire le porcherie del governo Monti attaccando la Lega»: lo ha detto l'europarlamentare Matteo Salvini. «Qualcuno - ha aggiunto - ha sbagliato, figli di Bossi compresi, e si è dimesso. Abbiamo rinunciato ai rimborsi elettorali di luglio. Adesso basta, c'è qualcuno che sta esagerando. Il paese va a fondo e c'è gente che vive con l'incubo della Lega».




    TUTTA LA FAMIGGHIA AL COMPLETO.


    RANTO si sapeva nulla di nuovo. Al tg 5 srasera hanno detto che riccardo è andato in marocco con la sua fidanzata a fare le vacanze con i soldi del partito.

    In marocco sono andati gli identitari.






    Genty senza mezze misure: «Fucilazione
    elettorale alla schiena, è alto tradimento»

    Nessuna pietà nei confronti di chi ha ricevuto l'avviso di garazia
    Lo Sceriffo: «Bossi non venga più né ai congressi né ai comizi»


    Genty senza mezze misure: «Fucilazione elettorale alla schiena, è alto tradimento» - Il Gazzettino


    GENTY ha preso le distanze "dice"- oppure è la solita tattica italiota della dissimulazione.


    LA LEGA E' FINITA - SPERARE E' ASSURDO.



    i FIGGHI DI BOSSI 5000 EURO AL MESE, senza contare quelli che già percepiva il trota. Di padre in figghio la poca onesta si è tramandata di generazone in generazione.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    11,262
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: LA FAMIGGHIA BOSSI E IL DENARO

    Il massacro sulla lega si allarga, adesso sono arrivati in Piemonte.
    Dispiace che toccano anche il senatore Montani, che è quelllo che faceva da autista a Cota e poi è diventato senatore.

    Si augura che non arrivino fino a Cota, anche perché Cota come albanese si è comportato sempre bene.

    LASTAMPA.it: Arresto Giacomini, indagato il senatore della Lega Montani


    Arresto Giacomini, indagato il senatore della Lega Montani

    Blitz dei carabinieri di Arona a Verbania. Perquisizioni anche negli uffici della presidente di Confindustria Piemonte Mariella Enoc
    Clamoroso sviluppo della vicenda Giacomini, che ha visto finire in carcere Corrado ed Elena Giacomini, titolari dell'azienda, e Alessandro Jelmoni, faccendiere già coinvolto nel crac della Parmalat, e arrestato dalla polizia giudiziaria di Milano. I carabinieri hanno oggi perquisito gli uffici di Verbania del senatore della Lega Nord, Enrico Montani, patron del Verbania calcio, che risulta anche iscritto nel registro degli indagati. Dagli uffici di corso Garibaldi a Intra sono state sequestrate alcune carte.

    Perquisizioni oggi anche nell'ufficio di Mariella Enoc, presidente di Confindustria Piemonte, che al momento però non è indagata e smentisce un suo coinvolgimento nella vicenda.

    Ascoltato anche come persona informata dei fatti William Malnati, funzionario dell'ufficio legislativo dei gruppi della Lega Nord e presidente dell'Aspen di Varese. A Malnati sono stati chiesti chiarimenti sugli atti presentati dal senatore Montani tra il 2011 e il 2012. In particolare un emendamento di Montani legato agli incentivi per l'utilizzo delle energie rinnovabili. Un ambito che interessava al gruppo Giacomini.

