User Tag List

Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 42
Like Tree9Likes

Discussione: III Seduta del Senato - III Legislatura - Unione Europea - Discussione

  1. #1
    Chap Socialist
    Data Registrazione
    13 Sep 2002
    Messaggi
    31,653
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito III Seduta del Senato - III Legislatura - Unione Europea - Discussione

    Apro la seduta dedicata a questo tema in agenda. Discuteremo quindi dell'UE, ma suggerisco ai senatori di dividere il tutto in sottotemi, concordandoli in qesta seduta.

    Eccezionalmente, fisso per questa seduta di discussione un termine di 120 ore ( 5 giorni) a partire dalle 12.00 di oggi.
    ***Bratstvo i jedinstvo***
    Socialismo Gollista

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    899 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: III Seduta del Senato - III Legislatura - Unione Europea - Discussione

    Ovviamente si tratta della fase di dibattito libero, dico bene Presidente Manfr?
    Manfr likes this.

  3. #3
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    899 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: III Seduta del Senato - III Legislatura - Unione Europea - Discussione

    Allora la prima cosa che vorreio far notare è la Costituzione di transatlantico prevede che nessun trattato ne internazionale ne europeo è valido se questo parlamento non lo approva, per cui al momento giuridicamente possiamo recepire o non recepire o proporre modificge al trattato di Mastrcht, recepire o non recepire o proporre modifiche all'adesione dell'Italia alla moneta unica europa, recepire o non recepire o proporre modifiche all'ultimo accordo preso in sede di Consiglio europeo sul fiscal compact (quello con ciui la Germania ha imposto ingerenze del Consiglio sui bilanci nazionali)

    L'articolo 16 della Costituzione di transatlantico infatti prevede

    Art. 16

    In base alle regole del diritto internazionale, gli accordi e i trattati internazionali di cui risulta cofirmataria l'Italia hanno valore su PoliticaInrete solo ed esclusivamente se integralmente ratificati dal suo parlamento. Ogni riferimento, in termini legislativi e in termini economici ad essi è possibile esclusivamente dopo ratifica del documento di riferimento.
    Ultima modifica di [email protected]; 31-05-12 alle 09:15

  4. #4
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    899 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: III Seduta del Senato - III Legislatura - Unione Europea - Discussione

    passiamo ora all'analisi propriamente politica: quest'Unione europea cosi come si è venuta sviluppando negli ultimi anni è assolutamente da criticare, non è possibile che si basi tutto sul potere do di superburocrati (i commissari dell'unione europea) non eletti da nessuno o di superbanchieri (la BCE) che dettano ordini ai parlamenti nazionali.
    Seconda considerazione: l'adesione di molti paesi , a cominciare dalla Grecia ,e includendo l'Italia stessa nel discorso, alla moneta unca è avvenuta in modalità sconsiderate. NAderire ad una moneta unica ha eliminato la possibilità di svalutare , valcola di sfogo che permetteva alle economie dei paesi del sud europa (e all'Italia) di esportare all'estero ma nello stesso tempo si è aderito senza prima ridurre il debito pubblico (o peggio truccano i conti come h a fatto la Grecia e per certo versi anche il Portogallo).
    In questo modo si è favorita unicamente l'economia tedesca.
    Cosi proprio non va.
    Ultima modifica di [email protected]; 31-05-12 alle 09:25

  5. #5
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    899 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: III Seduta del Senato - III Legislatura - Unione Europea - Discussione

    Citazione Originariamente Scritto da [email protected] Visualizza Messaggio
    passiamo ora all'analisi propriamente politica: quest'Unione europea cosi come si è venuta sviluppando negli ultimi anni è assolutamente da criticare, non è possibile che si basi tutto sul potere do di superburocrati (i commissari dell'unione europea) non eletti da nessuno o di superbanchieri (la BCE) che dettano ordini ai parlamenti nazionali.
    Seconda considerazione: l'adesione di molti paesi , a cominciare dalla Grecia ,e includendo l'Italia stessa nel discorso, alla moneta unca è avvenuta in modalità sconsiderate. NAderire ad una moneta unica ha eliminato la possibilità di svalutare , valcola di sfogo che permetteva alle economie dei paesi del sud europa (e all'Italia) di esportare all'estero ma nello stesso tempo si è aderito senza prima ridurre il debito pubblico (o peggio truccano i conti come h a fatto la Grecia e per certo versi anche il Portogallo).
    In questo modo si è favorita unicamente l'economia tedesca.
    Cosi proprio non va.
    Intendo perciò proporre quando successivamente si aprirà la fase di presentazione dei disegni di legge, un adesione dell'Italia alla moneta unica non immediata (come quella che sconsideratamente avvenne purtroppo negli anni novanta) ma ritardata e condizionata all'aver ridotto prima il debito pubblico italiano di almeno il 40%
    Intendo inoltre proporre la non adesione dell'Italia all'accordo sul fiscal compact
    Ultima modifica di [email protected]; 31-05-12 alle 09:25

  6. #6
    SuperMod
    Data Registrazione
    24 Jun 2011
    Messaggi
    17,055
    Mentioned
    430 Post(s)
    Tagged
    55 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: III Seduta del Senato - III Legislatura - Unione Europea - Discussione

    Sinceramente la vedo un po' diversamente dal punto di vista delle procedure: mentre sull'Italia possiamo consigliare ed avere libertà d'azione, non so quanta libertà d'emendamento sia possibile sui trattati Europei, perchè sarebbero modifiche irrealistiche, che andrebbero recepite da tutti gli altri paesi membri.

    Mi spiego meglio:

    - Possiamo recepire o non recepire i trattati
    - Possiamo condizionare o ritardare l'adesione
    - Possiamo suggerire modifiche a meccanismi come il Fondo Salva Stati, il Fiscal Compact etc
    - " " ai poteri e compiti delle Istituzioni Europee

    MA

    Non vedo possibile fare modifiche ai Trattati, perchè sarebbero modifiche irrealistiche e completamente non realizzabili...non più suggerimenti ma uno sconvolgimento della realtà, perchè magari si configurerebbe una nostra adesione alla Ue e alla moneta unica su presupposti completamente diversi da quelli di tutti gli altri stati ( di cui presupponiamo il consenso alle nostre modifiche a prescindere? Perchè sennò le nostre adesioni sarebbero nulle e in futuro non sapremmo mai se abbiamo aderito alla Ue o no)
    «Riformista è uno che sa che a sbattere la testa contro il muro si rompe la testa, non il muro! Riformista...è uno che vuole cambiare il mondo per mezzo del buonsenso, senza tagliare teste a nessuno» [Baaria]

  7. #7
    SuperMod
    Data Registrazione
    24 Jun 2011
    Messaggi
    17,055
    Mentioned
    430 Post(s)
    Tagged
    55 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: III Seduta del Senato - III Legislatura - Unione Europea - Discussione

    Un ragionamento più politico poi sul debito pubblico: condizionare la nostra adesione alla riduzione del debito pubblico ad un certo livello ( tra l'altro 40% è veramente bassissimo, dovremmo fare dei sacrifici molto a lungo termine e rimandare di anni e anni l'adesione, forse anche di un decennio....a meno di non smontare completamente lo Stato) comporterebbe la presentazione di un Piano Completo e Complessivo di riduzione del debito...cosa altrettanto impegnativa dell'adesione alla Ue, perchè dovremmo mettere in conto che per la sua attuazione sarebbero necessarie più legislature. Io sono per proporre comunque un Piano Complessivo di riduzione del debito, ma se subordiniamo a questo piano un tema così importante come l'adesione, lo carichiamo di una responsabilità enorme che si dovrebbe basare come minimo su una maggioranza parlamentare amplissima. Non so se per questo ci siano le condizioni politiche.
    «Riformista è uno che sa che a sbattere la testa contro il muro si rompe la testa, non il muro! Riformista...è uno che vuole cambiare il mondo per mezzo del buonsenso, senza tagliare teste a nessuno» [Baaria]

  8. #8
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    899 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: III Seduta del Senato - III Legislatura - Unione Europea - Discussione

    Citazione Originariamente Scritto da Gdem88 Visualizza Messaggio
    Sinceramente la vedo un po' diversamente dal punto di vista delle procedure: mentre sull'Italia possiamo consigliare ed avere libertà d'azione, non so quanta libertà d'emendamento sia possibile sui trattati Europei, perchè sarebbero modifiche irrealistiche, che andrebbero recepite da tutti gli altri paesi membri.

    Mi spiego meglio:

    - Possiamo recepire o non recepire i trattati
    - Possiamo condizionare o ritardare l'adesione
    - Possiamo suggerire modifiche a meccanismi come il Fondo Salva Stati, il Fiscal Compact etc
    - " " ai poteri e compiti delle Istituzioni Europee

    MA

    Non vedo possibile fare modifiche ai Trattati, perchè sarebbero modifiche irrealistiche e completamente non realizzabili...non più suggerimenti ma uno sconvolgimento della realtà, perchè magari si configurerebbe una nostra adesione alla Ue e alla moneta unica su presupposti completamente diversi da quelli di tutti gli altri stati ( di cui presupponiamo il consenso alle nostre modifiche a prescindere? Perchè sennò le nostre adesioni sarebbero nulle e in futuro non sapremmo mai se abbiamo aderito alla Ue o no)
    Niente affatto: deve semplicemente riorentare il punto di vista Senatore Gdem: Transatlantico giuridicamente è (tanto per fare un paragone)nella stessa posizione giuridica e politica dell'Inghilterra o della Norvegia prima dell'adesione alla moneta unica quando quelle nazioni potevano ratificare "sic et simplicter" il trattato di adesione alla moneta unica o respingerlo o proporne una modifica: la storia dice infatti che entrambe le nazioni proposero una modifica (quella che prevedeva la permanenza nell'Unione ma la non adesione alla moneta)e che tale modifica fu accetta dagli altri membri dell'Unione.
    Ora non sto proponendo la loro stessa modifica ma vorrei far capire che questo Senato ha costituzionalmente piena e totale potesta di fare qualsiasi scelta
    Ultima modifica di [email protected]; 31-05-12 alle 11:03