    Nell'ambito di questa inchiesta ieri, dopo aver ricevuto un avviso di garanzia, si era dimesso il sottosegretario alla Giustizia Andrea Zoppini. Secondo le accuse avrebbe aiutato i fratelli Giacomini a costituire un fondo nero in Lussemburgo. Una consulenza da 1 milione 800 mila euro in gran parte versata in nero all'estero.
    O si taglia o il caos

  3. #3
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    35,032
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: LA FAMIGGHIA BOSSI E IL DENARO

    Montani, una personcina per bene.

    da Wikipedia
    Procedimenti giudiziari [modifica]

    Il 17 febbraio 2002, in occasione della partita tra il Verbania Calcio e il Derthona, Montani, da tempo segretario provinciale della Lega Nord, si reca allo Stadio dei Pini (sito nella frazione di Intra e intitolato nel 2009 a Carlo Pedroli). All'entrata dello stadio Montani ha uno scontro con due agenti e viene fermato e denunciato. Grazie all'applicazione del patteggiamento, viene condannato in via definitiva a tre mesi di detenzione. Questa condanna e altri fatti violenti legati al tifo sportivo di cui si è reso protagonista gli hanno fatto meritare il soprannome di senatore ultrà[8].
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  4. #4
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    35,032
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: LA FAMIGGHIA BOSSI E IL DENARO

    Ascoltato anche come persona informata dei fatti William Malnati, funzionario dell'ufficio legislativo dei gruppi della Lega Nord e presidente dell'Aspen di Varese.

    Sette, satanisti, frankisti, trilateralisti, bilderberghiani, ci mancava solo più l'Aspen per completare il cerhio ... magico di Varese.
    Ma che terra è?
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  5. #5
    [email protected]
    Data Registrazione
    23 Dec 2011
    Messaggi
    9,149
    Mentioned
    25 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: LA FAMIGGHIA BOSSI E IL DENARO

    ballaman ha sbagliato a non cooptare il suo autista in regione ...
    adesso si capisce il perchè di tutti questi autisti diventati senatori e deputati. me sbrissia da rider.

  6. #6
    Lumbard
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Località
    Lach Magiùr
    Messaggi
    11,699
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: LA FAMIGGHIA BOSSI E IL DENARO

    non sapevo che la qualifica di autista e stalliere fossero così gettonate in itaglia .... che pirla ho pròpri sbaglià mestèe
    verdi, ventunsettembre and Dredd83 like this.

  7. #7
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Jun 2010
    Messaggi
    440
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: LA FAMIGGHIA BOSSI E IL DENARO





    :mmm:
    Conquista la folla e conquisterai la carega…
    Bossi: «Denuncerò chi ha utilizzato i soldi della Lega per sistemare la mia casa» repapelle:
    Renzo Bossi: farò contadino o muratore... meglio tardi che mai:sofico:

  8. #8
    Forumista storico
    Data Registrazione
    04 May 2009
    Messaggi
    35,032
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: LA FAMIGGHIA BOSSI E IL DENARO

    Citazione Originariamente Scritto da IlConte Visualizza Messaggio




    :mmm:
    Quelli (TUTTI!) della Ladri Nord dovrebbero provarne il brivido per primi.
    Sono i traditori della nostra terra, della nostra cultura, dei nostri genitori, dei nostri figli!
    Se il popolo permetterà alle banche private di controllare l’emissione della valuta, con l’inflazione, la deflazione e le corporazioni che cresceranno intorno, lo priveranno di ogni proprietà, finché i figli si sveglieranno senza casa.

  9. #9
    Blut und Boden
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    Lothlorien
    Messaggi
    50,160
    Mentioned
    42 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: LA FAMIGGHIA BOSSI E IL DENARO

    Citazione Originariamente Scritto da ventunsettembre Visualizza Messaggio
    Sette, satanisti, frankisti, trilateralisti, bilderberghiani, ci mancava solo più l'Aspen per completare il cerhio ... magico di Varese.
    Ma che terra è?
    Terra di satanisti.
    Rubano, massacrano, rapinano e, con falso nome, lo chiamano impero; infine, dove fanno il deserto dicono che è la pace.
    Tacito, Agricola, 30/32.