  9. #9
    SuperMod
    Data Registrazione
    24 Jun 2011
    Messaggi
    17,055
    Mentioned
    430 Post(s)
    Tagged
    55 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito Re: III Seduta del Senato - III Legislatura - Unione Europea - Discussione

    Citazione Originariamente Scritto da [email protected] Visualizza Messaggio
    Niente affatto: deve semplicemente riorentare il punto di vista Senatore Gdem: Transatlantico giuridicamente è (tanto per fare un paragone)nella stessa posizione giuridica e politica dell'Inghilterra o della Norvegia prima dell'adesione alla moneta unica quando quelle nazioni potevano ratificare "sic et simplicter" il trattato di adesione alla moneta unica o respingerlo o proporne una modifica: la storia dice infatti che entrambe le nazioni proposero una modifica (quella che prevedeva la permanenza nell'Unione ma la non adesione alla moneta)e che tale modifica fu accetta dagli altri membri dell'Unione.
    Ora non sto proponendo la loro stessa modifica ma vorrei far capire che questo Senato ha costituzionalmente piena e totale potesta di fare qualsiasi scelta
    Senatore [email protected], il suo esempio si fonda però su una non adesione...cosa che comporta anche una facilitazione, perchè non aderendo all'Euro ci si pone fuori dai suoi meccanismi. Se noi invece volessimo entrare in Europa modificando i meccanismi che l'Euro lo reggono o similia, le cose starebbero ben diversamente. Il suo esempio calza a pennello infatti con la sua proposta di adesione condizionata all'Euro, ma mi pare non adatta a dimostrare la validità di possibili modifiche a Maastricht ed altri trattati.
    «Riformista è uno che sa che a sbattere la testa contro il muro si rompe la testa, non il muro! Riformista...è uno che vuole cambiare il mondo per mezzo del buonsenso, senza tagliare teste a nessuno» [Baaria]

  10. #10
    SuperMod
    Data Registrazione
    26 Mar 2005
    Località
    Gubbio
    Messaggi
    52,137
    Mentioned
    899 Post(s)
    Tagged
    28 Thread(s)

    Predefinito Re: III Seduta del Senato - III Legislatura - Unione Europea - Discussione

    Citazione Originariamente Scritto da Gdem88 Visualizza Messaggio
    Senatore [email protected], il suo esempio si fonda però su una non adesione...cosa che comporta anche una facilitazione, perchè non aderendo all'Euro ci si pone fuori dai suoi meccanismi. Se noi invece volessimo entrare in Europa modificando i meccanismi che l'Euro lo reggono o similia, le cose starebbero ben diversamente. Il suo esempio calza a pennello infatti con la sua proposta di adesione condizionata all'Euro, ma mi pare non adatta a dimostrare la validità di possibili modifiche a Maastricht ed altri trattati.
    Alt: modifiche ai trattati successivi a quelli dell'adesione alla moneta unica sono possibilissimi invece tant'è vero che ne abbiamo diversi esempio storici.
    proprio qnel 2011 ad esempio il Consiglio europeo (in pratica si richiesta ed iniziativa della Merkel) ha proposto il cosiddetto patto che pone un limite al bilancio nazionale degli stati membri(ovvero alle iniziative fiscali e alle decisioni di spesa) che aderiscono a tale accordo soprannominato dai giornali "fiscal compact".
    Bene anche in tal caso come lei forse ricorderà alcuni stati membri hanno ottenuto delle moddifiche dell'accordo relative al proprio stato come ad esempio l'Inghilterra che ha ottenuto la non vincolatività di tale patto europeo per quel che li riguarda mentre ad esempio (anche se la cosa è molto meno nota) la Spagna ha a sua volta proposto di inserire una deroga (rivolta alla Spagna)temporale del patto che tenga conto della loro situazione di crisi
    Ultima modifica di [email protected]; 31-05-12 alle 11:31

 

 
Pagina 1 di 5 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. IV Seduta del Senato - III Legislatura - Fase di discussione : DDL Lancillotto
    Di Manfr nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 24-06-12, 21:32
  2. Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 24-06-12, 21:32
  3. Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 17-06-12, 19:06
  4. III Seduta del Senato - III Legislatura - Tema dei Diritti Civili- Discussione
    Di Manfr nel forum Archivio della Comunità di Pol
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 24-05-12, 18:34
  5. Risposte: 28
    Ultimo Messaggio: 11-05-12, 10:49

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226