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    21,993
    Mentioned
    55 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: LA FAMIGGHIA BOSSI E IL DENARO

    Citazione Originariamente Scritto da psico Visualizza Messaggio
    Lega, Bossi indagato con i figli e Stiffoni
    Ai ragazzi paghetta da 5000 euro al mese

    Il Senatur accusato di truffa ai danni dello Stato in concorso con l'ex tesoriere Belsito. Maroni: «Fuori i ladri e i faccendieri




    Lega, Bossi indagato con i figli e Stiffoni Ai ragazzi paghetta da 5000 euro al mese*-*Il Gazzettino




    MILANO - Umberto Bossi è indagato dalla procura di Milano nell'ambito dell'inchiesta sui fondi della Lega. Nel registro degli indagati sono stati iscritti anche i figli Renzo ("Il Trota"), ex consigliere regionale lombardo, e Riccardo. Indagini anche sul senatore Piergiorgio Stiffoni, accusato di peculato.

    La bufera sulla Lega. La notizia è il colpo di coda dell'inchiesta sulla gestione «opaca» dei rimborsi elettorali della Lega, che ha letteralmente travolto il partito. L'ex tesoriere Francesco Belsito, al centro delle inchieste di tre procure (Milano, Napoli, Reggio Calabria) è stato espulso, così come Rosy Mauro e Piergiorgio Stiffoni. Dimissioni per Renzo Bossi da consigliere regionale lombardo e, soprattutto, per il Senatur stesso, che ha lasciato la segreteria, aprendo la partita per la successione.

    Umberto Bossi è indagato per truffa ai danni dello Stato in concorso con l'ex tesoriere Francesco Belsito. L'informazione di garanzia è firmata dal procuratore aggiunto Alfredo Robledo e dai pm Roberto Pellicano e Paolo Filippini titolari dell'inchiesta. Nei confronti del leader della Lega, in concorso con l'ex tesoriere Francesco Belsito, si contesta il reato di truffa ai danni dello Stato. Agli atti dell'indagine ci sarebbero non solo le dichiarazioni rese dallo stesso Belsito ma anche elementi documentali. Nei confronti del leader del Carroccio, a differenza dei suoi due figli, non c'è alcuna contestazione che riguarda presunte spese personali.

    «Bossi sapeva». Sono 18 i milioni di euro che il partito ha incassato presentando, secondo l'accusa, un rendiconto infedele nell'agosto 2011 per avere i rimborsi elettorali relativi all'anno 2010. Per i pm il leader della Lega Umberto Bossi era «consapevole» delle sottrazioni. «Umberto Bossi firmava i rendiconti del partito»: a confermarlo era stata la responsabile amministrativa di via Bellerio, Nadia Dagrada. Le dichiarazioni della dirigente sarebbero uno degli elementi su cui si fonda l'accusa a carico del Senatur, che ne risponde in quanto legale rappresentante del partito.

    Renzo e Riccardo Bossi, i due figli del Senatur, sono indagati dalla procura di Milano per appropriazione indebita in relazione alle loro spese personali pagate, secondo l'accusa, con i fondi del partito. Spese disposte proprio dall'ex tesoriere Belsito, indagato in concorso anche per questo reato.

    Una "paghetta" mensile di 5000 euro ciascuno a Renzo e Riccardo Bossi, oltre alle spese personali.
    È questa una delle ipotesi su cui stanno facendo accertamenti i magistrati di Milano che indagano sui rimborsi elettorali della Lega. Dagli elementi fino a ora in mano agli inquirenti, risulterebbe che Umberto Bossi sapeva dei soldi dati ai figli. Il periodo in esame va dal 2008 al 2011.

    Indagato anche il senatore Stiffoni, che ha ricevuto un'informazione di garanzia nella quale si contesta il reato di peculato. Il sospetto dei pm è che abbia usato a fini personali i fondi destinati al Senato e sul cui conto corrente aveva la firma. La posizione del senatore sara trasmessa per competenza alla Procura di Roma.

    Paolo Scala. La procura di Milano ha anche riqualificato il reato contestato al consulente Paolo Scala, modificandolo da concorso in appropriazione indebita in riciclaggio, in relazione agli investimenti esteri che sarebbero state effettuate con il denaro del Carroccio. Scala, secondo gli accertamenti dei pm e della Guardia di Finanza, avrebbe messo a disposizione un conto cipriota sul quale sono finiti i soldi per gli investimenti sospetti per un valore di circa 6 milioni di euro.

    La moglie di Bossi e Rosy Mauro. I pm di Milano stanno vagliando anche, da quanto si è saputo, le posizioni della moglie di Umberto Bossi, Manuela Marrone, e della vicepresidente del Senato, Rosi Mauro, che attualmente non sono indagate. Secondo gli inquirenti, infatti, sono necessari ulteriori approfondimenti sui soldi che sarebbero stati destinati alla scuola Bosina fondata dalla moglie del Senatur e sui fondi che sarebbero andati al Sindacato Padano fondato da Mauro.

    Maroni. «Voglio una Lega unita, voglio una Lega forte, voglio una Lega viva. Una Lega che si concentra sulle cose da fare e non sulle menate interne, che progetta e governa, che dà risposte. Largo ai giovani e a chi è capace. Per faccendieri, ladri e ciarlatani non c'è posto nella Lega del futuro», ha scritto 4 ore fa Roberto Maroni su Facebook.

    Salvini. «Chiunque conosca Bossi ne conosce lo stile di vita. Tutto ha fatto fuorchè arricchirsi, chi dice il contrario mente. Anche i sassi hanno capito che contro la Lega è in corso un attacco bestiale. Qualcuno vuole coprire le porcherie del governo Monti attaccando la Lega»: lo ha detto l'europarlamentare Matteo Salvini. «Qualcuno - ha aggiunto - ha sbagliato, figli di Bossi compresi, e si è dimesso. Abbiamo rinunciato ai rimborsi elettorali di luglio. Adesso basta, c'è qualcuno che sta esagerando. Il paese va a fondo e c'è gente che vive con l'incubo della Lega».




    TUTTA LA FAMIGGHIA AL COMPLETO.


    RANTO si sapeva nulla di nuovo. Al tg 5 srasera hanno detto che riccardo è andato in marocco con la sua fidanzata a fare le vacanze con i soldi del partito.

    In marocco sono andati gli identitari.






    Genty senza mezze misure: «Fucilazione
    elettorale alla schiena, è alto tradimento»

    Nessuna pietà nei confronti di chi ha ricevuto l'avviso di garazia
    Lo Sceriffo: «Bossi non venga più né ai congressi né ai comizi»


    Genty senza mezze misure: «Fucilazione elettorale alla schiena, è alto tradimento»*-*Il Gazzettino


    GENTY ha preso le distanze "dice"- oppure è la solita tattica italiota della dissimulazione.


    LA LEGA E' FINITA - SPERARE E' ASSURDO.



    i FIGGHI DI BOSSI 5000 EURO AL MESE, senza contare quelli che già percepiva il trota. Di padre in figghio la poca onesta si è tramandata di generazone in generazione.
    Chi nasce da genitori itagliani, itagliano sarà e sempre rimarrà.Se fossi stato più xenofobo non mi sarei fidato di chi prende una moglie non padana ed avrei evitato tante delusioni iango: .
    sciadurel likes this.
    Il Silenzio per sua natura è perfetto , ogni discorso, per sua natura , è perfettibile .

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. La famigghia itagliana
    Di Erlembaldo nel forum Lega
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-12-10, 01:15
  2. Tengo famigghia....
    Di Furlan nel forum Padania!
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 16-07-08, 18:23
  3. I difensori della famigghia
    Di Bèrghem nel forum Padania!
    Risposte: 34
    Ultimo Messaggio: 05-08-07, 08:38
  4. Presunta dazione di denaro da Berlusconi a Bossi
    Di Ezechiele (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 202
    Ultimo Messaggio: 26-03-07, 08:56
  5. dio patria famigghia
    Di anton nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-12-04, 20:12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226